Tu sei qui

L'Italia si svela: la Valle Staffora

Avete voglia di fare un giro in camper nei prossimi week end? Vi proponiamo un itinerario gastronomico e paesaggistico, utile per conoscere i luoghi ma anche e soprattutto per gustare le prelibatezze culinarie locali.
camper viaggi itinerari valle staffora tempio cavalleriaInizia da Voghera il giro per la Valle Staffora. Siamo in provincia di Pavia, in una tra le più belle zone dell'alto Oltrepò Pavese, facilmente raggiungibile con l’autostrada Milano Genova (uscita Casei Gerola) e/o con la Brescia-Piacenza-Torino (uscita Voghera).
Di fronte alla piscina comunale Dagradi c'è l’area camper - dettagli - con carico e scarico gratuiti.
Il desiderio di immergersi nella natura e nella storia della Valle Staffora ci obbliga a una veloce e sommaria visita di Voghera, che può limitarsi al Tempio Sacrario della Cavalleria (sito web).
Viste le brevi distanze da percorrere a piedi, si consiglia di parcheggiare nei pressi dell’area camper.
A questo punto, prendere per Retorbido, dove merita una fugace visita il monumento al concittadino Bertoldo - GPS -, l’arguto contadino dei tempi di re Alboino. Circa 2 km prima, appena usciti da Voghera, si incontra Villa Meardi (sito web ) - GPS - dove si può pranzare con soddisfazione in un bel locale con soli 10 euro e sostare gratuitamente per la notte.
Nei pressi merita sicuramente una sosta alle cantine Montelio e Casarini - sito web -
Dopo Retorbido ed altra eventuale visita alla Cantina M.se Adorno - sito web - ci spostiamo a Rivanazzano. Merita una sosta l'ottimo ristorante “Selvatico” - sito web - attentissimo alla qualità della materia prima - GPS - che si trova a fianco di un rinomato panificio, dove si può gustare la “micca”, che è la specialità locale.
Subito sulla sinistra in alto, risalendo la valle, si vede la frazione di Nazzano. Non vi consigliamo di avvicinarvi in camper, la strada per raggiungerla è molto stretta, anche se il borgo è molto caratteristico, e presenta l’unico castello del casato Malaspina, antichi signori della valle, edificato con mattoni. Putroppo anche il castello non è visitabile.
camper viaggi itinerari valle staffora  Castelletto Santa Teresa, villa Borsalinocamper viaggi itinerari valle staffora salice terme fontana
Si giunge poi a Salice Terme, che ha uno stabilimento con acque salso bromo iodiche, un grande parco di 14 ettari e vari ristoranti, pizzerie e birrerie. Da rilevare anche impianti sportivi di prim’ordine per le 4 piscine, campi da tennis e calcetto, Parco Avventura (convenzionato con Camperlife - vedi i dettagli, minigolf, golf a 9 buche e, nei pressi, anche alcuni maneggi. Possibilità di sosta gratuita in via Terme -GPS- , piazza Pertini, a pagamento il sabato pomeriggio e domenica - GPS - e a Casa Garello, gratuito e panoramico - GPS - a 100 metri dall'Azienda Agricola Manganaro dove potrete gustare assaggini con vino, salame e pancetta, in omaggio ai camperisti.
In stagione è simpatico anche fare un bagno nelle fresche acque del torrente Staffora che caratterizza l’intera vallata.
Tornando sulla provinciale si giunge a Godiasco (sito web ) che fu sede dei marchesi Malaspina, di cui resta il palazzo non visitabile. Per la visita della cittadina potete parcheggiare in piazza Mercato - GPS - . Completano il tutto un ristorante dell’albergo Italia (di fronte al municipio) con cucina locale e toscana e pizzeria, a prezzi medio/bassi, una macelleria con carni da allevamenti locali dell'appennino e una panetteria rinomata per la preparazione di ciambelle e focacce. In via Angiolini, infine, c'è la casa che fu di Filippo Tommaso Marinetti, purtroppo chiusa e non visitabile.
A questo punto, riprendere la provinciale, ma girare subito a sinistra verso Montesegale (facendo molta attenzione perchè si tratta di una strada stretta) in valle Ardivestra - sito web - dove si può ammirare la Pieve di San Zaccaria del XI sec - GPS - e successivamente il castello di Montesegale. Il castello non è aperto al pubblico e per arrivarvi bisogna percorrere una strada con forte salita - GPS - . In basso, già in comune di Montesegale, si trova il rinomato salumificio Magrotti - GPS -. Se si dispone di tempo è molto interessante la visita del paese di Fortunago: arrivati a Sant’Eusebio proseguire dritti per evitare la forte salita, con punto sosta anche notturna e un buon ristorante, La Pineta, che ha prezzi bassi - GPS - .
camper viaggi itinerari valle staffora Cecima  Tornati indietro, la provinciale costeggia Biagasco, frazione di Pozzol Groppo con chiesa del XIII secolo - GPS - monumento partigiano e spazio per pernottamento con acqua. A 100 metri, in paese una buona osteria con pranzo a 10 euro. Poco prima di Ponte Nizza, salire (senza problemi) a Cecima: si tratta di un bel paesino con case in pietra, tutte ben tenute, arroccato su di uno sperone dominante la valle. Bella la chiesa con magnifico portale in cotto. Parcheggiare all’ingresso del paese - GPS - e inoltrarsi a piedi. Per mangiare c'è l’agriturismo La Piazzetta con prezzi medi. Da lì, salire (percorrendo una strada stretta e forte pendenza, ma utilizzata anche da autobus) al celebre Osservatorio di Ca’ del Monte, convenzionato con Camperlife.it - vedi la convenzione - con bellissimo prato panoramico davanti all’agriturismo omonimo dov'è frequente vedere lanci con parapendio.
camper viaggi itinerari valle staffora castello Oramala camper viaggi itinerari valle staffora cortile palazzo malaspina
Scesi nuovamente nella valle per la stessa strada, arrivare a Ponte Nizza, dove si trova un negozio specializzato in funghi, tartufi e miele denominato La Fungaia - GPS - , poi girare a sinistra seguendo le indicazioni per Sant’Alberto di Butrio. Attendere circa 2 km prima di impostare il navigatore per evitare una strada alternativa troppo stretta, poi digitare N44°51’18" E 9°09’01" (oppure N 44.855002 E9.150621). Si passa così davanti all'Osteria La Piola (sito web), un vero tempio dei salumi non solo locali -GPS. C'è poi un parcheggio davanti all’abbazia: si tratta di un parcheggio anche notturno con acqua potabile e WC, dove non è difficile scorgere, nei momenti di tranquillità, daini e cinghiali nei facili sentieri che si addentrano nel bosco. Da lì, una strada piuttosto stretta, ma percorribile senza difficoltà, porta al castello di Oramala (sito web) del XI secolo - GPS -, primitiva sede del casato Malaspina, pare frequentato anche da Dante. Qui è possibile parcheggiare anche per la notte. Tornare a Ponte Nizza e, con la provinciale, andare verso Varzi (sito web). Lungo la strada, merita un'interessante breve deviazione per San Ponzo dove c'è la fattoria Verardo -GPS- con vendita formaggi, rarissima farina per polenta ottofile, pane e visita all'allevamento delle vacche varzesi. Con gradevole passeggiata circa 2Km visita alla grotta eremitica di San Ponzo che si trova in un bel bosco. Continuando per la provinciale si giunge infine a Varzi, la patria del salame di varzi (sito web) , con una bella area camper in piazza della Fiera con carico e scarico - dettagli -.
Per gli amanti dei tornanti è consigliabile, dimensioni permettendo, salire al passo del Brallo e da lì arrivare al passo del Penice per poi tornare in valle Staffora o ridiscendere verso la provincia di Piacenza al bel paese di Bobbio.
La valle Staffora è felicemente nota per alcune sue particolari specialità, in particolare i vini e i salumi, ma anche il pane (la micca), il miele e la mostarda di Voghera, che sembra essere stata inventata in Sant’Alberto di Butrio.
L'itinerario sin qui proposto si può percorrere in un week end se siete interessati all'arte, ai monumenti, al paesaggio. Se invece siete attratti anche dalle specialità culinarie ed enologiche locali sarete impegnati per diversi fine settimana, tutti sicuramente aricchiti dai sapori genuini dei prodotti locali.
I punti sosta segnalati sono il risultato di numerose visite nella zona. In ogni caso potrete sempre utilizzare le indicazioni contenute nel dbase di camperlife.it - link in fondo alla pagina -
Informazioni utili per chi volesse ricercare le cantine
Segnaliamo alcune cantine, fra le tante, facili da raggiungere appena all’inizio della vallata:


  • Cantine Montelio a Codevilla (GPS)



  • Cantine Adorno a Retorbido (GPS) con ampia possibilità di parcheggio anche notturno e vicino rubinetto per acqua (GPS)



  • Cantine Casarini a Retorbido (GPS) con ristorante da prezzi sui 25 euro



  • Cantine Manganaro a Salice Terme Casa Garello (per la sosta - GPS - anche per la notte, panoramico, omaggio ai camperisti)


Informazioni utili per i camperisti che volessero ricercare le specialità, i salumi, i formaggi


  • Magrotti a Fornace di Montesegale (GPS) e dopo 200 metri spazio per parcheggio anche notturno, vicino a trattoria e campo di tiro con l’arco.



  • Salumificio Gra Varzi Nicolini di Rocca Susella Giarone (GPS)


Molto validi anche i negozi specializzati nel paese di Varzi.
Per i formaggi:


  • Lino Verardo a San Ponzo. Anche pane e farina per polenta ottofile (GPS)


Un simpaticissimo modo per conoscere tradizioni, usanze e leggende della valle è consultare il sito www.luoghicomunidoltrepo.it, dove, con la mappa di comunità interattiva, è possibile godersi decine di interviste, foto e filmati del territorio.

 


Autore: 
Redazione CamperLife
Punteggio: 
0

Average: 0 (0 votes)

Coordinate: 
Latitudine: 9.010148000000 - Longitudine: 44.992180000000
Data Aggiornamento: 
06-03-2015
Data Pubblicazione: 
02-12-2011