Tu sei qui

Speciale neve | La montagna a portata di camper

Per smaltire le abbuffate natalizie, ma anche per godere della natura invernale, vi proponiamo una carrellata di stazioni sciistiche, fra Alpi e Appennini, attrezzate per accogliere i camperisti

Le feste natalizie sono appena trascorse ed è quindi necessario smaltire tutte le calorie accumulate nei vari pranzi e cene che hanno caratterizzato il periodo del Natale. L’occasione giusta per rientrare nel nostro peso forma ce la offrono le innumerevoli stazioni sciistiche che costellano le montagne italiane.
Naturalmente, come si può facilmente supporre, la fanno da padrone le località dislocate sull’arco alpino, anche se gli Appennini sono in grado di contribuire degnamente alla vasta offerta di località invernali attrezzate per il turismo itinerante. Quasi sempre, poi, sono anche molto ben disposte ad accogliere i camperisti ed è con questo in mente che ci accingiamo a proporre ai lettori quei comprensori che meglio interpretano le esigenze degli sciatori con la “casa al seguito”. Cominciamo quindi la carrellata compiendo un viaggio virtuale che si snoda da nord a sud, lungo la dorsale alpina prima e, a seguire, quella appenninica.

Piemonte
Limone Piemonte (CN) è situato a 1100 metri di altitudine, in posizione ideale per essere raggiunto, in meno di un’ora, dalle località della Liguria e della Costa Azzurra. Nonostante la vicinanza del mare, il comprensorio è sempre caratterizzato da un buon innevamento naturale e, quando questo scarseggia, entrano in funzione gli impianti di innevamento artificiale. Gli ottanta chilometri di piste, suddivise in 5 blu, 26 rosse e 4 nere, situate nelle aree denominate Limone 1400, Limonetto, Cross, Maneggio e Colle di Tenda, sono servite da 3 tapis roulant, 5 seggiovie a due posti, 6 a quattro posti, 1 da otto posti e da 1 skilift. Ad accrescere ulteriormente l’offerta rivolta agli appassionati di sport invernali sono a disposizione piste da fondo che si estendono per 9 chilometri e uno snow park, di recente realizzazione, dotato di salti e ringhiere. Per i bambini sono invece a disposizione 2 kinder park, localizzati a quota 1400 e in zona Maneggio. Limone non è solamente una stazione invernale, ma anche estiva, grazie alla sua incantevole posizione nella conca omonima, percorsa dal torrente Vermegnana e delimitata dal massiccio Besimauda e dalla Costa Rossa a nord, dalla Cima della fascia a est, dalla Rocca dell’Abisso e dal Colle di Tenda a sud, dal Ciotto Mien e dal Monte Vecchio a ovest. Molti sono gli sport estivi che si possono praticare e tra questi citiamo il rafting, la mountain bike, il golf e l’escursionismo, lungo i numerosi sentieri che circondano l’abitato. Prezzi ski pass: www.riservabianca.it

camper neve inverno Limone Piemonte
Sestriere (TO), di cui quest’anno ricorre l’ottantunesimo anniversario della fondazione, può essere considerato l’apoteosi degli sport invernali. Il comprensorio, denominato Via Lattea, con i suoi 417 chilometri di piste da discesa, è infatti uno dei più grandi d’Europa e si snoda sul territorio di Sestriere (87 km), Sauze d’Oulx (97 km), Cesana/Sansicario (65 km), Claviere (70 km) e su quello della francese Montgenevre (95 km). In totale le piste sono 212, composte da 7 verdi, 67 blu, 97 rosse e 41 nere, servite da 69 impianti di risalita. La loro posizione è caratterizzata da grandi spazi soleggiati e panoramici, che mettono in comunicazione caratteristici villaggi di antica origine occitana, che hanno saputo conservare le tradizioni delle genti di queste montagne, a cavallo tra l’Italia e la Francia. L’enorme vastità del comprensorio è in grado di soddisfare sia le esigenze degli sciatori provetti, che potranno provare l’ebbrezza di sciare in notturna sulla nera del Kandahar G. A. Agnelli Olimpica, che di coloro che si avvicinano per la prima volta al mondo dello sci. Gli anelli per lo sci nordico sono localizzati a Sestriere (8 km) e Claviere (15 km). I bambini più piccoli hanno a disposizione due Baby Fun Park, situati rispettivamente a Sansicario e a Sauze d’Oulx, mentre gli amanti della vita mondana potranno incontrarsi per il dopo sci in uno dei numerosi locali che costellano le stazioni del comprensorio e, in particolare, quelli situati nei suggestivi centri storici.
Prezzi ski pass: www.vialattea.it

Lombardia
Ponte di Legno (BS) sorge all’interno dei grandi gruppi montuosi dell’Ortles/Cevedale e dell’Adamello/Presanella e fa parte del comprensorio Adamello Ski, le cui 42 piste da sci alpino, sempre innevate anche in caso di scarse precipitazioni grazie agli impianti di innevamento artificiale, sono composte da 7 nere, 26 rosse e 9 blu e si estendono per un totale di 100 chilometri. Gli impianti di risalita sono costituiti da 3 cabinovie, 20 seggiovie, 5 sciovie e da 2 tapis roulant sui campi scuola. Lo sci alpino non è tuttavia l’unica disciplina praticata all’interno del comprensorio, esistono infatti alcuni itinerari fuoripista che faranno scorrere quantità industriali di adrenalina nelle vene degli sciatori più esperti. Tra questi citiamo il Cantiere, il Canalino del Diavolo, il Canale del Dito, il Canale Pericle Sacchi e il Vescasa. Ricordiamo, però, che la frequentazione della montagna e del fuoripista presuppone un’adeguata preparazione mentale e atletica, il giusto equipaggiamento, compresi gli strumenti fondamentali di autosoccorso tipo Artva, Pala e Sonda che sono obbligatori per tutti coloro che praticano questa disciplina. E’ fondamentale inoltre conoscere a fondo il territorio e il bollettino meteo e delle valanghe. Gli snowborder troveranno uno snow park, a loro dedicato, al Passo del Tonale, raggiungibile con seggiovia quadriposto. Coloro invece che non sciano, ma vogliono emulare le imprese di Jack London, potranno dedicarsi allo sleddog, disciplina questa che accoglie anche i bambini a partire dai 10 anni di età. Prezzi ski pass: www.adamelloski.com

Valle d'Aosta
Il comprensorio di Breuil - Cervinia Valtournenche Zermatt (AO) è uno dei più estesi delle Alpi e si sviluppa tra l’Italia e la Svizzera. Centocinquanta piste da discesa, di cui 72 a Breuil - Cervinia Valtournenche e 78 a Zermatt, offrono agli appassionati una scelta vastissima di percorsi per ogni grado di esperienza. Facilmente raggiungibili con i 53 impianti di risalita, assicurano un’estensione di 200 chilometri sciabili con innevamento programmato e 47 chilometri di sci estivo. La specialità nordica può, invece, essere praticata negli anelli di Breuil Cervinia (3 km) e di Valtournenche (10 km), mentre il freeride e lo skicross trovano la loro sede ideale nei 2 snowpark, situati rispettivamente a Cretaz e a quota 2800, in pratica l’impianto più alto d’Europa. Il grande comprensorio del Cervino non può certamente non occuparsi dei bambini e, al proposito, offre ai piccoli ospiti ben 4 aree baby ski situate a Breuil - Cervinia, Valtournenche, Chamois e Torgnon. Prezzi ski pass: www.cervinia.it

Courmayeur (AO)
non è soltanto una stazione in cui si praticano gli sport invernali, ma è anche un’elegante cittadina, molto rinomata per il suo turismo estivo. Il paese ha iniziato a popolarsi nel XVII secolo grazie alle sue sorgenti di acqua solforosa; ma fu solamente nella seconda metà del XVIII secolo che cominciarono a svilupparsi le attività legate alla montagna, grazie agli studi sul massiccio del Monte Bianco e alla ricerca di una via per raggiungerne la vetta. Oggi Courmayeur è uno dei centri sciistici più noti dell’arco alpino con 31 piste, composte da 10 blu, 17 rosse e 4 nere, servite da 18 impianti di risalita, che si sviluppano su di un percorso di più di 100 chilometri, di cui un buon 70% servito da impianti a innevamento programmato. Uno snow park, situato a 2000 metri di quota, con la catena del Monte Bianco a fare da sfondo, è adatto per appassionati di qualsiasi livello. Due cabinovie , Youla e Arp, portano gli appassionati del freeride verso le zone più adatte per svolgere questa disciplina che, come abbiamo già detto per il comprensorio dell’Adamello, deve essere praticata con una particolare preparazione mentale e atletica. Dopo aver trascorso la giornata sulla neve, non c’è niente di meglio che fare uno “struscio” nel suggestivo centro storico di Courmayeur, dove numerosi locali accolgono i clienti che desiderano concedersi una pausa relax in un contesto elegante e caratteristico. Prezzi ski pass: www.courmayeur-montblanc.com

Veneto
Cortina d’Ampezzo (BL) non ha certamente bisogno di presentazioni. Chi non conosce questa cittadina, famoso centro per la villeggiatura estiva e invernale, situata nel bel mezzo delle Dolomiti Bellunesi? Se d’estate sa appassionare i visitatori con la sua natura incontaminata, con le tradizioni, con la gastronomia e con il museo all’aperto dedicato alla Grande Guerra, è però in inverno, con la neve, che Cortina dà il meglio di se stessa e regala agli appassionati dello sci innumerevoli occasioni di divertimento. Gli amanti dello sci alpino potranno praticare il loro sport preferito nelle tre aree deputate a questa disciplina: Ski Area Lagazuoi 5 Torri, con le sue 11 piste (5 rosse e 6 blu) per un totale di 29 chilometri; Ski Area Faloria Cristallo Mietres, con 24 piste (5 nere, 11 rosse, 8 blu) che portano il percorso sciabile a 44 chilometri e, per finire, la Ski Area Tofana, con 37 piste (6 nere,12 rosse, 13 blu, 6 verdi) che, tutte assieme, totalizzano 47 chilometri. Naturalmente tutte queste aree sono ben servite da 34 impianti a fune composti da 5 funivie, 26 seggiovie e 3 skilifit e sono coperte da innevamento programmato per il 95%. Anche gli amanti dello sci nordico troveranno nel comprensorio chilometri di piste immerse nella natura del Parco Naturale di Cortina, con tracciati di varie lunghezze e difficoltà. Coloro che, invece, vogliono fare una full immersion di adrenalina, potranno partecipare, a inizio aprile, al Carrera Freeride Challenge Punta Nera, che si tiene nella Ski Area Faloria Cristallo Mietres, mentre gli appassionati del freestyle hanno a disposizione uno snowpark nella parte bassa della Ski Area Tofana. Cortina non è però sinonimo solamente di sci, ma anche di mondanità, visto che buona parte del jet set internazionale ama ritrovarsi in questa splendida località. Non è raro quindi, durante l’happy hour, incontrare qualche volto noto e magari sedere nello stesso locale. Prezzi ski pass: www.cortina.dolomiti.org

Il comprensorio della Marmolada, la “Regina delle Alpi”, è una meta imprescindibile per tutti gli sciatori, che potranno contare su 62 chilometri di piste, servite da 29 impianti di risalita. La contiguità di quest’area con la zona di Arabba, attraverso il Passo Padone, la pone nel cuore del grandioso carosello sciistico denominato Dolomiti Superski. Da novembre ad aprile, gli appassionati potranno avvalersi di un innevamento garantito, grazie all’elevata quota della stazione e agli impianti di programmazione della neve, avendo così l’opportunità di cimentarsi in numerose specialità invernali come lo sci da discesa, di fondo, sci alpinismo, snowboard, telemark, ciaspole, passeggiate invernali e arrampicata sul ghiaccio. Prezzi ski pass: www.marmolada.com

Trentino Alto Adige
L’area sciistica dell’Alta Badia (BZ), facente capo anch’essa al comprensorio Dolomiti Superski, è situata tra i 1400 e i 2700 metri di altitudine, garantendo così ai praticanti degli sport invernali condizioni ottimali durante tutta la stagione sulle 95 piste che, in totale, raggiungono 130 chilometri di percorso, suddivisi in 70 chilometri di piste facili, 52 di medie e 8 di difficili. Un universo quindi adatto a tutte le categorie di sciatori, che potranno inoltre contare su 88 chilometri a innevamento programmato. L’area è a sua volta servita da 53 impianti di risalita così composti: 1 funivia, 8 cabinovie ad agganciamento automatico, 14 seggiovie ad agganciamento automatico, 17 seggiovie, 12 sciovie e 1 ascensore inclinato. Gli sportivi più esperti potranno inoltre avvalersi del collegamento, senza togliersi gli sci, a oltre 500 chilometri di piste nell’area attorno al gruppo Sella e si troveranno in una posizione di partenza privilegiata per le gite sciistiche alla Sellaronda e al Giro della Grande Guerra. Gli irriducibili del freeride avranno modo di esprimersi, grazie alle diverse possibilità che le guide alpine sciatori sapranno indicare, secondo il grado di esperienza personale. Tra i più famosi itinerari si ricordano La Val Mezdi e la discesa da passo Valparola ad Armentarola. Trentotto sono invece i chilometri dei percorsi per il fondo, preparati per lo skating e la tecnica classica e sono situati ad Armentarola San Cassiano e Corvara-Colfosco. L’après ski in Val Badia ha la sua importanza e chi lo desidera potrà divertirsi e fare nuove amicizie nei numerosi locali a disposizione degli ospiti o provare un trattamento rilassante nei qualificati centri estetici. Prezzi ski pass: www.altabadia.org

Plan de Corones (BZ) è uno dei più importanti complessi sciistici delle Dolomiti e le numerose attrazioni naturali della zona, come il parco Fanes Sennes Braies, rendono tutta l’area meta imperdibile anche per le vacanze estive. Situato tra i comuni di Brunico, San Vigilio e Valdaora, fa capo al grande comprensorio di Dolomiti Superski e può contare su 116 chilometri di piste, tutti a innevamento programmato e di cui 3400 metri illuminati per le discese in notturna. Gli impianti di risalita sono 31, con 21 telecabine, 5 seggiovie e 5 sciovie. Due sono gli snowpark che vengono offerti ai praticanti del freestyle: lo snowpark Kronplatz, situato a 2230 metri di altitudine, tra le piste Belvedere e Plateau, facilmente raggiungibile con la cabinovia Belvedere, e il Korer Park, situato sulla pista Korer presso la stazione a valle di Brunico/Riscone. L’estensione totale delle piste di fondo del comprensorio è di 180 chilometri e i praticanti di questo sport avranno a disposizione tracciati adatti per tutti i livelli di perfezionamento; quelle che partono da Riscone, Santo Stefano, San Vigilio e da Valdaora sono, infatti, adatte ai principianti, mentre i più esperti potranno cimentarsi con la pista della Rautal (Val Rudo). Altri percorsi si possono trovare nella valle di Anterselva, come la pista Höhenloipe, posta ad alta quota sul passo Stalle, ai piedi del monte Collaspro, presso il centro di biathlon, e nella Val Casies. Brunico, la cittadina più grande della zona, è veramente bella da visitare e può costituire, con il suo caratteristico centro storico dove trovano collocazione numerosi locali tipici, la meta ideale per l’après ski. I camperisti che non vogliono spostare il loro mezzo per raggiungere le piste, perché comodamente sistemati nelle strutture di accoglienza, potranno utilizzare il treno dello sci, che porta i viaggiatori direttamente agli impianti di risalita. Una vera comodità. Prezzi ski pass: www.plandecorones.com

Canazei (TN) è la località più importante della Val di Fassa e, come tale, accentra la maggior parte del turismo invernale ed estivo. La sua area dedicata allo sci è chiamata il Belvedere, per il fantastico colpo d’occhio che si ha sul Gruppo del Sassolungo, Sella, Sass Pordoi, Tofane, Marmolada e Catinaccio-Rosengarten. Le piste sono 14 per una lunghezza totale di 17 chilometri e sono composte da 4 blu, 9 rosse e 1 nera, mentre sono 10 gli impianti di risalita per raggiungerle. I freestyler potranno cimentarsi nell’attrezzato Dolomiti Snowpark a cui è annesso un baby park. Mentre i fondisti esperti possono avvalersi dell’anello Ciasates o il Soreghes-Sot Ronch, i principianti avranno invece a disposizione, direttamente in paese, un’area riservata e chiusa, dove muovere i primi passi sotto l’attenta guida dei maestri della locale scuola. Tuttavia Canazei non significa solamente sport, ma anche divertimento; infatti, il suo caratteristico centro storico è l’ambientazione ideale per l’aperitivo, per la cena e per il dopo cena. Prezzi ski pass: www.fassa.com

Madonna di Campiglio (TN) è un’altra località che non ha bisogno di presentazioni; essa è, infatti, meta prediletta di molti turisti che la scelgono per le loro vacanze invernali ed estive. La cittadina è adagiata a 1550 metri di altitudine, nella conca tra il gruppo delle Dolomiti di Brenta e i ghiacciai dell’Adamello e della Presanella. Seppur località mondana, offre moltissima natura incontaminata, come quella del parco Adamello-Brenta, dove 450 chilometri di sentieri offrono agli escursionisti innumerevoli occasioni di svago rilassante. Anche d’inverno la varietà del suo terreno montano consente agli appassionati degli sport sulla neve di percorrere chilometri di piste, partendo dal centro del paese e farvi ritorno senza togliere gli sci dai piedi. La ski area formata dai paesi di Madonna di Campiglio, Pinzolo, Folgarida e Marilleva offre ben 150 chilometri di piste, 59 impianti di risalita e 3 snowpark. A Madonna di Campiglio ci sono 38 piste, tutte a innevamento programmato, suddivise in 14 blu, 16 rosse e 8 nere. Anche a Folgarida-Marilleva le piste sono 38, di cui 37 a innevamento artificiale e costituite da 19 blu, 13 rosse e 7 nere. Madonna di Campiglio ospita inoltre il Mini Ursus Snow Park e Folgarida-Marilleva lo Snowpark Folgarida Beginners e lo Snowpark Marilleva Val Panciana. Quattro sono, invece, gli anelli per il fondo ospitati nel comprensorio Madonna, Pinzolo, Val Rendena: pista Campo Scuola Mondifrà di 0,5 chilometri di lunghezza, pista Baby che si estende per 3,5 chilometri, pista Sprint, lunga 7,5 chilometri e pista World Cup di 10,5 chilometri. Come le altre località, anche Madonna di Campiglio offre innumerevoli occasioni per il dopo sci, per cui i frequentatori dell’happy hour non hanno che l’imbarazzo della scelta. Prezzi ski pass: www.campigliodolomiti.it

Friuli Venezia Giulia
Benché Tarvisio (UD) sia situata solamente a 750 metri di altitudine, può contare su inverni molto nevosi che la rendono il più grande comprensorio sciistico del Friuli. Due sono le zone deputate agli sport sulla neve: la zona del Monte Lussari, dove è anche situato il borgo storico, e quella del Monte Florianca. I chilometri totali di piste dedicate allo sci alpino sono 33, di cui 4 appartenenti all’adrenalinica pista Di Prampero, illuminata anche per le sciate notturne che, in una discesa vertiginosa di mille metri dal Monte Lussari, raggiunge il fondovalle, di fronte a Camporosso. Cinquantacinque sono i chilometri dedicati alla specialità nordica, di cui 7,5 a innevamento programmato, con anelli di diverse difficoltà. Si va, infatti, dal difficile percorso della Piana del Priesnig, alla facile pista sulla Piana di Camporosso, o sulla Piana dell’Angelo. I chilometri della Piana di Fusine sono invece a disposizione sia dei fondisti che dei musher che praticano lo sleddog. Lo snowpark Gold Park è situato alla partenza degli impianti di Tarvisio del Duca di Aosta. I più piccoli potranno usufruire di un parco giochi sulla neve situato nella Piana dell’Angelo. Prezzi ski pass:
www.promotur.org

Emilia Romagna
Il comprensorio del Cimone (MO) è il più grande dell’Appennino tosco-emiliano e può contare su più di 50 chilometri di piste, tutte collegate tra di loro. Vi si accede con impianti su cui si può usare il medesimo skipass. Le piste da sci alpino sono in totale 27, così suddivise: 7 blu,12 rosse, 6 nere e 2 ibride (rosse e nere), mentre 30 sono i chilometri coperti da innevamento artificiale. Una delle principali novità di questa stazione, che ogni anno si rinnova, è costituita dal moderno snowpark che, sebbene di recente installazione, ha già ospitato gare di livello nazionale. Tre sono gli anelli dedicati al fondo, incastonati in un contesto naturale magnifico, come il Lago della Ninfa (5 km), Cimoncino (5 km) e Polle (2 km). I bambini possono invece divertirsi nei quattro baby park che il comprensorio ha fortemente voluto, per soddisfare anche le esigenze dei più piccoli. Prezzi ski pass: www.cimonesci.it

Toscana
La località di Abetone (PT) è posizionata a 1388 metri di altitudine ed è uno dei più rinomati comprensori votati agli sport invernali dell’Appennino. Ben 29 sono le piste dedicate allo sci alpino, per un totale di 50 chilometri e sono suddivise in 14 facili, 14 medie e una difficile. Sono sempre mantenute in perfette condizioni grazie agli impianti di innevamento programmato e ai battipista che giornalmente preparano i percorsi. Gli impianti di risalita possono contare su 10 seggiovie, 7 sciovie, 3 tapis roulant e 1 funivia. Due sono gli snowpark. Il primo presso il Pulicchio, il secondo in Val di Luce, in una nuova area completamente dedicata a questa specialità. I chilometri riservati allo sci nordico sono 18, di cui 8 nella riserva biogenetica denominata “Maiori” e 10 nella Val di Luce che, per ora, sono percorribili solamente con le ciaspole o gli sci da alpinismo. L’Abetone, come viene definito in Toscana, non è solamente sci, infatti in estate si trasforma in un centro vacanze per tutti coloro che amano il relax in quota e fare passeggiate in mezzo ai boschi, come il tragitto che va da Boscolungo al monte Libro Aperto, da cui si gode un panorama strepitoso. Prezzi ski pass: www.abetone.it

Abruzzo
Il consorzio Skipass Alto Sangro è l’Ente che riunisce i gestori degli impianti di risalita della Comunità Montana dell’Alto Sangro e dell’altipiano delle Cinque Miglia, a cui fanno capo i comuni di Roccaraso, Rivisondoli, Pescocostanzo, Barrea e Castel di Sangro. Il comprensorio è dotato di 150 chilometri di piste da discesa e 60 chilometri di anelli per il fondo, tutti utilizzabili con lo stesso skipass e questa estensione di tracciati rende l’insieme il più grande bacino sciistico del centro sud. Le piste in totale sono 100, quasi tutte a innevamento programmato, e sono dislocate nelle seguenti località: Aremogna-Roccaraso 29, Pizzalto-Roccaraso 16, Monte Pratello-Rivisondoli 31, Vallefura-Pescocostanzo 9 e Monte Vitelle-Pescasseroli 15, a cui sono asserviti 32 impianti di risalita. Il Pesco Swup Snowpark si trova nella zona di Vallefura-Pescocostanzo ed è considerato tra i migliori degli Appennini. Gli anelli per lo sci di fondo, con lunghezze che vanno da 0,5 chilometri a 15 chilometri si trovano nelle aree di Aremogna-Roccaraso, Monte Pratello-Rivisondoli e Bosco di Sant’Antonio-Pescocostanzo. Prezzi ski pass: www.roccaraso.net

Per le soluzioni di sosta in camper consultate il nostro dbase online oppure potete dotarvi delle nostre App per dispositivi iOS e Android, sarete certamente facilitati nella ricerca delle soluzioni di sosta anche durante il vostro viaggio.

 

Si ringraziano:
Elisabetta Ferrari delle Informazioni Turistiche dell’Abetone, Elisa dell’Ufficio Turistico di Breuil-Cervinia, Claudine David del CSC di Courmayeur, Ivana dell’Info Turismo Courmayeur, Debora del Consorzio Adamello Ski, Lorena Zuccolo dell’Ufficio Turistico del Friuli Venezia Giulia, Nicole Dorigo del Press Office Alta Badia, Chiara Costa di Cortina Turismo, Elisa Salvi dell’APT Val di Fassa, Valentina dell’ufficio Turistico di Sestola, Ezio Romano del Comune di Sestriere, Olivier Bottero dello IAT di Limone Piemonte.

Autore: 
Roberto Serassio
Punteggio: 
0

No votes yet

Data Aggiornamento: 
30-01-2016
Data Pubblicazione: 
30-01-2016