Tu sei qui

Torino, la prima Capitale d'Italia | Weekend in camper

Circondata da montagne spruzzate di neve, la prima capitale d’Italia si mostra nella sua nuova veste di città d’arte e di cultura. Oltre alle sue bellezze storiche, residenze sabaude e grandiose piazze, il capoluogo piemontese pullula di mostre, festival ed eventi

Quando si nomina Torino saltano subito alla mente la Fiat, la storia di immigrazione dalle regioni del sud Italia e il grigiore delle giornate invernali. Il capoluogo piemontese porterà con sé questo “bagaglio” un po’ scomodo per sempre ma, negli ultimi dieci anni, Torino ha saputo crearsi una nuova immagine, dando vita a un immaginario collettivo diverso, quello di una città bella da visitare, vibrante tutto l’anno grazie ai suoi numerosi eventi. Quello che si addice a una capitale europea. Infatti Torino capitale lo è stata, ai tempi dei Savoia.

camper camperlife rivista camperisti torino piemonte

Una città di arte e di cultura
Sono passati esattamente dieci anni dalle Olimpiadi invernali del 2006 che hanno portato la città sotto le luci dei riflettori nazionali e internazionali. È da allora che Torino sta lavorando alla sua nuova immagine per non essere più, o non solo, una città industriale votata all’innovazione e alla ricerca, ma sempre di più una città d’arte e di cultura. camper camperlife rivista camperisti torino piemonteSono infatti tantissimi i musei cittadini. Tra i più visitati ci sono il Museo Egizio (info: www.museoegizio.it), conosciuto in tutto il mondo, il secondo più grande museo di arte egizia dopo quello di El Cairo; il Museo Nazionale del Cinema (info: www.museocinema.it), uno tra i più importanti al mondo per la ricchezza del patrimonio, all’interno della Mole Antonelliana; il Museo Civico d’Arte Antica, allestito negli spazi di Palazzo Madama (info: www.palazzomadamatorino.it); il Museo Nazionale del Risorgimento Italiano (info: www.museorisorgimentotorino.it); la Galleria Civica d’Arte Moderna e Contemporanea – GAM (info: www.gamtorino.it); il Museo dell’Automobile (info: www.museoauto.it). Luci d’artista, un festival di luci che trasforma la città grazie a spettacolari allestimenti d’arte, realizzati da artisti di fama internazionale e posizionati nei luoghi più improbabili o negli angoli più caratteristici di Torino (info: www.contemporarytorinopiemonte.it). Ricordiamo che la prima domenica del mese, nell’ambito del progetto del Ministero dei Beni Culturali, l’accesso ai musei di Torino è gratuito.

La prima volta a Torino
Ma andiamo con ordine. Se non siete mai stati a Torino, il suo centro storico coincide a grandi linee con quello che era il perimetro tipico del “Castrum” e della relativa colonia di Augusta Taurinorum, ovvero la prima struttura camper camperlife rivista camperisti torino piemonteurbanistica fondata dagli antichi Romani intorno al 28 a.C. In questi 5 chilometri quadrati, caratterizzati da vie ortogonali, perfettamente parallele e perpendicolari, tra cui si aprono grandiose piazze, si trovano i monumenti più importanti della città. In Piazza Castello, il cuore di Torino, oltre 40.000 metri quadri delimitati da bellissimi portici, si trovano il Palazzo Reale di Torino, il Teatro Regio, Palazzo Madama e la Real Chiesa di San Lorenzo, oltre a uno dei caffè più famosi della città, il caffè Mulassano, locale storico dei primi del Novecento che conserva arredi in stile liberty e dove, nel 1926, fu inventato il tramezzino. Dalla piazza parte la lunghissima via Po, una delle principali di Torino, che conduce in Piazza Vittorio Veneto, la più grande piazza cittadina, con portici che la circondano pieni di caffè e locali dove gustare delizie al cioccolato o prendere un buon aperitivo, nato proprio a Torino quando, nel 1786, Antonio Benedetto Carpano inventò il Vermouth. Il “salotto” di Torino è invece camper camperlife rivista camperisti torino piemontePiazza San Carlo, con le chiese gemelle di San Carlo e di Santa Cristina. Poco distante si trova Piazza Carignano, su cui si affacciano Palazzo Carignano, al cui interno c’è il Museo Nazionale del Risorgimento Italiano progettato da Guarino Guarini e il Teatro Carignano, uno dei più importanti di Torino. Da una delle traverse di via Po si raggiunge uno dei simboli cittadini, la Mole Antonelliana, alta quasi 168 metri. Al suo interno si trova il bellissimo Museo Nazionale del Cinema, che vale la pena visitare. Altra piazza da non perdere è quella della Consolata, dove si trova il Santuario omonimo, e poco più in là il Duomo (in via XX settembre), dov’è custodita la Sacra Sindone. Attraversando il fiume Po da Piazza Vittorio Veneto si arriva alla Chiesa della Gran Madre di Dio e, salendo verso la collina, si raggiunge il Monte dei Cappuccini, da cui si gode un bellissimo panorama su tutto il centro storico. Una visita come si deve di Torino deve anche comprendere lo splendido Museo Egizio, il Parco del Valentino, una bella area verde con l’omonimo castello e il vicino Borgo Medievale, ricostruzione realizzata per l’esposizione internazionale del 1884, e la basilica della Superga, posta su una collina a circa 10 chilometri dal centro, con una magnifica cupola progettata da Filippo Juvarra nel 1715. La Basilica si può raggiungere in autobus, oppure, dalla Stazione Sassi, per mezzo della storica Tranvia a Dentiera, un viaggio d’altri tempi attraverso bei panorami. Ogni sabato mattina, alle ore 10, una visita guidata in partenza dal centro cittadino, organizzata da Raggiungere Tour Operator, porta alla scoperta degli oltre 2000 anni di storia di Torino, un giro classico pensato per chi si reca in città per la prima volta (info: Raggiungere Tour Operator, tel. 011/6604261, durata: 2 ore, prezzo intero: € 9,50, bambini sotto i 12 anni gratis).

camper camperlife rivista camperisti torino piemonte

Profumi multietnici  a Porta Palazzo
Al di là del tour classico e della solita visita ai tanti luoghi d’interesse cittadino finora citati, ci sono altre mete che mostrano un altro lato di Torino, diverso, più nascosto, meno turistico e noto. Come l’itinerario che porta a scoprire il camper camperlife rivista camperisti torino piemontemercato di Porta Palazzo, il più esteso della città e il più grande mercato all’aperto presente in Europa. Nell’ottagonale Piazza della Repubblica, a pochi passi dal centro, nello storico quartiere di Borgo Dora, ogni giorno si passeggia guidati dagli odori e dai sapori della moltitudine di bancarelle colorate che pullulano di salumi, formaggi, fiori, frutta e verdura, ma anche di casalinghi e abbigliamento. In questo quartiere popolare, oggetto di diverse attività di riqualifica, si respira una vivace atmosfera multietnica grazie all’eccezionale mescolanza di culture che qui convivono da anni. Il mercato è suddiviso in un’area all’aperto con merce varia - dagli alimentari alle calzature e all’ortofrutta - in una zona camper camperlife rivista camperisti torino piemonteriservata ai produttori locali, chiamata “Tettoia dei Contadini”, e in una parte coperta, composta dal Mercato Ittico, dal Centro Palatino dedicato all’abbigliamento e alle calzature, dal Mercato dell’Orologio e dal Mercato Alimentare, entrambi con prodotti gastronomici di elevata qualità come carni, salumi, formaggi, pane e pasta fresca. Ogni sabato poi al mercato quotidiano si affianca il famoso “Balon”, un mercatino delle pulci e dell’antiquariato, amato tantissimo dai torinesi. Ogni seconda domenica del mese, inoltre, bar, ristoranti, bancarelle e negozi danno vita all’enorme “Gran Balon”, tradizione che ormai dura da trent’anni. Per visitare questo mercato con un tour guidato di due ore che comprende anche degustazioni ci si può rivolgere a Jo-In Tour Operator Incoming. La visita non è economica ma non lascerà indifferenti gli amanti del genere (info: Jo-In Tour Operator Incoming, tel. 011/19214791, www.jo-in.it, ogni lunedì alle 11.30, mercoledì e giovedì alle 11.00, costo: 45 euro, 15 euro per bambini e ragazzi dai 6 ai 14 anni, gratis fino a 5 anni). Anche solo in un fine settimana si riesce a cogliere lo spirito nuovo di Torino, una città che è stata sì grigia e industriale, ma che ha saputo andare oltre, mostrando a tutti una nuova faccia dove bellezze storiche, cultura e innovazione vanno di pari passo, insieme a un’ottima accoglienza e a un’eccellente enogastronomia!

Informazioni utili per il camperista

Come arrivare in camper a Torino
Torino è raggiungibile grazie al capillare e moderno sistema autostradale che la collega a ogni parte d’Italia. Dalla Valle d’Aosta si percorre l’A5, dalla Lombardia la A4 o la A21, dalla Liguria l’A26-A21 e l’A6, dalla Francia la A32: ogni autostrada confluisce poi nella tangenziale di Torino (A55).
Dove sostare in camper a Torino
Area attrezzata Caio Mario, corso Agnelli 178 A, Torino. 57 piazzole all’interno dell’ampio parcheggio a pagamento (sosta max 120 h), ben servita dal servizio urbano (linee 2, 4, 10, 18, 38, 39, 40, 41, 43, 62, 63b). Sempre aperta, GPS: N 45° 1’ 42.614’’E 7° 38’ 23.639’’.
Area attrezzata comunale, via Agudio, angolo via Paolo Solari di Briona, tel. 011/5345181; presso la stazione del treno a cremagliera per Superga, gratuita, sempre aperta, pozzetto a grata. Nei pressi negozi e mezzi pubblici per il centro, un po’ rumorosa per la notte, GPS: N 45° 4’ 48.893’’E 7° 43’ 48.28’’.
A Moncalieri, Area attrezzata il Grinto, in Corso Trieste, 60/94, tel. 0110133510, GPS: Lat: 45.007765 - Long: 7.672378, convenzionata con il Club di CamperLife.
Info turistiche
Uffici del Turismo Torino: Piazza Carlo Felice (Fronte Stazione Porta Nuova), tel. 011/535181, apertura: tutti i giorni 9.00-18.00; Piazza Castello/Via Garibaldi, tel. 011/535181, info.torino@turismotorino.org, apertura: tutti i giorni 9.00-18.00.
Contact Centre: call center per le informazioni turistiche su Torino, tel. 011/535181, apertura: tutti i giorni 9.30-12.30; 14.30-18.00; www.turismotorino.org.

 

Autore: 
Redazione CamperLife
Punteggio: 
0

No votes yet

Data Aggiornamento: 
03-01-2018
Data Pubblicazione: 
03-01-2018
massiriva

torino

* *
Posts : 1012
Ritratto di massiriva
Camper/caravan in uso: MC LOUIS TANDY 640

Offline
Ultima volta online: 3 ore 24 min fa
Inviato il: 03-01-2018 11:01:00

Consiglio vivamente di sostare a Druento alla sosta del re (www.lasostadelre.com) convenzionata con CL,anche se fuori città è comodissima da raggiungere e ha nelle vicinanze  il capolinea del  bus che porta in centro senza cambi e il gestore (Massimo) è gentilissimo e disponibile a consigliarvi le cose da vedere e il giro da fare in città! 

bagolo

modena

Posts : 1
Ritratto di bagolo
Camper/caravan in uso: Charthago IChic 51 KRK

Offline
Ultima volta online: 5 mesi 2 settimane fa
Inviato il: 04-01-2018 09:29:33

Nelle aree di sosta manca quella della sosta del re a Druento. Non comodissima ma con il 59 si è in piazza Solferino. 

  Gianni
Accedi o registrati per inserire commenti.