Tu sei qui

Speciale: I borghi camper friendly - Nord Italia | Viaggiare in camper

Il nostro paese può offrire tanto al turismo itinerante. Oltre alle città d’arte, possiede una miriade di siti storici che appartengono a diversi circuiti turistici. Molti di loro abbracciano la filosofia del vivere all'aria aperta offrendo servizi e possibilità di sosta. Vediamo quali sono in questa prima puntata dedicata al Nord Italia

Vai alla seconda parte

Mini-guida ai borghi amici del camperista
L’Italia è uno scrigno che racchiude all’interno dei suoi confini una varietà infinita di gioiellini costituiti da borghi storici e caratteristici che definire da sogno è riduttivo. Chi per un verso e chi per un altro, appartengono tutti a dei circuiti di prestigio pensati e studiati per valorizzare le peculiarità di ognuno. In questa sede abbiamo considerato i Borghi più belli d'Italia, i Paesi a bandiera arancione, i Paesi dipinti e i Comuni Fioriti. Tra loro, abbiamo identificato i borghi più aperti al camperista, con risultati inattesi!

Due parole sui circuiti
Il club dei Borghi più belli d’Italia è stato creato nel 2001 su impulso della Consulta del Turismo e dell’Associazione dei Comuni Italiani per valorizzare il patrimonio di storia, arte, cultura, ambiente e tradizioni dei piccoli centri italiani che sono fuori dai grandi flussi turistici. I requisiti per appartenere a questo circuito sono molti e piuttosto articolati, come si può evincere dalla Carta di Qualità pubblicata sul sito ufficiale del club (www.borghipiubelliditalia.it). L'associazione dei Paesi a Bandiera arancione, invece, è stata costituita nel 2002 con lo scopo di riunire tutti quei comuni che hanno ottenuto dal Touring Club Italiano la prestigiosa "bandiera" che viene conferita alle piccole località dell’entroterra che godono di un patrimonio storico, culturale e ambientale di pregio e sanno offrire al turista un’accoglienza di qualità (www.paesiarancioni.net). Il circuito dei Paesi Dipinti è nato su impulso dell’Azienda di promozione Turistica del Varesotto che, resasi conto nel 1994 che l’iniziativa di dipingere le pareti esterne delle abitazioni non era più un fatto isolato, decise di redarre un elenco dei comuni che possedevano questa peculiarità. Anche in questo caso lo scopo è quello di promuovere la funzione turistica dei Paesi Dipinti, attraverso il patrimonio pittorico antico e recente, realizzato sui muri delle case (www.paesidipinti.it). Infine in questa sede abbiamo considerato i cosiddetti Comuni Fioriti: il concorso relativo al circuito è organizzato dall’Asproflor in collaborazione con l’ATL Distretto Turistico dei Laghi. Lo scopo è premiare le Amministrazioni che si impegnano migliorando la fioritura e l’aspetto degli spazi pubblici comunali e stimolando la cittadinanza a fare uno sforzo di fioritura dei giardini, delle case, dei locali pubblici, delle aziende, delle scuole. La valutazione viene effettuata ad opera di una giuria di esperti e si basa su diversi elementi (www.comunifioriti.com).

Metodo di indagine
Non tutte queste località però sono dotate di strutture di accoglienza adatte per il turista itinerante, per cui la visita da parte dei possessori di veicoli ricreazionali può diventare difficoltosa. Fortunatamente la situazione pare in via di miglioramento e molti borghi di pregio si stanno attrezzando. Per invogliare il lettore a partire alla loro scoperta, abbiamo stilato una lista di località "camper friendly" seguendo sostanzialmente due criteri: appartenenza ad almeno uno dei circuiti sopra elencati e presenza nel comune di almeno una struttura di accoglienza (campeggio, area sosta, punto sosta, agricampeggio). Ma perchè abbiamo scelto di guardare nel bacino di questi circuiti? Sostanzialmente perché le loro finalità collimano perfettamente con l’essenza del vero camperismo: cultura del bello, vita all’aria aperta, rispetto del prossimo e delle tradizioni, senso civico, apprezzamento della buona cucina, amore per l’arte in tutte le sue manifestazioni ed educazione. Abbiamo scoperto che all'interno di questi circuiti le località attente al turista itinerante non sono poi così poche. Per questo abbiamo deciso di suddividere la nostra analisi in regioni e di pubblicarla su più uscite: in questo numero troverete l'approfondimento dedicato all'Italia Settentrionale mentre sul prossimo parleremo dell'Italia del Centro, del Sud e delle Isole. Per reperire informazioni sulle strutture di accoglienza, considerando l'elevato numero, rimandiamo al sito www.camperlife.it. Buon viaggio dunque: siamo sicuri che qualsiasi persona, entrando in uno di questi comuni, lo farà in punta dei piedi, attento a non disturbare l’armonia che vi regna.

Piemonte
Il turismo piemontese è partito in ritardo rispetto ad altre regioni italiane, ma sta diligentemente recuperando e, a dimostrazione di questo new deal, è l'unica località della penisola inserita nella guida Lonely Planet delle 10 migliori destinazioni europee del 2015. Un’ulteriore dimostrazione di questa ambizione è data dalla quantità delle località che appartengono ai diversi circuiti. In tutto sono ben 126 e di queste 37 sono attrezzate per ricevere i camper, pari a circa il 30%. In tutta la regione, considerando anche quelle "fuori" dai circuiti qui calcolati, sono 307 le struttura di sosta a disposizione dei camperisti e questo colloca il Piemonte al terzo posto in Italia, dopo la Toscana e l’Emilia Romagna, località da lungo tempo vocate al turismo. Di seguito le località che accolgono il camperista suddivise per circuito.

        Borghi più belli d’Italia
Prov. Alessandria: Volpedo
Prov. Cuneo: Chianale nel comune di Pontechianale, Neive
        Paesi a Bandiera arancione
Prov. Cuneo: Barolo
Prov. Verbano-Cusio-Ossola: Cannobio, Mergozzo
        Paesi Dipinti
Prov. Cuneo: Roccaforte Mondovì
Prov. Torino: Pianezza  
        Comuni Fioriti
Prov. Asti: Isola d’Asti
Prov. Biella: Mongrando
Prov. Cuneo: Alba, Crissolo, Limone Piemonte, Paesana, Peveragno, Savigliano, Villar San Costanzo
Prov. Novara: Pombia
Prov. Torino: Agliè, Avigliana, Cavour, Cesana Torinese, Chiusa di San Michele, Condove, Sestriere, Villar Pellice
Prov. Verbano-Cusio-Ossola: Ornavasso, Stresa
Prov. Vercelli: Carcoforo, Rimasco, Varallo

Mete appartenenti a più circuiti
Prov. Cuneo: Bene Vagienna (Paesi a Bandiera arancione, Comuni fioriti), Bergolo (Paesi a Bandiera arancione, Paesi dipinti, Comuni fioriti), Cherasco (Paesi a Bandiera arancione, Comuni fioriti)
Prov. Novara: Orta San Giulio (Borghi più belli d’Italia, Paesi dipinti nella frazione di Legro)
Prov. Biella: Ricetto di Candelo (Borghi più belli d’Italia, Comuni fioriti)
Prov. Torino: Usseaux (Borghi più belli d’Italia, Paesi a bandiera arancione, Paesi dipinti, Comuni fioriti)

Valle d’Aosta
Questa regione, a cui qualche tempo fa abbiamo dedicato uno speciale intitolato "La regione silenziosa", può contare su 12 località appartenenti ai vari club di cui il 50% attrezzato con strutture di accoglienza. Pur essendo una regione di piccoli dimensioni, la Valle d’Aosta possiede 48 zone di sosta.

      Comuni Fioriti
Prov. Aosta: Antey-Saint-André, Brusson, Gressoney-la-Trinitè, Gressoney-Saint-Jean, Pré-Saint-Didier

Mete appartenenti a più circuiti
Prov. Aosta: Etroubles (Borghi più belli d’Italia, Paesi a bandiera arancione, Paesi dipinti, Comuni fioriti)

Liguria
Questa regione ha una lunga tradizione turistica che affonda le sue radici nel 1800 e questo suo ruolo di decana del turismo italiano è stato ulteriormente confermato con la creazione del circuito dei Paesi a Bandiera arancione. In questo sodalizio conta ben 13 comuni membri, il che colloca la regione così al terzo posto, dopo la Toscana e le Marche. Ben 22 sono invece i paesi membri dei Borghi più belli d’Italia, mentre sono 6 quelli appartenenti ai Paesi dipinti e 4 ai Comuni fioriti. Purtroppo, questa dovizia di comuni membri non si traduce in altrettante strutture di accoglienza o meglio, a fronte di 43 località inserite nei circuiti, sono solamente 8 le opportunità di sosta che rendono questi borghi camper friendly. In realtà sono 88 le aree a disposizione del turismo itinerante, ma non rientrano il alcun circuito e sono rivolte a finalità diverse, magari di carattere balneare.

          Borghi più belli d’Italia
Prov. Genova: Campo Ligure
Prov. Imperia: Cervo
Prov. Savona: Laigueglia, Zuccarello
        Paesi a Bandiera arancione
Prov. La Spezia: Castelnuovo Magra (SP)
        Paesi Dipinti
Prov. Imperia: Badalucco
Prov. La Spezia: Levanto
        Comuni Fioriti
Prov. Savona: Piana Crixia

Lombardia
Contrariamente a quanto si potrebbe pensare, la Lombardia, nonostante sia una regione a forte carattere industriale, ha anche una valenza turistica importante soprattutto grazie ai suoi laghi e alle sue montagne. I comuni associati ai circuiti che ci interessano sono 48, ma solamente 11 sono le località che, secondo la nostra analisi, si possono definire "amiche dei camperisti". Un vero peccato perché la Lombardia può contare su 265 occasioni di sosta. L’augurio è quindi che i paesi che ancora non si sono dotati di strutture di accoglienza, leggendo questo articolo, si affrettino a recuperare il tempo perduto.

        Borghi più belli d’Italia
Prov. Brescia: Tremosine sul Garda Prov. Cremona: Soncino
Prov. Mantova: Grazie nel comune di Curtatone, San Benedetto Po
        Paesi a Bandiera arancione
Prov. Bergamo: Clusone
Prov. Cremona: Pizzighettone

Mete appartenenti a più circuiti
Prov. Brescia: Bienno (Borghi più belli d’Italia, Paesi a Bandiera arancione), Gardone Riviera (Borghi più belli d’Italia, Paesi a Bandiera arancione)
Prov. Mantova: Castellaro Lagusello Fraz. di Monzanbano (Borghi più belli d’Italia, Paesi a Bandiera arancione), Sabbioneta (Borghi più belli d’Italia, Paesi a Bandiera arancione)
Prov. Sondrio: Val Masino (Paesi dipinti, Comuni fioriti)

Veneto
La vocazione turistica di questa regione è evidente: è infatti la più visitata d’Italia. Questa sua vocazione si esprime attraverso le città d’arte, le città murate, le ville palladiane, il mare, i numerosi laghi, la montagna, le località termali e una moltitudine di cittadine di dimensioni minori, ma ricche di arte e cultura. In questa cornucopia turistica non possono certo mancare località facenti parte dei circuiti che stiamo trattando. In totale i comuni sono 18 e, se non si può dire che siano molti per una regione dal patrimonio artistico così importante, si può però notare che le strutture di accoglienza coprono  il 41% delle località membri.

        Borghi più belli d’Italia
Prov. Padova: Arquà Petrarca
Prov. Treviso: Asolo
Prov. Verona: Borghetto nel comune di Valeggio sul Mincio
        Paesi a Bandiera arancione
Prov. Belluno: Sappada
Prov. Verona: Malcesine, Soave

Mete appartenenti a più circuiti
Prov. Padova: Montagnana (Borghi più belli d’Italia, Paesi a bandiera arancione)

Trentino Alto Adige
Questa è una regione che ha il turismo nel DNA, sia d’estate che d’inverno migliaia di turisti affollano le sue montagne e visitano i deliziosi paesini e le cittadine che costellano il territorio. I comuni che appartengomo ai circuiti di cui stiamo parlando sono 27 e quasi il 50% è attrezzato con strutture idonee alla sosta, per cui si può davvero dire che i comuni elencati possono essere definiti a pieno titolo camper friendly.  

        Borghi più belli d’Italia
Prov. Bolzano: Chiusa/Clausen, Egna/Neumarkt, Glorenza/Glurns, Vipiteno/Sterzing
Prov. Trento: Canale di Tenno nel comune di Tenno, Mezzano
        Paesi a Bandiera arancione
Prov. Trento: Ala, Caderzone Terme
        Paesi Dipinti
Prov. Trento: Trento
       Comuni Fioriti
Prov. Bolzano: Merano/Meran
Prov. Trento: Arco, Ossana
 
Mete appartenenti a più circuiti

Prov. Trento: Molveno (Paesi a Bandiera arancione, Comuni fioriti)

Friuli Venezia Giulia
Una risorsa importante di questa regione è senza dubbio il turismo grazie alle sue spiagge, ai suoi borghi caratteristici, alle sue città e, naturalmente, alle sue montagne. Per quanto riguarda il nostro discorso, sono 11 i comuni associati ai vari sodalizi e più del 50% di questi è attrezzato per la sosta dei veicoli ricreazionali.

         Borghi più belli d’Italia
Prov. Gorizia: Gradisca d’Isonzo Prov. Pordenone: Sesto al Reghena, Valvasone
Prov. Udine: Venzone
         Paesi a Bandiera arancione
Prov. Pordenone: Maniago
        Comuni Fioriti
Prov. Pordenone: Tramonti di Sotto

camper parma castello fontanellato Rocca Sanvitale

Emilia Romagna
Questa si può definire la regione turistica per antonomasia. Le spiagge, le città d’arte, i borghi caratteristici, la gastronomia e la varietà di divertimenti a disposizione sono un richiamo irresistibile per centinaia di migliaia di turisti ogni anno. Anche il turismo itinerante trova nelle 311 strutture di accoglienza un’adeguata sistemazione. Tra queste ben 19 sono situate nei comuni di cui stiamo parlando in questo articolo che, in totale, sono 39. Se ne consegue quindi che la copertura di occasioni di sosta sfiora il 50%, collocando l’Emilia Romagna tra le migliori regioni del nord Italia.

        Borghi più belli d’Italia
Prov. Piacenza: Bobbio, Castell’Arquato
Prov. Rimini: Montefiore Conca, San Giovanni in Marignano
        Paesi a Bandiera arancione
Prov. Forlì-Cesena: Bagno di Romagna, Longiano, Premilcuore
Prov. Modena: Castelvetro di Modena
Prov. Parma: Busseto, Fontanellato
        Paesi Dipinti
Prov. Bologna: San Giovanni in Persiceto, Sasso Marconi
Prov. Ferrara: Argenta
Prov. Reggio Emilia: Novellara
Prov. Rimini: Saludecio
        Comuni Fioriti
Prov. Ravenna: Cervia

Mete appartenenti a più circuiti
Prov. Ravenna: Brisighella (Borghi più belli d’Italia, Paesi a bandiera arancione)
Prov. Bologna: Dozza (Borghi più belli d’Italia, Paesi dipinti)
Prov. Rimini: San Leo (Borghi più belli d’Italia, Paesi a bandiera arancione)

Vai alla seconda parte

Autore: 
Roberto Serassio
Punteggio: 
0

No votes yet

Data Aggiornamento: 
17-07-2018
Data Pubblicazione: 
10-07-2018