Tu sei qui

Slovenia, dai monti ai laghi, passando dalla più piccola capitale d'europa

Nonostante sia un paese di recente formazione (la sua indipendenza risale, infatti, al 1991) e faccia parte dell'Unione Europea dal 2004, la Slovenia è ricca di storia e tradizioni. Inoltre si trova in una posizione facilmente raggiungibile dall’Italia, almeno per chi si trova nel Nord-est del Paese.

Per un primo assaggio, magari proprio in occasione del Capodanno, alcuni angoli caratteristici da visitare, per iniziare a conoscere questo Stato, sono indubbiamente:
Lubiana, la piccola capitale immersa nei boschi;
il lago Bled, con il suo isolotto e il Castello
le affascinanti e inaspettate grotte di Postumia;
le rinomate terme di Catèz;
le incredibili piste di Kranjska Gora, per chi vuole una vacanza tutta sugli sci.

Partiamo dalla capitale, Lubiana, che è nota proprio per essere la più piccola capitale d’Europa con i suoi 270.000 abitanti. E’ una città a misura d’uomo incorniciata dalle Alpi e attraversata da un incantevole fiume. Grazie alla sua posizione può essere il miglior punto di partenza per esplorare la Slovenia ed è perfetta per essere visitata anche solo in un week end.
Lubiana è raggiungibile in camper dalle seguenti direzioni: Villach ( A ) E 651,
Klagenfurt ( A ) E 652/E 61, Graz ( A ) E 57/E 59, Trieste ( I ) E 61/E 70, Zagabria ( HR ) E 70, Budapest ( H ) E 57/E 71.
La capitale della Slovenia è un centro giovane e movimentato dove artisti e studenti popolano i locali e rendono l'atmosfera dinamica e moderna. La città però conserva anche le tracce di cinque millenni di storia: questo intreccio di antico e moderno è percepibile visitando il suo pittoresco centro medioevale, camminando tra le sue vie dove facciate in stile liberty si alternano a edifici rinascimentali e barocchi, conferendole così un fascino quasi da favola, sottolineato anche dal castello, che si staglia sullo sfondo del paesaggio.
Parte dell'impronta architettonica è dovuta a Jože Plečnik, definito il Gaudì sloveno, che costruì edifici di notevole interesse artistico anche a Vienna e Praga.
Cultura, creatività e storia sono le protagoniste di questa città, basti pensare che proprio qui si trova una delle più vecchie filarmoniche del mondo e che, ogni anno, si susseguono più di diecimila manifestazioni culturali di spicco di varia natura, da musicali a teatrali. A Capodanno, ad esempio, le piazze del centro sono animate da eventi per tutte le età e lo spettacolo dei fuochi d’artificio illumina la città come augurio per il nuovo anno.
Romantica e immancabile per tutti è una passeggiata tra i suoi ponti, che regala tutta l’atmosfera e l’essenza di questo centro sloveno, da gustare fino in fondo sedendosi in uno dei locali proprio in riva al fiume. Inoltre, ogni domenica mattina, sempre lungo il fiume, si tiene un grande e caratteristico mercato dell’usato.
Proprio i ponti sono tappe da non perdere, tra i quali vanno menzionati:
Il Ponte Del Drago: costruito alla periferia del nucleo medievale della città per onorare i 40 anni di regno dell’imperatore Francesco Giuseppe I. Legata a questo ponte c'è una leggenda che narra che proprio in questo punto Giasone, fondatore della città, con gli Argonauti uccise il drago.
Il Triplice Ponte: composto dal vecchio ponte di pietra del 1842 e da altri due ponti, aggiunti nel 1931 su progetto dell'architetto Jo?e Plečnik, costituisce un elegante punto di accesso alla città vecchia.
Il Ponte Dei Calzolai: il ponte più vecchio della Lubiana medievale, che univa le due sponde della Ljubljanica tra Tranča e la piazza Jurčičev trg. Il vecchio ponte ligneo fu eretto nel Duecento e su di esso sorsero delle capanne che ospitavano le botteghe dei calzolai, da qui ne deriva il suo nome. Nel 1867 il ponte ligneo venne sostituito con un ponte di ghisa, che collegò le due sponde del fiume Ljubljanica per 65 anni.
A Lubiana, il principale punto di interesse è il castello, che dona alla città un'atmosfera magica e surreale. Il castello fu sede del principe carinziano Spanheim, governatore della provincia, e successivamente nel 1335 diventò possedimento degli Asburgo e centro della Carniola; quello più moderno fu poi commissionato dall'imperatore Federico III. La struttura fu ampliata nei secoli e vide l'aggiungersi di torri e nuove aree e, ad oggi, è diventato sede di buona parte delle manifestazioni culturali e artistiche della città.

Il Castello può essere visitato durante il periodo invernale (1° ottobre - 31 marzo) dalle 10.00 alle 21.00, mentre nel periodo estivo (1° aprile - 30 settembre) l’orario delle visite va dalle 9.00 alle 23.00. Per raggiungere il Castello si può utilizzare la funicolare che lo collega al centro storico.
Nella splendida cornice dei giardini pubblici Tivoli, quelli cioè del Castello, è inoltre collocato il Museo della storia contemporanea della Slovenia, al palazzo Cekinov grad. Questi giardini, la cui storia parte dal tardo medioevo, costituiscono il parco più grande della Slovenia con i suoi circa 5 km2 di estensione. Luogo ideale per godersi una rilassante passeggiata, lungo i suoi tre principali viali alberati si incontra, per esempio, l'orto botanico con la sua serra e uno stagno risalente al 1880.
La visita alla scoperta della capitale slovena può poi continuare recandosi al Municipio di Lubiana, oggi sede del Comune, che si trova a Mestni trg 1, eretto nel 1484. Ricostruito nel 1718 su progetto dell'architetto Gregor Maček, conserva numerose testimonianze storiche del passato di Lubiana, come la fontana di Ercole e Narciso e l'auditorio gotico, dove già nei sec. XVI e XVII i lubianesi assistettero ai primi spettacoli teatrali.
Il Duomo di Lubiana è la Cattedrale di San Nicola, situata vicino al Triplice Ponte, nel cuore medioevale, che si erge sopra i tetti delle case con due cupole verdi. Nel corso della sua storia vide varie ricostruzioni, che la portarono da uno stile gotico a uno più barocco. L’interno è una vera scoperta di affreschi e sculture. Nei pressi del Duomo è da considerare anche il Palazzo del Seminario, risalente al 1714, che ospita la prima biblioteca pubblica di Lubiana, dove sono custoditi preziosi manoscritti.
I dintorni di Lubiana, così come tutta la Slovenia, sono ricchi di numerose bellezze naturali: un esempio è dato sicuramente dal Lago di Bled, a circa un'ora di strada. Bled si trova in prossimità del Parco nazionale del Triglav ed è il punto ideale per chi è appassionato di viaggi immersi nella natura.
La cittadina si affaccia sull'omonimo lago, il quale ospita al suo centro una piccola isola con una graziosa chiesetta. Bled è piacevole in qualsiasi periodo dell'anno perchè ogni momento le regala una caratteristica che lascia in assoluta contemplazione: dal lago ghiacciato durante l'inverno dove pattinatori e giocatori di curling trovano il loro ambiente ideale; a biciclette, percorsi per escursioni, cavalli e canoe nei mesi più caldi.

Da non perdere l'emozione di una gita in pletna, antica imbarcazione, per arrivare fino all'isola al centro del lago.
Anche Bled ha il suo castello, anzi sembra che esso sia il castello più antico della Slovenia. Situato su un imponente roccia alta circa 130 m, sovrasta il lago offrendo un'incredibile vista panoramica.
Continuando a conoscere la Slovenia per le sue bellezze naturali, un altro incanto sono le Grotte di Postumia. Adatte a chi ha un'anima da esploratore o semplicemente a chi vuole scoprire un tesoro nascosto e segreto custodito dalla Terra stessa, queste grotte celano al loro interno un labirinto sotterraneo di gallerie, cunicoli e sale, che si estende per 20 Km.
Dall'inizio del '900 è possibile visitare buona parte delle grotte a bordo di un trenino, che permette di ammirare comodamente questa gigantesca opera della Natura. Inoltre qui sarà possibile conoscere anche il Proteo (Proteus anguinus), l'animale endemita del Carso sloveno.
La Grotte di Postumia sono aperte tutto l'anno e la visita è di circa un'ora e mezza.
Castelli, parchi, laghi e anche acque benefiche. La Slovenia è, infatti, rinomata anche per le sue terme, che raggiungono i 32°C-73°C in superficie. La tradizione dei centri per il benessere è a dir poco secolare e rappresenta uno dei punti di forza dell'intera regione. La Slovenia, infatti, vanta ottantasette sorgenti naturali di acqua termale, dislocate in oltre 15 centri termali e climatici suddivisi, a loro volta, in strutture specializzate nella cura di problemi di salute e in centri dedicati al benessere e all’estetica.

Per provarne la particolarità e concedersi una pausa rigenerante un esempio sono le Terme di Catez, vero e proprio paradiso termale aperto tutto l'anno. La struttura si trova sulla riva destra del fiume Sava, lungo l’autostrada Lubiana-Zagabria, a 100 km da Lubiana. Il nome deriva da una leggenda popolare che racconta di un essere fiabesco, Čate?, per metà uomo e metà caprone, che nei punti dove si faceva vedere la gente scopriva spesso delle sorgenti d’acqua buona.
La struttura è divisa in riviera estiva e riviera invernale: la prima è il maggiore complesso di piscine termali esterne della Slovenia, con una superficie di oltre 10.000 m2; 10 piscine e numerose attrazioni acquatiche. Quella invernale si estende su oltre 2.200 mq e ha piscine acquatiche al coperto con attrazioni delle più varie.
La struttura termale ha stipulato una convenzione riservata agli associati di camperlife.it
Per chi volesse poi provare anche un'altra esperienza di vacanza termale, meritano di essere ricordate le terme che si trovano a Moravske Toplice, una cittadina di circa 6100 abitanti nella Slovenia Nord-orientale, dove i soci di Camperlife possono usufruire di una promozione particolare - vedi la news del 22 novembre scorso - .
- Altre info -
La Slovenia non solo offre relax e ristoro per corpo e mente, ma è anche la meta ideale per chi vuol praticare dello sport. In particolare, in questo periodo, il luogo preferito dagli appasionati della montagna è Kranjska Gora, che rappresenta un'ottima scelta per qualsiasi tipo di sciatore, grazie alla sua varietà di terreni e alla sua caratteristica di essere praticabile anche dai principianti.

E' il più grande complesso di sport invernali della Slovenia, a un’altitudine compresa tra gli 800 m e i 1570 m, con 5 seggiovie e 15 skilift. Qui si ritrovano, oltre a piste facili e di media difficoltà, 40 km di percorsi di sci di fondo, ma anche discese per lo ski touring.
Per chi ama le sfide della natura lo aspetta la scalata sul Lucifer: la famosa cascata ghiacciata a Martuljek, una delle destinazioni più amate dagli scalatori di cascate ghiacciate. Per chi è meno temerario può essere l’occasione per fare una discesa con lo slittino a Tromeja, Macesnovec, fino al Gozd Martuljek oppure fino a Krnica. Oppure fare una passeggiata con le racchette da neve durante il giorno o la sera, o ancora una marcia con le torce, fino a provare l'emozione di stare su una slitta trainata da renne o cani. Come in Italia, Capodanno si festeggia anche in Slovenia: sia in città sia in pista con il Capodanno All'Aperto, per iniziare il nuovo anno da veri sportivi!

Informazioni utili per il camperista
Per viaggiare in Slovenia:

è necessario procurarsi i “bollini autostradali” (a questo link www.dars.si potete trovare tutte le informazioni per acquistare la soluzione adatta ad ogni esigenza);
è obbligatorio l'uso dei fari anabbaglianti anche di giorno;
il pernottamento (aspetto di rilievo per un camperista) è permesso solo nelle aree di sosta riservate ai camper, oppure nei campeggi. - maggiori info
Suggerimenti per la sosta
Lubiana
:
► Ljubljana Resort Hotel & Camping Dunajska 270, SI-1000 Ljubljana www.ljubljanaresort.si
n. piazzole: 140 con capienza di 600 persone. Coordinate GPS: N 46°20'10" E 13°33'30".
► Punto di sosta a queste coordinate GPS: 46°5'51" N 14°31'8" E.
Bled:
Camping Bled Kidričeva 10c 4260 Bled Tel: ++386 4 575 20 00. Il campeggio di sei ettari può accogliere 1000 ospiti. Periodo d'apertura 20 marzo - 15 ottobre.
►- Camping Sobec Šobčeva c. 25 4248 Lesce Tel: ++386 4 535 37 00 Fax: ++386 4 535 37 01. Campeggio a 3 km dal Lago di Bled. Si trova all'interno della foresta, ha 500 piazzole ed è uno dei più grandi di tutta la Slovenia. www.sobec.si - GPS Location: N 46.355281 E 14.151074
► Punto di sosta: Bled - Kidriceva 10c - Coordinate GPS: 46° 21‘ 41'' N 14° 4‘ 50'' E.
Grotte di Postumia:
► Punto di sosta: Postojna - Coordinate GPS: 45° 48‘ 19'' N 14° 12‘ 14'' E.
► Camping PIVKA JAMA *** Veliki Otok 50, 6230 Postojna Tel: ++386 5 720 39 93 Fax: ++386 5 726 53 48. A quattro chilometri di Postojna.
Terme di Catez:
► Čate? ob Savi Topliška cesta 35, SI-8251 Čate? ob Savi - www.terme-catez.si
Il campeggio dispone di 400 piazzole e in particolare la zona per i camper, in tutte le stagioni, dà la possibilità per l'approvvigionamento dell'acqua e lo scarico dell’acqua nera.
Kranjska Gora:
► Punti di sosta: Kranjska Gora Coordinate GPS: 46° 22‘ 55'' N 13° 45‘ 36'' E
► Camping: Kamne *** Dovje 9 4281 Mojstrana campingkamne.com

 

 


Le immagini che illustrano l'articolo di Irene Cacciola sono state concesse dall'Ente Sloveno per il Turismo (www.slovenia.info)


 


 


 


Autore: 
Irene Cacciola
Punteggio: 
0

Average: 0 (0 votes)

Data Aggiornamento: 
29-02-2016
Data Pubblicazione: 
24-12-2011