Tu sei qui

A Livigno (So), il piccolo Tibet | week end in camper

Un luogo fuori dal tempo, dove la magia si incontra con la fantasia. Pittoresche casette di legno, viuzze che d’inverno profumano di caldarroste, lavatoi e fontane che guardano silenziose i passanti: una natura intatta e incontaminata, da scoprire in ogni momento dell’anno

Le case ne “il Piccolo Tibet” sono grandi come montagne, profumano di legno, hanno comignoli fumanti, finestre con tendine merlettate e i davanzali abbelliti da candele, originali scacciapensieri e composizioni floreali. Si stagliano alte verso il cielo terso e si lasciano baciare dal sole. Ammirare queste antiche abitazioni, la cui bellezza rapisce lo sguardo, varrebbe già da sé un viaggio; sanno di storia e sembrano avere una loro voce. Sono la prima cosa che salta agli occhi di questa graziosa cittadina, situata nel cuore della Valtellina, in provincia di Sondrio, a 1800 metri di altezza e a una manciata di chilometri dalla Svizzera. Arrivati in città, dopo aver parcheggiato il camper, ci si sposta comodamente utilizzando i bus urbani gratuiti, che permettono di raggiungere ogni zona del paese, dagli impianti di risalita, alla latteria e al centro storico. Quattro linee durante l’inverno e tre durante l’estate, per godersi senza fretta la città e le zone limitrofe. Livigno ha saputo custodire negli anni le tradizioni più autentiche e le caratteristiche architettoniche e ambientali che la rendono unica, ma allo stesso tempo ha strizzato gli occhi alla modernità, dotandosi di strutture turistiche all’avanguardia. La città si presenta come un dipinto, fatto di colori che cambiano in ogni stagione. E’ divisa in otto contrade, attraversate da limpidi torrenti, spumeggianti cascate e da sentieri che si inerpicano sul dorso dei monti e che guardano dall’alto le vallate e i pascoli. Ma Livigno è conosciuta non solo per il suo incantevole paesaggio, ma anche per la sua zona extra-doganale, che offre la possibilità di trovare le grandi marche a prezzi vantaggiosi. Gli appassionati di shopping saranno conquistati dalle vetrine luccicanti delle boutique esclusive, che si affacciano lungo l’area pedonale.
Questa meta riesce a mettere d’accordo un po’ tutti, con infinite proposte per divertirsi; accontenta coloro che cercano una vacanza attiva, chi desidera apprezzare le meraviglie della natura e chi vuole staccare la spina, abbandonandosi alla quiete e alla pace che questi luoghi riescono a offrire. I bikers e i più sportivi potranno muoversi in tutta libertà nei sentieri e nelle piste ciclabili che costeggiano l’abitato e il fiume, che diventano una palestra all’aperto, fruibile tutto l’anno. Più di 17 chilometri di percorsi pianeggianti, dove fare quattro passi, praticare il nordic walking o divertirsi sui pattini. A disposizione dei più avventurosi, corsi di equitazione e go-kart su ghiaccio, per vivere emozioni adrenaliniche e un anello escursionistico che giunge fino alle cime più alte e si infila nei boschi centenari, dove osservare da vicino la flora e la fauna. In inverno Livigno sembra riposare sotto un manto di soffice neve: le strade sono più silenziose e le caratteristiche baite in legno diventano un invitante riparo per i passanti infreddoliti. In questi ristorantini, seduti accanto al caminetto, gli appassionati di cucina locale potranno apprezzare i piatti valtellinesi. Si inizia con l’antipasto a base di speck, bresaola, polenta e altri deliziosi salumi; si continua con fumanti pizzoccheri, pappardelle al ragù, sciatt, croccanti frittelle di grano saraceno e formaggio fuso, carne di cervo e per dolce una fetta di torta di noci. Un altro luogo dove poter assaporare gustosi prodotti tipici è la “Latteria”, un paradiso “bianco” fatto di yogurt, latte degli alpeggi, gelati e profumati formaggi. Visitare la latteria è un’esperienza che coinvolge tutti i sensi e soddisfa non solo il palato ma anche la vista; qui si può infatti partecipare all’interessante visita guidata che permette di seguire le diverse fasi di lavorazione, fino al confezionamento dei prodotti e di conoscere aneddoti e racconti sulla storia contadina della città. La visita si completa con il museo, dove sono esposti attrezzi e strumenti d’uso di un tempo, che destano la curiosità dei più piccoli. Se la giornata lo permette, ci si può distendere sulle sdraio, godendosi la colazione all’aperto e lasciandosi accarezzare dal sole invernale.

Informazioni utili per il camperista

Info turistiche
Azienda di Promozione Turistica, via Saroch 1098/a, c/o Plaza Placheda, tel. 0342/052200; e-mail: info@livigno.eu, www.livigno.eu.
Per consultare gli orari dei bus urbani gratuiti, visitare il sito internet: www.silvestribus.it. Latteria di Livigno, via Pemont 911, tel. 0342/970432; e-mail: info@latterialivigno.it, www.latterialivigno.it.
Altre informazioni su Livigno
Come arrivare a Livigno in camper
Arrivando dal Trentino Alto Adige, Veneto, Emilia, Centro-Sud Italia e Nord Europa, si raggiunge Livigno attraverso il Passo del Gallo, aperto tutto l’anno 24h (apertura subordinata al Tunnel Munt La Schera; Guardia di Finanza Ponte del Gallo: 0342/997271). Se si arriva da Lombardia, Liguria e Piemonte, Livigno si raggiunge passando per Bormio, attraverso il Passo del Foscagno (Guardia di Finanza Passo del Foscagno: 0342/979018). Per il transito sui passi alpini, è necessario munirsi di catene a bordo, dal 15 ottobre al 30 aprile. D’estate il passaggio tra Livigno e la Svizzera è possibile anche attraverso il Passo della Forcola.
Dove sostare in camper
Trovare una sistemazione per il camper a Livigno è tutt'altro che difficile: infatti, tra campeggi attrezzati e aree di sosta non c'è che l'imbarazzo della scelta: tra i primi si può soggiornare al Camping Pemont (convenzionato con il CamperLife Club), che si trova nell'ex area Confortola, oppure al Camping Al Boscket (convenzionato con il CamperLife Club), al Camping Forcola, al Camping Stella Alpina, all'area Palipert e al Camping Aquafresca.
Nelle vicinanze di molti di questi campeggi ci sono le fermate degli skibus che portano direttamente sulle piste da sci. Alcuni camping, poi, sorgono proprio a fianco delle piste di fondo.
Inoltre, è possibile fermarsi sulla cima del passo d'Eira, tra Livigno e Trepalle, dove si trova un parcheggio con circa 100 posti per camper.
 

Per altre soluzioni di  sosta in camper, consultate il nostro dbase online, oppure potete dotarvi delle nostre App per dispositivi iOS e Android.

Si ringrazia per la gentile collaborazione l’Apt di Livigno.
Foto di RobyTrabucchi, Enzo Bevilacqua e Latteria Livigno.

Autore: 
Lucrezia Fraio
Punteggio: 
0

No votes yet

Data Aggiornamento: 
19-01-2016
Data Pubblicazione: 
19-01-2016