Tu sei qui

Le perle del Baltico | I viaggi dei lettori

Tallinn, Helsinki e San Pietroburgo: sensi e sensazioni del nostro amico Valter, che condivide con i nostri lettori le emozioni derivate da una vacanza in compagnia della moglie Paola. Un viaggio difficile da organizzare solo all’apparenza

Un viaggio entusiasmante che abbiamo tirato fuori dal “cassetto dei sogni” nel momento più opportuno. Il cuore della nostra vacanza è racchiuso in un lungo weekend nelle tre Perle del Baltico che abbiamo vissuto senza la preoccupazione di appoggiarsi ad agenzie di viaggio o a lungaggini procedurali per il visto turistico, con notevole risparmio economico e di tempi.

Partiamo da Tallinn
camper camperlife repubbliche baltiche tallin san pietroburgoAbbiamo raggiunto in camper la città partendo dall’Italia. Ci abbiamo messo 7 giorni ma lungo il tragitto ci siamo fermati a visitare Wieliczka, Cracovia, Czestochowa, Varsavia, Vilnius, Riga e Saaremaa. Una volta giunti a Tallinn, abbiamo lasciato il camper al parcheggio vicino al terminal traghetti. La tariffa è di 6 euro al giorno, compresa la possibilità di sosta notturna. Dentro il terminal, a cento metri dal parcheggio presso lo sportello della Viking Line, abbiamo prenotato per il giorno seguente il traghetto per Helsinki. Con 102 euro ci viene consegnato un contratto che però necessiterà di check-in un’ora circa prima degli imbarchi. Sempre allo stesso terminal, presso lo sportello della St. Peter Line, è possibile prenotare l’imbarco da Helsinki per San Pietroburgo. Il traghetto partirà alle 18.00 e costerà, per due persone, 178 euro circa (il prezzo varia secondo il periodo). In questa cifra sono compresi la traversata, il passaggio in cabina andata e ritorno e il taxi, sempre andata e ritorno, dal molo d’imbarco/sbarco sino in piazza Sant’Isacco, a lato della cattedrale di San Nicola. Ci viene consegnata una Boarding Card per tutte le operazioni di controllo sulla nave, valida anche come chiave della cabina. Riceviamo anche due Card Departure e Arrival che serviranno per l’imbarco/sbarco e che in dogana, al controllo passaporti, verranno ritirate. Terminate le prenotazioni, ci dedichiamo alla visita di Tallin e al cuore della città, che dista circa 500 metri dal parcheggio.

camper camperlife repubbliche baltiche tallin san pietroburgo

La città in dettaglio
Tallin è una città splendida. Nel centro storico e tra le sue incantevoli vie si respira il medioevo. Oltre due chilometri di mura sorgono intorno a Raekoja Plats, la piazza del comune, unico palazzo comunale gotico sopravvissuto nel nord Europa. Da non perdere il complesso gotico delle “Tre Sorelle”, oltre a una visita al monastero domenicano di camper camperlife repubbliche baltiche tallin san pietroburgoSanta Caterina e alle stanze di clausura dove si percepisce un forte richiamo alla meditazione e alla riflessione. Salendo a Toompea, l’antica città sulla collina che deve il suo nome alla cattedrale luterana di Santa Maria, si può gustare il magnifico panorama sottostante. Sulla piazza del castello si erge la cattedrale ortodossa Alexander Nevskij, in stile revival russo. Una visita che non deve mancare è quella alla basilica medievale di San Nicolò, un museo d’arte che conserva numerosi capolavori. Il più famoso è il dipinto “Danza macabra”, nella sua rappresentazione della transitorietà della vita. La città vecchia è collegata alla città bassa tramite una strada denominata "la lunga gamba", dove possiamo incontrare artisti che interpretano sulla tela le magnificenze di questi scorci. Se poi la voglia di “dolce” ci attanaglia, una colazione o una merenda presso la pasticceria più antica di Tallinn è d’obbligo. A pranzo o a cena, vi consigliamo un ristorante particolare, Le Château Restaurant che oltre a proporvi i vari piatti tipici estoni, vi meraviglierà con la sua “zuppa di cipolle” e la fantastica "Assiette de mousquetaires”. 

Pronti per l’imbarco
L’indomani mattina conviene arrivare all’imbarco verso le 7.00 e consegnare il contratto allo sportello Viking Line. Alle 8.00 il traghetto prende il largo. La traversata dura due ore e mezza: si sbarca a Katajanokka, il molo della Viking camper camperlife repubbliche baltiche tallin san pietroburgoLine, a circa 1 km dal centro, dove sulla piazza del Senato (Senate Square) ci aspetta il CitySightSeeing, il bus rosso che con 39 euro (un po’ caro) e in 1 ora e mezza ci farà conoscere tutte le bellezze e i punti interessanti di Helsinki. Abbiamo la possibilità di scendere a qualsiasi fermata, visitare e prendere il bus successivo, il ticket è valido 24 ore. Se invece memorizzerete i punti interessanti, li potrete poi visitare a piedi con più tranquillità. L’importante è che per le 18:00 (un’ora prima della partenza) siate al West Terminal, molo della St. Peter Line, che dista circa 3 km (un’oretta a piedi, pochi minuti con il taxi che costa circa 30 euro). 

Alla scoperta di Helsinki
Helsinki è un museo di architettura. Alvar Aalto la fa da padrone e la città sembra essere una commistione di funzionalità, di estetica, ma anche di qualità della vita. Arrivando dal mare, è d’obbligo un giro di orizzonte sul bus rosso turistico per segnare i punti salienti del percorso. Sulla piazza del Senato, cuore della città, spicca il monumento allo zar Alessandro II circondato dalle statue di Legge, Pace, Luce e Lavoro, ma lo sguardo è attratto dal biancore accecante della cattedrale luterana. Una visita al Parco Sibelius è d’obbligo per soffermarsi accanto al monumento dedicato al compositore finlandese e gustare l’opera astratta, essenza della sua musica. La cattedrale ortodossa della Dormizione, circondata dalla verde collina che si alza dal mar Baltico, presenta un interno molto grande e arioso, nel tipico stile dai canoni bizantini, che contrasta con lo stile slavo dell’esterno. La chiesa è dedicata a Maria e il significato del nome deriva dalla credenza che la Madonna non sia morta, ma solo caduta in un sonno profondo, prima di essere assunta in Cielo. Non si può lasciare Helsinki senza essere passati dalla pasticceria più famosa della città. Se lo chiedete a un finlandese, vi risponderà Ekberg senza ombra di dubbio, con la sua specialità: il “Napoleon”, una sfoglia a strati con una squisita crema che vi farà sognare.

camper camperlife repubbliche baltiche tallin san pietroburgo

Verso San Pietroburgo
Espletata la pratica e saliti a bordo della Princess Maria, si cerca la propria cabina (segnata sulla Boarding Card) e poi, lasciato il bagaglio, ci si può muovere sulla nave in libertà. Vi consigliamo di prenotare la cena al buffet (29 euro): li camper camperlife repubbliche baltiche tallin san pietroburgovale tutti per la scelta e la quantità delle pietanze, bevande incluse. Dopo una piacevole nottata cullati dalle onde del mar Baltico e dal rumore sopportabilissimo della sala macchine, si sbarca alle 8.00 del mattino e un taxi (gratuito) ci porta nella piazza della cattedrale di Sant’Isacco. Qui lo ritroveremo nel pomeriggio per il rientro alla nave (servizio ininterrotto sino alle 17.45). Di lato alla cattedrale si può ancora un volta scegliere il CitySightSeeing che con 9 euro e in 1 ora e mezza (e soprattutto in lingua italiana) ci farà scoprire l’essenziale di San Pietroburgo. Abbiamo la solita possibilità di scendere a qualsiasi fermata, visitare e prendere il successivo bus e anche in questo caso il ticket è valido 24 ore. Tornati con rammarico all’appuntamento col taxi, si risale sulla Princess Maria: come base avremo sempre la stessa cabina dove troveremo gli effetti personali lasciati il mattino. Partiamo alle 19.00 e ripercorriamo, in senso opposto, l’esatto tragitto dell’andata. Alle 8.00 del giorno seguente ci troviamo a Helsinki. Giocando sugli orari, potrete dedicare ancora una visita alla città oppure, reimbarcandosi alle 10.30, potrete essere al parcheggio di Tallin alle 13.30. La traversata, oltre ad offrire un servizio pressochè perfetto per la gradevole ospitalità di una grande nave, è molto interessante sotto tutti i punti di vista e permette immagini alquanto originali e piacevoli, dell’arrivo via mare e di quanto circonda l’attracco in questa magnifica città.

camper camperlife repubbliche baltiche tallin san pietroburgo

San Pietroburgo sotto i riflettori
Parliamo della più europea delle città russe. Sono ben 36 i monumenti elencati come patrimonio dell’umanità e la camper camperlife repubbliche baltiche tallin san pietroburgomaestosità delle sue strade, dei palazzi e di tutta la storia che trasuda, ti affascina sino a fartene innamorare. La maestosità della cattedrale del Salvatore, uno dei simboli più conosciuti, con le sue molteplici cupole a cipolla, il campanile alto 81 metri e le decorazioni con smalti variopinti e piastrelle di ceramica e vetro colorato. La Piazza del Palazzo, una vasta spianata che ricorda la grandezza imperiale della dinastia dei Romanov. Ci si arriva dalla Prospettiva Nevskij; al centro svetta la Colonna di Alessandro I, alta 47,5 metri e da un lato, con un raggio di curvatura di 580 metri, si erge il Palazzo dello Stato Maggiore, mentre sull’altro lato camper camperlife repubbliche baltiche tallin san pietroburgosvetta l’imponente Palazzo d’Inverno, un trionfo rococò di colonne, finestre e nicchie sormontate da ordini di possenti statue. Costituisce il nucleo principale dell’Ermitage, il museo più famoso di San Pietroburgo. Accanto ad esso, ecco dodici giganteschi Atlanti di granito, dedicati a dodici differenti arti o attività della vita. Sembra che, se si esprime un desiderio sfregando l’alluce dei loro piedi, questo si avvererà in breve tempo. Piazza Sant’Isacco accoglie il nostro taxi dopo lo sbarco dalla nave con la sua cattedrale omonima, che si presenta come uno degli edifici a cupola più grandi del mondo ed è fondamentalmente un museo. Al centro della piazza si erge il monumento equestre a Nicola I Romanov. Sempre sulla grande arteria Nevskij Prospekt, dalle immense vetrate si possono ammirare gli sfarzosi interni, decorati con vetri istoriati, lampadari e ottoni lucidi del magnifico palazzo in stile moderno sede di Kupetz Eliseevs, il negozio di alimentari più elegante della città. Nelle vetrine, per la delizia dei bimbi, ci sono le statue di personaggi delle favole russe. È giunto al termine il nostro viaggio alla scoperta delle tre Perle del Baltico, che ci ha portato a conoscere di più dell'arte, dell'architettura, della storia ma soprattutto della cultura di queste terre a nord-est. 

 

 

Autore: 
Valter Niselli
Punteggio: 
0

No votes yet

Data Aggiornamento: 
19-10-2018
Data Pubblicazione: 
27-02-2018