Tu sei qui

Letto elettrico | Professionisti al lavoro

Una coppia di pensionati, sopraggiunta l’età avanzata, trovava difficoltà nel raggiungere il letto matrimoniale trasversale. Ecco l’intervento realizzato da Caravan Camper2 che ha installato un letto elettrico così da poter scegliere di volta in volta l’altezza a cui bloccarlo.

Spesso i proprietari di un camper, vuoi per motivi economici vuoi perché affezionatisi al mezzo, cercano di non sostituirlo fino all’ultimo. Piuttosto si cerca di adattare il veicolo alle esigenze che cambiano. Nel caso che andiamo ad esaminare, l’avanzare dell’età di una coppia rendeva scomoda la salita al classico letto matrimoniale trasversale su garage di un Kentucky Corral 4. Oggi, sui nuovi camper c’è la possibilità di posizionare il letto a diverse altezze, scegliendo così se privilegiare il carico nel garage o l’abitabilità interna mentre sui camper più datati si può arrivare ad un ottimo risultato con l’aiuto di professionisti del settore.

Prime fasi di lavoro
Sul mezzo in questione il lavoro è cominciato eliminando la struttura portante metallica che sorreggeva il pianale del letto (foto 1 il garage originale con la struttura, foto 2 l'eliminazione della stessa), composto da un foglio di legno di spessore di 1,2 centimetri e sul quale erano appoggiate le doghe (foto 3 e 4 il letto in posizione originale). Il pianale è stato utilizzato come base per realizzare un impianto che fosse idoneo ad essere sospeso. Per questo motivo, è stato rinforzato con alcuni listelli sia perimetralmente che internamente e con ulteriori supporti angolari che serviranno poi ad agganciarlo alla struttura. Il punto in cui verrà fissato il sistema di movimentazione, motorino e barra che avvolge le cinghie durante il saliscendi è ulteriormente rinforzato e sagomato per accogliere il meccanismo (foto 5 si fresa il rinforzo per alloggiare il motorino). Il telaio è stato poi riempito con fogli di polistirolo, per ottenere isolamento e leggerezza (foto 6 l'imbottitura della struttura del letto attraverso pannelli di polistirolo) ed è stato completato con un pannello da 4 millimetri a chiusura. Adesso l’intelaiatura è pronta per essere riposizionata (foto 7 il fissaggio del motorino di movimentazione e il pannello di chiusura).

camper camperlife rivista camperisticamper camperlife rivista camperisti

camper camperlife rivista camperisticamper camperlife rivista camperisti

camper camperlife rivista camperisticamper camperlife rivista camperisti

Fissaggio guide
Nel garage vengono fissate le guide di scorrimento del letto (foto 8 e 9) e preparato il cablaggio elettrico dal motorino al pannello di comando con chiave. Questo è posizionato vicino al portellone del garage in modo da permettere di vedere sempre il contenuto del garage stesso così da evitare di schiacciare qualcosa. Completata l’operazione di fissaggio della struttura alle guide e connesso l’impianto elettrico, si esegue un test di movimentazione impostando i valori di fine corsa, sia in discesa che risalita (foto 10).

camper camperlife rivista camperisticamper camperlife rivista camperisti

Fasi di rifinitura
Infine si passa alle rifiniture. Per prima cosa il pannello dello sportello di accesso al garage viene tagliato in due orizzontalmente: la parte inferiore è lasciata nella sua posizione originale e quella superiore è agganciata alla struttura del letto ma sovrapposta alla prima per circa 2 centimetri in modo da seguire la movimentazione del letto ed essere quasi impercettibile alla vista. Allo stesso modo anche lo sportello verso il garage è diviso in due rimanendo così sempre usufruibile (foto 11). Ai lati del letto, che nella posizione bassa sarebbero visibili dai portelloni del garage, vengono applicate delle tendine in poliestere (foto 12). Finito il lavoro si procede ad alcune misurazioni: in origine il letto era posizionato a 120 centimetri (foto 13) da terra, ora nella posizione bassa ad 80 centimetri (foto 14), all’incirca l’altezza di un tavolo. Questo permette di salirci sopra sedendosi, senza sforzi e manovre. Il garage passa da un’altezza di 130 centimetri a 90 cm nella posizione più bassa del letto (foto 15). 

camper camperlife rivista camperisticamper camperlife rivista camperisti

Il kit utilizzato
Questo kit di trasformazione della Project 2000 viene anche utilizzato dalle case madri come impianto originale, risulta ben fatto, silenzioso e fluido durante la movimentazione e stabile quando si utilizza il letto. È collaudato per sostenere 400 kg. In questo caso la modifica ha incrementato il peso del veicolo di 12 kg circa ed il costo per la realizzazione risulta essere dai 1200 euro ai 1500 euro, naturalmente il peso ed il costo variano in base al mezzo. Dai 2 ai 3 giorni il tempo di montaggio. 

Caravan Camper 2
Da oltre trent’anni la Caravan Camper 2 è specializzata nel noleggio, rimessaggio e riparazione di camper e caravan di ogni marchio e modello. Grazie alla grande esperienza maturata negli anni d’attività, lo staff è in grado di consigliare l’intervento migliore per il mezzo e può garantire un servizio sempre puntuale e qualificato. Nel dettaglio i servizi offerti sono: assistenza plurimarca; riparazione veicoli incidentati o infiltrati; costruzione e realizzazione veicoli speciali per tutte le esigenze (camper medici, per le forze dell’ordine, ecc.); installazione accessori; riproduzioni di componenti in VTR fuori produzione (piatti doccia, lavandini, bandelle, ecc.); riparazione e realizzazione su misura di componenti di arredo; installazione di impianti satellitari, audio video, riscaldamento, condizionamento, gruppi elettrogeni gas, benzina e diesel; noleggio camper 365 giorni l’anno; rimessaggio con accesso 24h su 24h su un’area di oltre 9000 mq con oltre 100 posti al coperto e non. 

 

 

Autore: 
Redazione CamperLife
Punteggio: 
0

No votes yet

Data Aggiornamento: 
12-09-2018
Data Pubblicazione: 
12-09-2018