Tu sei qui

Pau (OR) 6 marzo 2010 - si inaugura il Museo dell'ossidiana

Il Museo dell’ossidiana potrà essere una meta molto interessante per chi si recherà in Sardegna in camper per le vacanze


Lo scopo del museo è di accompagnare il visitatore in un viaggio attraverso la natura e le prerogative della fascinosa roccia che le viscere della terra hanno emesso e che le mani dell’uomo preistorico hanno trasformato per produrre strumenti del vivere quotidiano.


La presenza dell’ossidiana costituisce un’esclusiva per la Sardegna mentre nell’area mediterranea è segnalata solo nelle isole Eolie, a Pantelleria, nelle Cicladi (Milo) e in Anatolia. La maggior parte dei centri di raccolta e lavorazione alle pendici del monte Arci non è conosciuta, molti giacimenti ed officine giacciono intatti all’interno d’anfratti rocciosi, noti alle sole popolazioni indigene e studi approfonditi hanno stabilito che l’ossidiana del Monte Arci sia giunta sino ai villaggi preistorici della pianura Padana ed in alcune aree dell’Europa dell’est e indicano anche che le ossidiane del Monte Arci sono quelle più antiche dell’area Mediterranea. Esistono infine diversi studi che dimostrano come l’ossidiana del Monte Arci, sia stata oggetto di un florido commercio nel periodo Neolitico e forse anche nel Paleolitico. Commercio che ai nostri giorni, anche se per motivi diversi, sta riprendendo.
Pau è un piccolo comune della provincia di Oristano, conta meno di 400 abitanti e il territorio comunale ricomprede gran parte del Monte Arci, formazione rocciosa d’età Plio - Pleistocenica.

Boschi di lecci e sughero primeggiano nell'intero territorio comunale, laddove la mano dell'uomo non è intervenuta a modificare il terreno impiantando vigneti e frutteti.


L'intero territorio montano fa parte del Parco Naturale del Monte Arci, che cura la salvaguardia della faunistica mineralogica tradizionale. Numerosi sentieri, utilizzati un tempo da cacciatori e pastori, permettono oggi di visitare il monte nei suoi aspetti più nascosti, scoprendo ad ogni passo le meraviglie naturali.


Come arrivare a Pau


Dista dal capoluogo meno di 40 km e vi si arriva percorrendo la Strada Provinciale della Marmilla ed attraversando i centri abitati di Villa Urbana, di Usellus e Villa Verde, anche questi piccoli agglomerati dell'entroterra dell'oristanese.

A meno di 35 km c'è Gesturi, famosa per i suoi cavalli della Giara e Barumini, molto nota per il villaggio nuragico. Entrambe sono località da visitare.

Dal punto di vista della viabilità dista meno di 20 km dalla SS 131 - Carlo Felice che collega Cagliari a Sassari e ad Olbia.

Per visualizzare Pau sulla cartina
cliccate qui.


Per sostare con i camper


Nelle vicinanze sono diverse le aree utilizzabili per il CS e anche per il pernottamento notturno.

Per saperne di più utilizzate il
dbase di camperlife.it


Punteggio: 
0

Average: 0 (0 votes)

Data Aggiornamento: 
02-01-2014
Data Pubblicazione: 
05-03-2010