Tu sei qui

Pneumatici da neve, tutto quello che c'è da sapere | Le inchieste di camperlife

Siamo nel pieno dell'inverno e molti camperisti hanno già organizzato le vacanze di Natale. Indaghiamo quindi su un aspetto fondamentale dei nostri viaggi sulla neve: le gomme. Quali scegliere? Quali sono i vantaggi del doppio treno invernale e quali, invece, quelli delle "quattro stagioni"?

È tempo di settimane bianche e i camperisti amanti della neve stanno già scaldando i motori dei loro mezzi, impazienti di iniziare le vacanze. Lo scorso febbraio abbiamo descritto le precauzioni da prendere quando si viaggia e si soggiorna sulla neve. Torniamo sull'argomento con questo articolo dedicato alle gomme e alle opzioni possibili per viaggiare in sicurezza su strade innevate o ghiacciate. Cominciamo col dire che in commercio si trovano quattro tipi di pneumatici: estivi, invernali, quattro stagioni e chiodati. In questa sede ci limiteremo a trattare le gomme antineve invernali e le quattro stagioni.

camper camperlife penumatici invernali neve inverno gomme invernali catene da neve M+S

Gomme invernali o quattro stagioni?
Cosa scegliere, il doppio treno estivo/invernale o le quattro stagioni? È abbastanza difficile dare una risposta definitiva al quesito: ogni utente dovrà effettuare una scelta in base alle sue esigenze, conoscendo le differenze sostanziali tra le categorie. I pneumatici invernali sono caratterizzati da una mescola studiata appositamente per garantire una grande efficienza anche in presenza di basse temperature. Il battistrada è costituito da tasselli alti e da speciali lamelle che consentono alla gomma di godere di un’ottima presa anche su strade ghiacciate. Le gomme quattro stagioni differiscono da quelle estive per i materiali e il disegno del battistrada. La mescola infatti contiene più silice, che serve a mantenere lo pneumatico più morbido anche con basse temperature. Il battistrada è più ricco di lamelle e canali di espulsione di acqua e neve, senza però raggiungere il livello delle gomme invernali. Tutte le gomme omologate per l’uso invernale devono riportare la marchiatura M+S, le iniziali delle parole inglesi Mud and camper camperlife penumatici invernali neve inverno gomme invernali catene da neve M+SSnow (fango e neve). Ma la sigla M+S non sempre identifica una corretta progettazione per tutte le condizioni invernali. Per fregiarsi della marcatura è sufficiente che il disegno del battistrada abbia tasche multiple o fessure in almeno un bordo del battistrada che si estendono verso il centro di almeno mezzo centimetro dal bordo, solchi perpendicolari con una larghezza trasversale minima di 1/16 pollici, bordi delle fessure/canali ad angolo tra 35 e 90 gradi rispetto alla direzione di marcia e un'area di vuoto (rispetto alla superficie di contatto) almeno del 25%. Tutto questo significa che uno pneumatico, benché riporti la marcatura M+S, non è necessariamente antineve, anche se per la normativa italiana non è passibile di sanzioni amministrative. Tuttavia, un conto è la legge e un conto è la pratica. Pertanto, prima di avventurarsi su strade ghiacciate o innevate, è meglio assicurarsi che il disegno del battistrada sia veramente adatto all’uso invernale. Dal 1° novembre 2014 la Comunità Europea ha stabilito, con normativa ECE ONU N.117, che tutte le gomme invernali, oltre alla sigla M+S, debbano riportare il simbolo del fiocco di neve e, se anche il codice stradale italiano varato nel 2015 non ha recepito la direttiva, si presume che i produttori si siano adeguati alle nuove norme. È evidente che la migliore performance si ottiene montando pneumatici specifici per ogni condizione e al proposito è necessario ricordarsi di sostituire le gomme, ad eccezione delle "all season", con il cambio di stagione. Gli pneumatici estivi con il freddo tendono infatti a indurirsi, perdendo in tenuta e stabilità. Inoltre i tasselli lisci non hanno praticamente nessuna presa sul ghiaccio e sulla neve. Viceversa quelli invernali, se utilizzati con alte temperature, tendono ad usurarsi troppo rapidamente e quindi non garantiscono più la giusta stabilità al mezzo.

Vantaggi e svantaggi delle due tipologie
Come abbiamo visto, le prestazioni sono senza dubbio migliori nel doppio treno inverno/estate, che tuttavia costringe l’utente ad effettuare due cambi stagionali e ad acquistare otto pneumatici ogni dieci anni, calcolati dalla data di produzione riportata sulla marcatura DOT, e quindi spendere parecchi quattrini. Visti i costi di quelli specifici per camper camperlife penumatici invernali neve inverno gomme invernali catene da neve M+Scamper, significa una spesa importante. In realtà non esiste data di scadenza, ma tutti i produttori sono concordi nel consigliare di sostituire i pneumatici dopo dieci anni di vita. Inoltre è vietato montare sullo stesso assale, semplice o gemellato, pneumatici di marche diverse, di dimensioni diverse, di categorie di utilizzo diverse (ovvero pneumatici stradali, speciali o pneumatici da neve con marcatura M+S), ma anche di strutture (radiale o diagonale), categorie di velocità e indici di capacità di carico diversi. Questo aspetto normativo molto probabilmente costringerà coloro che possiedono un mezzo con ruote gemellate posteriori a una spesa ancora più alta. Bisogna anche tenere in considerazione l’immagazzinamento delle gomme temporaneamente inutilizzate che portano via parecchio spazio. È vero che molti gommisti offrono ai loro clienti di farsi carico dello stoccaggio, ma anche questo servizio ha un costo  che va ad aggiungersi alle spese per l’acquisto. Nei pneumatici quattro stagioni indubbiamente il vantaggio più evidente è il risparmio, ma come dimostrato le prestazioni sono inferiori e il consumo del battistrada è superiore a quello degli pneumatici specifici. Per permettere quindi agli utenti di fare una scelta oculata possiamo concludere che dal punto di vista della sicurezza è molto meglio montare il doppio treno. Tuttavia, se si utilizza il mezzo in zone dove la neve cade raramente e le temperature invernali sono relativamente alte, si può pensare di utilizzare gomme quattro stagioni anche senza marcatura M+S con fiocco di neve, poiché la differenza di prestazioni è minima. Viceversa, se si vive in montagna o si frequentano zone dove la neve cade spesso o la temperatura scende sotto i 7°C, è decisamente più sicuro utilizzare gomme specifiche. Dal punto di vista del risparmio le all season sono decisamente convenienti. Il limite di convenienza è però limitato a 15.000 km annui: se si superano, il consumo del battistrada sarà maggiore e il vantaggio praticamente nullo.

camper camperlife penumatici invernali neve inverno gomme invernali catene da neve M+S

La manutenzione delle gomme
I pneumatici sono l’unico collegamento fra il veicolo e la strada, sostengono per intero il carico del veicolo (che corrisponde a oltre 50 volte il loro peso), rispondono agli ordini del guidatore come sterzate, accelerazioni e frenate, trasferendole dal mezzo alla strada, e assorbono qualsiasi ostacolo presente sul tracciato percorso. Pertanto è necessario che siano sottoposti a una manutenzione periodica, in modo che le prestazioni non vengano a diminuire prima del raggiungimento della profondità minima del battistrada stabilita in Italia a 1,6 mm. Una delle operazioni fondamentali è controllare mensilmente la pressione delle gomme, compresa quella di scorta e possibilmente a freddo: se i valori non sono adeguati, si va incontro a molti problemi, come il rischio di danneggiare i pneumatici. Una pressione in eccesso del 20% può ridurre ad esempio la durata del pneumatico di una media di quasi 10.000 km. Viceversa, se la pressione è corretta, si risparmia carburante. Va aggiunto che la pressione consigliata non è quella indicata sul fianco dello pneumatico, in quanto questa è riferita al limite da non superare. La pressione ideale di gonfiaggio è quella consigliata dal costruttore del mezzo e può essere reperita nel libretto d’uso dcamper camperlife penumatici invernali neve inverno gomme invernali catene da neve M+Sel veicolo o sulle etichette incollate nella portiera anteriore dal lato conducente. Non è di facile reperibilità, ma chi ne avesse la possibilità dovrebbe gonfiare i pneumatici con l'azoto. Essendo privo di oli, evapora molto più lentamente della normale aria compressa assicurando quindi una pressione molto più stabile nel tempo. Un'altra operazione da fare periodicamente è assicurarsi che l’equilibratura delle ruote sia sempre a punto. In mancanza di questa si riscontrano un’usura irregolare e precoce del battistrada e dei componenti della parte anteriore, un aumento delle vibrazioni e maggiori sollecitazioni sul treno anteriore. Il giusto allineamento delle ruote e degli assi è garanzia di sicurezza: assicura infatti una perfetta tenuta di strada, protegge i pneumatici da un’usura irregolare e/o precoce e fa risparmiare carburante. Per una buona sicurezza bisogna sempre montare i pneumatici nuovi o in migliore stato sulle ruote posteriori, in modo che il controllo sia maggiore durante le frenate di emergenza o in curve strette e che il rischio di perdita del controllo, in particolare sul bagnato, sia minore. È importante poi controllare periodicamente che le valvole e i cappucci siano in buono stato, così da mantenere la tenuta d’aria e una pressione corretta e garantire alle gomme una maggiore durata. Per mantenerne l’efficienza ed evitare danneggiamenti è importante che i pneumatici vengano immagazzinati in modo corretto. Non vanno quindi posti nelle vicinanze di fiamme libere, corpi incandescenti o qualsiasi materiale che possa generare scariche elettriche o scintille. Vanno conservati in un locale areato, asciutto e temperato, al riparo dalla luce diretta del sole e dalle intemperie, lontano da sostanze chimiche, solventi o idrocarburi che possono alterare la natura della gomma e lontano da oggetti appuntiti.

Caratteristiche dei pneumatici
Come abbiamo visto i pneumatici, se non hanno subito danneggiamenti che li rendono inutilizzabili, vanno sostituiti quando si raggiunge una profondità minima del battistrada di 1,6 mm o, come consigliato dai produttori, dopo dieci anni di vita. Ogni pneumatico riporta, oltreché il nome del produttore e la gamma, anche le sue misure e le sue caratteristiche: larghezza, altezza del fianco, diametro, struttura, indice di carico e categoria di velocità. Facciamo un esempio utilizzando la seguente marcatura: 215/70 R 15 109 L. Il numero 215 corrisponde alla larghezza nominale della sezione in mm. Il 70 indica la serie del pneumatico in percentuale, ovvero il rapporto tra l’altezza del fianco e la larghezza di sezione. Meno alto è il fianco, migliore è la precisione di guida in curva. La R sta invece per la struttura radiale della carcassa del pneumatico. Il 15 indica il diametro interno, cioè il diametro del cerchio. È espresso in pollici e nel nostro esempio è quindi di 15 pollici. 109 è l’Indice di Carico, un codice numerico che corrisponde, su una specifica tabella, al carico massimo, espresso in kg, che il pneumatico può sopportare alla velocità indicata. La L è la Categoria di Velocità: questa lettera indica la velocità massima alla quale il pneumatico può portare il carico indicato. Le categorie di velocità vanno da A (il più basso) a Y (il più alto), con una sola eccezione: H si trova dopo la U. Come per l’indice di carico, ogni lettera corrisponde a un equivalente in km/h. Conoscere i valori di carico e di velocità è importante per sapere i limiti delle gomme che il nostro mezzo monta, ma anche per rendersi conto, poiché la normativa italiana vigente ci permette di utilizzare pneumatici diversi purché siano indicati sulla carta di circolazione, delle limitazioni dell’alternativa. Il mercato dei pneumatici è molto vasto e i produttori, sia quelli più noti che meno noti, offrono soluzioni adatte ad ogni situazione. Tuttavia, visto che la materia è abbastanza complessa, per cui si corre il rischio di acquistare pneumatici non perfettamente adatti al mezzo e alle condizioni, è consigliabile rivolgersi sempre al proprio dealer di fiducia, che saprà guidarci ad una scelta ottimale.

Si ringrazia la ditta Ughetto Gomme di Villar Perosa per la preziosa consulenza

 

Autore: 
Roberto Serassio
Punteggio: 
0

No votes yet

Data Aggiornamento: 
28-09-2018
Data Pubblicazione: 
26-01-2018