Tu sei qui

Vacanze attive con il nostro cane | In camper con Fido

Sempre più spesso i proprietari di animali scelgono viaggi a contatto con la natura, in luoghi dove è possibile correre e giocare senza troppe costrizioni. Ma sapevate che conviene decidere la meta del proprio viaggio in camper in base anche alla razza?

La vacanza di Fido comincia già dal viaggio e l’auto o il camper sono sicuramente i mezzi più comodi per spostarsi, avendo la libertà di scegliere dove e quando fermarsi. Generalmente i cani di età inferiore agli otto mesi hanno bisogno di fare una sosta ogni paio d’ore per sgambare, mentre per quelli adulti o più anziani è consigliabile farla ogni tre/quattro ore. Lungo la rete autostradale nazionale sono presenti delle aree di sosta “Fido Park” attrezzate con acqua corrente, zone verdi e gazebo per rendere il viaggio meno pesante e più divertente ai nostri amici a quattro zampe. L’elenco delle strutture e dei servizi offerti è consultabile al sito www.autogrill.it.camper camperlife rivista camper cane

Una volta a destinazione
Usciamo dal casello e raggiungiamo la nostra meta. La regola è quella di riproporre anche in vacanza le linee guida che vengono rispettate a casa, così da non causare disagi agli altri turisti. Lungo le strade e nei luoghi aperti al pubblico il cane deve essere condotto al guinzaglio per non arrecare disturbo ai passanti ed è meglio avere con sé una museruola nel caso ci sia l’obbligo di indossarla. Negli spazi aperti è inoltre importante, se lasciamo libero il cane, vigilare che non arrechi disturbo a persone, oggetti o altri animali. Se invece ci troviamo in spazi comuni, come bar o ristoranti, il cane va tenuto vicino con il guinzaglio. Sia che ci troviamo all’aperto o in un luogo chiuso, è prima di tutto fondamentale conoscere il proprio animale e i suoi eventuali problemi di aggressività o paura verso i propri simili e le persone per evitare interazioni negative.

Un po’ di sano movimento
Partiamo dal presupposto che un cane che si muove poco potrebbe sviluppare problemi non solo di salute ma anche comportamentali. Detto ciò, è importante effettuare passeggiate o escursioni “su misura” del nostro amico a quattro zampe. Le passeggiate possono essere più o meno impegnative a seconda delle capacità del cane e del proprietario. I cani anziani o con problemi articolari traggono notevole giovamento dal movimento lento e regolare specialmente se effettuato in località con clima di media altitudine. Se il cane è sano, giovane e vivace apprezzerà anche le passeggiate a quote più alte. Esistono in linea di massima cani che per attitudine richiedono un alto livello di attività fisica e quelli invece poco inclini al movimento. Alcune razze, come nel caso di cani da caccia o da conduzione del bestiame, non solo sono più propense all’attività fisica ma proprio hanno la necessità di svolgerla. Alle caratteristiche di razza vanno aggiunte, come anche negli esseri umani, le differenze individuali, il carattere e i tratti peculiari dei singoli soggetti. Se amiamo camminare e fare lunghe passeggiate con il nostro cane, oltre a iniziare in modo graduale con percorsi di facile difficoltà, è bene mantenersi su terreni morbidi per proteggere i cuscinetti delle zampe.

Una vacanza per ogni razza
Con un cane da pastore come il Border Collie, amante degli spazi aperti, robustissimo e con un’energia inesauribile, la montagna è la destinazione ideale per poter sfogare la sua voglia di correre a più non posso. Giocare e passeggiare camper rivista camper camperlife bordercollielungo una spiaggia al mare sarà invece il paradiso per i cani da riporto tra i quali i più conosciuti sono il Golden, il Labrador e il Flat Coated Retriever. Oltre ad essere cani molto robusti, adorano giocare e nuotare. Un’accortezza: quando escono dall’acqua è importante asciugare la base della coda per evitare il cosiddetto fenomeno “broken tail”. Si tratta di una dolorosa contrazione dei muscoli adduttori che fa assumere al cane una postura simile a quella adottata in caso di coda rotta. Un bel parco all’ombra degli alberi, per un’attività moderata, è l’ideale per il Bouledogue Francese poiché si tratta di un cane che soffre molto il caldo. Come tutti i cani a muso molto corto può avere problemi di respirazione e gli occhi vanno tenuti sempre ben puliti. Ciò nonostante, con le dovute precauzioni, è un cane longevo e anche da anziano resta un giocherellone. La taglia comunque non deve trarre in inganno: un Jack Russell necessita di molto più movimento rispetto a un San Bernardo. Chiudiamo la nostra sintetica analisi delle razze con il bassotto, un cane robusto anche se soffre molto il freddo. È longevo e attaccatissimo al suo padrone. Il suo punto debole è la colonna vertebrale soggetta a discopatie, specie se ingrassa troppo, se compie esercizi inadatti come saltare e fare lunghe rampe di scale. Allegro e giocherellone, ma piuttosto testardo e rissoso con gli altri cani, il bassotto ha un coraggio da leone e non si pone problemi di taglia.

Lo sapevi che…
Ci sono delle app pensate proprio per gli animali domestici. Alcune permettono al cane o gatto di videochiamare il proprio padrone, altre aiutano quest’ultimo a mantenerli in forma. Ecco qualche suggerimento:
PETBOT e PETZI sono delle telecamere che consentono di controllare dov’è il cane o il gatto direttamente dallo smartphone.
MAPMYDOGWALK consente di monitorare il cane e le calorie che brucia durante il percorso.
PETFIRSTAID per il primo soccorso.
PET DIARY è un diario digitale dove si possono segnare tutte le scadenze dei vaccini, le informazioni o le ricorrenze dei nostri animali.

Se hai dubbi, domande o curiosità puoi mandare la tua richiesta all’indirizzo s.ortolani@camperlife.it

 

Autore: 
Redazione CamperLife
Punteggio: 
0

No votes yet

Data Aggiornamento: 
23-03-2017
Data Pubblicazione: 
23-03-2017