Tu sei qui

Week-end in camper: in Val Brembana, tra sentieri e panorami

La Val Brembana, in camper tra paesini caratteristici e percorsi da cui si osservano panorami mozzafiato

Molte persone apprezzano la montagna d'inverno, quando le piste sono innevate e ci si può divertire praticando gli sport tipici della stagione fredda. Anche in primavera e in estate, però, trascorrere un fine settimana o 4-5 giorni ad alta quota può essere meraviglioso, perché gli splendidi panorami che si possono osservare trasmettono una sensazione di rilassatezza e benessere davvero profonda. Una meta ideale per gli amanti di una vacanza di questo genere è la Val Brembana.
camper week end val brembanaVisitare con un viaggio in camper i paesi di questo territorio, che si snoda attorno al fiume Brembo, non è certo complicato perch
é, soprattutto quando l'altitudine non è elevata, le strade sono piuttosto ampie. Chi poi ha la passione della bicicletta o delle passeggiate, in tema di percorsi ha soltanto l'imbarazzo della scelta. Per la sosta in camper, poi, si può fare affidamento su due comodi campeggi. Non rimane altro, dunque, che andare alla scoperta della Val Brembana.

San Pellegrino Terme: sul Brembo il trionfo del Liberty
Attraversata per tutta la sua lunghezza dal fiume Brembo, San Pellegrino Terme, prima tappa del nostro viaggio in camper, è tra le città termali più note di tutta la Lombardia e dell'Italia intera. Il posto migliore dove parcheggiare il mezzo è davanti alla stazione dei pullman. Il viale principale del paese da un lato è dominato dal Grand Hotel, costruito in stile liberty agli inizi del Novecento e oggi in disuso. Nonostante questo, però, la sua maestosità è rimasta pressoché  intatta: formato da un corpo centrale con una cupola e due grandi blocchi laterali, l'albergo è alto ben sette piani. Accessibile solo alla nobiltà e alla più ricca borghesia, il Grand Hotel ha ospitato personalità quali le regine Margherita ed Elena di Savoia, quest'ultima ospite della struttura nel 1925 insieme al principe Umberto e alla principessa Maria.

camper week end val brembana san pellegrino termeSul lato opposto del Brembo, è possibile rilassarsi bevendo un caffè o un drink in uno dei numerosi locali con i tavoli anche all'esterno. Alle spalle di questi locali si trovano le vecchie terme, anch'esse non più utilizzate (quelle nuove sono in fase di costruzione lungo la via principale). Lo stile dello stabilimento termale, costituito da un complesso di meravigliosi edifici, è anch'esso liberty. Poco oltre, sorge un altro palazzo tipicamente liberty, il casinò, progettato dall'architetto Romano Squadrelli. Inaugurato nel 1904, ha funzionato come casa da gioco solo fino al 1917, per poi ospitare manifestazioni di vario genere. Della facciata dell'edificio spiccano le due piccole torri laterali.

A San Pellegrino Terme si trova anche il Museo di Scienze Naturali, che custodisce una preziosa collezione di farfalle, una documentazione fotografica della flora di questi luoghi e reperti fossili rinvenuti nella valle e risalenti a 250 milioni di anni fa.

Escursioni in bici o a piedi con partenza da San Pellegrino Terme
camper week end val brembana bremboA San Pellegrino Terme, all'altezza della stazione dei pullman, sempre con il camper parcheggiato, soprattutto per gli amanti della bicicletta che hanno dei bambini è un'ottima idea quella di mettersi in sella lungo la ciclopedonale PFB 02 San Pellegrino-Ambria, il cui percorso è lungo poco più di tre chilometri. Buona parte del tracciato segue il corso del Brembo; arrivati alla località Al Derò, ci si può fermare per visitare la chiesetta ricostruita dopo l'alluvione del 1994. Una volta raggiunta Ambria, si può proseguire lungo la ciclopedonale PFB 01, che porta fino a Zogno ed è lunga due chilometri e settecento metri. Anche questa pista costeggia il Brembo e da essa si può ammirare la bellezza del fiume e del paesaggio circostante.
Anche gli appassionati di trekking possono fare di San Pellegrino Terme il punto di partenza per un'escursione, quella al Monte Gioco. In questo caso, si può tornare a bordo del camper per prendere la strada della Val Brembana fino al bivio per Dossena. Attraversato il ponte si prosegue lungo la via, quindi si seguono le indicazioni per Spettino fino a raggiungerne il centro abitato. Qui, si può
parcheggiare il camper. Lungo il sentiero che porta al Monte Gioco si passa dalla baita La Forcella, quindi si prosegue lungo un percorso ben segnalato che porta fino alla cima dell'altura, da cui si schiude una meravigliosa vista sulla Val Serina. Il dislivello complessivo del sentiero è di poco superiore ai 500 metri.

Piazza Brembana: caffè, vicoli stretti e una Chiesa imponente
Tornati con il camper lungo l'ampia strada della Valle Brembana, si può proseguire fino a Piazza Brembana; il luogo più indicato per lasciare il mezzo è il parcheggio della stazione ferroviaria. Da qui, in soli cinque minuti di cammino si raggiunge il centro del paese, costituito, oltre che dalla via principale, da vicoli stretti con case basse costruite l'una accanto all'altra. Tra i tanti bar presenti dove fermarsi per un caffè, merita una citazione il Bar Posta, che si affaccia sul corso più importante del paese e dove ci si può sedere sotto un bellissimo portico. Sempre nel centro di Piazza Brembana si trova la Chiesa di San Bernardo, la cui costruzione risale al 15esimo secolo; al suo interno ci sono alcune opere di Andrea Vicentino. A fianco, si trova un convento di monache francescane. Uscendo anche di poche centinaia di metri dal centro del paese, si possono osservare splendidi panorami.

camper week end val brembana chiesa di san bernardocamper week end val brembana piazza brembanaUna vista meravigliosa si ha anche posizionandosi lungo la scalinata che porta alla Chiesa parrocchiale, quella di San Martino, raggiungibile risalendo sul camper e seguendo in direzione San Pellegrino la strada della Valle Brembana. Il posto migliore per parcheggiare è a fianco del cimitero vicino alla Chiesa. L'imponente edificio, in stile neogotico, è stato ricostruito nel corso del 19esimo secolo al posto della Chiesa precedente, che risaliva invece all'undicesimo secolo. Dentro la parrocchiale sono custodite opere di Carlo Ceresa, statue di Andrea Fantoni e un magnifico polittico di Lattanzio di Rimini.

Mezzoldo: tra antiche dogane, punti panoramici e sentieri
camper week end val brembana mezzoldoLa mattina successiva si riprende la strada della Valle Brembana e si procede in direzione Mezzoldo. Anche se non è molto comodo, si può parcheggiare il camper nel centro abitato del paese, l'ultimo prima del Passo San Marco. Da visitare è la Chiesa parrocchiale di San Giovanni Battista, costruita nel 16esimo secolo, al cui interno si trovano un altare in marmo nero e un dipinto di Lattanzio di Rimini. Nelle vie del centro sorge invece il caratteristico palazzo che fu sede della Dogana Veneta, di cui oggi porta ancora gli stemmi. Gli amanti dei panorami possono poi compiere una piccola deviazione per andare in località Sparavera, dove da un borgo tipico costituito da case in pietra è possibile ammirare i boschi e i monti dei dintorni. Proseguendo invece verso Passo San Marco, con le strade che diventano più tortuose e meno agevoli per i camper, si arriva alla frazione Ponte dell'Acqua, che si trova a un'altitudine di 1.350 metri. Qui, si può parcheggiare comodamente nell'ampio spazio prima di arrivare al complesso della Madonna delle Nevi e, chi ama le escursioni, può seguire diversi sentieri, tra cui quello dell'Acqua che, per quanto suggestivo, è davvero molto breve (dura solo 10-15 minuti). Per i trekker più allenati, invece, è perfetta la Strada della Priula, che porta fino alla Cantoniera Ca' San Marco, situata sull'omonimo Passo, che rappresenta uno dei più antichi rifugi alpini di tutta Europa (la sua costruzione risale infatti al 1953).

camper week end val brembana sparavera panoramacamper week end val brembana sentiero dell'acqua

Lungo questo caratteristico tragitto si possono ammirare splendidi scenari naturali, in cui le rocce si alternano alla vegetazione boschiva.

Passo San Marco, affacciati su due valli
camper week end val brembana passo san marcoChi non ha intenzione di raggiungere a piedi il Passo San Marco, che si trova a quasi duemila metri d'altitudine e che collega la Val Brembana con la Valtellina, può risalire a bordo del camper e proseguire comodamente il viaggio lungo la strada, che è sì un po' tortuosa, ma tutto sommato anche piuttosto agevole. Nelle vicinanze dei rifugi che si trovano in cima al passo, infatti, ci sono alcuni spazi dove è possibile parcheggiare abbastanza comodamente il camper.
Da qui, si possono dunque osservare due meravigliosi panorami: da un lato quello della Val Brembana e dall'altro quello della Valtellina. Oltre che alla Cantoniera Ca' San Marco, per rifocillarsi c'è
anche un'altra soluzione, il rifugio Passo San Marco 2000. Dalla cima del passo si snodano diversi sentieri, alcuni adatti a escursionisti esperti, altri percorribili anche da chi non è allenato. Lungo questi percorsi spesso si vivono splendide esperienze perché, per esempio, non è raro incontrare qualche animale.

L’evento
Tra la fine di agosto e la prima settimana di settembre si svolge Fungolandia, la sagra del fungo in 11 comuni della Val Brembana. Come nelle precedenti edizioni, anche in quella di quest’anno nei fine settimana saranno allestite mostre micologiche. Nei ristoranti della valle che aderiscono all’iniziativa, saranno proposti menu a base di questo cibo a prezzi promozionali. Sempre nel corso dei weekend sono in calendario le iniziative di maggior richiamo, come spettacoli, performance sportive e, per i più romantici, cene a lume di candela.


La cucina: formaggi, polenta e tanto altro
Viste le numerose attività da svolgere e i tanti sentieri che si possono percorrere durante questo weekend in camper, i pasti devono essere sostanziosi. Nei ristoranti, nelle trattorie e nei rifugi è possibile rifocillarsi dando grande soddisfazione al palato. Semplice e varia, infatti, la cucina locale ha il proprio fiore all'occhiello nei formaggi dell'Alpe, vale a dire soprattutto il branzi e il formai de mut, ma anche il taleggio, gli stracchini, i caprini e il gorgonzola. I primi due rappresentano gli ingredienti fondamentali di un altro piatto tipico della zona, cioè la polenta taragna, che va servita calda e che ben si abbina con salsicce, cotechini e uccelletti.

Altra pietanza caratteristica è la polenta cunsada, che è ricoperta di formaggio e poi condita con burro e salvia. In alternativa, come primi piatti si possono provare i pizzoccheri, i famosi casonsei (piccoli ravioli di magro) o gli strozzapreti. Sul versante dei secondi, meritano un assaggio le terrine di capretto e di cacciagione e le mortadelle di fegato.


Per arrivare
Per arrivare in Val Brembana, chi proviene da Milano deve prendere la A4 in direzione Venezia, uscire a Dalmine e quindi, seguendo le indicazioni per la valle e San Pellegrino Terme, proseguire sempre lungo la Strada Statale 470.


Dove sostare in camper
La soluzione migliore per trascorrere la notte in camper è l’area di parcheggio di fianco al campo sportivo di Lenna, che confina con Piazza Brembana e che è accanto al fiume Brembo. A Branzi, c’è un parcheggio di fronte al municipio. È piuttosto comodo anche il camping Piazzatorre, situato nell’omonima località, che si trova tra Piazza Brembana e Mezzoldo (via Monte Secco 10, tel. 0345.85079; e-mail: camping.piazzatorre@alice.it). In alternativa si può sostare al camping San Simone, che si trova a Isola di Fondra (via Piazzola 2, tel. 0345.71332; e-mail: info@campingsansimone.it).


Informazioni utili
IAT della Comunità montana della val Brembana, tel. 0345.23344, e-mail: ufficioturistico@vallebrembana.bg.it; www.vallebrembana.bg.it.


Se possedete un telefono di ultima generazione vi consigliamo anche di scaricare CamperlifeApp, versione per iPhone, o CamperlifeApp, versione per smarphone android per poter avere tutte le soluzioni di sosta a portata di click.



 


 

 

 

Foto di Francesca Piredda

 


Autore: 
Redazione CamperLife
Punteggio: 
0

Average: 0 (0 votes)

Data Aggiornamento: 
17-04-2015
Data Pubblicazione: 
26-05-2012