Tu sei qui

Pescara, la città  di Gabriele D'Annunzio

Passeggiando lungo le vie di Pescara...

Qualche notizia sulla storia di Pescara

La nascita di Pescara risale a poco più di settant'anni fa, originata dalla fusione, avvenuta nel 1927, dei due piccoli centri di Pescara, in provincia di Chieti, e di Castellamare Adriatico in quella di Teramo. Con la costruzione della nuova città venne creata contemporaneamente anche la sua provincia per volere del ministro dell'epoca Giacomo Acerbo. Oggi con i suoi circa 124.000 abitanti, Pescara è il più grande agglomerato urbano della regione Abruzzo.

Altre versioni sostengono che tale città sia sorta in tempi remotissimi, secondo recenti ritrovamenti di resti di un villaggio dei primi agricoltori dell'età della pietra sul colle Fontanelle, risalenti a circa 6000 anni fa. La città odierna è un po' il fulcro della regione, è un importante centro commerciale che si avvale del porto canale costruito alla foce del fiume, oltre che sede di industrie che operano prevalentemente nei settori alimentare, metalmeccanico, chimico, tessile, dei materiali da costruzione, dell'abbigliamento, del cuoio e dei pellami.

I prodotti tipici di Pescara spaziano dall'oreficeria al ferro battuto, dalle sculture in legno a quelle in pietra, per finire alle particolari produzioni in rame e cuoio. Pescara è proiettata costantemente verso il futuro; le infrastrutture simbolo sono l'aeroporto d'Abruzzo "Liberi", il modernissimo porto turistico, annoverato tra i migliori d'Italia per ampiezza e modernità ed infine la nuova stazione ferroviaria, autentico capolavoro della tecnica moderna è da annoverare tra i primi posti d'Europa. E' inoltre un importate nodo di comunicazioni e un centro culturale, che ospita l'Università Gabriele D'Annunzio e il teatro monumentale, ugualmente intitolato al grande poeta pescarese.

Attivo è anche il turismo balneare, per cui Pescara è uno dei centri più frequentati del medio Adriatico.

A Pescara possiamo ammirare...
Il Ponte del Mare
E' un ponte strallato ciclo-pedonale di recente costruzione nella città di Pescara e, con i suoi 466 m di lunghezza tra le spalle ed i 172 m di luce dell'impalcato sospeso, è il più grande ponte ciclo-pedonale italiano ed uno dei maggiori d'Europa. Tale ponte collega la riviera sud con quella nord divise dal fiume Pescara permettendo di creare la necessaria continuità al Corridoio Verde Adriatico, la pista ciclabile che corre lungo tutta la costiera adriatica da Ravenna a Santa Maria di Leuca, in via di completamento.
Il ponte è stato inaugurato ed aperto al pubblico il giorno 8 dicembre 2009.


I Trabocchi
Sono situati sul lato nord del porto canale ossia l' antico porto romano in seguito ristrutturato, che in storia romana era tra i più importanti per i collegamenti con Salona.

Si tratta di strutture in legno abitabili costruite su delle palafitte e tradizionalmente usate per pescare.

La Nave di Cascella

Si tratta del principale monumento della città. Fu costruito nel 1986, in marmo travertino. Commissionato dal comune per abbellire il lungomare, fu inaugurato il 4 luglio 1987 a Piazza I maggio, dopo essere stato esposto a Firenze in Piazza Santa Croce per alcuni mesi.

La scultura rappresenta una barca a remi e rievoca la vocazione alla pesca della città e i prigionieri del Bagno borbonico sfruttati come rematori sulle navi fino al 1859.

La cattedrale di San Cetteo
Edificata negli anni 30 del ‘900 divenne cattedrale nel 1977. Conserva, oltre alle sacre reliquie del santo, patrono di Pescara, la tomba della madre del poeta D’ Annunzio e una preziosa opera del Guercino che riproduce l'immagine di San Francesco.

Anche se la chiesa ha origini moderne, sorge sui resti di una precedente cattedrale romanica, infatti si rifà allo stile romanico come è ben visibile dalla facciata esterna rettangolare impreziosita da rosoni.
La costruzione della chiesa è stata finanziata in parte da Gabriele D'Annunzio.

Il porto commerciale e il porto turistico
Cuore pulsante della città e crocevia multiculturale, è nato all'inizio del XX secolo su un progetto di fine '800 e fu concepito come scalo principalmente ad uso della numerosa flottiglia peschereccia locale.
Il porto turistico di Pescara è il terzo in Italia per numero di posti barca dopo Savona e Napoli. Ogni anno inoltre la marina organizza delle serate di intrattenimento con musica e spettacoli di vario tipo, come concerti musicali, spettacoli teatrali e proiezioni cinematografiche e anche altre manifestazioni di sport nautici.

La pineta Dannunziana
E' una riserva naturale che si trova nella zona meridionale della città di Pescara.
Per i pescaresi, la riserva è nota come la "Pineta D'Avalos" o "Parco D'Avalos", che è il nome della famiglia che, al tempo dei Borboni, possedeva il marchesato di Pescara. L'attuale area della riserva occupa una particella della porzione del vasto territorio che nei secoli è stato coperto da un' ininterrotta serie di pinete e dalla macchia mediterranea che si estendeva per la parte litoranea di tutto l'attuale territorio della città.

Basilica della Madonna dei Sette dolori
Nel seicento fu avviata l'edificazione con lo stile dell'epoca, il barocco.
In seguito, nel settecento venne inglobata nell'attuale, in stile neoclassico.

Nei pressi della basilica si trovano due fontane di cui una risalente con certezza al 1700 e presumibilmente anche l'altra, nonché il convento, iniziato nel 1800.

Piazza Salotto
Così viene chiamata affettuosamente Piazza della Rinascita.
E' la piazza più frequentata della città. Grande e spaziosa, è totalmente pedonalizzata, per cui ci si può passeggiare e giocare, incontrarsi e parlare. E' divisa in due da Corso Umberto I e da uno spartitraffico alberato. Le alte palme che decorano sono eredità della villa privata che vi sorgeva. E' circondata da lati palazzi porticati tra i quali, caratteristici, sono palazzo Arlecchino con le facciate colorate a mosaico monocromatico e palazzo Testa, nel cortile del quale troviamo le sculture di Vicentino Michetti. Si affacciano sulla piazza eleganti caffè e negozi e anche una biblioteca pubblica.

Ex AURUM
È un ex liquorificio dell' Aurum, recentemente restaurato. La struttura è stata originariamente progettata da Antonino Liberi come lido della fiorente economia balneare pescarese, poi modificata per prendere la forma di un ferro di cavallo secondo il progetto di Giovanni Michelucci. Sorge nella tranquillità della riserva naturale della pineta Dannunziana. Esso ingloba il cosiddetto “Kursaal”, la cui costruzione è iniziata nel 1910, e che è stato dapprima sede di un circolo ricreativo e successivamente trasformata in distilleria.
Vi si producevano: l’ Aurum, a base d’ arancia, e la Cerasella, a base di polpa di ciliegie.
Entrato nel 2003 a far parte del patrimonio del Comune, l’edificio fu ricostruito con l’ intenzione di farne un “contenitore culturale multifunzionale” e tale è diventato dopo una lunga e costosa ricostruzione.  Con l’ Aurum, Pescara dispone oggi di uno spazio moderno e razionale per eventi, manifestazioni, mostre, che accoglie il meglio delle diverse discipline - teatro, scrittura, arti e scienze - coltivate nel territorio.

La casa natale di Gabriele D’Annunzio
La casa in cui il grande poeta nacque, nel 1863. Il museo, allestito al primo piano della casa è composto da nove sale e conserva arredi, mobili d’ epoca e oggetti dello scrittore e della sua famiglia.

Il teatro D’ Annunzio
E' un'arena/teatro all'aperto che si trova a Pescara; l'arena è stata costruita nel 1963 nell'anniversario della nascita del poeta; si trova all'interno della Pineta Dannunziana e dispone di 2000 posti a sedere; vi si svolgono gli spettacoli teatrali organizzati dall'Ente Manifestazioni Pescaresi. Nei pressi vi si trova una stele in cemento armato dedicata al poeta. Da molti anni ospita la cerimonia di premiazione del Premio Flaiano e la rassegna Pescara Jazz.

Il museo delle Genti d'Abruzzo
Sorge nel centro storico di Pescara, all'interno dell'antico edificio delle Caserme borboniche, conserva reperti che vanno dal Paleolitico alla dominazione longobarda fino agli attrezzi, arredi, trasporti, abbigliamento della cultura agro-pastorale abruzzese.

Per sostare in camper a Pescara e nel circondario vi consigliamo di consultare il dbase di CamperLife.it - vai al dbase -

 

 

 

Autore: 
Redazione CamperLife
Punteggio: 
0

Average: 0 (0 votes)

Coordinate: 
Latitudine: 14.214156000000 - Longitudine: 42.464658000000
Data Aggiornamento: 
16-07-2017
Data Pubblicazione: 
27-05-2011