Tu sei qui

Sicilia, una terra da cinema | Camper senza barriere

Un viaggio in lungo e in largo per l'isola che ha fatto da set alle riprese di Montalbano. Tre settimane di relax e mare, coltivando amicizie e cercando luoghi culturali visitabili agevolmente anche da chi è su una sedia a rotelle

camper camperlife rivista camper camperistiLo scorso anno abbiamo deciso di trascorrere 20 giorni in Sicilia. Appena sbarcati ci siamo recati al camping Soleado di San Vito lo Capo (TP) dove siamo rimasti per 4 giorni. La struttura è dotata di bar, pizzeria, bagni attrezzati e piazzole abbastanza grandi. I negozi principali sono appena fuori dal campeggio ma comunque tutti i giorni i vari commercianti del luogo passano all'interno del camping offrendo i loro prodotti (dal pane al pesce appena pescato, dalla frutta alla verdura). Uscendo dalla struttura ci si trova sul lungomare che, con una passeggiata di circa un chilometro e mezzo, porta fino in centro: sia questa passeggiata che tutto il centro sono perfettamente percorribili per tutti i disabili. Lo è anche la spiaggia: proprio di fronte al campeggio c'è un bagno con volontari dotati di attrezzature per portare in acqua i disabili gratuitamente. Dalla spaggia così come dalla strada si può giungere al porto. Da qui si può partire per tante escursioni, tra le quali quella alla Riserva dello Zingaro. La motonave è attrezzata per ospitare anche i disabili anche se poi, durante gli stop per i bagni in mare, non ho potuto tuffarmi per l'assenza di un sollevatore che mi avrebbe poi riportato a bordo.

camper camperlife rivista camper camperistiIl parco di Selinunte e Porto Empedocle
Qualche giorno dopo abbiamo ripreso il camper in direzione Trapani fino al sito archeologico di Selinunte, che si trova su due colline. Il percorso è lungo e dissestato ma, grazie a un trenino, mi è stato possibile visitarne ogni angolo. È il parco archeologico più grande d’Europa, con molti templi diroccati dai vari terremoti, molti dei quali avvenuti nel Medioevo. Finita la visita abbiamo fatto rotta verso Porto Empedocle fino all'area di sosta che si trova proprio sul mare. L'accesso in spiaggia, tramite gradini, non è fattibile con sedia a rotelle. Tuttavia i gestori sono disponibili a soddisfare ogni esigenza dei disabili. L’area si trova a circa 3 km dal centro e all’interno non vi sono particolari servizi ma anche qui tutti i giorni passano i rivenditori con i generi di prima necessità. La strada che porta verso il centro passa dal porto, costruito nel XV secolo insieme a una torre di sorveglianza della quale rimangono solo i ruderi. La parte bassa del centro è in piano e senza barriere. La parte alta è invece in collina e perciò difficoltosa per me da visitare. Da vedere ci sono la chiesa Madre di Porto Empedocle e il Museo del Mare. Sfruttiamo la disponibilità dei gestori dell'area per raggiungere in macchina la Scala dei Turchi: la strada per arrivarvi è troppo stretta per il camper e il percorso lungo la spiaggia non è ovviamente praticabile in carrozzina.

Palermo e i luoghi di Montalbanocamper camperlife rivista camper camperisti
Pochi giorni dopo abbiamo raggiunto la Valle dei Templi. Il parcheggio è abbastanza lontano dal sito, c’è però un servizio taxi a pagamento. All’ingresso del sito c’è la possibilità di salire su un trenino che, come a Selinunte fa tutto il percorso, fermandosi ad ogni tempio. Finita la visita abbiamo raggiunto l'agricampeggio Scalandri, vicino al centro di Punta Secca, con accesso diretto al mare e dotato di tutti i principali servizi. Siamo sul set cinematografico del Commissario Montalbano che nella fiction ha casa proprio in questo paese, peraltro perfettamente accessibile in carrozzina. Quando abbiamo visitato Scicli, abbiamo parcheggiato il camper adiacente alla piazza principale. Si tratta di un paese barocco immerso nei monti Iblei, ricco di ripide pareti calcaree, carrubi, muretti e chiese. È un mix tra le culture araba, greca e normanna. Anche qui sono state girate delle scene del Commissario Montalbano. Le vie del centro sono tutte in piano e facilmente percorribili per noi disabili. Non sono visitabili il palazzo del comune e il museo locale. Al contrario tante sono le chiese senza barriere architettoniche.

camper camperlife rivista camper camperistiTra Modica e Ragusa
Visitato Scicli, ci siamo portati a Modica e abbiamo parcheggiato in una via principale del centro. Ci siamo inoltrati per Corso Umberto e abbiamo visitato la parte bassa, interamente accessibile ai disabili. Non vale lo stesso per i monumenti e i musei, che presentano molte barriere architettoniche. Con un po' di aiuto sono riuscito a entrare nella chiesa di San Giorgio che è stata distrutta da tre terremoti ma è sempre stata ricostruita come l’originale e oggi è Patrimonio Mondiale dell’Unesco. Da notare la cupola che si innalza per 36 metri e l’imponente scalinata davanti. L’interno ha 5 navate e 22 colonne, un bellissimo organo del 1888 e tantissimi dipinti che vanno dal 1500 in poi oltre a un particolare dipinto naif su legno. Col camper si può arrivare alla parte alta dove c’è un belvedere e si possono visitare la chiesa di San Nicola Lupestre Inferiore e di San Piero, le altre non sono accessibili ai disabili. Il giorno dopo abbiamo raggiunto il quartiere antico di Ragusa chiamato Ragusa Ibla. Abbiamo fatto una bella passeggiata fino a una piazzetta dove siamo saliti a bordo di un trenino che in un'ora ci ha portato su e giù per vie e viette facendoci scoprire ogni scorcio di questo affascinante luogo. Oltre la porta antica visibile in centro, ci sono tanti monumenti. Nessuno però è accessibile in carrozzina. Per cui ci siamo rimessi in marcia verso Marzamemi.

Il tonno di Marzamemi e il mare dei dintornicamper camperlife rivista camper camperisti
Marzamemi è un tipico paese marittimo famoso per la lavorazione del tonno, acquistabile sia direttamente negli stabilimenti di lavorazione, sia nei negozi del centro. Il paese è caratterizzato da case bianche ed è interamente percorribile con la carrozzina. Abbiamo anche fatto tappa a Capo Passero e all’isola delle Correnti, famosa perché è il punto dove si uniscono i due mari e si trova a circa 150 metri dalla spiaggia: essendoci un fondale basso e sabbioso ci si arriva camminando (ovviamente il tratto non è percorribile dai disabili). Capo Passero è il paese più vicino ed è sulla punta sud orientale della Sicilia. Il paese ha strade in salita e discesa e per le carrozzine serve un piccolo aiuto. La notte siamo tornati a dormire a Marzamemi nel parcheggio per camper ed il giorno dopo abbiamo fatto rotta agli scavi di Siracusa.

Il parco archeologico Neapolis
Il parco archeologico è agibile a tutti, è situato nell’antico quartiere di Siracusa e racchiude la maggior parte dei monumenti siracusani giunti fino a noi. Nel pomeriggio ci siamo spostati da amici a Grammichele, un paese all’interno vicino a Caltagirone. Dopo una breve sosta, ci siamo avviati verso Piazza Armerina, una cittadina in provincia di Ennacamper camperlife rivista camper camperisti nell’entroterra del golfo di Gela. La zona è ricchissima di monumenti e il principale è Villa del Casale, costruita intorno al 350 d.C. e Patrimonio dell’Unesco dal 1992. La villa è tutta pavimentata con mosaici osservabili dal 2012 anche dall’alto grazie a un percorso sopraelevato. Tutto il percorso, compreso quello che va dal parcheggio alla villa, è senza barriere architettoniche. Al termine della visita ci siamo recati all’agriturismo Gigliotto che fa anche da agricampeggio e che è interamente accessibile dai portatori di handicap. Il giorno seguente abbiamo iniziato il viaggio di rientro con tappa presso l'area di sosta Kavani a Pizzo Calabro (VV) e l'agricampeggio Valle delle Ginestre a Ceccano (FR).

Informazioni utili per il camperista

Come arrivare in camper in Sicilia
Da Modena imboccare autostrada A1 in direzione Milano, una volta superata Parma seguire per Spezia, arrivare alla fine dell’autostrada e andare in direzione Livorno. Uscire al casello e seguire per il porto. Noi abbiamo raggiunto Palermo a bordo delle navi Grimaldi, convenzionate con il Club CLife.

Dove sostare in camper in questo tour della Sicilia
San Vito Lo Capo: Camping Soleado, via del Secco 40, 91010 San Vito Lo Capo (TP), GPS: N 38° 10' 26.81'' E 12° 44' 27.423''
Porto Empedocle: AA Parking Scala dei Turchi, Contrada Punta Grande Scavuzzo, 92010 Realmonte (AG), GPS: N 37° 17' 22.578'' E 13° 28' 45.029''camper camperlife rivista camper camperisti
Punta Secca: Az. Agricola Agric. Capo Scalambri, Contrada Punta Secca, 97010 Santa Croce Camerina (RG), tel. 0932/616263, GPS: N 36° 47' 36.506'' E 14° 29' 26.289''. Convenzionato con il Club CLife
Piazza Armerina: Agriturismo Gigliotto, s.s. 117 bis km 60, 95040 San Michele di Ganzaria (CT), tel. 0933/970898,  GPS: N 37° 17' 25.678'' E 14° 23' 17.667''
Pizzo Calabro: area di sosta Kavani, Contrada Difesa, 89812 Pizzo Calabro (VV), tel. 347/6219611, GPS: N 38° 47' 29.191'' E 16° 12' 54.878''
Ceccano: Agri Camper Valle delle Ginestre, via San Paolo Della Croce 35, località Badia 03023 Ceccano (FR), tel. 0775/621009, GPS: N 41° 32' 28.356'' E 13° 19' 6.311''

Mettiamoci in contatto
Vorrei che i disabili camperisti fossero consapevoli fin dalla partenza della situazione che incontreranno a destinazione, per questo redigo diari di viaggio dettagliati delle mie esperienze fornendo loro strumenti concreti per pianificare i loro spostamenti. Per svolgere in maniera più costante questa mia attività di raccolta di informazioni preziose per i portatori di handicap, mi piacerebbe avere il supporto di aziende sensibili al tema. Se qualche operatore del settore fosse disponibile a contribuire a questi viaggi alla scoperta di nuovi orizzonti oppure se in ascolto ci sono potenziali compagni di viaggio, ecco i miei contatti: tel. 335/5227470, massimiliano.ferrari76@gmail.com.

 

Autore: 
Massimiliano Ferrari
Punteggio: 
0

No votes yet

Data Aggiornamento: 
15-05-2018
Data Pubblicazione: 
15-05-2018