Tu sei qui

Salone del Camper 2018: novità Etrusco

Giovane e agguerritissimo, il marchio italo-tedesco dell’entry level di qualità presenta il suo terzo motorhome con matrimoniale a penisola; stesso letto per il semintegrale T6900 QB. Su tutti, prezzi ancora più convenienti

Di antico ha solo il nome. Il resto per il marchio Etrusco sta tutto nel lasso di tempo che passa dalla presentazione nel 2016 ad oggi. A dispetto della giovane età, questo brand del segmento entry level ha solide spalle, visto che come i “cugini” Carado e Sunlight, appartiene alla grande famiglia Hymer. Per fare da subito la differenza, ha caratterizzato la produzione di semintegrali e di seguito anche di motorhome, con un riuscito mix tra design made in Italy, qualità ed esperienza del Gruppo di appartenenza. Adesso, con riusciti restyling, la differenza con la concorrenza è ancora più tangibile e facilmente percepibile a prima vista. Ai saloni di fine estate il marchio del cavallino Etrusco, dopo le sostanziali migliorie della passata stagione, si presenta con ulteriori perfezionamenti e un nuovo motorhome. Il debuttante I 6900 QB con la lunghezza che non supera i 7 metri, ha un ampio matrimoniale a penisola rialzato sopra il garage, bagno passante suddiviso nella toilette sulla destra e box doccia sulla sinistra con la possibilità di isolare la zona notte da quella giorno. Di seguito, cucina al centro con colonna frigo da 167 lt fronteggiante e living con semidinette frontemarcia, poltrone girevoli in cabina e divanetto laterale. Sul fronte scende il matrimoniale basculante che assicura ai quattro passeggeri comodi e ben separati posti letto. Utili modifiche anche alla versione semintegrale di questa pianta, già in catalogo con la sigla T 6900 QB.

camper camperlife rivista camperisti etrusco

Restyling di comfort

Nel restyling è migliorata in particolare l’agibilità del living e della zona toilette-camera matrimoniale. Nuovo su tutti gli Etrusco il consistente sostegno dello schienale della semidinette frontemarcia con fascia luminosa a LED, gli utili binari appendi tutto sia in cucina che in bagno, l’applicazione bianca per il corrimano sull’ingresso, la nuova e più funzionale collocazione della centralina di comando. Elementi questi che si aggiungono alle tante accortezze riscontrabili nei semintegrali e nei motorhome, come i confortevoli materassi Clima-Plux con supporti ortopedici, le tende con mantovane o le prese USB. E ancora, nel blocco cucina la griglia in ghisa per i fuochi, il rubinetto del monocomando in metallo, i cassetti con chiusura soft Close, nel bagno la pedana in legno di serie o nell’impiantistica la potente stufa Truma Combi da 6000 watt. In più, un ricchissimo e aggiornato catalogo di accessori per completare o arricchire il veicolo. Primo fra tutti il basculante in opzione nei semintegrali ad esclusione delle due piante sotto i sei metri. Sfogliando il catalogo, a fianco del nuovo motorhome abbiamo Il modello I 7400 QB che in dimensioni superiori ripropone il letto a penisola incorniciato da pensili e due armadi. Nella stessa zona il motorhome I 7400 SB ha invece due letti gemelli uniti sotto la testata trasformabili in maxi matrimoniale. Ambedue i modelli hanno il bagno passante con la toilette sulla destra e il box doccia sull’altro lato. Anche questi due motorhome hanno modelli equivalenti tra i semintegrali: i T7400 QB e T 7400 SB. Restando tra i semintegrali, oltre al già citato T 6900 QB, completano il catalogo Etrusco 2019 il T 7300 SB lungo 7 metri e 38 con letti gemelli, il T 6900 DB lungo 6 metri e 99 con matrimoniale trasversale sopra al garage. Lunghi invece 598 cm il T 5900 DB, sempre con matrimoniale trasversale sopra al garage, e il T 5900 FB con letto longitudinale alla francese. Un ulteriore piacevole sorpresa è il listino prezzi 2019 ridotto, a seconda del modello, fino a 2.000 euro in meno rispetto al listino 2018.

Azienda & Prodotto

Etrusco è il terzo marchio entry level del colossale Gruppo Hymer che produce dal 2006 nel grande stabilimento Capron, non lontano da Dresda, i Carado e i Sunlight. Gli Etrusco nascono invece in Toscana nel modernissimo stabilimento Hymer di San Casciano Val di Pesa. Il nome prende spunto dal ritrovamento di vestigia etrusche, oggi collocate a fianco dello stabilimento, durante la costruzione del polo produttivo. Ecco perché oltre al nome, anche il logo col cavallo stilizzato che ricorda i manufatti dell’antica civiltà etrusca. I 10 modelli suddivisi in 7 semintegrali e 3 motorhome sono tutti su meccanica Fiat Ducato Euro 6 130 cv. Per tutti, tetto, parete posteriore (anche frontale nei motorhome) sono in vetroresina e in alluminio le pareti laterali. La cellula è garantita 5 anni contro le infiltrazioni.

Focus on: T5900 DB

Se cerchiamo un semintegrale per due con dimensioni e pianta da camper, ma dall’abitabilità nettamente superiore, il T5900 DB è da valutare con attenzione. Se invece preferite il letto alla francese per non scavalcare chi dorme accanto, nelle stesse dimensioni il T 5900 FB lo prevede sulla sinistra, disposto alle spalle del living. Sull’altro lato, affiancato al matrimoniale, il vano toilette, di seguito l’armadio e la cucina. Nessuno dei due ha la possibilità del basculante, c’è però l’opzione del singolo dal living.

camper camperlife rivista camperisti etrusco

www.etrusco.com

 

Autore: 
Redazione CamperLIfe
Punteggio: 
0

No votes yet

Data Aggiornamento: 
04-09-2018
Data Pubblicazione: 
04-09-2018