Tu sei qui

Vienna, un viaggio in camper tra storia e cultura

Vienna, una magica avventura da vivere assieme ai nostri amati compagni di viaggio.

La capitale austriaca, già storicamente centro nevralgico dell’impero austroungarico è facilmente raggiungibile dall’Italia attraverso l’autostrada del Brennero con diramazione per Venezia (E55 - A23). Quella stessa arteria che camper austria vienna facciate stile libertymolti di voi avranno già percorso per portarsi in quelle stupende località di frontiera che restano le città e i paesi del Sud Tirolo.
Certo, muoversi per Vienna in camper non è cosa propriamente agevole, ma il centro della città è attraversato da ben cinque linee metropolitane, cosa che vi darà la possibilità, una volta sistemato il vostro camper in una delle tante aree di sosta, libere o a pagamento, di penetrare sin nel cuore della parte storica (consolatevi riflettendo che anche ai panzer hitleriani fu vietato l’ingresso nelle strade viennesi). Poi utilizzando i minuscoli bus a trazione elettrica che possono introdursi ovunque, anche dove sarebbe preferibile passeggiare, avrete modo di girare realmente dove vi pare.
Fare i turisti a Vienna, infatti, dopo aver sistemato la parte logistica, è semplicissimo. Tutto si svolge secondo canoni antichi. La gente non corre come a camper austria vienna centro cittaLondra, a New York o a Milano. Cammina pacificamente come se tutto il resto non contasse nulla.
La vita scorre lenta ma intensa e va riempiendosi delle sue variegate forme, a tutte le ore, all’interno degli innumerevoli caffè. Ne esistono per ogni gusto e stile e non sono come quelli cui siamo abituati a frequentare in Italia. Hanno posto a sedere e tavolini per tutti. Hanno specialità da gustare con estrema comodità.
Tanto per farvi un esempio: un caffè ristretto, un caffè lungo, un caffè macchiato o corretto, queste sono le varianti italiche che udite spesso reclamare davanti ad un bancone da gente frettolosa che vuole sorseggiare una tazzina, ebbene scordatevele.
A Vienna non servirebbero nemmeno a noi italiani. Potrete ordinare il Tùrkischer (caffè turco nero, forte, alla maniera tradizionale), il Pharisàer (caffè nero e forte con panna montata servito con un piccolo bicchiere di rum, lo Schalagobers (caffè nero forte con l’aggiunta di panna liquida o montata), l’Einspànner, un grande bicchiere di caffè addensato con una generosa quantità di panna montata), il Kaisermelange (una tazza di caffè nero piuttosto lungo accompagnato da una tazzulella in cui trovano posto un tuorlo d’uovo e uno schizzo di brandy).
Ricordiamo poi le altre varianti europee come il Kapuzinen (inutile tradurlo), il Mokka, il Kaffeinfreier Kaffee (decaffeinato). Perché amici camperisti desideriamo fornirvi queste informazioni che a prima vista possono apparire anche banali. Perché a Vienna il Caffè, inteso come luogo di ritrovo, è una istituzione che svolge funzioni camper austria vienna palazzo imperialeutilissime. Si possono leggere i giornali, si può fare un ottimo spuntino a basso costo, è possibile giocare a bridge, a scacchi, a biliardo, è facile consultare riviste o addirittura libri ma quel che è più interessante è facile cogliere gli aspetti della teatralità cittadina carpendone gli indirizzi giusti per proseguire il vostro tour.
Non di rado si rivela facile dare lo start a nuove amicizie. Gli abitanti di Vienna non sono come potrebbe sembrare freddi e distaccati. Hanno un cuore grande e il turista non è per i commercianti un pollo da spennare. Vivrete, rispettati al pari degli altri cittadini, come se foste uno di loro.
I vostri vagabondaggi vi porteranno a scoprire l’architettura, i palazzi, i musei, le case storiche, i parchi e le aree circostanti offrendovi giornate indimenticabili. Non dimenticate che Vienna è una città che vanta molti aspetti storici e strati evolutivi. camper austria vienna karlsircheCi sono quella antica, quella medievale, rinascimentale, barocca, quella dell’imperatrice di Maria Teresa, quella del Biedermeier, quella di Ringstrasse, quella del ‘900 e infine quella contemporanea.
Qualunque sia il vostro interesse culturale, troverete modo di ricevere le risposte alle esigenze interiori che avvertirete. In questo servizio che non vuole e non può essere esaustivo, proveremo a offrirvi qualche idea per meglio destreggiarvi.
I quartieri da visitare sono cinque: Stephansdom, Hofburg, Schottenring e Alsergrund, Municipio e Musei, Opera e Naschmarkt, Belvedere.
camper austria vienna  belvedereSe avete con voi bambini e adolescenti, inutile anticiparvi, che vi metteranno in croce per essere condotti la dove svetta la gigantesca ruota con annesso parco giochi. Anche i genitori vorranno scattare qualche foto dall’alto stando seduti sui divanetti della giostra.
Se invece siete tutti adulti, allora non potrete esimervi dal visitare il Kunsthistorisches Museum (c’è di tutto dalle statue egizie alle collezioni di importanti opere pittoriche e scultoree), il palazzo dello Schonbrunn (la residenza estiva della famiglia imperiale), il palazzo dell’Opera, il Burgtheater, i palazzi e i giardini del Belvedere (disegnati dall’architetto Johann Lukas von Hildebrandt nel 1700).
Per gli amanti dell’ippica sarebbe un delitto rinunciare alla visita al Maneggio d’inverno dove sono allevati e allenati i cavalli lipizzani, autentici prodigi della natura che danzano e si muovono, assieme ai loro cavalieri, sulle camper austria vienna  parlamentonote del “Bel Danubio blu”. Queste stupende creature nate da incroci tra equini berberi, arabi e spagnoli prendono il nome dalla località slovena (Lipizza) dove furono allevati per la prima volta (nel 1580) realizzando una tradizione che è giunta dopo cinque secoli ai giorni d’oggi. Non vi sarà difficile recuperare i biglietti per l’accesso riservato agli allenamenti mattutini e trascorrere così un’esperienza davvero unica senza svenarvi per pagare i biglietti riservati alle manifestazioni ufficiali. Meno sfarzo ma sicuramente più emozioni. Sul pavimento “allagato” da una smisurata ma ben distribuita quantità di segatura gialla ammirerete le figure come la Levade (quando il cavallo si regge sulle zampe posteriori), la Croupade (un salto con le zampe posteriori e anteriori piegate sotto il ventre), la Capriole (un salto con contemporanea tensione e scatto delle zampe posteriori verso l’esterno), la Piaffe (il trotto eseguito sul posto senza andare a destra o a sinistra).
A questo punto penserete di sapere già tantissime cose di Vienna e invece vi trovate ancora allo stato del “turista fai da te” che segue una banale guida. Frequentando i Caffè di cui si faceva cenno in apertura (ricordiamo che non dovete farvi mancare una bevuta al Cafè Central) scoprirete gli indirizzi celebcamper austria vienna  mercatini di nataleri di Freud, di Mozart, di Beethoven e di tante altre celebrità che hanno vissuto e lavorato a Vienna.
Per i romantici e per chi non si rassegna e vuole comunque avere un incontro ravvicinato con queste grandi figure della storia, è possibile recarsi al Cimitero Centrale, il maggior camposanto d’Austria. Tra le innumerevoli architettoniche tombe ci sono quelle destinate a celebrità come Strauss I e II, Brahms, Schubert, Beethoven. E potrete lasciare un fiore come entrare in contatto con l’anima di quelle personalità, che grazie alle loro opere, continuano ad essere presenti tra noi contemporanei.
Vi suggeriamo poi di non tralasciare l’ipotesi di concedervi una mini crociera sul Danubio. Alcune boat ben attrezzate percorrono un tratto del fiume offrendovi la possibilità di compiere un'escursione che vi consentirà di visitare alcuni piccoli centri limitrofi alla capitale austriaca comunemente esclusi dalla maggior parte delle guide turistiche. camper austria vienna notte
Non sarebbe male addirittura usufruire dei campeggi dislocati lungo gli argini del Danubio per giungere a Vienna per la via fluviale. E’ un suggerimento da non trascurare, anche se magari non si rivelerà molto comodo nel caso si volesse restare a Vienna anche nelle ore notturne.
A parte gli aspetti culinari dove i dolci la fanno da padrone: basti citare la tradizionale famosa Sachertorte strati di pan di spagna al cioccolato intervallati da una squisita striscia di marmellata d’albicocche), gli strudel in tutte le loro varianti come il Mohnstrudel (dolce pasta umida a base di lievito cosparsa di semi di papavero e frutta secca avvolta in una rolulade), il Reisaunflauf mit Apfein (soufflé di riso cremoso servito come dessert magari ripieno di mele e innaffiato con sciroppo di lamponi), il Palatschinken (una crepe dallo spessore più incisivo ripiena, a seconda dei gusti, di formaggio, frutta, cioccolato o marmellata, a Vienna è possibile divertirsi la sera frequentando i teatri e i concerti operistici dove le opere, le operette ed anche le esibizioni di musica classica sono frequenti e a costi contenuti. Se poi tra di voi c’è chi ama il brivido del tappeto verde potrà rispolverare lo smoking, opportunamente custodito nell’armadietto del camper, e recarsi al Casino Wien a palazzo Esterhàzy.

Suggerimenti utili

Se si raggiunge Vienna con il camper, è importante ricordare che per circolare nelle autostrade è obbligatorio acquistare la "vignette" (un talloncino da esporre sul parabrezza, come quello in vigore nelle autostrade svizzere).
La vignette è disponibile nella versione annuale (76,20 Euro), bimestrale (22,90) e 10 giorni (7,90). Quella annuale è valida per 14 mesi (dal 1 dicembre 2012 al 31 gennaio 2013).
Alla frontiera svizzera se non si è dotati della vignette un agente doganale vi ferma e ve la vende mentre in Austria questo non succede (soprattutto perchè molte dogane, specialmente le più piccole, sono praticamente abbandonate) e quindi è meglio comprare la vignette già in Italia rivolgendosi alle sedi ACI oppure nei distributori di benzina in prossimità della frontiera.

Aree di sosta per camper a Vienna

Per la ricerca di aree sosta, invitiamo a consultare il database di Camperlife in modo da scegliere quella più adatta alle vostre esigenze. Il camping, soprattutto in bassa stagione, può essere un’alternativa. Di seguito, ne segnaliamo alcuni.

Camping Wien-Süd Rodaun
An der Au 2
1230 Wien, Österreich
01 8884154 - GPS: N48.135879 E16.255213

Camping Wien West
1140 Vienna, Hüttelbergstraße 80
Tel.: +43 (1) 914 23 14, Fax: +43 (1) 911 35 94 - e-mail west@campingwien.at  GPS: N48°12'38.43" E16°15'15.81"

Camping Wien Süd
A-1230 Vienna, Breitenfurter Straße 269
Tel.: +43 (1) 867 36 49, Fax: +43 (1) 867 58 43 - e-mail west@campingwien.at GPS: N48°8'56.7" E16°17'56.37"

Aktiv Camping Neue Donau
1220 Vienna, Am Kleehäufel
Tel.: +43 (1) 202 4010 | Fax: +43 (1) 202 4020 - e-mail neuedonau@campingwien.at GPS: N 48°12'33.25" E16°26'40.08"

 
 

 

Autore: 
Redazione CamperLife
Punteggio: 
2.5

Average: 2.5 (2 votes)

Data Aggiornamento: 
26-11-2017
Data Pubblicazione: 
05-09-2012