Tu sei qui

Abbiamo provato per voi Efoy 140 Comfort I Test di CamperLife

A marzo scorso abbiamo pubblicato il lavoro di installazione, avvenuta a fine novembre, di questo generatore ad opera del nostro amico Angelo. Tra dicembre e gennaio di quest'anno lo ha testato in varie condizioni. Ecco le sue considerazioni

Un aiuto silenzioso
Lo scorso novembre ho acquistato un generatore a celle combustibile, un Efoy 140 Comfort.
camper camperlife Efoy Comfort 140 celle combustibileOggi, dopo circa due mesi d’uso, sono a raccontarvi la mia esperienza. Vi anticipo solo che non ha assolutamente tradito le aspettative per cui non solo è meno pesante dei generatori a scoppio, più silenzioso e attento all’ambiente ma anche altamente efficiente. Posso dunque tranquillamente affermare che il costo che ho sostenuto per l’acquisto è stato ampiamente ripagato.  

Nelle nebbie del nord
Per il ponte dell’Immacolata, assieme ad altri due equipaggi, abbiamo deciso di andare a visitare Venezia. Purtroppo abbiamo scelto un momento infelice, almeno dal punto di vista meteorologico.
Faceva freddo (le temperature non sono mai andate oltre i 3/4°C) e c’era tantissima nebbia. Abbiamo lasciato il sole al passo del Verghereto, sull’E45, e l’abbiamo rivisto quattro giorni dopo, quando abbiamo superato l’Appennino con la variante di valico dell’A1. camper camperlife Efoy Comfort 140 celle combustibile
Il freddo persistente ci ha costretto all’uso del riscaldamento in maniera continua, per evitare che le temperature interne scendessero al di sotto della vivibilità e per evitare che si disarmasse la valvola di protezione della stufa Combi. Sappiamo bene quanto possa assorbire in termini di energia il sistema di riscaldamento Truma, tant’è che alla fine del secondo giorno di permanenza, considerato che l’assenza di sole ha fatto sì che i pannelli fotovoltaici non producessero energia, le batterie si sono scaricate.
Me ne sono reso conto all’alba del terzo giorno, quando intorno alle 5 ho sentito che il nostro vicino di camper aveva messo in moto. E dopo circa un’ora anche al secondo camper è stato avviato il motore. camper camperlife Efoy Comfort 140 celle combustibile
Poiché sentivo il ronzio di funzionamento della Combi non mi sono preoccupato più di tanto della cosa salvo che, intorno alle 8 del mattino, mentre mi accingevo a far uscire il mio cagnetto ho notato che il pannello di controllo dell’Efoy 140 Comfort ne indicava il funzionamento (vedi foto qui accanto). Più in particolare segnalava che la batteria era a 12.6 Volt e che in quel momento stava erogando 2.0A all’accumulatore. Probabilmente si è avviato più o meno quando i miei amici hanno dovuto accendere i motori per ricaricare un po’, ma l’Efoy è talmente silenzioso nel funzionamento che pur essendo installato immediatamente sotto il letto io e mia moglie non ce n’eravamo accorti.

La prova neve
In un’altra occasione abbiamo potuto testare l’efficienza del generatore, questa volta sulla neve che io e mia moglie non amiamo particolarmente.
camper camperlife Efoy Comfort 140 celle combustibileTuttavia a volte capita di trovarcisi in mezzo senza volerlo, come ci è successo a cavallo dell’Epifania.
Di ritorno da una gita alla Reggia di Caserta, finalmente riaperta al pubblico, abbiamo deciso di passare a trovare degli amici a Rieti. Con loro, come noi camperisti, ci siamo spostati nei pressi della vetta del Terminillo dove è facile trovare neve.
In quei giorni le temperature erano costantemente al di sotto dello zero per cui anche qui è stato necessario tenere la stufa Combi sempre in funzione.
Il cielo, nuvoloso ma senza nebbia, ci ha nella notte regalato un’imprevista nevicata.
Al mattino dunque il tetto era coperto di neve e con esso anche i pannelli fotovoltaici che, proprio come a Venezia, non hanno prodotto energia. Dopo circa 48 ore il mio Efoy 140 Comfort ha ripreso a funzionare in totale autonomia e in assoluto silenzio. camper camperlife Efoy Comfort 140 celle combustibile
Anche questa volta, quando me ne sono accorto il pannello di comando segnalava che stava erogando poco meno di 4A alla batteria e nel giro di un’ora è calato a 2,4A ma nel frattempo ho anche acceso l’inverter per alimentare la nostra Mokona.
Non potevamo certo perderci il piacere di un caffè cremoso come al bar affacciati al nostro balcone panoramico sulla neve!

Considerazioni finali
Al momento dell’acquisto ero estremamente titubante dato che l’investimento è notevole. Sono infatti necessari circa 4 mila euro per avere l’Efoy 140 Comfort installato e funzionante.
Ma oggi posso affermare che, visto il risultato, sono soldi spesi benissimo.
camper camperlife Efoy Comfort 140 celle combustibileAvevo valutato anche l’acquisto di un sistema a scoppio specifico per il camper e con avviamento automatico, ma a conti fatti la differenza di costi è veramente minima, oltre al fatto che un tale sistema – ben più rumoroso – non sarebbe passato inosservato né a noi né ai vicini qualora si fosse messo in azione.
I pannelli fotovoltaici, nelle condizioni d’uso che ho descritto, sono stati praticamente inefficaci, per questo l’accoppiata fotovoltaico + Efoy è davvero la panacea.
Ringrazio nuovamente Roberto e Fabrizio del Centro Camper Viterbo per i consigli che mi hanno fornito nel momento della scelta del sistema da adottare.
Al rientro, visto che tengo il mio camper rimessato al chiuso, seguendo le istruzioni del manuale ho smontato l’apparecchio e l’ho riposto in un ambiente dove le temperature non scendono mai al di sotto dei 10°C, per evitare il rischio di congelamento e anche che il sistema si avvii automaticamente per proteggersi, consumando inutilmente carburante.
Del resto si smonta e si rimonta veramente in meno di 5 minuti!

 

Autore: 
Agelo Filippucci
Punteggio: 
0

No votes yet

Data Aggiornamento: 
08-11-2017
Data Pubblicazione: 
08-11-2017