Tu sei qui

Sardegna in camper: piccole proposte per scoprire l'altra isola anche in autunno.

La Sardegna in camper non è solo una particolarità dell’estate. L’autunno, ricco di manifestazioni, accompagna, con i colori caldi e nitidi di una terra che non ha eguali in Italia e nel mondo, un tesoro di inestimabile valore. Le produzioni artigianali (intaglio del legno, il preparare il formaggio, la forma dei dolci, la preparazione di pietanze, la produzione e lavorazione del vino e il lavoro al telaio) - patrimoni gelosamente custoditi e ancora tramandati nei secoli da padre in figlio e da madre a figlia - sono in mostra nel cuore dell'Isola: la Barbagia.

Con questo spirito 26 comuni della provincia di Nuoro hanno aderito all’iniziativa "Autunno in Barbagia" organizzata dall’Aspen (Azienda Speciale della Camera di Commercio di Nuoro) per valorizzare identità, tradizioni e artigianato tipico. La manifestazione, che ha aperto i battenti lo scorso 2 settembre a Teti, un piccolo centro del Mandrolisai situato sulle montagne della Barbagia di Ollolai, nella splendida valle del Taloro, si concluderà il prossimo 18 dicembre ad Orune, un paese antico e chiuso, dove permangono forse più che in ogni altro, gli usi, le abitudini, i costumi, le tradizioni popolari più lontane. Tanti itinerari che accompagnano nei fine settimana i camperisti, e non solo, che non si accontentano delle riviste patinate, dove i luoghi si confondono e diventano tutti uguali, ma che cercano la sintonia con la natura selvaggia della montagna, che conserva importanti tradizioni e che possiede un patrimonio culturale millenario.
Autunno in Barbagia” rappresenta con le sue “Cortes Apertas” (le case del centro storico si ripopolano e rivivono di saperi e profumi del passato) un’opportunità unica per conoscere i piccoli centri in una porzione di territorio suggestiva e autentica della Sardegna dove tutto è particolare: dalla musica al canto a tenore fino al modo di comunicare in “limba”.

In questo viaggio di sapori, colori, cultura e tradizioni è il bel tempo a fare da piacevole cornice. L’estate, almeno qui in Sardegna, sembra proprio non voler cedere il passo al freddo autunno, ormai prossimo inverno, e la cosa certo non ci rattrista. Temperature superiori ai venti gradi (salvo qualche piccola scaramuccia o rovescio locale) accompagnano piacevolmente i nostri fine settimana, alimentando sempre più la voglia di uscire col camper. Lo stare insieme e condividere non solo i momenti di convivialità, rappresenta anche l’occasione per dialogare con le diverse realtà associazionistiche presenti in Sardegna.

Infatti, come hanno spiegato i due presidenti Salvatore Palma (Club Camperisti Sardi) e Salvatore Sanna (Associazione Camperisti Torres di Sassari) - durante varie uscite che ha visto una presenza media di oltre 55 camper e più di 160 persone - si rafforza sempre più la volontà di unire le diverse reciproche esperienze e idee del turismo itinerante, anche tra chi non fa parte di nessuna associazione, in modo da percorrere, insieme, iniziative comuni per sensibilizzare non solo gli enti locali, ma anche la stessa amministrazione regionale affinché disciplini, con una specifica norma, il sostegno al turismo itinerante e agevoli la realizzazione di aree attrezzate e di sosta in tutto il territorio regionale specialmente nei centri cittadini e non concentrandoli nei soli villaggi turistici o campeggi, decisamente molto scomodi e distanti dalle città e aperti solo d’estate. La Sardegna in camper, vale la pena di ricordarlo, non è una particolarità della stagione calda, ma di tutto l’anno per i residenti e non. Un’importante fetta di turismo che certamente, se ben intercettata, contribuisce ad incrementare l’economia non solo di piccoli centri urbani, ma anche di grandi città.

Tra pochi giorni sarà Natale e l’inverno avrà preso il posto all’autunno e con esso finiscono le Cortes Apertas. All’ormai prossima conclusione di Autunno in Barbagia è doveroso ringraziare tutte le comunità per la tradizionale ospitalità e cortesia. Un particolare ringraziamento va soprattutto a tutti i sindaci che gentilmente hanno concesso, gratuitamente, spazi e servizi adeguati ai camperisti, dimostrando sensibilità e attenzione a chi pratica questa forma di turismo.
In ultimo alle Proloco, ai Vigili urbani, ai Carabinieri, alla Polizia, ai Vigili del Fuoco e a tutti coloro, volontari e non, che hanno contribuito a rendere accogliente e piacevole il soggiorno con i nostri mezzi nei diversi centri della provincia di Nuoro che hanno aderito all'iniziativa, garantendo un costante e continuo controllo e la sicurezza a tutti noi. L’appuntamento è per la prossima edizione di Autunno in Barbagia 2012.
Un viaggio ricco di cultura, sapori, colori e forti emozioni, fuori dal tempo, circondato tra civiltà ancestrali, tradizioni, natura selvaggia e dalla magia di un’isola: la Sardegna vi aspetta, anche in autunno.
In collaborazione con gli amici del Club Camperisti Sardi

 

Autore: 
Redazione CamperLife
Punteggio: 
0

Average: 0 (0 votes)

Data Aggiornamento: 
23-02-2015
Data Pubblicazione: 
06-12-2011