Tu sei qui

Usato da noleggio | Le inchieste di CamperLife

È una delle opzioni più frequenti per acquistare: i veicoli destinati al noleggio vengono periodicamente rimpiazzati dai nuovi e l’usato può essere un buon affare, a patto però di fare tutte le valutazioni del caso.

Tra i discorsi più frequenti tra i camperisti, specie quelli alla prima esperienza, si sente chiedere molto spesso se convenga acquistare un mezzo usato da un privato o da un concessionario, spulciando anche tra le offerte degli ex-noleggio. Argomento sempre molto caldo sui forum del web e che, diciamolo subito chiaramente, da sempre cerca una risposta definitiva che nella pratica non c’è. Troppe le variabili possibili: ricordiamo che il camper, a differenza delle auto, può nascondere magagne soprattutto nella cellula e nella carrozzeria. Le meccaniche infatti hanno quasi sempre un numero di chilometri molto relativo rispetto all’età, poco sfruttate perché viaggiano spessissimo a moderata velocità di crociera e fuori città su strade tranquille, a differenza degli sfruttatissimi furgoni commerciali da cui derivano, cui corrieri e fattorini fanno tirare il collo in malo modo.

camper camperlife rivista camperisti

Ex noleggio

I camper sono usatissimi come mezzi da noleggio, data la grande richiesta del mercato in tal senso, tanto che spesso molte case pensano a delle versioni che nascono con vocazione familiare o, appunto, come veicoli perfetti per la locazione, in genere anche fino a sei o addirittura sette posti letto e in viaggio. Anche perché, frequentemente, chi noleggia un camper è un novizio con poca conoscenza del settore, e l’alto numero di posti è sempre graditissimo, visto che per lo più la prima esperienza si fa con figli piccoli e cane al seguito. Poi, come tutti sappiamo, le cose sono un po’ diverse, e la portata totale di posti è uno dei parametri da valutare, ma sicuramente non il solo per tantissimi aspetti. Ed infatti esistono anche tante possibilità di noleggio di veicoli semintegrali decisamente più piccoli e agili, da 3 o 4 posti, e addirittura, ma qui stiamo parlando di una minoranza, di splendidi motorhome di alta gamma. Dopo le prime esperienze a noleggio, scoperto l’affascinante mondo del caravanning, è poi normale che spesso si scelga di passare all’acquisto se l’uso del camper diventa frequente: il noleggio, specie se comprendiamo un viaggio estivo di due settimane, diventa antieconomico rispetto all’acquisto. E quale migliore occasione quella di poter comprare proprio il camper noleggiato che ormai già conosciamo, o qualcuno simile quando viene messo in vendita? Bene, ottima idea, da valutare però con le dovute attenzioni.

camper camperlife rivista camperisti

Vantaggi

Comprare un usato ex-noleggio può essere davvero un buon affare, superato il primo gradino psicologico che ci vede restii a prendere in considerazione un mezzo che è stato guidato e vissuto da molte persone diverse. Se però il veicolo che ci piace fa parte del parco macchine di un concessionario importante e che tiene al suo buon nome, i rischi di tale operazione si riducono fino quasi ad azzerarsi, dato che quasi sempre si tratta di mezzi estremamente freschi, che raramente superano l’anno di vita se non addirittura sei mesi, e con il grande vantaggio di essere controllati e verificati da esperti di settore che ne fanno un check-up completo ogni volta che il camper rientra da un noleggio. Ulteriore grande vantaggio di prendere in considerazione questi veicoli è il fatto che le garanzie fornite dalle case siano tutte ancora operative, circa un anno quella sulla meccanica e sulla cellula e ancora quattro o cinque per le infiltrazioni; e il fatto che questi veicoli abbiano già viaggiato in condizioni meteo diverse, dato che diversi sono stati gli equipaggi, può paradossalmente essere un vantaggio, perché il veicolo è stato testato in tutte le condizioni che ne avranno evidenziato eventuali problemi su cui intervenire. Inoltre, il cliente del noleggio, al ritorno del suo viaggio, sicuramente evidenzierà i difetti che ha riscontrato, una finestra che non chiude bene, o scarsa pressione nel circuito dell’acqua, solo per fare un paio di esempi di problemi che magari non possono essere facilmente percepiti dal noleggiatore al momento del rientro del mezzo durante l’ispezione finale prima di chiudere la procedura della pratica. Quindi, un camper destinato al noleggio che sarà stato affittato per venti o trenta volte in un anno, avrà avuto altrettante verifiche sia da parte del negoziante che da parte dell’equipaggio, e questo è indirettamente una garanzia di un test approfondito che potrà smascherare eventuali difetti prima della scadenza della garanzia.

camper camperlife rivista camperisti

Altro fondamentale vantaggio è quello del prezzo, che esemplifichiamo più approfonditamente nel paragrafo successivo: sicuramente, comprando un ex-noleggio, ci si trova il più delle volte con un veicolo fresco o freschissimo che magari ha un solo anno di immatricolazione, praticamente uguale salvo pochissimi dettagli con il suo omologo nuovo della stagione successiva, con segni di usura minimi e frequentemente già molto accessoriato, il che vuol dire anche molti giorni in meno di fermo macchina per far montare gli accessori se non li opzioniamo già in sede di acquisto. Tra l’altro, spesso, i veicoli scelti per il noleggio fanno parte di versioni speciali, edizioni limitate di mezzi di fascia medio-economica ma già corredati di molti accessori di serie, una ghiotta occasione per avere un veicolo già completo di tutto senza doverci rimettere troppo le mani e spenderci altri soldi. I concessionari noleggiatori più seri tendono poi a valutare con attenzione il cliente che prenderà i locazione il mezzo, cercando, per quanto possibile, di evitare noleggi che possano usurare e sporcare eccessivamente la cellula: tra le tante situazioni che sono capitate da alcuni di essi, ci sono state riportati ad esempio il noleggio durante campagne elettorali – i mezzi tornano devastati perché usati in maniera “terza” da chi non ne deve pagare le conseguenze! – oppure per settimane bianche, con gli scarponi sporchi di fango e neve, tipica situazione dei parcheggi a bordo pista. In ogni caso, spesso i camper destinati al noleggio vengono equipaggiati con foderine rimovibili su sedili e dinette, cosa che ne preserva le tappezzerie originali in modo che al momento della vendita siano ancora in buono stato, e questo dettaglio può fare un’enorme differenza sulla percezione visiva di come sia stato trattato il veicolo dato che chi noleggia non sempre ha gli stessi riguardi che avrebbe con la cosa propria. Altro innegabile vantaggio è quello della leva finanziaria: un noleggiatore che sia anche concessionario o rivenditore dispone sicuramente di un sistema di vendita a rate con una finanziaria, diluendo quindi l’oneroso acquisto su tanti mesi e rendendolo più facile da affrontare anche nella pratica. Cosa che evidentemente un privato da cui volessimo acquistare non può fare e saremo noi a dover chiedere l’eventuale importo alla nostra banca, con una gestione più complessa e che non sempre può andare a buon fine.  

camper camperlife rivista camperisti

Svantaggi

Ovviamente, come normale, esistono anche alcuni svantaggi rispetto alla scelta di comprare un usato da noleggio, primo fra tutti, è evidente, il fatto che sia un mezzo che ha avuto 20, 30 o più guidatori e altrettanti equipaggi, e questo sicuramente è un elemento che ha stressato di più il veicolo, specie per la cellula dove hanno vissuto magari bambini scalmanati e adulti poco rispettosi delle cose altrui. Comprare un camper simile da un privato forse può farci spuntare anche un prezzo ancora inferiore e può metterci al riparo da questi problemi, in particolare perché buona parte dei camperisti – nella stragrande maggioranza buoni padri di famiglia con tutto quello che ne consegue - tiene al proprio camper come alla propria casa e lo custodisce in maniera maniacale. Però, almeno di non avere la fortuna di imbattersi in un’occasione davvero rara, è davvero difficile trovare un privato che venda il camper dopo solo un anno di uso, a meno che non ci sia un grave problema di tipo finanziario o familiare. O magari potrebbe nascondere una grande magagna, pensiamo ad un incidente ad esempio, e la vendita è un sistema per sbarazzarsene presto… Cosa a cui con un concessionario serio, se anche dovesse accadere perché un grave difetto non si era ancora evidenziato, sarà possibile ovviare date le garanzie legali ancora attive e quelle professionali del venditore.

Un po’ di prezzi

Come abbiamo accennato, la frequenza di ricambio dei veicoli a noleggio si attesta generalmente su periodi di circa un anno o poco più (ma anche sei mesi talvolta o viceversa due anni e più) per la maggioranza dei casi, con camper ancora decisamente “freschi” e con chilometraggi più che ragionevoli all’attivo, raramente si arriva a 30.000 chilometri o più, oltre che con buona parte delle garanzie della casa su meccanica e infiltrazioni ancora operative per lungo tempo. Il prezzo, da una breve indagine telefonica condotta con alcuni noti noleggiatori, diminuisce in media di un 15/20 ma anche 30% rispetto al pari veicolo nuovo che, tradotto in soldoni, può significare 8/10/12.000 euro in meno. Stiamo qui parlando ovviamente di valori molto generici, da non prendere come oro colato dato che la variabilità dei parametri in gioco è altissima, oseremmo dire quasi infinita, per cui ogni caso ha una valutazione a se. Esistono comunque anche occasioni con mezzi con qualche anno in più sulle spalle e chilometraggi elevati (anche 80/100.000 km che però su un buon motore non sono ostativi se tenuti con i dovuti tagliandi) e prezzi molto ridotti, situazioni frequenti specie se dietro al noleggio non c’è un grosso concessionario che ha una rotazione frequente dei mezzi dato il rinnovo anche del parco in vendita del nuovo ad ogni stagione ma un noleggiatore puro con pochi veicoli disponibili, per cui si tratta sicuramente di camper più vissuti. 

In conclusione

Come accennavamo in apertura, la questione se comprare un camper ex-noleggio è una domanda cui non è possibile dare una sola risposta, chiara e definitiva. I parametri in gioco sono tantissimi: prezzo, usura, fiducia sul venditore, modello, scelte personali, e via discorrendo. Certo che può essere una scelta da prendere in seria considerazione, i possibili vantaggi sono molti, primo fra tutti un prezzo decisamente scontato per un veicolo spesso quasi pari al nuovo. E poi non c’è da trascurare l’effetto “primo amore”: poter comprare il camper che abbiamo noleggiato per la prima volta e pensare di averlo tutto per noi e la nostra famiglia dopo che ci ha entusiasmato per una weekend o una vacanza e che ci ricorda momenti felici non ha prezzo: per tutto il resto… ci sono le rate della finanziaria da pagare! 

 

Si ringraziano per  la collaborazione

Blurent – organizzazione nazionale

www.blurent.com 

 

Camping Sport Magenta – Magenta (MI)

www.campingsportmagenta.com/it

 

Camperbusiness – coordinamento Italia McRent

www.camperbusiness.it 

 

CaravanBacci – Pisa

www.caravanbacci.com

 

McRent – organizzazione nazionale

www.mcrent.it 

 

Nuova Riviera – Roma

www.nuova-riviera.it

 

Ropa – Bologna

www.ropa.it

 

 

 

Autore: 
Redazione CamperLife
Punteggio: 
5

Average: 5 (1 vote)

Data Aggiornamento: 
08-02-2019
Data Pubblicazione: 
30-11-2018