Tu sei qui

Saturnia (GR), le terme in inverno | Week end in camper

Una meta di tutto relax nell’entroterra maremmano dove, fra dolci colline e antiche vie romane, zampillano le calde acque termali di Saturnia (GR)

Chiare, calde, antiche acque
Saturnia, frazione del Comune di Manciano (GR), sulla cartina sembra lì, appena dietro la costa maremmana, e le strade disegnate sugli atlanti sono ingannatrici, non rivelano le loro mille curve…. Finalmente, dopo l’ennesima svolta della strada, si inizia a sentire l’odore acre di zolfo e dal finestrino del camper si vedono, sul fondo della valletta, i dannati felici: un fiume di acqua vaporoso spumeggia dentro una scalinata di piccole vasche scavate nella roccia, busti nudi emergono dall’acqua, fermi immobili, massaggiati dagli zampilli d’acqua sulfurea.
A prima vista sembrerebbe un girone dell’Inferno dantesco, ma i bagnanti hanno tutti un’espressione beata. In realtà questo è un posto di assoluto relax, dove si viene per godere di una zona termale in piena natura: sono le Cascate del Mulino, formate dal Gorello, torrente caldo che nasce dalla sorgente termale utilizzata anche dagli stabilimenti Terme di Saturnia. Nella parte alta delle cascate, si può percorrere a ritroso il Gorello e scegliere un anfratto nascosto da canne, dove fare un bagno in solitaria. Durante la stagione fresca, quando l’uscita dall’acqua calda può risultare sgradevole, un buon rifugio sono gli stabilimenti termali di Saturnia, annessi al lussuoso hotel e centro benessere.

Gli stabilimenti termali
Gli impianti delle terme (www.termedisaturnia.it) comprendono ampie zone all’aperto e ambienti chiusi, numerose piscine con cascate, idromassaggi e percorsi vascolari, sicuramente uno dei parchi termali più grandi della Toscana. L’acqua sgorga da una falda sotterranea al ritmo di circa 800 litri al secondo e a una temperatura costante di 37,5°C. Il continuo ricambio, determinato da questo imponente flusso d’acqua, permette di mantenere costanti le caratteristiche chimico-fisiche, gli effetti biologici e terapeutici e le condizioni igienico-sanitarie dell’acqua delle piscine. Naturalmente il centro benessere propone un’infinità di trattamenti estetici, massaggi, cure fisioterapiche, ma uno dei migliori trattamenti che le terme possano offrire è il panorama di vapori leggeri, di chiare acque, di dolci colline all’orizzonte: un panorama terapeutico che alleggerisce i pensieri. Gli stabilimenti si trovano in un’ampia vallata circondata da colli, sul più imponente dei quali sorge arroccato l’antico borgo di Saturnia.

Il borgo di Saturnia
Le origini del borgo si perdono in un passato assai remoto. In epoca etrusca il suo nome fu Aurinia, che i Romani mutarono in Saturnia, perché secondo il mito nata per opera di Saturno. Per l’odore di zolfo delle acque, un odore satanico, nel Medioevo si credeva che Saturnia fosse luogo di convegni di maghi e streghe, dove si compivano sortilegi e riti demoniaci. In seguito divenne parte della Repubblica di Siena finché, sotto il Granducato di Toscana, giunse all’Unità d’Italia. Della sua storia Saturnia conserva importanti monumenti, principalmente etruschi e romani. Nella centrale piazza Vittorio Veneto, scavi archeologici hanno portato alla luce antiche terme romane; fra siepi e aiuole curate, fanno bella mostra antichi reperti in pietra. Romana è la Via Clodia, un’importante strada consolare che collegava l’Etruria con Roma, in parte selciata, e la Porta con arco a tutto sesto, il vecchio accesso alla città, è il monumento più noto di Saturnia.

Informazioni utili per il camperista

Info turistiche
Ufficio turistico di Manciano, tel. 0564.620532, www.mancianopromozione.com.
Terme di Saturnia SPA, tel. 0564.600111, www.termedisaturnia.it.
Come arrivare in camper a Saturnia
Dalla Via Aurelia E80, ad Albinia prendere per Manciano-Pitigliano; a Manciano seguire per Saturnia. Dall’autostrada A1, uscire a Orvieto quindi proseguire per Bolsena, Pitigliano, Manciano.
Dove sostare in camper
Nell'area termale è possibile avvalersi di diverse soluzioni per la sosta in camper. Per la vicinanza all'area mineraria delle cascatelle del mulino, raggiungibili a piedi in pochi minuti, è consigliabile utilizzare i servizi messi a disposizione dall'area attrezzata Alverare dei Pinzi. Nell'area dell'abitato di Saturnia invece si può utilizzare l'area attrezzata La Quercia, convenzionata con il CamperLife Club, ma distante alcuni chilometri dalla zona termale.

 

Autore: 
Arianna Mantovani
Punteggio: 
0
No votes yet
Data Aggiornamento: 
16-01-2016
Data Pubblicazione: 
16-01-2016