Matera: un tesoro nelle rocce

Argomento

Matera, una città sulla roccia e nelle rocce, mistica, spirituale, poetica, armonia di antico e moderno. Capitale Europea della Cultura 2019, è un sogno ritrovato, una città in rinascita.

Respirare un luogo, assaporarne la magia che si nasconde nei sassi e tra i vicoli silenziosi. Immergersi nell'anima e nella spiritualità di queste pietre, che custodiscono gelosamente tradizioni e saperi. A ridosso di un profondo canyon si nasconde un patrimonio artistico dal valore inestimabile, che ha cambiato volto e immagine con il passare degli anni. Da "vergogna d'Italia", come fu definita nel dopoguerra, a Patrimonio dell'Umanità dell'Unesco, nel 1993. Il 2019 si apre con Matera, Capitale Europea della Cultura. Il nuovo anno inizia con un viaggio nella bellezza, tra scorci poetici, chiese rupestri e case grotte, alla scoperta dell'energia inesauribile che sprigionano questi luoghi e questa terra.

Tra passato e presente

La storia di Matera affonda le sue radici nel Paleolitico. Una storia antichissima, che ne ha plasmato ogni angolo e sasso. Nel dopoguerra era uno dei luoghi più poveri d'Italia ma con gli anni e la volontà dei suoi abitanti la città ha indossato un nuovo abito, senza rinnegare il passato. Oggi si respira fermento culturale ovunque. Alcune delle case in pietra, un tempo abitate da pastori e contadini, ospitano laboratori creativi e teatri sotterranei. La città è in continua rinascita e si apre a nuove forme di arte, che trovano spazio ed espressione nei diversi eventi in programma durante l'anno. Proprio qui, nel ventre di Matera, tra racconti intrisi di storia e passione, prenderanno vita manifestazioni, congressi, mostre, visite culturali e idee innovative che risalteranno i numerosi tesori artistici nascosti nei vicoli. Il patrimonio rupestre, le 156 chiese, i musei, scrigni di opere d'arte, diventano i protagonisti di "Matera, Capitale Europea della Cultura 2019". Tutt'intorno alla città il paesaggio lunare e incontaminato dell'alta Murgia, immutato nel tempo, pregno di spiritualità, cornice perfetta per gli eventi. Quale occasione migliore per visitare la città e apprezzare le sue meraviglie architettoniche e archeologiche, regalandosi momenti di pura felicità?

I cinque temi

Radici e Percorsi, Continuità e Rotture, Futuro Remoto, Utopie e Distopie, Riflessioni e Connessioni sono i cinque temi sviluppati nell'arco delle quarantotto settimane di programmazione. Dal diciannove gennaio, data della cerimonia di apertura della manifestazione, è tutto un susseguirsi di eventi, che combinano le diverse forme di arte. Il benvenuto alla manifestazione è dato dalle 54 bande marcianti provenienti dalle Capitali Europee della Cultura e dai Comuni della Basilicata, che faranno il loro ingresso a Matera suonando strumenti tradizionali. L'intera città risuonerà di musica e luce, i vicoli del Sasso Barisano e Sasso Caveoso luccicheranno al lume di candela e diventeranno un enorme palcoscenico dove si esibiranno più di duemila musicisti.

Ogni giorno iniziative ed eventi, molti dei quali in contemporanea, animeranno i diversi luoghi della città di Matera e della Regione. Si potrà fare tesoro di ogni scorcio e angolo, che sarà risaltato da spettacoli di danza, arti performative e musica, in un connubio perfetto di antico e moderno, silenzio e rumore, ombra e luce. Il tema "Radici e percorsi" è un'esplosione di musica e cibo, due tradizioni che s'intrecciano, creando momenti dal gusto indimenticabile. Strumenti musicali realizzati con verdure fresche, saranno utilizzati dalla Vegetable Orchestra, che ha sede a Vienna, per dar vita a melodie suggestive. Concerti, workshop per i più piccoli, dove imparare a costruire strumenti musicali dagli ortaggi e cene a tema, con piatti proposti dagli chef lucani, uniranno i sapori ai suoni.

Sarà proposto un festival del pane, per salvaguardare un'identità tramandata da padre in figlio, quella che dal grano porta al pane. Solo per citare alcuni degli eventi proposti. Continuità e Rotture, mira a realizzare spettacoli tra teatro, video, danza e musica; si proietta anche nel tempo, mille anni dopo, nel 3019, cercando di immaginare e capire quali sono stati i sogni e le visioni che sono stati realizzati. Con il tema "Futuro Remoto" si esplora il cielo stellato, trasformando in costellazioni celesti la mappatura della città caveosa e sonorizzandola; con il progetto "Lumen" la tradizione delle luminarie è proiettata nel futuro, con lo scopo di portare architetture di luce in tutti i quartieri della città. Il tema "Utopie e Distopie", per il mese di febbraio e marzo, farà rivivere la magia del circo contemporaneo, nella splendida cornice della Cava del Sole. Saranno anche realizzate installazioni e opere di arte contemporanea in alcuni hotel, con l'intento di riprodurre i vecchi Vicinati dei Sassi. "Riflessioni e Connessioni", porta in scena il teatro, nei sassi e nei luoghi più significativi della città, coinvolgendo gli abitanti e i turisti, accanto a mostre che valorizzazono il patrimonio artistico di Matera.

Matera insolita

Oltre agli eventi realizzati in occasione di "Matera, Capitale Europea della Cultura", ci sono tour insoliti e originali, promossi dai diversi operatori culturali attivi in città. Sono uno dei modi migliori per conoscere Matera e immergersi nello spirito dei luoghi. Ogni passo diventa una piacevole scoperta e ci si lascia sorprendere da suggestioni antiche, da sfumature inaspettate e da scorci di bellezza, che svelano l'anima più autentica della città. Tour all'insegna del turismo esperienziale, itinerari fuori dal tempo, a contatto diretto con gli abitanti e gli artigiani. Con gli operatori di "Artès" si esplorano le chiese di San Giovanni in Monterrone e Madonna dell’Idris, si resta affascinati dalle loro strorie, che si intrecciano con quelle della città. Conosceremo il personaggio di Brunetta, con cui si rivivrà un drammatico momento realmente accaduto nel Medioevo, capiremo perché il Castello Tramontano è rimasto incompiuto e ascolteremo i racconti che ci faranno comprendere i sentimenti che mossero la popolazione a cacciare il tiranno dalla città, si potranno percorrere le vie accanto al Duomo, scoprire i segreti della lavorazione del tufo e della cartapesta, guidati da maestri artigiani.

Le guide dell'associazione "SassieMurgia", propongono invece tour nella parte più antica di Matera, respirando atmosfere magiche, nel labirinto delle meraviglie che si snoda nelle viuzze del centro antico, in cui perdersi e ritrovarsi, seguendo il sentiero della storia millenaria. Ci si lascia sedurre dalle caverne che sono abitazioni, chiese affrescate, cantine e ricoveri per il bestiame. Un altro itinerario interessante si snoda nella parte sotterranea di Matera, una città la cui identità è costruita sulla stessa roccia in cui è scavata: una città sotto la città, dedalo misterioso di case, strade, cisterne, ambienti ipogei di svariate forme e dimensioni. Per godere dello spettacolo della Murgia materana all'imbrunire, si può decidere di partecipare al trekking lungo la Gravina, un itinerario panoramico che permette di osservare i falchi grillai in volo. Qui il paesaggio, aspro, silenzioso e brullo, è bello da togliere il fiato, onde di terra e rocce giocano a rincorrersi, all'infinito. Emozione, memoria, tempo, anima dei luoghi, le parole chiave del viaggio alla scoperta di Matera, un incantesimo, un sogno da cui non vorremo svegliarci. n

 

Foto gentilmente concesse da Archivio fotografico APT Basilicata, Dante Trinca, Annarita Liegi, Luca Petruzzellis, Teresa Lupo, Luca Lancieri. Si ringrazia della collaborazione Fondazione Matera Basilicata 2019.

 

Per arrivare

Dalla costa tirrenica percorrere l'autostrada Salerno - Reggio Calabria e seguire le indicazioni per Potenza. Proseguire per Metaponto lungo la SS407  "Basentana" fino alle indicazioni Matera, nei pressi di Ferrandina Scalo.

Dalla costa adriatica, percorrere l'autostrada Bologna - Taranto fino all'uscita Bari Nord. Proseguire per la  zona industriale, per Altamura - Matera, lungo la SS96 e la SS99.

Da Calabria e Sicilia: si percorre l'autostrada Reggio Calabria - Salerno, fino a Sibari. Percorrere poi la SS106 Jonica per Taranto. Prendere l'uscita Matera, nei pressi di Metaponto.

Dal Salento bisogna superare Taranto e percorrere la SS106 Jonica fino all'uscita Matera nei pressi di Metaponto.

Per la sosta 

AA comunale per camper e caravan con 12 posti su autobloccanti presso il Parco Serra. Venerdì, in via dei Normanni. Sempre aperta. A 15 minuti dal centro, con vista panoramica. Reception per accoglienza turistica e isola ecologica. Nelle immediate vicinanze disponibili fermata mezzi pubblici, pista ciclabile, ufficio postale, attività commerciali, mercatino settimanale (mercoledì mattina), parrocchia Maria SS. Addolorata, centro sportivo, piscina comunale, campi da tennis, tel. 327/1135220 - cooperativatestudo@gmail.com. GPS: N 40° 40' 5.282'' E 16° 35' 22.376''.

PS nel parcheggio riservato ai camper, sia al coperto che all'aperto, in via Saragat 2. Posto tranquillo anche per la notte a pochi minuti di passeggiata dal centro. Possibilità di prendere la navetta che si trova all'ingresso del parcheggio stesso e porta ai Sassi e che ha una frequenza di 30 minuti. È vietata sia la sosta che la fermata per i mezzi superiori a 35q. Il camper service si trova a poco più di un chilometro, nell'area attrezzata comunale del Parco Venerdì. GPS: N 40° 40' 0.116'' E 16° 35' 48.026''.

Area Camper Matera, sulla SS7 Via Appia km 582+560. L'area, che dispone di 50 piazzole per camper, è a gestione familiare e si trova in un punto strategico che consente di visitare sia la città che il Parco delle Chiese rupestri dall'altra o fare passeggiate a piedi o in bicicletta nel Parco della Murgia materana, tel. 347/6868099 - 347/5357798 - info@areacampermatera.it - www.areacampermatera.it. Apertura annuale, consigliata la prenotazione. GPS: N 40° 40' 47.954''E 16° 37' 16.314''.

Informazioni utili

Comune Matera, via Aldo Moro, tel. 0835/2411 - turismo@comune.mt.it - www.comune.mt.it

Pro Loco di Matera "Sassi", via Lucana, 184/C, tel. 0835/335508 - 328/9333548 - prolocostoriaculturatradizioni@gmail.com - info@prolocomatera2019 - www.prolocomatera2019.it 

Fondazione Matera Basilicata 2019, Via Madonna delle Virtù c/o Palazzotto del Casale - 

www.matera-basilicata2019.it 

Apt Matera, via De Viti De Marco, 9 - tel. 0835/331983 - www.aptbasilicata.it

Per info su eventi: www.matera-basilicata2019.it - www.materaevents.it

Per visite guidate: SassieMurgia, via Einaudi 7, Matera, tel. 320 4429909 - info@sassiemurgia.com - www.sassiemurgia.com 

Per le visite esperienziali: Progetto Artès www.progettoartes.it - www.artes.travel

 

 

Iscriviti alla newsletter Camperlife

Camperlife

Camperlife