Tu sei qui

Passeggiate sulla neve | Outdoor

È arrivato il freddo e con esso le prime nevicate: basta attendere una giornata serena per avventurarsi su distese imbiancate. Che sia per una ciaspolata, una passeggiata in montagna o in città, bisogna scegliere abbigliamento e accessori giusti

Camminare con le ciaspole nei boschi ricoperti di neve fresca è un’attività sempre più diffusa in tutte le località di montagna: è decisamente più economica di una giornata con gli sci ai piedi, permette un contatto più intimo e slow con gli ambienti d’alta quota e, come tutte le attività legate al walking, infonde una piacevole sensazione di benessere e gratificazione. Per godersi appieno la giornata occorre scegliere con cura abbigliamento e accessori da portare: scomodità, infiltrazioni d’acqua e freddo sono dietro l’angolo. Ma anche se la vostra meta è un paesino di montagna o un sentiero ad alta quota non potete sottovalutare il vestiario, che deve proteggere dal freddo ed essere traspirante, in modo da evitare fastidiosi ristagni di sudore e conseguenti raffreddamenti. La comodità è il primo posto anche per chi sceglie una meta cittadina: d’inverno anche le città situate in pianura possono ricoprirsi di neve e diventare inagibili per chi non indossa scarpe e abbigliamento adatti.
NO AL COTONE
Il cotone non è adatto per la stagione più fredda, soprattutto se l’intento è quello di fare movimento.
Con le basse temperature, infatti, basta fermarsi un attimo ad ammirare il paesaggio per sentire immediatamente freddo. A contatto con la pelle è bene indossare t-shirt in materiale tecnico traspirante in grado di far evaporare rapidamente il sudore. Mizuno propone ad esempio Virtual Body G1 Tee (disponibile sia per uomo che per donna, 60 euro), una maglia termica a manica corta con tecnologia Mizuno Breath Thermo, che consente di mantenere la temperatura del corpo costante nelle diverse condizioni esterne e anche mentre si fa movimento. Se volete orientarvi invece verso la manica lunga, la t-shirt Techwool 190 di Quechua (34,99 euro, disponibile da Decathlon) 100% lana merinos, permette di disperdere il sudore all’esterno e limita i cattivi odori. Inoltre l’estensibilità naturale della lana non impedisce i movimenti. 

VESTIRSI A STRATI
Per affrontare al meglio una giornata invernale sulla neve occorre vestirsi a strati. In inverno il tempo è spesso variabile, con improvvisi acquazzoni e annuvolamenti, quindi si deve essere ponti ad affrontare il sole così come la neve, la pioggia e il vento. Sopra alla t-shirt, indossiamo un pile traspirante, che lasci passare il sudore ma nello stesso tempo mantenga il corpo al caldo. Pile SH500 Active Warm di Quechua (da Decathlon a 39,99 euro) ha la tecnologia body-mapping: caldo dove serve, antivento sulle zone esposte e traspirabilità selettiva, per una miglior dispersione del sudore. È composto da tessuto estensibile per garantire una buona libertà di movimento e ha due capienti tasche con zip. Sopra al pile non può mancare la giacca, che deve consentire libertà di movimento ed essere antivento e antineve. Columbia propone il piumino OutDry™ Ex Diamond da uomo e da donna (450 euro), una giacca antipioggia impermeabile e imbottita in piuma. È eccezionalmente calda senza essere pesante o ingombrante ed è traspirante e impermeabile. Nasce da una combinazione tra il piumino d’oca con densità 800 cuin e la tecnologia OutDry™ Extreme, tessuto traspirante creato con un robusto strato impermeabile di lunga durata sulla parte esterna e un morbido tessuto traspirante all’interno. Questo capo, in grado di combattere freddo e umidità, presenta aperture a due vie all’altezza delle ascelle, una cerniera anteriore, polsini sagomati per una migliore copertura del dorso della mano e una ghetta antineve. In alternativa, il piumino Helium Cocoon di Odlo (185 euro), realizzato in tessuto Pertex® Quantum®, resistente e leggero con calda imbottitura in piuma traspirante che mantiene costante la temperatura corporea. Gli inserti elastici offrono ampia libertà di movimento e un’ottima gestione dell’umidità, per una giornata sulla neve senza pensieri. Molti indossano pantaloni da neve per una passeggiata o una ciaspolata: niente di più sbagliato! Sono infatti troppo rigidi e non danno libertà nei movimenti. Optate per un paio di pantaloni da trekking, come i Quandary Pants di Patagonia, ideati per dare massimo comfort e elasticità in qualunque situazione. Sono realizzati in leggero tessuto misto 94% nylon (riciclato al 62%) e 6% elastan, dotato di trattamento DWR (idrorepellente a lunga durata) e di protezione solare 50+ UPF. Il prezzo al pubblico è di 90 euro.

COPRIRE LE ESTREMITÀ
Nelle giornate più fredde è importante coprire bene le estremità (mani, piedi e capo) per non sentire il gelo e proteggersi dagli agenti atmosferici. I cappelli Buff (41,50 euro) ad esempio, sono realizzati con materiali innovativi e le più avanzate tecniche di confezione per ottenere la migliore protezione da pioggia, neve e vento, facilitare l’assorbimento del sudore e la traspirazione corporea durante l’attività fisica, in totale libertà e comodità: perfetti per un’uscita sulla neve. Anche le mani devono essere ben protette per evitare fastidiosi geloni: potete optare per i guanti con le dita Knit Touch di rh+ (19,90 euro), adatti per temperature poco al di sopra dello zero che, proteggendo dal freddo, permettono di utilizzare facilmente lo schermo touch di smartphone e tablet, oppure scegliere le muffole mezzedita di Forclaz (Decathlon, 16,99 euro) che garantiscono protezione fino a -14°C e sono al 100% antivento. Scendendo verso il basso, anche i piedi meritano la loro dose di calore. Evitate i calzini di lana, ormai superati, che si inzuppano di acqua e non si asciugano, e optate invece per calzini in tessuto tecnico, come i Mizuno BT Active Socks con tecnologia Mizuno Breath Thermo (15 euro). Da attaccare alle racchette da neve vanno bene delle normali scarpe da trekking, basta che siano impermeabili e resistenti. Provate le Trek 900 di Forclaz (Decathlon, 149,99 euro): impermeabilità, sostegno e appoggio preciso assicurano comfort e sicurezza sui terreni più impegnativi. Il cuoio pieno fiore garantisce una lunga durata, mentre la suola Vibram® favorisce l’aderenza su terreno duro e bagnato. Se la vostra meta non è la montagna ma la città coperta di neve, ecco per voi i particolarissimi Furoshiki The wrapping sole (139 euro) di Vibram, che avvolgono in maniera pratica il piede, con un fitting estremamente caldo e confortevole. Sono completamente impermeabili e si ispirano alle calzature lapponi, fatte per camminare nella neve senza perdere aderenza o bagnarsi. 

NON SOLO VESTITI
La scelta delle ciaspole, accessorio indispensabile se si vuole fare una lunga camminata nella neve fresca, non può essere lasciata al caso. Quechua propone le Inuit 400 (49,99 euro da Decathlon). Tecniche e con buona presa sul terreno, sono comode e semplici da usare. Hanno 2 rail in acciaio resistente, ramponcini davanti e dietro e apertura clip posteriore con fibbia sull’esterno del piede. Sono adatte sia ai principianti che ai più esperti. Per portare sempre con sé gli accessori e riporre indumenti di ricambio, non può mancare uno zaino. Thule Capstone (a partire da 105,30 euro a seconda della dimensione), eletto il migliore zaino da trekking del 2017, può essere una buona opzione perché è leggero e versatile. È stato ideato pensando alle sottili differenze che distinguono i corpi maschili da quelli femminili ed è dotato di diversi sistemi di regolazione ottimizzati che consentono di trovare il fit ottimale. La tecnologia MicroAdjust permette infatti agli escursionisti di personalizzare la vestibilità dello zaino senza la necessità di toglierlo dalle spalle, regolando la lunghezza del tronco in movimento e garantisce un comfort assoluto in ogni situazione. Utile per portare cappello e occhiali, senza dimenticare però un thermos o una borraccia con dell’acqua o bevande calde o fredde, uno snack da sgranocchiare durante una piccola pausa, una piantina dell’area in cui si ciaspola e qualche dispositivo per la sicurezza fuoripista: se si prevede di abbandonare i percorsi segnati è bene dotarsi sempre di Arva e altri dispositivi di localizzazione e primo soccorso. Per la città, più adatto è invece lo zaino Haglöfs Tight Malung, con dettagli in pelle e ampio scomparto principale, accessorio utile ma anche bello da camper camperlife rivista camperistisfoggiare. Ottima in queste situazioni la soluzione di Sant'Anna che al posto della borraccia ha pensato a un’acqua “da borsetta”, un nuovo formato da 25 cl adatto per essere portato ovunque. Piccola e leggera, mantiene intatte tutte le sue proprietà benefiche: un residuo fisso di soli 22mg/litro e solo lo 0,0002% di sodio.

FIDO SULLA NEVE
Se portiamo con noi anche il nostro fido compagno a quattro zampe, non dimentichiamo di proteggerlo con cura dal freddo. Se alcune razze sono infatti predisposte al gelo e alla neve, molti cani hanno bisogno di ulteriore protezione oltre al pelo, soprattutto se abbiamo programmato di stare molte ore all’aperto. Ferplast, brand che produce vestiario e accessori per l’outdoor, propone il giubbottino per cani Anorak. È dotato di tessuto imbottito anti-vento, bande riflettenti per maggiore visibilità al buio e ha un comodo cappuccio, facile da indossare, soffice e confortevole. È lavabile a mano a 30°C ed è disponibile anche nelle versioni double-face. Prezzo da 35,90 euro. Camminare a diretto contatto con la neve non è piacevole nemmeno per Fido: per questo Ferplast ha pensato anche alle scarpette protettive antiscivolo per cani. Consentono di camminare su terreni accidentati o ghiacciati e sono dotate di comode chiusure in velcro. Sono disponibili in quattro misure e il prezzo è di 32 euro.

 

Autore: 
Redazione Camperlife
Punteggio: 
0

No votes yet

Data Aggiornamento: 
07-12-2017
Data Pubblicazione: 
07-12-2017