Tu sei qui

Valle d'Aosta: Una regione da sciare

Alla scoperta dei principali comprensori sciistici della Valle d’Aosta, dove la neve sembra non finire mai

Per la maggior parte di noi, la Valle d’Aosta è sinonimo di montagne perennemente innevate e di sciate infinite tra paesaggi incantevoli. E per una volta questa immagine da cartolina corrisponde abbastanza da vicino alla realtà, specialmente in questo periodo dell’anno. La Valle d’Aosta conta infatti 23 stazioni di sci e 10 snowpark per un totale di 800 km di piste e fuoripista, immersi in scenari alpini tra i più suggestivi e imponenti e divisi tra grandi comprensori, località di richiamo internazionale e piccoli centri ideali per le famiglie. Scopriamoli insieme.

Breuil - Cervinia
Il comprensorio sciistico di Breuil-Cervinia si estende all’estremità nord-est della regione, a cavallo tra l’Italia e la Svizzera, dai 1.524 m di Valtournenche su fino ai 4.478 del Cervino e, ridiscendendo al di là del confine, fino a Zermatt: 350 km di piste, di cui 150 in territorio italiano, collegate da 24 impianti di risalita attraverso i due versanti sono l’ambiente perfetto per ogni genere di sport invernale. Tra tutte, la pista più famosa è la “Ventina”, 11 km di puro divertimento con un dislivello di 1500 mt, ma da non perdere è anche la recente “nera del Cervino”, realizzata nel 2010. Per chi pratica lo snowboard c’è l’Indian Park, considerato uno degli snowpark più belli delle Alpi, ma non mancano attività sportive più estreme e stravaganti, tra cui snowbike, snowkite, motoslitta, heliski e diverse soluzioni adatte ai bambini, come parchi giochi sulla neve e baby club per i più piccoli.

Monterosa Ski
Restando sul lato orientale, al confine con il Piemonte, sorge il Monterosa Ski, apprezzato per la grande varietà di piste ad alta quota che permettono di sciare ininterrottamente per l’intera giornata attraverso tre valli - Val D’Ayas, Valle di Gressoney e Valsesia – ai piedi dell’affascinante massiccio del Monte Rosa. Il comprensorio offre discese ampie e soleggiate, così come ripidi pendii in mezzo ai boschi, con diverse difficoltà tecniche: 180 chilometri di piste, di cui 40 per sciatori intermedi, 20 per principianti, 6 nere e una pista arancione, dedicata al boarder cross. Tra tutte si segnalano le piste del Weissmatten, immerse tra boschi secolari e laghetti ghiacciati, per i discesisti più intraprendenti e l’anello per sci nordico di 5 km intorno a Gressoney o quello a quota 2000 m nei pressi dell’alpeggio Sant’Anna, veri paradisi per i fondisti. Per un po’ di turismo, potrete scegliere tra località note e frequentate come Gressoney-La-Trinité, Champoluc, Alagna e centri più intimi e caratteristici come Antagnod, Brusson e Gressoney-Saint-Jean, con i suoi tipici villaggi Walser, le ville ottocentesche e il castello Savoia.

Courmayeur
Passando al lato nord-occidentale della Val d’Aosta, al confine con la Francia, si raggiungono Courmayeur e la Thuile, due tra le località sciistiche più famose delle Alpi, anche solo per il fatto di trovarsi al cospetto del “tetto d’Europa”, il Monte Bianco. Pur essendo un polo turistico di respiro internazionale, Courmayeur conserva un’atmosfera autentica che si respira, più che tra i negozi della centrale via Roma, nei villaggi tradizionali che circondano il paese. I percorsi sciistici si snodano su due versanti, tra Val Veny e l’altopiano del Chécrouit, fino ai 2755 m della Cresta d‘Arp: 31 piste, raggiungibili grazie a 18 impianti di risalita, due funivie (una a Courmayeur e l’altra ad Entrèves) e una telecabina che parte dalla frazione di Dolonne. Eccezionali per lo sci fuori pista sono la discesa sul ghiacciaio del Toula e quella della Vallée, che attraversa il ghiacciaio della Mer de Glace fino a Chamonix, in Francia. La pista della Val Ferret è, invece, dedicata allo sci nordico e adatta anche per i meno esperti. Assolutamente da provare è anche la traversata del Monte Bianco a bordo di una funivia che, in pochi minuti, copre 2.000 metri di dislivello, sorvolando su ghiacciai e vette maestose.

La Thuile
A poca distanza da Courmayeur sorge il grande comprensorio di Espace San Bernardo, che collega la località valdostana di La Thuile con la stazione francese di La Rosiére.
In totale conta 160 km di piste, tra cui la mitica “Franco Berthod”, con pendenze mozzafiato fino 73%, e 38 impianti con una vista spettacolare sul Monte Bianco e il ghiacciaio del Rutor. La cima più alta raggiunta dagli impianti è il Monte Belvedere, a 2641 metri, con un panorama a 360 gradi sulle vette più alte d’Europa. L’offerta si completa con parchi dedicati alle più adrenaliniche discipline invernali, dallo snowboard al boardercross al free ride, oltre che quelle pensate ad hoc per i più piccoli. Tra i comprensori minori, comodissimo è quello di Pila, a soli 20 minuti da Aosta, con 70 km di piste tra i 1.540 a 2.750 m. Perfette, per la loro quiete e i servizi dedicati alle famiglie con figli, sono le stazioni di Torgnon, Champorcher e Crévacol, con oltre 20 km di piste per sciare tutti insieme, e Chamois, Cogne e Rhêmes-Notre-Dame, immerse nella natura e ideali per i bimbi.

Per rilassarsi
Per rinfrancarsi dopo intense giornate di sci, in Valle d’Aosta troverete due luoghi perfetti per godervi la montagna da un punto di vista molto più rilassante. Ad appena 5 chilometri da Courmayeur sorgono le Terme di Pré Saint Didier, un’antichissima stazione termale divenuta dall’Ottocento un centro benessere tra i più eleganti e ricchi di charme, dove potrete abbandonarvi al piacevole contrasto tra il calore delle acque (tra i 34° e i 37°, direttamente alla sorgente) e la frizzante aria di montagna, sotto la vista incantevole del Monte Bianco. Nel cuore della regione, le acque delle Terme di Saint Vincent sgorgano, invece, a una temperatura di appena 9,5°, rivelandosi adatte a cure inalatorie, fanghi e addirittura per essere assunte come bevanda. Non mancano i consueti trattamenti termali e SPA, con acque calde, in un ambiente dal carattere più contemporaneo.

Per arrivare in camper
L’asse autostradale principale per raggiungere tutte le stazioni sciistiche è la A5 Torino-Aosta (con immissione a Santhià, per chi proviene dalla A4) con uscite, da sud a nord, a Pont Saint Martin, dove imboccare la Strada Regionale della Valle del Lys per il Monterosa Ski, a Chatillon-Saint Vincent, per raggiungere il comprensorio di Breuil-Cervinia, a Morgex per arrivare a La Thuile o direttamente fino a Courmayeur.

Dove sostare in camper
Nel comprensorio di Breuil-Cervinia, la soluzione più pratica è a un km dal centro abitato e dai suoi impianti, in una grande area di sosta a pagamento (7 euro al giorno) con capacità di 120 camper, fornita di tutti i servizi, compresa una navetta per le piste da sci.
Nel cuore del Monterosa Ski, a Gressoney-La-Trinité, vicino agli impianti di risalita di Staffal, troverete l’area camper Tschaval (36 posti a 12 euro al giorno) nell’omonima località, ben attrezzata e convenzionata con noleggi sci e ristoranti in zona.
Tra Courmayeur e La Thuile si trovano diverse aree a ridosso degli impianti, tra cui quella gratuita ai piedi della funivia della Val Veny, per chi pratica lo sci alpino, o il parcheggio a La Palud (con sosta consentita solo di giorno), vicino alle piste di fondo. Una sistemazione più confortevole è offerta dall’area camper Azzurra, a La Thuile, con 80 piazzole dotate di tutto, a 400 metri dalle piste da fondo e dagli impianti di risalita e con collegamenti per Courmayeur e le Terme di Pré-Saint-Didier.

 


Autore: 
Guido Renda
Punteggio: 
0
No votes yet
Data Aggiornamento: 
30-12-2014
Data Pubblicazione: 
30-12-2014