Tu sei qui

Noleggio Camper, rent a camper! Una breve guida al camper in affitto

Il noleggio è un’ottima opportunità per capire se la vacanza itinerante fa davvero per noi prima di pensare all’acquisto. Ma può anche essere un sistema vantaggioso se l’uso che facciamo del camper è sporadico.

Tra gli annunci più “golosi” di camper usati capita talvolta di trovarne alcuni con pochi chilometri e, spesso, una montagna di accessori già montati. Occasioni ghiotte da non farsi scappare... con un pizzico di cinismo. Spesso chi li vende è un neocamperista che ha compiuto il grande passo dell’acquisto senza prima aver mai noleggiato un mezzo per usarlo in condizioni reali (non basta infatti vederlo in fiera abbagliati dal sogno della vacanza nomade che alberga in ognuno di noi) e soprattutto per accertarsi che come soluzione di vacanza piaccia anche al resto della famiglia. Non c’è infatti nulla di più rischioso per far andare male una vacanza che trovarsi in pochi metri quadri a condividere spazi e bagno e magari con poca esperienza nel gestire le inevitabili necessità che un camper porta in dote, come l’uso accorto delle riserve di acqua ed energia. Un conto è il fine settimana al mare e la cena con il barbecue all’aperto in un clima mediterraneo estivo, ben altro può essere il fatto di trovare giorni di pioggia viaggiando nel Nord Europa, stipati in quattro o più senza poter scendere e svagarsi, con qualcuno che magari finisce l’acqua calda mentre siamo sotto la doccia o con la stufa che si inceppa, non sapendo come farla ripartire…

camperlife noleggio camper

Per questo, per conoscere i limiti di un potenziale equipaggio ma soprattutto i nostri, è consigliabile fare qualche prima esperienza con un mezzo preso a noleggio. Con poche centinaia di euro si può partire con un bel modello per un weekend lungo e fare un bel test probante su strada e in condizioni di utilizzo vero. Noleggiare un camper è ormai un’operazione semplice, specie abitando in grandi aree metropolitane o in zone limitrofe, meglio ancora se periferiche dove generalmente hanno sede i più importanti concessionari, che necessitano di spazi molto ampi: a loro volta sono quasi tutti anche noleggiatori e, spesso, con l'obiettivo poi di venderne uno, propongono ottime offerte e molti servizi in aggiunta. Specie se è la prima volta, partire con un autocaravan a noleggio è una esperienza da provare tassativamente, per il piacere di farlo ma soprattutto per testare la nostra propensione ad usare la casa viaggiante: potremmo scoprire che ci piace tantissimo, oppure capire che non fa per noi. Come succede per la barca a vela, non tutti sono tagliati per vivere in dieci metri quadri o poco più senza finire agli insulti nel giro di poche ore! camperlife noleggio camper Il noleggio di un camper è quindi molto utile prima di procedere ad un acquisto così importante, ma può essere la soluzione giusta anche se, verificato che ci piace, ci rendiamo conto che l’uso che ne faremmo è saltuario o occasionale e, tra costi di gestione e svalutazione, il prezzo reale che ci costerebbe all’anno potrebbe essere superiore a quello di qualche noleggio, oltre ovviamente alla necessità di occuparsi comunque della manutenzione di un veicolo che starebbe fermo per la stragrande maggioranza del tempo.

Acquisto o noleggio?
Nella scelta tra noleggiare o comprare un camper bisogna tenere ben presente una dinamica commerciale che, fino a quando siamo solo automobilisti, siamo soliti considerare diversamente: il costo della svalutazione di un camper va certamente valutato negli oneri finanziari della scelta, ma influisce molto meno che in tutti gli altri veicoli a motore. I veicoli ricreazionali si deprezzano molto, ma molto più camperlife noleggio camper lentamente rispetto alle auto e alle moto. Un camper, anche con molti anni sulle spalle, specie se tenuto bene, ha sempre un mercato. Altre sono però motivazioni che possono far scegliere per il noleggio piuttosto che per l’acquisto: fra tutte quella finanziaria, con l’indisponibilità di un capitale liquido ingente ma anche la fatica di sopportare una rata anche fino a 10 anni (i finanziamenti per i camper possono arrivare a 120 rate), cosa che può pesare parecchio sui falcidiati budget familiari di oggi. Inoltre è facile permettersi uno o due noleggi all’anno mentre al contrario il solo “possedere” un veicolo porta con sé diverse spese tra cui bollo (molto contenuto per la verità) e assicurazione (non elevato come le automobili ma sicuramente pesante). Ma, come rovescio della medaglia, l’acquisto può essere una scelta più ragionevole del noleggio se pensiamo a viaggi per lo più in alta o altissima stagione (qualche weekend di primavera e le canoniche due settimane in agosto): in questo caso a conti fatti il costo annuo legato al possesso di un camper, una volta superato l’esborso iniziale, può esser inferiore al costo di più noleggi nel corso di una sola stagione. Per propendere poi da una parte o dall’altra tra noleggio e acquisto ci sono innumerevoli motivazioni personali, non solo economiche, che possono far pesare la scelta sulla bilancia delle nostre decisioni: ad esempio, noleggiare un camper è come andare in un albergo e c’è chi preferisce la propria casa vacanza, specie se si reca sempre nello stesso posto. Oppure, al contrario, si può preferire la libertà di usare un bene e non doversene occupare con tutte le inevitabili incombenze amministrative e di manutenzione. Oppure ancora, noleggiare può essere la soluzione giusta per tagliare le spese di trasferta in caso di fiere di lavoro (alla fiera di Milano Rho, ad esempio, nei parcheggi esiste un’area di sosta camper ben attrezzata a poche centinaia di metri da uno degli ingressi principali).

Un po' di costi
Noleggiare un camper è un’operazione facile ma relativamente impegnativa economicamente, specie per noleggi prolungati e se percorriamo molti chilometri (i camper consumano molto più di un’auto). Pensare che il noleggio sia camperlife noleggio camper un modo di risparmiare sulla vacanza è un vecchio luogo comune duro a morire: non che non abbia una suo fondo di verità, specie se si è in più persone in viaggio, però come sempre tutto dipende da una moltitudine di fattori che possono cambiare radicalmente l’aspetto economico del noleggio, oltre che il costo totale della vacanza. I costi, come ogni cosa oggigiorno dove internet permette un confronto veloce, sono enormemente variabili, così come variabili possono essere la durata, il tipo di mezzo noleggiato e soprattutto le date, con bassa, media e alta stagione che segnano precisi confini di prezzo. Abbiamo analizzato quindi un po’ di tariffe medie riscontrate presso vari concessionari che hanno anche l’attività di noleggio, sia con contatti diretti che sul web. Le cifre ovviamente devono essere considerate come indicative, le variabili in gioco sono moltissime e vi suggeriamo pertanto di valutare gli importi qui segnalati solo come media generale. Due le opzioni prese in considerazione: il classico weekend di primavera e la lunga vacanza estiva. I prezzi che abbiamo riscontrato, per la prima opzione, vanno dai 270/280 ai 300/350 euro per un camper medio (4/5 posti) in bassa stagione ai 450/500 euro per un camper grande (6/7 posti) nella media stagione. In alta stagione è molto difficile che venga noleggiato il camper per il solo weekend, ma alcuni rivenditori prevedono un eventuale affitto giornaliero in cui semplicemente il weekend diventa la somma dei giorni totali. Consuetudine non sempre scritta, ma quasi universalmente prevista, la possibilità di rientrare il lunedì mattina per la riconsegna del veicolo o addirittura di ritirarlo il giovedì sera, così da avere un weekend davvero completo. Quasi sempre sono previste diverse opzioni per il chilometraggio, ovviamente più convenienti se minore. Per i periodi in cui la richiesta è massima (alta stagione, camperlife noleggio camper grandi festività nazionali e tassativamente in agosto), quasi sempre è richiesto un noleggio molto più lungo nella durata, in genere 14/15 giorni, spesso solo con tariffa giornaliera, che può andare da circa 140/160 euro al giorno per un camper medio fino ai 180/200 euro al giorno per un camper grande (o premium come si dice oggi). Offerti in alcuni casi vantaggiosi forfait che vanno dai 1.300/1.500 euro della bassa stagione agli oltre 2.000 euro di quella alta, ma tutto dipende sempre dal modello di camper, dall’offerta del noleggiatore locale e dalla politica commerciale dell’esercizio per i periodi come i “ponti” festivi di primavera, veri momenti di picco delle richieste. Come accennato da verificare l’aspetto del chilometraggio, che può essere stabilito fino a un tot o illimitato, più una quota forfettaria a chilometro oltre quelli preventivati da contratto se abbiamo scelto l’opzione non illimitata: non esiste una formula sicura per risparmiare, le distanze possono essere diversissime. Prima del noleggio sarà bene quindi avere le idee molto chiare valutando i percorsi di massima che pensiamo di effettuare, aggiungere una inevitabile variazione (la deviazione del posticino tanto carino incontrato sul nostro percorso) e fare due conti sulla soluzione più conveniente. In alcuni casi però la scelta non è possibile: in alta stagione è infatti quasi sempre previsto solo il chilometraggio illimitato, ovviamente più costoso. Come evidente, la destinazione entra in gioco in maniera determinante per i costi: in quindici giorni si può girovagare con soddisfazione nel Centro Italia e tornare con poche centinaia di chilometri sulle spalle o andare in Scozia a tappe forzate e mettere 10.000 chilometri sotto le ruote. Giustamente l’usura del mezzo sarà molto diversa e le tariffe di conseguenza. Tra le offerte che ci è capitato di vedere al momento di realizzare questa piccola inchiesta, alcuni “pack” speciali per il carnevale con il giovedì “grasso” in omaggio, o per settimane bianche con tariffe forfettarie convenienti. Molto simpatica l’offerta di un rivenditore che propone addirittura pacchetti per seguire la squadra del cuore o il raduno degli Alpini: una maniera intelligente e fantasiosa di fare marketing e riuscire a piazzare un noleggio in più! Al momento in cui questo numero di CamperLife sarà in edicola, Pasqua e i ponti di primavera saranno molto vicini e quest’anno sono particolarmente ghiotti quelli del 25 aprile e del 1° maggio che “cadono” bene per sfruttare al massimo il giorno in più di festa. Click veloce quindi sul mouse o sullo schermo del telefonino per prenotare le occasioni migliori: come sempre, è premiato chi si muove per tempo, con largo anticipo, perché in quei periodi la domanda supera largamente l’offerta e potrebbe non essere semplice trovare disponibilità.

Le condizioni
Chi viaggia in gruppo ha ovviamente una richiesta più importante da poter contrattare e questo facilita la possibilità di spuntare un'agevolazione. Da ricordare inoltre che sono previsti sconti sulle tariffe per periodi prolungati, per offerte locali e temporanee ma anche con associazioni di settore come ad esempio il Club di CamperLife. Al camperlife noleggio camper momento del noleggio vero e proprio, in fase di ritiro del veicolo, ricordiamo che è sempre necessario lasciare un deposito cauzionale impegnativo per eventuali danni, che può arrivare anche 1.500/2.000 euro e che comprende o meno una franchigia (la cifra che in caso di danni o furto non viene rimborsata ma resta a carico del locatario), da verificare al momento. È necessario tassativamente avere quindi una carta di credito con plafond generoso o, meglio, averne un paio: per una vacanza di 15 giorni in agosto, tra deposito cauzionale e costo del noleggio, può essere facile spendere migliaia di euro e non sono molte le carte di credito dei comuni mortali che “reggono” a cuor leggero un simile impegno. Inoltre dopo, durante il viaggio, la carta sicuramente ci servirà e trovarsi con la disponibilità esaurita è un'esperienza che è meglio evitare.  Non dimentichiamo mai che, regola tassativa a meno che non siano già comprese come forfait le spese di pulizia, al termine del viaggio tutti i noleggiatori vogliono che il camper torni pulito all’interno e con i serbatoi delle acque, in particolare quelle nere, vuoti e sciacquati, altrimenti potrebbero essere applicati costi prima di stornare la cauzione. Qualche concessionario richiede anche una cifra forfettaria per il lavaggio esterno del camper. Pur se spesso c’è un minimo di tre giorni da prenotare, nei periodi di bassa e media stagione è possibile talvolta noleggiare anche per periodi molto brevi e aggiungere qualche giorno a seconda delle esigenze del proprio viaggio. Andando verso i periodi di punta, la flessibilità si riduce e spesso, come già accennato, in altissima stagione è possibile noleggiare solo per periodi lunghi. Come per i noleggi auto, l’età dell'autista è fondamentale: difficilmente viene noleggiato il camper a guidatori di età inferiore ai 21 anni, meglio se da 25 in su e con almeno tre anni di esperienza di patente sulle spalle. 

Cosa è compreso
A differenza del soggiorno in hotel e centri vacanze dove troviamo tutto, dal sapone all’asciugamani o anche camperlife noleggio camper l’accappatoio, per il camper il noleggio di base è in genere comprensivo del veicolo assicurato, lavato e verificato, di una bombola del gas (talvolta due), dei tubi di raccordo per il carico dell’acqua e del filo di prolunga per l’allaccio alla rete elettrica. Per il resto bisogna organizzarsi in proprio: coperte o sacchi a pelo, asciugamani, lenzuola, posate, stoviglie, ma anche bagnoschiuma, sapone, detersivo, oltre che i prodotti chimici per l’uso del bagno (water) quasi mai sono compresi nel prezzo del noleggio. Vero è però che, sempre più spesso, nell’ottica di offrire un servizio più completo sono molti i noleggiatori che offrono già comprese nel prezzo alcune dotazioni di base (ad esempio disgregante per il wc) o, in opzione, praticamente di tutto, dal portabici ai set di stoviglie per la cucina, dai seggiolini per i bambini al navigatore, ma anche le catene o le gomme invernali già montate. In rari casi sono proposte anche le lenzuola usa e getta, le biciclette, i tavoli da giardino, mentre molto più frequentemente è possibile concordare il serviziotaxi da e per l’aeroporto, il porto (ad esempio in Sardegna) o la stazione ferroviaria più vicini. Noleggiare o acquistare?
A voi la scelta.

Blurent
Blurent è un'organizzazione specializzata in locazione di camper che vanta un'ampia rete di affiliati, come succede molto spesso all’estero, Nord Europa e Nord America in particolare. Nata dall’esperienza trentennale di operatori del settore, Blurent ha mosso i primi passi nel 1999 ad opera della famiglia Grosso, storico nome nel settore del camperlife noleggio camper caravanning con sede a Cuneo. Con una formula innovativa, dai primi anni duemila l’organizzazione ha conosciuto uno sviluppo serio e solido: i centri di noleggio affiliati sono oggi più di ottanta, distribuiti su tutto il territorio nazionale ed europeo. Da gennaio 2014 la fusione di ESA - la società originaria - all’interno di Grosso Vacanze srl ha permesso di garantire maggior omogeneità ai già buoni servizi offerti dal gruppo. I centri Blurent noleggiano i conosciuti veicoli Blucamp, camper progettati e selezionati appositamente per il rental, realizzati dalle più importanti case produttrici di autocaravan. Gli affiliati usufruiscono inoltre di tutti i preziosi servizi offerti dall'organizzazione per dare ai clienti un supporto di alto livello. Tra le ultime innovazioni lanciate, quasi obbligatoria in era digitale l’applicazione Blurent, supporto ideale per organizzare con semplicità e in piena autonomia le proprie vacanze in camper con la prima e più diffusa rete italiana del settore. Grazie a questa app è infatti possibile consultare le numerose località servite in tutta Europa, calcolare un preventivo e inviare una richiesta di disponibilità direttamente dal proprio smartphone o tablet. L’app Blurent è inoltre un valido strumento di supporto interattivo durante la vacanza: offre infatti al camperista la possibilità di guardare video con le istruzioni per l’utilizzo del camper, di individuare i centri di assistenza più vicini, di cercare campeggi e aree di sosta della zona, nonché di mantenersi informati sulle ultime novità della rete consultando il sito web aziendale.
www.blurent.com

I consigli per il primo noleggio
A tutti coloro che stanno pensando di noleggiare un mezzo vogliamo regalare qualche consiglio dato dall’esperienza e tratto da situazioni realmente vissute sulla pelle:
• La prima volta, se possibile, sarebbe meglio viaggiare in compagnia di amici che già hanno fatto esperienza di un viaggio itinerante e che probabilmente sapranno rimediare agli inevitabili piccoli guai che capiteranno, anche perché le raccomandazioni del noleggiatore saranno facilmente dimenticate o comunque non potranno essere esaustive (tra frigo, stufa, batterie e acque da capire e gestire).
• Parlando della guida, pur se in condizioni normali è tutto più semplice di quello che le grandi dimensioni potrebbero camperlife noleggio camper far temere, ci sono poche ma importanti cose da sapere quando ci si muove con un veicolo intorno ai 6/7 metri e alto anche più di 3 (i mansardati sono spesso i più diffusi per i noleggi data la maggiore capienza interna in termini di spazio e di letti sempre pronti). In genere la prima preoccupazione è spesso quella relativa alla larghezza, in seconda battuta la lunghezza. Ricordate invece che quella che può darci più facilmente problemi è l’altezza cui non siamo abituati: la possibilità di urtare pensiline, cartelli stradali, balconi, rami degli alberi è molto alta perché potremmo sbattere contro qualcosa che nella guida di tutti i giorni neanche prendiamo in considerazione. Da tenere presente poi che quanto più lo sbalzo della carrozzeria (la distanza tra le ruote dell’asse posteriore e la coda del veicolo) è lungo, tanto più il camper posteriormente girerà più largo delle ruote in curva. Attenzione quindi specie a entrare e uscire dai parcheggi a bordo strada e a parcheggiare a fianco di automobili nelle aree di sosta di supermercati e simili: potreste non avere lo spazio per uscire e svoltare.
• Attenzione al carico: con l’euforia che prende e lo spazio disponibile nel gavone, ci vuole un attimo a superare i limiti massimi, con possibili gravi problemi sia per eventuali noie con i controlli di polizia (molto seri in vari paesi europei e intransigenti in Svizzera) sia per la guidabilità e gli spazi di frenata. I limiti di carico di molti camper, 35 quintali per quelli guidabili con patente B e praticamente gli unici a noleggio, sono spesso molto stretti tra peso in ordine di marcia e carico totale ammesso e basta poco per superarli.
• I posti letto sono da valutare per bene. La capacità  in viaggio e a dormire è reale ma solo teorica per la vivibilità quotidiana, specie ovviamente per camper omologati fino a 6/7 posti, e questo aspetto potrebbe influire negativamente sull’umore dell’equipaggio. Andare in un camping e stare all’aria aperta tutto il giorno è cosa ben diversa di un tour itinerante dove si deve convivere nella cellula per tante ore. Meglio quindi tenersi larghi e non al limite dei posti disponibili sulla carta, non solo per la sosta notturna con lo stress di dover ogni sera smontare cuscini e dinette per preparare i letti residui con tutti i limiti del caso, ma anche per i servizi a bordo o per la necessità di stare dentro i limiti dei serbatoi delle acque. Nei camper a noleggio sono quelli di serie e i 100/120 litri standard di acque chiare o i 17 litri di capacità della cassetta delle nere non bastano per i fabbisogni di sei persone al giorno, costringendo a frequenti soste per carico/scarico.
• Una volta in sosta c’è da tenere presente qualche accorgimento per la vita a bordo. Come regola generale, in caso camperlife noleggio camper di necessità, verificare le informazioni di base che vi avranno sicuramente fornito al momento del ritiro. Inoltre molto spesso i guai possono essere facilmente evitati con un minimo di buon senso e c’è sempre la possibilità di contattare un numero telefonico del personale del noleggio che può aiutare a risolvere piccoli problemi pratici. Tenete poi a mente che durante il soggiorno due chiacchiere con altri camperisti esperti risolvono molto più di qualsiasi manuale d’uso: quasi sempre tra equipaggi camperisti si crea una piacevole socializzazione dove lo scambio di informazioni è prassi consolidata. Se noleggiate per la prima volta, vi ricordiamo che bisogna approvvigionarsi dei liquidi specifici per le acque nere del wc e, in caso di uso prolungato con temperature estive, anche di quello per rinfrescare il serbatoio delle acque grigie. Altre necessità, non tassative ma consigliabili, sono relative all’uso di carta igienica speciale a elevato dissolvimento per facilitare le operazioni di scarico della cassetta e l’uso eventuale di detersivo che faccia poca o zero schiuma onde risparmiare acqua al lavaggio dei piatti. Tutti prodotti facilmente reperibili nei market dei concessionari/noleggiatori: conviene rifornirsi prima di partire facendosi consigliare sulle quantità dagli addetti o dagli amici più esperti. Spesso è il noleggiatore stesso che propone kit diversi con un piccolo costo aggiuntivo per ovviare a tutte queste necessità, per cui conviene lasciarsi consigliare.

 

Autore: 
Alessandro Cortellessa
Punteggio: 
0

No votes yet

Data Aggiornamento: 
17-04-2018
Data Pubblicazione: 
17-04-2018