Tu sei qui

A Spello e a Noto si preparano le infiorate

 


Unica, per la tecnica di realizzazione nel suo genere in Italia, affonda le radici nel tempo, si perde nella memoria l'avvio di questa tradizionale, artistica iniziativa che fu poi trasformata, alcuni secoli fa, in omaggio al Corpus Domini.


 

Splendore d’infiorata a Spello


Adagiata sulle propaggini del Monte Subasio e affiancata dalla celeberrima Assisi, Spello è sicuramente una delle Perle dell'Umbria, ricca di storia, monumenti e capolavori d'arte quali sono le opere del Pinturicchio.


Spello è nota per le sue infiortate del Corpus Domini, stupende creazioni dim decorazioni floreali eseguite da veri artisti che le progettano e le preparano per mesi, usando solo elementi vegetali e floreali.


Lungo tutte le vie e le piazze, si diramano variopinti tappeti floreali che emanano il loro profumo offrendo uno spettacolo di odori e colori ai numerosissimi visitatori .
L'usanza di addobbare con i fiori il percorso delle processioni religiose ha radici lontane nel tempo, in epoche antiche i fiori venivano distribuiti sui selciati alla rinfusa, solo alcuni secoli fa si è trasformata in vero e proprio omaggio alla festa religiosa del Corpus Domini. Gli abitanti di Spello fin dai primi anni del XX° secolo iniziarono a conferire via via sempre più ricercate forme artistiche, dai tappeti di ricercata fattura alla riproduzione del vecchio e del nuovo testamento il passo fu breve.

Le origini delle infiorate artistiche di Spello in onore del Corpus Domini vengono attribuite alll'iniziativa di una donna che intorno al 1930, disegno sulla strada una semplice figurazione floreale con ginestre e finocchi, ottenendo il plauso degli abitanti che vollero subito imitarla, avviando, di fatto, una sfida per la realizzazione di opere sempre più belle e grandi, dando inizio a una sorta di gara con tanto di premiazioni per i lavori giudicati migliori per abilità e tecnica.


Attualmente oltre ai premi in denaro, si assegna il "Premio Properzio", una statuina in bronzo che viene assegnata al gruppo di infioratrori vincitore, la stessa viene restituita l'anno successivo prima della premiazione .


Noto, citta del barocco



Noto è conosciuta nel mondo per lo straordinario impianto barocco, da ammirare per ricchezza e preziosismi decoratvi alcuni palazzi nobiliari dalle imponenti facciate: i più belli sono in prossimità del Duomo e ne fanno quasi cornice, tra questi palazzo Sant'Alfano, Palazzo Nicolaci di Villadorata, Palazzo Trigona e Palazzo Astuto.
Noto è una città d'arte e di coltura, lontana dai grandi flussi del turismo di massa, di conseguenza non si trova il rumoroso susseguirsi di negozietti di souvenir e chincaglierie. Il turismo in città è volto alla riscoperta di straordinarie scoperte architettoniche e paesaggistiche del territorio, culla del Barocco.


La terza domenica di Maggio, Noto festeggia la primavera barocca con “L’infiorata”, la manifestazione ha origini molto recenti che nulla hanno a che fare con l'infiorata di Spello, infatti è nata circa 26 anni faente giocontrariamente a quella di Spello, la manifestazione e nata 26 anni fa dall'incontro di alcuni artisti infioratori Genzanesi e Netini, ed è proprio nella città di Genzano RM che si sviluppa questa nuova tecnica pittorica. Via Corrado Nicolai è la via dove nasce l'infiorata, l'impatto è forte, in alto la chiesa di Montevergini che si contrappone al palazzo del Principe Nicolaci "Villa Dorata" con i balconi che sono stati definiti da molti, i più belli del mondo. Oggi l'infiorata di Noto è considerata tra le più belle manifestazioni dell'intera Sicilia, uno spettacolare tappeto, gigantesche raffigurazioni che prendono forma in un susseguirsi di petali di fiori, dai colori e dalle forme più svariate.
Da non perdere la prepazione, che si svolge dal tardo pomeriggio del venerdì fino a notte fonda. I ragazzi che lavorano come infioratori sembrano delle formiche che pian piano realizzano dei capolavori dall'indubbio fascino.
I riquadri realizzati con creatività inventiva e perizia dagli artisti, propongono di anno in anno motivi diversi: religiosi, mitologici, di cultura popolare. Inoltre, si svolgono iniziative musicali e di intrattenimento nelle chiese e per le vie di Noto.


   
   
Sostare con i camper a Spello e a Noto

Presso la cittadina umbra di Spello già da tempo è attrezzato uno spazio a pagamento per la sosta camper nelle immediate vicinanze del centro storico. Visualizzate la scheda nel dbase di CamperLife.it


Noto è una località meta del turismo estivo ed è quindi attrezzata con diverse soluzioni di sosta, gestite da privati, sia sul mare che nelle vicinanze del centro storico. Visualizzate le soluzioni nel dbase di CamperLife.it


 



Altre manifestazioni simili a quelle di Spello e di Noto:


A Bolsena (Vt), la cittadina viterberse ove avvenne il miracolo dell'eucarestia


A Genzano di Roma (Rm), alle porte di Roma


A Ortezzano (FM), nelle Marche


A Farnetella (Si), frazione di Sinalunga


A Fucecchio (Fi) in Toscana


A Potenzoni (Vv), piccolo centro del vibonese


A Cervaro (Fr), ai confini con il Molise


   

 


 


 


Punteggio: 
0

Average: 0 (0 votes)

Data Aggiornamento: 
02-01-2014
Data Pubblicazione: 
02-02-2011