Tu sei qui

Sagra degli IN a Cossano Belbo

Cossano Belbo è un piccolo paesino situato al centro della Valle Belbo, nella bassa Langa a circa 30 Km da Alba e da Asti nella parte sud orientale del Piemonte ed è uno dei 250 Comuni della Provincia di Cuneo. L’iniziativa e il coraggio del comune e della Pro loco, la buona volontà e l’orgoglio dei suoi abitanti fanno si che per la tredicesima volta consecutiva il secondo week end di maggio sia dedicato ai suoi prodotti tipici, alle manifatture di Langa oltre che all’artigianatoenogastronomico.
Tajarin, ravioli al plin, salamin, trifolin, farina del Mulin, Furmentin e Bon vin, sono le proposte enogastronomiche d’autore che hanno reso celebre il piccolo Paese di Langa.
La curiosa e frequente desinenza “in” dei suoi prodotti tipici e del noto pittore locale Francesco Bo (ma in piena coerenza con l’intento dell’iniziativa è meglio conosciuto col soprannome Cichinin) ha ispirato il nome di una sagra che di anno in anno si consolida per qualità e livello di offerta.
Il numero sempre crescente di visitatori, composto da persone incuriosite e neofite, ma anche da affezionati ospiti del caratteristico paesino, premia ogni anno la fatica e l’impegno degli organizzatori. L’ottima riuscita della manifestazione, infatti, è conseguenza dell’impegno delle Borgate del Paese e dalle Aziende cossanesi che, rispettivamente, preparano prelibati piatti tipici e vini da degustare durante la giornata. Grandi sforzi sono stati fatti anche dalle amministrazioni comunali che negli ultimi anni hanno investito ingenti somme per finanziare opere di abbellimento del paese e del territorio circostante. Cossano Belbo, conosciuto ai più grazie alle citazioni nelle opere di Pavese e Fenoglio, merita di crescere a livello turistico sia per l’incredibile bellezza del paesaggio che per la ricchezzaenogastronomica.
La principale risorsa del Paese è la coltivazione della vite, in particolare del Moscato d’Asti (Cossano Belbo è infatti compreso nei 52 Comuni appartenenti alla zona tipica di produzione del Moscato d’Asti “DOCG”) oltre che del Furmentin (per non privarci della desinenza tipica) e del Dolcetto d’Alba.
Cossano Belbo è noto a livello nazionale ed internazionale per le sue cantine vinicole come la Cantina Sociale “Terrenostre”, “S. Orsola”, “Toso”, “Villa Lanata”, “Montaldo” e “Scanavino” che con il loro vino contribuiscono a far conoscere il territorio. A testimonianza dell’operosità delle persone e con la voglia di riuscire nel proprio lavoro, sono nati altri produttori come l’Azienda Agricola “Cà d’Michel”, “La Rù”, “Poderi Roccanera”, l’azienda agricola “ Grimaldi Elio” e l’Azienda Agricola “Bianco” con la produzione di vini tipici come il Moscato ed il Dolcetto. Altre importanti realtà sono la “Cooperativa Carni Vallebelbo” dove si possono trovare carni e salumi tipici piemontesi, il “Mulino a pietra Marino” che con le sue esclusive farine è conosciuto nella migliore ristorazione nazionale ed estera.
La ristorazione, fiore all’occhiello del Paese, con i suoi ristoranti tipici, il rinomato “Universo” ,il ristorante della Posta “ Da Camulin” e il ristorante-pizzeria “La Lanterna” oltre che con gli agriturismi, offre tutto l’anno le eccellenze stagionali locali: tajarin e agnolotti al plin in particolar modo. Le specialità dolciarie: amaretti, torte di nocciola, ma anche i tipici trifulin, si possono trovare presso la Pasticceria Capello. I turisti possono pernottare, oltre che trovare ristoro, presso i caratteristici e accoglienti agriturismi San Bovo, Cascina Serra, La Rovere, Langa Soprana, Cascina Ciapolin e Andrea B&B. Nell’ombra del settore vitivinicolo, il settore enomeccanico ha conosciuto in questi ultimi anni una forte espansione: sono presenti aziende specializzate nella fornitura di impianti e di macchinari per la lavorazione delle uve, l’imbottigliamento e il confezionamento di vini e dei prodotti alimentari. L’operosità della gente si riconosce nella conduzione intelligente ed appassionata diaziende agricole, di imprese artigianali e commerciali, di cooperative, ma anche da industrie sia vinicole sia meccaniche, il tutto a testimonianza di un felice connubio tra tradizione, rispetto del territorio e dei suoi prodotti ed un elevato livello tecnologico.
Non mancano gli aspetti storici legati a questo paese.

Nel Medioevo l'antico borgo di Coxanum era al centro di un percorso obbligato nel commercio di panni e di tessuti pregiati tra i territori oltremontani e il marchesato di Genova.  All'inizio del mese di marzo del 1274 i mercanti astigiani inviarono verso la Riviera venti "troselli" di panno francese e venti fasci di tela, caricati ognuno su una bestia da soma. I Marchesi Manfredi e Giacomo di Busca aggredirono, a Cossano Belbo, il convoglio diretto a Genova, sequestrarono la merce e rimandarono i mercanti a piedi ad Asti. Il rifiuto di Busca alla richiesta di restituzione, scatenò, la sera del 24 marzo 1274, una sanguinosa battaglia tra 10000 fanti astigiani e l'esercito degli Angioini.

   
Programma dettagliato della manifestazione - cliccate qui per scaricare la locandina
Sabato 14 Maggio 2011

Ore 16,30 Convegno “Asti e Moscato d’Asti: le Docg “IN” passato, presente….e futuro

Dalle ore 18,30 Serata enogastronomia all’insegna dei piatti della tradizione

Cantè “IN” Magg….Musiche e balli della tradizione Piemontese

Ore 22,00 Fireworks “IN” the bottle … evento pirotecnico….e non solo….

 
Domenica 15 Maggio 2011

ingresso libero

Dalle ore 11.00 Apertura mostra fotografica

Esposizione e dimostrazione della scuola mosaicisti di Spilimbergo

Esposizione dei “ Cavalieri alati “

Dalle ore 12.30 Pranzo “itinerante” tra le locande “IN” con piatti tipici

Ore 14,30 Inizio rappresentazione storica “ La battaglia di Cossano 1274 - ” La ritorsione “

Realizzata dal gruppo Moretta di Alba

Alle ore 15,30 Spettacolo attrazione con “ I Cavalieri Alati “ della Falconeria Maestra

Ore 16,30 Corsa dei “Patin”

Ore 18.00 Merenda sinoira

Durante tutta la giornata caricaturisti, mimi e giocolieri, vi faranno rivivere un “Incantevole tuffo nel passato”; visite guidate presso le aziende enogastronomichelocali.

 
Sostare in camper
Per la sosta dei VR l'Organizzazione ha predisposto uno spazio a circa 700 mt dal centro. I camper saranno ospitati presso la cantina Terrenostre, in località San Martino, strada provinciale 594 nr. 4, Cossano Belbo. Non sono presenti servizi di alcun genere e per meglio poterne fruire è consigliabile prenotarsi contattando la Pro-Loco di Cossano Belbo. Cliccate qui per l'indirizzo e-mail - Tel. 014188125 - Coordinate GPS per arrivare alla Cantina Terrenostre: N44.661264 E8.193391

 


 




Punteggio: 
0

Average: 0 (0 votes)

Data Aggiornamento: 
02-01-2014
Data Pubblicazione: 
15-04-2011