Tu sei qui

Salisburgo: se non ora, quando? | Viaggi in camper

Patria dei mercatini di Natale più antichi d’Austria, Salisburgo è la destinazione ideale da visitare nel mese più magico dell’anno. Andiamo a scoprirla insieme.

Se c’è una città che, più delle altre, merita di essere visitata durante la stagione più magica dell’anno, è senza dubbio Salisburgo. La patria di Mozart, nonché la destinazione più elegante d’Austria, è una meta imperdibile per gli appassionati di mercatini invernali, gastronomia locale e atmosfere natalizie. A dicembre sono tante le cose da fare qui: non solo mercati, ma anche appuntamenti musicali che animano Salisburgo per tutto il mese. Che decidiate di recarvi qui per un weekend o più tempo, di una cosa potete stare certi: Salisburgo non delude mai. Mettete in moto il camper, portatevi dietro un paio di guanti e preparatevi a vivere in prima persona uno dei Natali più entusiasmanti della vostra vita. 

Viste memorabili

Che Salisburgo sia una delle città più affascinanti d’Europa, lo si nota subito appena messo piede in centro. Circondata da dolci colline e presidiata dalla Fortezza di Hohensalburg, la più grande fortezza medievale d’Europa, la città austriaca offre uno dei panorami scenografici più belli del vecchio continente e del mondo intero. Una visita alla fortezza (da prenotare i percorsi guidati che conducono alla scoperta delle numerose sale al suo interno) è d’obbligo per chiunque si rechi qui: fondata nel 1077, assunse l’attuale aspetto solo successivamente, quando i principi-arcivescovi austriaci ne fecero la loro residenza. Se è vero che la fortezza è un must qui a Salisburgo, è altrettanto vero che le viste migliori sulla città si hanno da altri balconi panoramici che includono nel quadro anche la gigantesca roccaforte. Tra tutti, la terrazza Humboldt, presso il Museum der Moderne Monchsberg, e Kapuzinerberg, la collina dirimpettaia, dalle cui pendici la meraviglia è assicurata.

Musica maestro!

Se c’è una cosa che, più di altre, ha reso Salisburgo famosa nel mondo, è la musica. La città austriaca non solo è una delle destinazioni musicali più note nel globo, ma è anche la patria del grande Wolfgang Amadeus Mozart, il più celebre compositore austriaco di tutti i tempi. Una visita a Salisburgo, dunque, non può dirsi completa senza una tappa alla Casa di Mozart, l’abitazione collocata al n.9 di Getreidegasse dove è nato il grande compositore. È impossibile non notarla: la sua vivace facciata dipinta di giallo risalta nel centro cittadino. Il musicista è la star indiscussa di Salisburgo, la sua faccia si trova ovunque per la città, non solo su magliette, ventagli e orologi, ma anche e soprattutto sui cioccolatini, le famose “palle di Mozart”, un acquisto imprescindibile per chiunque visiti la città. All’ex bambino prodigio, Salisburgo dedica ogni anno la Settimana Mozartiana, un festival con concerti, spettacoli teatrali e opere che, nel 2019, si terrà dal 24 gennaio al 2 febbraio.

Antico e moderno

Salisburgo è una città che, nonostante le basse temperature invernali, si gira agevolmente a piedi. Un tour classico del centro storico comprende visite al Duomo, con la maestosa cupola ricostruita dopo l’ultima guerra, la barocca Kollegienkirche, l’abbazia di San Pietro con la grande cancellata interna di ferro battuto dorato e, infine, la Franziskanerkirche con uno dei cori gotici più belli del vecchio continente. Chi non riesce a fare a meno di visitare musei, mostre o esibizioni temporanee neanche durante le vacanze, non si disperi: Salisburgo è ricca di luoghi dove perdersi e ammirare capolavori dal valore inestimabile. Il DomQuartier, un allestimento museale che riunisce in un unico percorso di visita musei, saloni e gallerie nel centro città dichiarato patrimonio dell’umanità dall’Unesco per il suo forte valore culturale, è il luogo ideale dove recarsi. E poi ancora, il Museum der Moderne, con due location d’eccellenza in città, nelle cui sale sono ospitate opere dal valore inestimabile di artisti contemporanei austriaci e, soprattutto, interessanti mostre temporanee.

È tempo di Natale

Fino al 15 dicembre è in programma il Festival dei Canti dell’Avvento Salisburghese, una delle più importanti e sentite tradizionali manifestazioni invernali della città. Durante il festival, ospitato al Grande Teatro del Festival, si esibiscono musicisti e cantanti in melodie tradizionali tipiche del periodo natalizio. Non in molti lo sanno, ma Still Nacht, la più famosa canzone di Natale di tutti i tempi, è stata inventata proprio nel Salisburghese nel 1818. Ma sono i famosi mercatini di Natale di Salisburgo che, da soli, valgono il viaggio in questa magica e affascinante città. Il più antico di tutti è il Mercato di Gesù Bambino, ospitato nelle piazze del Duomo e della Residenza, le cui origini risalgono addirittura al XV secolo. Tra le bancarelle in legno si va alla caccia della migliore produzione artigianale del Salisburghese, si gustano leccornie tipiche locali, si ammirano presepi e si assiste a piacevoli concerti natalizi. Il mercatino di Piazza Mirabell, invece, è il luogo prediletto per chi vuole assaporare delizie culinarie tradizionali realizzate nelle deliziose casette colorate che lo caratterizzano. Il tour dei mercatini prosegue poi nel parco del Castello di Helbrunn, decorato a festa per l’occasione, o nella Kajaternplatz, il luogo ideale per fare interessanti acquisti artigianali. Infine, fino al 23 dicembre è possibile partecipare al divertente mercatino dell’Avvento nel cortile della Fortezza Hohensalzburg. 

Pause di gusto

Visitare Salisburgo senza passare un po’ del vostro tempo in una delle meravigliose pasticcerie del centro storico? Impossibile. Non c’è niente di più bello e tradizionale che concedersi un buon caffè accompagnato da una deliziosa fetta di Sacher o strudel. Sono numerosi i caffè e le pasticcerie in città, ma è d’obbligo fare una sosta ai tavoli dello storico Café Tomaselli, il più famoso punto di ritrovo di Salisburgo. Altri luoghi imperdibili sono Sacher, noto come si capisce dal nome per la produzione della golosa torta a base di cioccolato, e Fürst, dove sono vendute le originali palline di cioccolato, marzapane e nocciola.

Un tuffo nella natura

Salisburgo non è soltanto incredibilmente bella e magica, ma è anche una delle mete preferite dagli appassionati di attività sportive invernali. I suoi dintorni, infatti, sono tra le mete più ambite dagli esperti di sci e snowboard, perciò basta spostarsi leggermente dal centro città con il camper e, dopo poco più di un’ora di strada, si raggiunge Zell am See, una nota località sciistica. Qui, i principali eventi si tengono nei mesi di gennaio e febbraio. 

Per le foto si ringrazia: Ente Turistico Salisburghese 

Per arrivare
Dal Brennero, si percorre prima la A22 prima e poi la A13 in direzione Innsbruck. Proseguendo sulle autostrade A12, E45 ed E60 si raggiunge infine Salisburgo. Altrimenti, è possibile raggiungere la città austriaca da Tarvisio tramite la A23, proseguire in direzione Villach (A2) e poi seguire in direzione Salisburgo sulle A10, E55 ed E60.

Per la sosta
Panorama Camping: camping situato a nord del centro. Fermata dell’autobus a 5 minuti dal camping. Rauchenbichlerstrasse 21, www.panorama-camping.at, GPS: N 47° 49' 43.31'' E 13° 3' 8.751''

Camping Nord-Sam: a venti minuti dal centro che si raggiunge facilmente con l’autobus la cui fermata è situata proprio di fronte al camping. Samstrasse 22a, www.camping-nord-sam.com/it/, GPS: N 47° 49' 38.248'' E 13° 3' 45.236''

Informazioni utili
www.salisburghese.com 

 

Autore: 
Francesca Masotti
Punteggio: 
0

No votes yet

Data Aggiornamento: 
15-12-2018
Data Pubblicazione: 
15-12-2018