Tu sei qui

Le residenze della Savoia

Un viaggio in camper, indietro nel tempo, tra regge, parchi e castelli di Casa Savoia

Atmosfere sontuose, fascino e segreti della vita di corte, nella visita alle residenze reali sabaude della “Corona delle Delizie”.
piemonte savoia reggia camper Quella dei Savoia è di certo la dinastia reale più influente nella storia d’Italia. Originaria della Borgogna, dal X secolo in avanti espanse il proprio potere dentro e fuori i confini europei. Il suo legame con l’Italia divenne indissolubile da quando, nel 1563, Torino venne eletta a capitale del regno. E come il capoluogo piemontese è risorto e si è trasformato sotto le ingegnose menti di questa dinastia, così è avvenuto anche ai territori limitrofi, scelti dalla famiglia reale come luoghi di svago e di piacere.
Tra il Seicento e il Settecento sorse dunque una rete di sfarzose residenze regali, pensate per ospitare la vita di corte, al di fuori dei luoghi di comando e di amministrazione concentrati a Torino.
Posizionate tutte intorno alla città, divennero note sotto il nome evocativo di “Corona delle Delizie” e furono elette a simbolo della ricchezza e del potere di Casa Savoia.
La Corona nel suo insieme rappresenta un modello unico nel panorama europeo, tanto da essere stata riconosciuta Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO nel 1997.
Da luogo esclusivo ed elitario, oggi queste ville sono aperte al pubblico che può ammirarne la bellezza, immaginando i fasti e i raffinati modi di vivere di un tempo o godendo di nuove occasioni di incontro e di partecipazione, grazie a un ricchissimo calendario di eventi, mostre e iniziative culturali che mantengono vivo il fascino di questi luoghi straordinari.
Tra le tante dimore che compongono la Corona, abbiamo selezionato quelle più vicine a Torino, per un itinerario in camper di un weekend (ma se potete, concedetevi qualche giorno in più) che, con pochi spostamenti, vi condurrà nel cuore della vita di corte sabauda, tra sfavillanti balli, passeggiate romantiche e battute di caccia.

Reggia di Venaria
Realizzata a metà del Seicento come residenza di caccia, la Reggia di Venaria rappresenta uno degli esempi più alti del barocco italiano, grazie a capolavori come la Galleria Grande, la Cappella di Sant’Uberto, la Scuderia Grande e la Citroniera di Juvarrao ed allo straordinario impatto scenografico del Salone di Diana.
Il complesso edilizio supera i 100.000 metri quadri, cui si aggiungono i 950.000 mq del terreno circostante: qui cui sorge un immenso giardino dalle superbe geometrie che incorniciano fiori, aiuole, canali, corti e parterre, orti e frutteti, oltre a un intero borgo, sviluppatosi pian piano intorno alla reggia e anch’esso ricco di monumenti, palazzi, chiese e piazze assolutamente da visitare.
piemonte savoia venaria reggia camperpiemonte savoia venaria reggia galleria camper
piemonte savoia venaria reggia giardini camperpiamonte savoia venaria reggia borgo camper

L’insieme che ne deriva è un sistema dominato da un profondo equilibrio architettonico e da una unitarietà stilistica che si avvicina alla perfezione.
Se non bastasse, la Reggia è sede di moltissimi avvenimenti e mostre e propone interessanti attività - dal giro in gondola a quello in carrozza, dalle passeggiate notturne ai giochi per i più piccoli - che rendono la visita ancora più suggestiva.
piemonte savoia venaria esterno notte camper
La reggia è aperta il martedì, mercoledì, giovedì e venerdì dalle 9 alle 17, sabato e domenica dalle 9 alle 20. Il costo del biglietto intero è di 15 euro (ridotto 10 euro).

Castello di Rivoli
Rispetto alle altre residenze sabaude, il Castello di Rivoli presenta molte caratteristiche distintive e un aspetto inconsueto, risultato di una serie di interventi di ampliamento e trasformazione succedutisi nei secoli.
In posizione dominante su una collina a ovest di Torino, con una splendida vista sulla città, eretto intorno all’anno mille come roccaforte militare, divenne proprietà della famiglia reale nel 1247 e solo nel Seicento fu trasformato in residenza per il “tempo libero”, con l’aggiunta della cosiddetta Manica Lunga, un’ala di circa 140 metri adibita a pinacoteca.
Nel ‘700 venne pianificato un ampio progetto di trasformazione affidato a Juvarra e mai portato a termine che oggi rappresenta, nella sua incompiutezza, uno degli elementi di maggior fascino del luogo. Gli oculati interventi del 1978 hanno poi aggiunto alla struttura elementi di modernità, contrapponendo con misura e armonia le antiche mura e colonne di pietra a lisce superfici di vetro e travi d’acciaio.
piemonte savoia rivoli castello camperpiemonte savoia rivoli castello camperpiemonte savoia rivoli castello camper
Il recupero è servito anche a fare del Castello la sede di un Museo d’Arte Contemporanea di fama internazionale, che ospita prestigiose collezioni permanenti e mostre temporanee sempre di grande interesse.
Il castello e le sue mostre sono aperti da martedì a venerdì dalle 10.00 alle 17.00, sabato e domenica dalle 10.00 alle 19.00, con prezzi di 6,50 per il biglietto intero, riduzioni per molte categorie e ingresso gratuito per i minori di 11 anni.
Sono inoltre disponibili senza sovrapprezzo visite guidate alle mostre in corso ogni sabato alle 15.30 e 18.00 e ogni domenica e festivi alle 11.00, 15.00 e 18.00, oltre a una bella visita dedicata alla storia e alla architettura del Castello di Rivoli, tutte le domeniche alle 16.30.

Palazzina di Caccia di Stupinigi
piemonte savoia palazzina caccia stupinigi camperCommissionata nel 1729 e progettata interamente da Juvarra, architetto regio cui si devono i più monumentali edifici di Casa Savoia, la Palazzina doveva servire da padiglione per la caccia, ma quello che vi troverete davanti agli occhi è molto di più.
Ispirata ai modelli neoclassici europei e regolata da un’attenta geometria, presenta una caratteristica pianta a croce di S. Andrea sviluppata intorno al grande salone ellittico centrale a doppia altezza, di fronte al quale si allunga il viale alberato.
Completano la struttura una serie di cortili, edifici che racchiudono in forme concentriche il parco e il bosco adibiti all’antica arte venatoria amata dai sabaudi.
Dal 1919, è sede del Museo dell'Ammobiliamento, che raccoglie mobili, arredi e pregiati pezzi di artigianato provenienti anche dalle altre residenze sabaude.
Sottoposta a un lungo intervento di restauro, la Palazzina di Caccia è visitabile fino al 30 dicembre insieme alla mostra “Stupinigi tempo primo. Tesori ritrovati” che illustra i delicati lavori di cui è stata oggetto.
piemonte savoia palazzina caccia stupinigi ingresso camperpiemonte savoia palazzina caccia stupinigi interni camperpiemonte savoia palazzina caccia stupinigi giardino camper
La mostra e l’edificio sono aperti al pubblico tutti i giorni tranne il martedì, dalle 10 alle 18.30.
Per sabato e festivi, è obbligatoria la prenotazione. Biglietto intero 12 euro, ridotto 8 euro, gratis i bambini sotto i 12 anni.

Castello e Parco di Racconigi
Dall’Ottocento fino alla caduta della monarchia, il castello di Racconigi e il suo meraviglioso parco rappresentarono il luogo di villeggiatura privilegiato dai Savoia. Nato come fortezza militare e passato sotto la dinastia sabauda nel 300, fu completamente riprogettato nel 600 da Guarino Guarini che ne fece una delle più eleganti e misurate espressioni del barocco italiano.
piemonte savoia racconigi ingresso camperpiemonte savoia racconigi retro camper
Gli interni furono invece riallestiti e decorati con il gusto eclettico dell’800 con il preciso intento di adeguarlo alle esigenze di svago della famiglia reale, raggiungendo un livello di rara preziosità e ricercatezza.
Nello stesso periodo, anche l’enorme parco circostante venne profondamente rinnovato sul modello di quelli inglesi, arricchendosi di piccoli sentieri tortuosi, boschetti, corsi d’acqua, laghi, ponti, grotte, isolette e tutto ciò che potesse contribuire a creare quell’atmosfera magica e romantica capace di incantare ancora oggi.
Sul lato nord furono realizzate inoltre una grade serra e la “Margaria”, un curioso edificio per uso agricolo in stile neogotico, che divennero un avanzato centro di sperimentazioni botaniche, agrarie e zootecniche, cui si deve la grande varietà di specie vegetali e animali che fanno tuttora del parco un’oasi di grande interesse naturalistico.
piemonte savoia racconigi parco camperpiemonte savoia racconigi serra camper
A ridosso del castello sorge Racconigi, borgo che visse tra 700 e 800 un periodo di grande splendore grazie alla fiorente industria della seta, arricchendosi di palazzi aristocratici, chiese e monumenti che meritano senz’altro una visita.
Il castello è aperto al pubblico dal martedì alla domenica, dalle 9 alle 18.20, al prezzo di 5 euro (la metà per i ragazzi dai 18 ai 25 anni, gratis per under 18 e over 65), con visite accompagnate in gruppi da 25 persone.
L’ingresso al Parco Reale (2 euro) è indipendente ed è consentito da fine marzo a fine ottobre, da martedì a domenica, dalle 10 alle 19 (10-18 con ora solare).

Come arrivare e dove sostare in camper
L’ordine con cui vi abbiamo presentato le residenze sabaude segue un itinerario che gira intorno a Torino, da nord a sud in senso antiorario, ideale per chi arriva da Milano o Aosta. In questo caso, basterà seguire la A4 o la A5 fino a immettersi sulla tangenziale nord del capoluogo piemontese, percorrendola verso sud sino alle uscite di Venaria, Rivoli, Orbassano (per il Castello di Stupinigi) e imboccando infine la A6 Torino-Savona per circa 40 km fino a raggiungere Racconigi. Il percorso è inverso per chi arriva da est, dalla A21 Piacenza-Torino, e da sud attraverso la A6.
Nel vostro tour in camper lungo la “Corona delle Delizie”, troverete comode aree di sosta nelle vicinanze di ogni residenza.
A Venaria Reale, lungo la strada che porta alla Reggia, sono presenti diversi parcheggi senza servizi, a pagamento nei giorni festivi, dalle 8 alle 20.
Un’alternativa più comoda e servita in zona è l’area attrezzata Relax and Go, in via Scodeggio 15: recintata, silenziosa e dotata di acqua, luce, scarico, docce, barbecue, giochi per bambini e biciclette (aperta tutto l’anno; tel. 337.24.18.38)
A Rivoli è possibile utilizzare un punto sosta ai piedi del castello, molto panoramica, asfaltata, gratuita e con possibilità di pernottamento.
Sempre gratuito ma un po’ più distante è il grande parcheggio asfaltato degli impianti sportivi in Via Isonzo.
Arrivati a Stupinigi, qualora ne aveste necessità potrete utilizzare il camper service della Concessionaria Caravan Club, nella periferia sud di Torino, in corso Unione Sovietica 616/A oppure presso l’autolavaggio a Orbassano, in Via Circonvallazione Esterna, 6, asfaltato, sempre aperto, gratuito e idoneo anche per la sosta notturna.
Uscendo invece più avanti dalla tangenziale Sud, a Debouchè, e proseguendo in direzione Nichelino, incontrerete sulla destra una stazione di servizio TotalErg con ampio parcheggio illuminato, gratuito, a 500 mt dal castello.
A Racconigi, è disponibile infine un camper service presso il castello, all’interno del parcheggio degli autobus in via Regina Margherita, con acqua e pozzetto.
 

Autore: 
Redazione CamperLife
Punteggio: 
4

Average: 4 (1 vote)

Coordinate: 
Latitudine: 7.635269000000 - Longitudine: 44.987142000000
Data Aggiornamento: 
19-02-2016
Data Pubblicazione: 
01-10-2012