Tu sei qui

Sulle tracce di Ulisse, inverno a Minturno, Formia, Gaeta e Sperlonga

La Riviera di Ulisse si presenta agli occhi del visitatore come un mosaico variegato di terre emerse e ambienti marini che si snodano lungo la costa del golfo di Gaeta. Un territorio calcareo, con suggestive faglie, imponenti falesie, baie, spiagge e grotte. Un paesaggio d’autore, in cui natura, storia, leggenda, arte e archeologia si incontrano.

Ubicato nel lembo meridionale del Lazio, il Parco Regionale Riviera di Ulisse nasce dalla fusione di tre preesistenti aree protette e comprende diversi comuni: Minturno, Formia, Gaeta e Sperlonga.
Il Parco prende il nome dall'eroe omerico che nel suo vagabondare giunse nell’odierno Golfo di Gaeta dove ormeggiò le sue navi e si rifornì di acqua, nonostante l'inospitalità dei Lestrigoni, abitanti indigeni descritti come enormi cannibali.
Nel suo peregrinare arrivò poi al Circeo dove si innamorò della maga dalla voce melodiosa.

I territori che costituiscono il Parco, seppur con caratteristiche proprie sotto l'aspetto ambientale, conservano significative testimonianze romane, sicché al valore naturalistico si associa quello storico e archeologico. In particolare, tutto l'arco del golfo di Gaeta fu considerato luogo privilegiato di soggiorno dagli esponenti dell'aristocrazia romana che costruirono lungo la costa ville, edifici funerari e porticcioli, i cui resti si possono ammirare ancora oggi.
La prima tappa dell’itinerario lungo la Riviera di Ulisse è alla scoperta di Minturno, il cui centro abitato è formato da due nuclei principali: quello collinare di Minturno antica e quello costiero di Scauri e Marina di Minturno, note stazioni balneari e mete turistiche nei mesi estivi.Paesaggi diversi caratterizzano i due nuclei: un'alternanza di tratti rurali nella parte collinare della città e tratti tipicamente marinari lungo la costa.

camper lazio ulisse minturnocamper lazio ulisse minturno

L’antico borgo di Minturno è un labirinto di vicoli e stradine, edifici in pietra, archi e cortili, in cui coesistono armonicamente tradizione e storia. Dal paese, erto maestosamente su un promontorio, si può godere di una vista superba che si staglia sull’immensa distesa di mare, che al tramonto si tinge di tonalità calde. Il fulcro del borgo è rappresentato dal Castello baronale del IX secolo, di cui restano suggestive rovine.
Qui soggiornarono San Tommaso d'Aquino, Isabella Colonna e Giulia Gonzaga. La fortezza è oggi sede di importanti eventi, tra cui si ricorda, in particolare, una delle manifestazioni tradizionali più rinomate, che si ripete ogni anno la camper lazio ulisse minturno sagra regneseconda domenica del mese di luglio: la Sagra delle Regne.
L’evento celebra il magico rito del ringraziamento alla Vergine delle Grazie per il raccolto del grano ed è un’occasione per far riscoprire e mantenere vive le manifestazioni legate ai prodotti della terra, alla cultura, alla fede e ai lavori artigianali. Per tre sere il suono della musica popolare riecheggia tra i vicoli del borgo, grazie ai numerosi gruppi folcloristici minturnesi e ai gruppi italiani e stranieri che si esibiscono nella piazza principale.

Nelle vicinanze del castello si trova un piccolo gioiello di architettura romanica, la Collegiata di San Pietro risalente al IX sec., in cui arte romana, medievale e rinascimentale sono fuse in un unico organismo architettonico. La chiesa a tre navate è arricchita da colonne romane provenienti dall’antica Minturnae ed è sovrastata da un campanile a tre piani con bifore. Di particolare interesse sono la navata centrale, coperta con soffitto ligneo a cassettoni e gli affreschi del V secolo. Dopo la visita alla Collegiata ci si può concedere una rilassante passeggiata nell’intreccio di stradine del borgo, su cui si affacciano antichi portali, per godere degli scorci suggestivi che il panorama offre.
Prima di raggiungere la seconda tappa dell’itinerario, Scauri, percorrendo la strada SS7, si incontrato numerose testimonianze di epoca romana che indicano come la città abbia origini antichissime. Le più suggestive e meglio conservate sono le rovine della città romana di Minturnae, racchiuse in un comprensorio archeologico all'interno del quale spicca il maestoso Teatro Romano, costruito verso il I sec. d.C.
All'interno dell'area sono visibili ancor oggi un tratto della via Appia, i resti del Foro, del mercato, delle Tabernae e del complesso termale. Negli spazi sottostanti gli Scavi è situato il Museo archeologico che accoglie statue, sculture, ex voto, epigrafi e monete. L’orario di visita dell’area archeologica, dotata di parcheggio interno dove poter fermare comodamente il camper, è dalle 09.00 a un’ora prima del tramonto.
L’area archeologica sorge a pochi passi dal fiume Garigliano, dove si trova il ponte pensile con tiraggi a catene di ferro (il primo realizzato in Italia). Il ponte, fatto costruire dai Borboni, fu progettato da Luigi Giura che lo realizzò per volontà di Ferdinando II tra il 1828 e il 1832. E grazie a un sapiente restauro, riappare oggi nella sua originaria bellezza.

camper lazio ulisse scauri ponte borbonico gariglianocamper lazio ulisse scauri ponte borbonico garigliano

Costeggiando il Garigliano si arriva a Scauri, l’antica Pirae, che si affaccia sulla costa laziale del Mar Tirreno. La località turistica è racchiusa tra due Monti: Monte d’Oro e Monte d’Argento ed è dotata di un lungomare di circa 5 km, dove poter passeggiare e fare jogging. Per le soluzioni di sosta in quest'area vi consigliamo di consultare il nostro dbase online.
Alle spalle del Monte d'Oro, si nasconde la baia naturale della Spiaggia dei Sassolini, luogo dove è stato girato il film: Per Grazia ricevuta, interpretato da Nino Manfredi. Qui il colore del mare assume le tonalità e le sfumature del verde smerarlo; le grotte, il colore ocre della sabbia e i ciottoli contribuiscono a rendere questo luogo un paradiso, ideale per rilassarsi e godersi il suono del silenzio. Possibilità di parcheggiare in prossimità della spiaggia.

camper lazio ulisse scauri

Se si percorre questo itinerario durante il mese di dicembre, in occasione delle festività natalizie, la sera si può visitare il tradizionale mercatino, che interesserà le piazze principali di Minturno e di Scauri in sei date diverse (4, 8, 11, 17, 18, 23). L’evento permetterà di respirare la magica atmosfera del Natale, sorseggiando un bicchiere di vin brulè fumante e gustando un cartoccio di caldarroste. Le dolci melodie natalizie, i sapori locali, le mostre fotografiche, le esposizioni di artigianato artistico locale, gli spettacoli di intrattenimento, arricchiranno l’evento, rendendo la serata indimenticabile. - Maggiori informazioni -

Il percorso itinerante giunge alla sua terza tappa: Formia, scelta per la mitezza del clima, per la bellezza e la varietà del paesaggio, come luogo di residenza di personaggi illustri, tra cui si ricorda Cicerone. Dell’oratore romano si conserva la tomba, una costruzione quadrata di 24 metri situata lungo la via Appia al Km 139. Formia è ricca di testimonianze storiche e ancor oggi è possibile ammirare il quartiere medievale di Castellone, dove si trovano le torri di S.Erasmo, il quartiere marinaro e commerciale di Mola e la grande torre medievale, ultimo ricordo del castello angioino. Per la sosta in camper si può utilizzare il parcheggio situato nelle vicinanze del porto, a pochi passi dal corso principale.
camper lazio ulisse formia tomba ciceronecamper lazio ulisse formia castello di mola

Da Formia, a soli dieci minuti di strada si raggiunge l’antica frazione di Maranola, un borgo medioevale che si erge sulle pendici degli Aurunci, su una roccia a 270 metri sul livello del mare. Una cinta muraria, che un tempo serviva per difendere la città dalle incursioni degli invasori, abbraccia il centro antico e il castello.

camper lazio ulisse gaeta maranolacamper lazio ulisse gaeta maranola

Nel borgo medioevale ogni anno il 26 dicembre, il 1 e il 6 gennaio si celebra il presepe vivente, un particolare rituale che coinvolge tutta la comunità. Camminando nelle piazzette e sotto gli archi disseminati lungo il percorso si avrà la possibilità di scoprire e conoscere antichi mestieri, ricchi di un’antica sapienza: le donne che intrecciano fasci di vimini per la costruzione di ceste, lo scalpellino che lavora la pietra, il fabbro che forgia campane e campanacci per gli animali da pascolo, il pastore che prepara il formaggio, gli abili ceramisti che modellano la creta per vasi e anfore. Questi scenari suggestivi rappresentati dal presepe vivente, che rinviano alla realtà del mondo agro-pastorale, e le caratteristiche viuzze dell’antico abitato favoriranno l’immersione in un’atmosfera magica e surreale.

L’itinerario prosegue, poi, alla volta di Gaeta, che conserva numerosi monumenti a testimonianza del suo glorioso passato, quando fu protagonista di vicende storiche di grande rilievo. La città, crocevia di popoli e culture, custodisce il quartiere medievale di S. Erasmo, il Castello aragonese e la chiesa gotica di San Francesco.

camper lazio ulisse gaeta castello aragonesecamper lazio ulisse gaeta chiesa gotica di San Francesco

Da non perdere la visita al Santuario della montagna spaccata: una suggestiva fenditura della roccia, a precipizio sul mare, che ha dato origine al culto religioso. All'interno di questo, una ripida scala scende all'impressionante Grotta del Turco, chiamata così dalla tradizione popolare locale.
Percorrendo la via Litoranea, che si affaccia su rocciosi speroni, calette e baie, si raggiunge l’ultima tappa del percorso itinerante: Sperlonga, bianco villaggio arroccato sulla collina con viuzze strette che scendono al mare.
Passeggiare nei vicoli rocciosi permetterà di godere di un panorama di indescrivile bellezza.
Qui sarà possibile visitare il Museo Archeologico Nazionale che accoglie gruppi statutari che ricordano le principali peripezie di Ulisse.
Le statue furono rinvenute nella Villa dell’imperatore Tiberio ed erano collocate nella sala da pranzo estiva, ricavata all’interno di una grotta naturale.

Qui termina l'itinerario sulle orme di Ulisse, un viaggio avventuroso alla ricerca di orizzonti più ampi, prospettive innovative e luoghi sconosciuti da conoscere ed esplorare.

 

Le immagini di questo articolo sono tratte dalla Rete, se ne riconoscono i diritti di proprietà intellettuale ai legittimi detentori anche se non espressamente citati

 

 

Autore: 
Redazione CamperLife
Punteggio: 
3.25

Average: 3.3 (8 votes)

Coordinate: 
Latitudine: 13.748646000000 - Longitudine: 41.262840000000
Data Aggiornamento: 
02-08-2016
Data Pubblicazione: 
27-11-2011