Tu sei qui

Urbino: un viaggio nel tempo sulla strada dei duca rinascimentali

La città marchigiana è una destinazione per tutte le stagioni

In vacanza o nel week end basta aver voglia di risalire a bordo del nostro camper e dimenticare la routine quotidiana per rivivere i luoghi del Rinascimento italiano, per attraversare il tempo e tornare indietro nell’affascinante atmosfera del Quattrocento ducale.
Nel cuore dell’Italia centrale si nasconde, indisturbata da millenni, una delle meraviglie del nostro Belpaese: Urbino.

Dall’uscita Pesaro-Urbino, lasciando l’autostrada A14 Bologna-Taranto alle spalle e percorrendo la statale 423 Urbinate, vi attenderà un nuovo scenario. La natura lussureggiante dei boschi e delle colline, che fiancheggia la strada sinuosa ma scorrevole, vi immergerà in una nuova atmosfera di tranquillità tipica di un viaggio a ritroso nel tempo.
Impossibile tentare di scorgere la città con anticipo. Urbino, quasi a volervi sorprendere, rimarrà nascosta fino a pochi chilometri dall’abitato, quando vi stupirà all’improvviso con la sua mole di gioiello incastonato perfettamente nel paesaggio.

Le mura che la circondano, il Palazzo ducale quattrocentesco e le abitazioni in cotto vi conquisteranno al primo sguardo. Non a caso, sembra proprio che Urbino sia quella città ideale tanto ricercata dagli studiosi dell’epoca per perfezione architettonica e vivibilità degli spazi.
Il camper qui ha diverse possibilità di sosta. Tra le diverse opzioni, l'area gratuita comunale del Vecchio Consorzio, all’ingresso della città, provenendo da Pesaro o da Fano; oppure il Camping Pineta di Via Ca’ Mignone, una soluzione più agevole, dedicata a chi ama campeggiare e vuole concedersi un'ottima posizione di osservazione, dominante sulla città. Qui è possibile trovare posto senza difficoltà in diversi momenti dell’anno e il panorama è da rimanere senza fiato.
Da non dimenticare è la visita ai più celebrati capolavori storico-artistico del centro storico, riconosciuto a ragione patrimonio mondiale dall’Unesco. Impossibile non rimanere incantati da Palazzo Ducale che già all’esterno affascina con la sua ingegnosa struttura a più livelli che segue il naturale declivio delle colline su cui è adagiata con effetti scenografici di rilievo.

L’ingresso al Palazzo si trova all’interno della città, proprio accanto alla cattedrale. Articolato su tre piani, quest’edificio vi conquisterà come ha conquistato chiunque vi abbia soggiornato o ne sia stato ospite anche per una sola giornata. Entrando avrete l’impressione di aver varcato una soglia temporale e di trovarvi in un luogo ancora pregno di antiche emozioni, dov'è possibile lasciarsi andare alla più pura contemplazione estasiata e ritrovare il piacere della cultura rinascimentale, così curiosa e poliedrica. Dal cortile d’onore si accede alla Biblioteca del duca e al Museo archeologico, dov'è possibile ammirare opere d’arte romana risalenti al I° sec d.C. Nei vari appartamenti del primo piano (o piano nobile) si può assaporare il gusto dell’arte mescolata alla vita quotidiana. Nell’appartamento della Jole, ad esempio, troverete accanto ad affreschi pregiati, come quello della Sala degli uomini d’arme ed eroi, e a dipinti su tela (espressione delle maestranze dell’epoca), splendidi pezzi unici, come l’Alcova del duca d’Urbino.
Da non perdere all’interno è la Sala delle udienze, con opere di Piero della Francesca, e lo Studiolo del duca Federico da Montefeltro, che tanto stupore provoca nei suoi visitatori.

Concepito come luogo di ritiro, cattura l’attenzione per la grande cura dedicata al trattamento delle pareti che sembrano allargare la stanza verso l’esterno grazie alle tarsie di inestimabile valore, opera di Baccio Pontelli.
Naturalmente imperdibile è la Galleria nazionale delle Marche che, presente all’interno del palazzo, custodisce i celebrati dipinti dei grandi artisti del Rinascimento, come Piero della Francesca, Tiziano, Signorelli e Raffaello.
Agli amanti dell’arte non potrà sfuggire la visita alla Casa natale di Raffaello. Nella via a lui dedicata è ancora possibile visitare l’abitazione del XV°sec che, acquistata dal padre Giovanni Santi nel 1446 per realizzarvi la propria residenza-bottega artistica, nutrì e sviluppò il precoce gusto artistico di Raffaello bambino. L’interno riflette perfettamente il clima familiare vissuto da Raffaello e offre la possibilità di ammirare opere che testimoniano il colloquio artistico tra i due grandi, padre e figlio, tanto che è difficile attribuire con chiarezza se siano dell’uno o dell’altro.
A chi vuole rilassarsi all’aperto godendo di un bel panorama è consigliata, invece, una passeggiata alla Fortezza Albornoz dominante sulla città.
Nel centro sono presenti diversi ristoranti di buona qualità e punti di ristoro veloci dove è possibile passare la serata a chiacchierare. L’atmosfera è resa frizzante e viva dal grande numero di studenti residenti a Urbino iscritti alla nota Università Carlo Bo, struttura cinquecentesca ex residenza dei duchi d’Urbino.
Nei dintorni della città sono numerosi i punti panoramici. Scorci unici sul paesaggio circostante sono offerti dalla Chiesa di San Bernardino, a 2,5 km dal centro abitato, conosciuta anche come Mausoleo dei Duchi perché contenente le tombe del duca Federico e di Guidobaldo Da Montefeltro. Qui sull’altare una volta era possibile ammirare la celebre pala di Piero della Francesca che, trafugata nell’800, è oggi conservata al Museo di Brera di Milano.
Un suggerimento: dedicate un paio di giorni alla visita di questa città e non prendete la via del ritorno senza aver visto anche Fossombrone, cittadella medievale a soli 19 km da Urbino sulla S.S. 73 bis.
Celebre per la rocca, risalente al XIII° sec e oggi oggetto di restauri, sorge nella Valle del Metauro da cui è attraversata e incanta i turisti per il paesaggio tipico della cittadella medievale in cui il tempo sembra non essere passato e per i monumenti e i palazzi del Cinquecento e Seicento commissionati dai nobili Della Rovere, che la elessero a ufficiale residenza di campagna.
Se invece siete alla ricerca di pezzi d’artiginato unici, come ceramiche o oggetti in ferro battuto, o ancora se volete assaporare le atmosfere di fiaba dell’alto medioevo, da Urbino prendete la S.S 73 bis in direzione Urbania. Cinto da mura, questo borgo vi offrirà l’incanto del Palazzo e del Parco ducale o Barco, residenza di caccia del quale resta la villa centrale.
Tornando verso casa, lungo la via Urbinate, rilassatevi poi nella natura più pacifica delle colline autunnali e se avete ancora un po’ di tempo uscite a Montecchio e andate verso Gradara, attraversando la bellissima piana di Tavullia, dove la campagna vi accoglierà con i suoi orizzonti e cieli tersi. Concedetevi poi una sosta alla Rocca di Gradara: vi affascinerà con la sua storia, resa celebre dal dramma d’amore di Paolo e Francesca decantato da Dante nel V° canto dell’Inferno della Divina Commedia e allieterà il vostro viaggio di ritorno.

Musei e luoghi d’interesse
Urbino
Palazzo Ducale
Lunedì: 8.30 - 14.00 (chiusura biglietteria ore 12.30) - Da martedì a domenica: 8.30 - 19.15 (chiusura biglietteria ore 18.00) Costo biglietto: intero 5 euro - ridotto 2,50 euro
Casa natale di Raffaello
Tel. 0722.320105 - Apertura: 9-13 e 15-19 da lunedì a sabato e 10-13 domenica (dall'1/3 al 31/10);  9-14 da lunedì a sabato e 10-13 domenica (dall'1/11 al 28/2). Costo biglietto: intero 3 euro - gruppi 2 euro - scuole 1 euro
Gradara
Rocca di Gradara
Apertura:
tutti i giorni dalle 8.30 alle 18.30 - lunedì dalle 8.30 alle 13.00 - CHIUSO: 25 dicembre e 1 gennaio - Costo biglietto: intero 4 euro, per tutti coloro che hanno un’età compresa tra 25 e i 65 anni, ridotto 2 euro, per tutti i cittadini dell’Ue di età compresa tra i 18 ed i 25 anni. Per visite guidate alla Rocca di Gradara e itinerari a tema, anche per famiglie e piccoli gruppi 0541/964115 - 333/7139615

Dove sostare in camper ad Urbino
Sosta camper Area vecchio consorzio:
Area attrezzata all’ingresso della città, all’incrocio delle strade provenienti da Pesaro e Fano-Urbino. Servizi: acqua e scarico

Per altre soluzioni di sosta ad Urbino o per trovare le strutture convenzionate nelle vicinanze consultate il dbase di camperlife.it

 

Autore: 
Redazione Camperlife
Punteggio: 
5

Average: 5 (1 vote)

Coordinate: 
Latitudine: 12.634662000000 - Longitudine: 43.723801000000
Data Aggiornamento: 
07-03-2016
Data Pubblicazione: 
17-11-2011