Tu sei qui

Sardegna: il turismo itinerante è una risorsa per l'economia

Qual è l'impatto economico del turismo itinerante sull'economia della Sardegna? Ad analizzare i dati è FAITA FederCamping Sardegna, che rivela un risultato sorprendente.

camper camperlife rivista camperistiDal primo convegno a paternità FAITA FederCamping Sardegna dal titolo Campeggi e villaggi all’aria aperta: una grande opportunità per il turismo sardo tenutosi oggi a Cagliari, è emerso che il comparto del turismo all’aria aperta è una realtà particolarmente impattante sull’economia della Sardegna sia da un punto di vista economico che da un punto di vista sociale. Grazie a un questionario dedicato compilato dalle strutture associate a FAITA, è stato elaborato il primo Rapporto FAITA FederCamping Sardegna, una fotografia dettagliata del comparto turistico all’aria aperta.

 

Le strutture

Secondo le statistiche e la documentazione ufficiale, la Sardegna ha 70 strutture ricettive riconducibili al turismo all’aria aperta di cui 46 associate a FAITA-FederCamping Sardegna. Come si evince dai dati contenuti nel Rapporto, il 60% delle strutture associate a FAITA è di proprietà, più della metà (57%) è classificato con 3 stelle e più del 20% classificato con 4 stelle. La capacità ricettiva media è di 692 persone. Numerosi i servizi presenti: il 77% offre ai propri ospiti il servizio di noleggio bici, il 90% servizi di ristorazione; molti campeggi mettono a disposizione la spiaggia, con una media di 14.400 mq, o ne hanno una in concessione, per un’estensione media di 880 mq.

Gli ospiti

Le famiglie con bambini sono il target principale (66%), seguite dalle coppie (23%), dai gruppi e dai single. La Sardegna è particolarmente frequentata da stranieri che rappresentano il 37% degli ospiti. Tra i turisti italiani, il 37% è residente nel Nord Italia. Si viaggia soprattutto in auto (59%) e poi in camper (25%). Le preferenze dei turisti vanno alle piazzole (51%), in particolare quelle per camper (24%) seguite dalla tenda (16%). Secondo quanto emerge dal Rapporto, per quanto riguarda le modalità di prenotazione prevale per il 54% il canale diretto, segue internet (35%), mentre l’intermediazione tradizionale (come agenzie e tour operator) ha un ruolo contenuto pari al 7%.

Dipendenti e servizi

Nelle strutture associate FAITA lavorano un totale di 1.200 lavoratori, risultano complessivamente 1.900 se si considera l’intero comparto turistico all’aria aperta. L’89% dei dipendenti è sardo e quasi il 40% è multilingue. Le relazioni con il territorio sono ritenute dagli associati FAITA particolarmente importanti: si incentivano i servizi di trasporto pubblico locale e si offrono informazioni turistiche e bike corner. Nelle strutture si prediligono, poi, i ristoranti tipici e la vendita di prodotti enogastronomici sardi.

Aspetti ambientali

Il 70% delle strutture FAITA si impegna per la salvaguardia dell’ambiente e del territorio. Si effettua la raccolta differenziata dei rifiuti nel 100% dei campeggi e dei villaggi e quasi tutti la comunicano anche in diverse lingue straniere. Il 43% utilizza il solare termico per la produzione di acqua calda e quasi il 25% ha installato pannelli fotovoltaici. Il 73% ha attivato misure di riduzione dei consumi idrici. Molto diffuse anche la piantumazione di specie autoctone e l’illuminazione a basso consumo. Il 47% vende prodotti biologici per lo più locali. L’87% delle strutture accetta animali domestici.

Il valore economico

Le strutture analizzate fatturano annualmente una media di 1,2 milioni di euro ciascuna. Questo vuol dire che i 46 campeggi e villaggi sardi associati a FAITA fatturano complessivamente circa 56 milioni di euro, di cui quasi la metà con fornitori diretti, e creano un indotto indiretto sul territorio di ulteriori 50 milioni di euro. Se consideriamo, poi, l’insieme delle 70 strutture ricettive sarde si arriva a un fatturato totale di quasi 85 milioni di euro, con un indotto indiretto di altri 75 milioni di euro. Ovviamente nell’indotto indiretto non sono conteggiati i costi di trasporto da e per la Sardegna.

 

Autore: 
Redazione CamperLife
Punteggio: 
0
No votes yet
Data Aggiornamento: 
08-05-2018
Data Pubblicazione: 
08-05-2018