Tu sei qui

Livigno, oltre 100 km di piste a portata di camper

In Valtellina, più precisamente nella provincia di Sondrio, sorge Livigno, una delle mete preferite di chi decide trascorrere una vacanza sulla neve nel periodo delle feste natalizie.

Con gli oltre 100 chilometri di piste tra gli impianti di Carosello 3000 e di Mottolino, ognuno si può cimentare in diversi sport. Un servizio-navetta, gratuito per chi ha lo skipass, consente di raggiungere le stazioni sciistiche portando comodamente con sé tutta l'attrezzatura necessaria.
Nel periodo delle feste lo skipass giornaliero costa 40,50 euro (quello ridotto ha un prezzo di 33 euro) sia a Mottolino sia a Carosello 3000. Entrambe le stazioni sciistiche offrono promozioni per utilizzare gli impianti più di un giorno e per i bambini e danno la possibilità di noleggiare l'attrezzatura che serve per sciare. Per ristorarsi, ci si può fermare in uno dei tanti rifugi presenti in tutti e due gli impianti. Per chi vuole mettersi alla prova anche su altre piste è possibile andare a sciare insieme ad altri appassionati e ai maestri di sci di LungoLivigno e della Scuola Centrale di Sci del paese a Bormio e Santa Caterina Valfurva, Samnaun e Ischgl (costo 149 euro) e St. Moritz e Engadina (il prezzo, in questo caso, è di 179 euro).

Anche gli amanti dello sci di fondo non possono certo lamentarsi: i 40 chilometri di piste alternano tratti semplici ad altri più duri da affrontare; il punto di snodo di tutte le piste è la Scuola di Fondo, dove si trova un bar in cui ci si può riposare in attesa di rimettersi in marcia e mangiare per recuperare le energie spese. Proprio su questo tracciato si svolge la famosa “Sgambeda”, la maratona internazionale di gran fondo di ben 42 chilometri.

Soprattutto tra i giovani è lo snowboard lo sport più gettonato della stagione fredda. A Livigno, gli appassionati possono cimentarsi in salti e acrobazie sia sulle piste sia negli appositi snowpark presenti a Mottolino e a Carosello 3000. Allo Swatch Snowpark Mottolino, ormai da anni punto di ritrovo degli snowboarder, ci sono strutture adatte sia ai più abili sia ai principianti. Di più recente costruzione, ma ugualmente ben fornito per gli amanti delle evoluzioni, è lo snowpark Carosello 3000. A Livigno si allenano, poi, molti dei più celebri freestyler di questo sport, che svolgono le loro evoluzioni fianco a fianco con persone comuni; per gli appassionati, dunque, c'è la possibilità di incontrare i propri idoli e, perché no, chiedere loro qualche suggerimento. Anche chi non ha mai messo gli sci oppure la tavola da snowboard ai piedi, ma vuole comunque divertirsi sulla neve, non si deve preoccupare: a prescindere dall'età, infatti, in entrambi gli impianti di Livigno è possibile prendere lezioni da maestri di ogni sport.
A Livigno, la montagna può essere vissuta anche in modo più rilassato. Lontano dalle piste, a stretto contatto con la natura, ci si può immergere in un'atmosfera di estrema rilassatezza passeggiando sulla neve con le ciaspole ai piedi. Per esempio, l'escursione in Val Saliente, adatta anche ai principianti e ai bambini, prevede l'attraversamento di meravigliosi boschi di pini, nei quali, se si è fortunati, è possibile vedere molti animali, tra cui cervi, caprioli, stambecchi e camosci.
Passano attraverso i boschi anche le uscite sulle slitte trainate da splendidi cani huskey e quelle a cavallo.
Gli appassionati delle quattro ruote possono mettersi alla prova e migliorare la loro abilità al volante iscrivendosi a uno dei corsi di guida sicura su neve e ghiaccio organizzati dall'Ice Driving School, che si svolgono sulla pista del ghiacciodromo. Il 28 e il 29 gennaio, sullo stesso tracciato, è in programma la settima “Ice Cup Livigno”, competizione di guida su fondo ghiacciato aperta a tutti.
Dopo una giornata trascorsa sulle piste, o comunque all'aperto in montagna, è un'ottima idea quella di rilassarsi alle terme. L'Aquagranda di Livigno, progettata dall'architetto Simone Micheli e che sorge alla periferia del paese, ha una struttura estremamente moderna, che grazie alle sue ampie vetrate consente di ammirare meravigliosi panorami, che comprendono da un lato il lago del Gallo e dall'altro le montagne. All'interno dell'area benessere di trovano numerosissimi trattamenti: dalle vasche idromassaggio al bagnoturco, dalla sauna finlandese al tepidarium, fino al percorso di docce emozionali, dove getti d'acqua di diversa temperatura si alternano tra loro. È possibile sottoporsi a trattamenti di cromoterapia sia nel bagno turco sia nella sauna finlandese, dove c'è anche la possibilità dell'aromaterapia. Chi ama nuotare, può tenersi in allenamento nella piscina, dotata anche di postazioni idromassaggio e con una vista panoramica splendida. Inoltre, all'interno della struttura c'è una vasca più piccola, il cui accesso è però riservato soltanto ai bambini.
Quello di Livigno è un territorio extra doganale, dove non vengono applicate alcune imposte. Siccome i prezzi finali delle merci non sono “gonfiati” dall'Iva, gli amanti dello shopping, ma non solo loro, possono fare incetta di acquisti a costi davvero vantaggiosi e rifornire il camper di carburante a prezzi inferiori a quelli applicati nel resto d'Italia. Quando si fanno compere, bisogna prestare solamente attenzione a non esagerare e rimanere entro i limiti di spesa fissati dalle tabelle doganali.
Livigno, però, non è solo piste e impianti da sci, ma offre ai visitatori anche uno splendido e accogliente centro, situato a poco più di 1.800 metri di altitudine. Nelle vicinanze si trova il lago del Gallo (chiamato anche lago di Livigno) e passa il fiume Spöl, mentre le strutture dove praticare gli sport invernali sono a circa 1.000 metri più in alto. Nel paese ci sono poi tante chiese che meritano una visita.
Quella di Santa Maria è la parrocchiale di Livigno, che si trova un po' fuori rispetto al centro abitato antico. All'interno del luogo di culto non passa certo inosservato l'altare maggiore, sormontato da un grande tabernacolo, su cui sono raffigurate con dei bassorilievi alcune scene della vita della Madonna, tra le quali l'Annunciazione. Nel vicino oratorio del Santo Rosario si trova una statua della Vergine con il Bambino e la stessa immagine è raffigurata su un prezioso stendardo che sta all'interno del tempietto. Di dimensioni davvero ridotte, ma non per questo meno graziosa, è la Chiesa di Sant'Antonio Abate, situata proprio nel centro del paese, accanto alla piazza del Comune. L'opera più rilevante esposta in questa struttura è un dipinto d'autore ignoto che rappresenta ancora una volta la Madonna con Gesù appena nato con attorno Santa Lucia, San Giovanni Nepomuceno e Sant'Antonio Abate, All'interno di teche ci sono poi 14 stampe del Seicento che raffigurano scene della Via Crucis. Nella frazione Trepalle, che è il centro abitato più alto d'Europa dove le persone vivono per tutto l'anno, c'è la Chiesa di Sant'Anna, dallo stile tipicamente romanico. Esternamente si nota subito il campanile, sormontato da una magnifica cuspide. Molto belli sono gli altari: in quello centrale sono riprodotte alcune scene della vita di Gesù. Le tele appese alle pareti, tutte opera di Cocquio, rappresentano l'Ultima Cena, la moltiplicazione dei pani, il Battesimo di Gesù e Sant'Anna con la Madonna. Di modeste dimensioni, ma di grande significato storico, è la Chiesa della Madonna della Pace, che si trova lungo la via che collega Livigno con Trepalle. L'edificio è stato costruito a seguito di un voto della gente locale per far tornare a casa sani e salvi i soldati e i prigionieri della Prima Guerra Mondiale. Dal soffitto in legno e senza campanile, la Chiesa ha al suo interno una scultura in legno raffigurante la Madonna con il Bambino realizzata da Luigi Pezzei d'Ortisei.
Livigno, chiamato Livìgn nel dialetto locale, è una meta imperdibile anche per i buongustai: i piatti tipici della cucina locale sono realizzati con ingredienti caratteristici del posto, quelli che, quando la zona non era ancora ben collegata, si potevano trovare in loco e nelle immediate vicinanze. A fare la parte del leone sono la selvaggina, i funghi, il grano saraceno e la bresaola, mentre i formaggi, la panna e il burro vengono spesso utilizzati per accompagnarli oppure come condimenti. I primi, in particolare le pappardelle Valtellina e il risotto con la bresaola, oltre che piatti robusti sono anche molto saporiti. Sono però le preparazioni con il grano saraceno le più caratteristiche: oltre ai pizzoccheri, in paese si possono gustare i chisciöi e i sciatt. Tra i secondi, invece, meritano un assaggio il salmì di cervo, il borsat (a base di carne di pecora) e il pòtol, a base di lardo e maiale. In tema di dolci, infine, oltre alla conosciute torta di noci e panna cotta, è da provare il panòn valtellinese, che contiene castagne, fichi secchi, cedro candito e uva sultanina.
Il cenone di capodanno è tra le migliori occasioni per assaporare la cucina di Livigno. Per trovare un ristorante che organizzi il veglione di San Silvestro non c'è che l'imbarazzo della scelta. Chi vuole salutare l'arrivo del 2012 immerso nella natura non può, invece, perdersi la suggestiva fiaccolata organizzata al campo scuola della Scuola Sci Centrale.

Per la sosta in camper
Trovare una sistemazione per il camper a Livigno è tutt'altro che difficile: infatti, tra campeggi attrezzati e aree di sosta non c'è che l'imbarazzo della scelta: tra i primi si può soggiornare al Camping Pemont (convenzionato con Camperlife.it), che si trova nell'ex area Confortola, oppure al Camping Al Boscket, al Camping Forcola, al Camping Stella Alpina, all'area Palipert e al Camping Aquafresca.
Nelle vicinanze di molti di questi campeggi ci sono le fermate degli skibus che portano direttamente sulle piste da sci. Alcuni camping, poi, sorgono proprio a fianco delle piste di fondo.
Inoltre, è possibile fermarsi sulla cima del passo d'Eira, tra Livigno e Trepalle, dove si trova un parcheggio con circa 100 posti per camper.
 

 

Le immagini a corredo sono state gentilmente concesse dall'A.P.T. di Livigno

 

 

Autore: 
Redazione CamperLife
Punteggio: 
0

Average: 0 (0 votes)

Coordinate: 
Latitudine: 10.141790000000 - Longitudine: 46.545344000000
Data Aggiornamento: 
27-12-2015
Data Pubblicazione: 
02-12-2011