Tu sei qui

L'Austria in camper: tra natura, cultura, alpi ed arte

L’Austria, un Paese adatto a ogni tipo di vacanza ed ottimo per persone di ogni età

La Natura è stata veramente molto generosa con l’Austria: ha creato un paese adatto a ogni tipo di vacanza, ottimo per persone di ogni età, stimolante, divertente, rilassante, appagante. E oltretutto, perfetto per i camperisti, soprattutto noi italiani, vista la vicinanza con questa terra straordinaria.
Non ci sono stagioni migliori per visitare l’Austria con il camper (anche se in inverno le più spettacolari strade di montagna sono chiuse): ogni momento dell’anno regala emozioni diverse. Sta a voi decidere quali vogliate vivere e assaporare!
Solitamente, i camperisti italiani che visitano l’Austria effettuano un tour più o meno circolare, che parte da Ovest e termina ad Est, o viceversa. Il nostro tour parte da Est, dalla Carinzia, e si conclude a Innsbruck.
Non ci sono motivazioni particolari in merito a questa scelta, quindi, stabilite voi che giro fare; d’altronde i camperisti hanno la libertà (e la curiosità) come spiriti guida!

Carinzia, Stiria e Burgeland

Entrando in Carinzia dal Friuli, la prima sosta da non perdere, dopo l’antica città di Villach, è senz’altro il Worther See, lago dalla spiccata propensione turistica, ma non privo di luoghi affascinanti. Fermatevi a Maria Worth, incantevole borgo su una piccola penisola lungo la riva sud, per una breve (e a volte molto affollata) passeggiata.
camper austria maria worthIn fondo al lago, a est, si trova Klagenfurt, capoluogo della regione. Nel centro storico sorgono alcuni monumenti interessanti, come l'Alter Platz, il Landhaus (con la Wappensaal, sala degli stemmi), e alcune chiese degne di nota.
Da Klagenfurt, ci sono due percorsi alternativi per raggiungere la Stiria: il percorso verso nord-est, lungo la Lavanthal, attraverso i borghi di Eberndorf, Sankt Paul im Lavanttal e Bad Sankt Leonard im Lavanttal (quest’ultima rinomata località termale), oppure il tragitto a nostro parere più interessante, verso nord.
In questo caso, incontrerete subito Maria Saal, altro borgo molto conosciuto, soprattutto per la sua parrocchiale, la Pfarrkirche Maria Himmelfahrt; più a nord Sankt Veit (non perdetevi l’Hauptplatz!).
Da qui una deviazione verso est con i vostri camper è d’obbligo, perché vi permetterà di visitare ammirati il Burg Hochosterwitz, castello arrampicato su uno sperone, in posizione dominante.
Per salire, c’è il ripido sentiero a piedi scavato nella roccia, che attraversa quattordici porte turrite, e che si percorre in venti minuti circa, oppure l’ascensore, più comodo ma notevolmente meno caratteristico.
Più a nord, altra deviazione imprescindibile, stavolta verso ovest, nella valle del Gurk, per raggiungere l’omonimo paesino, dove si trova lo splendido Gurker Dom, una delle più importanti costruzioni romaniche d’Europa. Il motivo principale per visitarla è il Fastentuch, velario dipinto di mirabile fattura, preziosissimo e molto delicato. L’ultima cittadina della Carinzia è Friesach, anch’essa in posizione scenografica.
La prima tappa della Stiria è proprio la sua capitale, Graz.
Graz è una città-gioiello: piccola, a misura d’uomo, con splendide testimonianze del passato ma proiettata nel futuro. A nostro avviso merita una visita di almeno una giornata (e una notte) intere.
camper austria Kunsthaus Schloss Eggenberg Il centro storico è raccolto, si gira facilmente a piedi: l’Hauptplatz, il Landhaus, lo splendido Zeughaus, arsenale con oltre 32000 esemplari di armi, la Domkirche. Non dimenticate poi di salire fino allo Schloss Eggenberg!
E infine, cercate anche di non perdere i lasciti dell’architettura contemporanea, come lcamper austria Neusiedler See lago paludosoa Kunsthaus (dallo Schloss Eggenberg avrete una visuale del suo tetto da astronave) o il Murinsel, isola trasparente sul fiume che di notte s’illumina!
Dopo Graz, la strada verso nord-est vi porterà direttamente a Vienna oppure nello sconosciuto Burgenland, la regione più orientale dell’Austria. Non è una tappa obbligatoria, ma se avete tempo, avrete modo di conoscere la regione meno “austriaca” dell’Austria, meno montuosa, più ungherese (spettacolare il Neusiedler See, lago paludoso che tutto sembra fuorché il tipico lago alpino!).

Da Vienna a Linz

Se volete visitare al meglio Vienna, pianificate una permanenza minima di tre giorni.
Partite dall’Inner Stadt, il cuore di Vienna, con Stephansplatz, Stephansdom, il Graben, e l’Hofburg, testimonianza della Vienna imperiale; questa zona è semplicemente sublime, uno dei motivi più validi per venire in Austria.
Interessanti anche la parte meridionale del centro, il cui cuore è Karntnerstrasse, e la parte settentrionale, il quartiere più antico dcamper austria parco dello Schloss Schonbrunni Vienna, con il quartiere ebraico e le botteghe dei commercianti.
Anche la zona del Ring (l’anello stradale che circonda l’Innerstadt) ha molti punti di notevole interesse culturale: il Postsparkassenamt, Schwarzenbergplatz, la Karlskirche, e i Musei più importanti di Vienna, come l’Akademie der bildenden Kunste, con capolavori di Bosch, Cranach e Rembrandt.
Fuori dal centro meritano una visita il Prater, uno dei parchi cittadini più famosi d’Europa, lo strepitoso Belvedere, l’assurda Hundertwasserhaus, condominio moderno dalle forme ed i colori unici, costruito negli anni ’80, e il parco dello Schloss Schonbrunn.
Dopo Vienna, potete deviare dirigervi direttamente verso Ovest e, dopo Krems, deviare camper austria Mauthausen campo di concentramento nazistafino a Zwettl per visitare l’abbazia, oppure infilarvi direttamente con i vostri camper nella stupenda Wackau, valle del Danubio diventata Patrimonio dell’Umanità UNESCO.
Incontrerete subito Durnstein, dove in cima al Burg potrete ammirare, tempo permettendo, il panorama su tutta la valle; si arriva poi a Melk, con l’imperdibile abbazia benedettina; infine a Ybbs.
Proseguendo verso Ovest si arriva a Mauthausen, terribile campo di concentramento nazista, dove furono uccisi, tra gli altri, moltissimi italiani (la visita, pur se emotivamente straziante, è secondo noi d’obbligo).
Si giunge quindi a Linz, con il suo elegante centro storico, e soprattutto con l’Ars Electronica Center, il Museo del Futuro, dove potrete sperimentare la realtà virtuale direttamente sulla vostra pelle!

Il Salzammergut e Salisburgo
Tra Linz e Salisburgo si estende il Salzkammergut, la zona dei laghi alpini, meta imperdibile per tutti i camperisti. Dopo una deviazione a sud di Linz per visitare la magnifica abbazia barocca di Sankt Florian, e a sud-est per quella benedettina di Kremsmunster, il primo dei laghi che incontrerete è il Traunsee, dove potrete ammirare un panorama sorprendente in cima al Feuerkogel (vi si sale per mezzo di una funivia).
A Ovest del Traunsee si trova l’eccezionale Attensee; a nostro avviso, con il vostro camper, dovreste compiere il giro intero del lago, per ammirarlo (tempo permettendo!) da ogni prospettiva.
Una curiosità: a Sankt Georgen im Attergau, si trova un antichissimo tiglio, di quasi 1200 anni, e dalla circonferenza di quasi 10 metri!
Andando più a ovest ci sono il Mondsee e altri laghi minori. Tuttavia, il vero capolavoro della zona si trova più a sud: si tratta del massiccio del Dachstein, e della cittadina di Hallstatt.
Hallstatt è, molto semplicemente, una delle meraviglie dell’Austria: un gruppo di case adagiate sul fianco di una montagna, sulla riva del lago. Famosa per gli importanti ritrovamenti preistorici che hanno permesso di studiare la cosiddetta “civiltà di Hallstatt”, questa gemma vi riempirà gli occhi, nonostante sia spesso molto affollata di turisti.

Proseguendo verso Ovest, a poca distanza da Hallstatt, si giunge alla Gosautal, valle adagiata sotto il ghiacciaio del Dachstein, con una serie di minuscoli e stupendi laghi alpini, quasi tutti, tranne uno, raggiungibili solo a piedi. Arrivare al Vorderer Gosausee non è facile, la camminata è lunga e impegnativa, ma i più arditi saranno ricompensati dalla vista mozzafiato del ghiacciaio del Dachstein!
La meta successiva del nostro itinerario è Salisburgo, la “Roma delle Alpi”, città d’arte di straordinaria importanza, vero gioiello dell’Europa, luogo adatto a tutte le età e per tutti gli interessi.
La visita della città solitamente parte dal raccolto centro storico: Domplatz, Residenz e Kapitelplatz sono tre stupende piazze che formano il cuore di Salisburgo. Su di esse si affacciano gli edifici più importanti: il Dom, il Residenz (visitate anche gli interni!), il Carolino Augusteum, che sulla facciata ha il Glockenspiel, carillon che suona tre volte al giorno (chiedete gli orari all’ufficio informazioni, purtroppo cambiano secondo le stagioni).
Il resto del centro è composto di una serie di stradine e piazzette che creano un’atmosfera unica, e che vi faranno innamorare di questa gemma della Mitteleuropa. Segnaliamo l’Altermarkt, la Franziskanerkirche, Sankt Peter Erzabtei, Getreidegasse, le Sankt Peter Katakomben.
camper austria salzburg salisburgo Kapuzinerberg
Per gli amanti della musica, ma non solo, non si può non visitare la Mozarts Geburthaus, la casa in cui nacque Mozart. Una visita interessantissima, che, abbinata a quella della Mozarthaus di Vienna, vi permette di tuffarvi nel mondo di uno dei più grandi geni della storia dell’umanità.
Tra l’altro a Salisburgo ci sono festival musicali e artistici in ogni momento dell’anno: informatevi prima di partire, sicuramente avrete un’offerta culturale valida da sfruttare.
Rimanendo sulla riva sinistra del Salzach, salire all’Hohensalzburg è un’esperienza da fare, soprattutto se il tempo è buono e vi concederà una vista magnifica. In ogni caso, la fortezza merita una visita, così come la Kirche Mariae Himmelfahrt e il Nonnberg, che sorgono nella parte orientale del Monchsberg (il colle che domina Salisburgo).austria camper salisburgo teatro idraulico Schloss Hellbrunn
La sponda destra del fiume ospita alcune vie caratteristiche (ma ora un po’ troppo turistiche), il Kapuzinerberg, colle coperto da un bosco rigoglioso, con splendida vista sul centro storico, la Gabrielskapelle, e soprattutto lo Schloss Mirabell, antico palazzo d’estate degli arcivescovi-principi di Salisburgo, con i suoi giardini, i Mirabellgarten, certamente degni di nota.
Prima di lasciare la città, non perdete i celeberrimi giochi d’acqua dello Schloss Hellbrunn, a cinque chilometri dal centro di Salisburgo.
I giochi sono innocui e divertenti, e le guide del parco diaboliche nel cercare di farvi diventare vittime: notevole il teatro idraulico, con decine di figure di legno che si muovo grazie alla pressione dell’acqua.

Da Salisburgo a Innsbruck
A sud di Salisburgo si trovano le straordinarie grotte dell’Eisriesenwelt, un labirinto di caverne con le pareti di ghiaccio, insomma uno di quei luoghi che vi faranno amare ancora di più la Natura!

camper austria grotte Eisriesenwelt Questo posto unico si raggiunge lasciando il camper in uno dei due parcheggi (se arrivate presto, salite a quello superiore, più comodo e che vi eviterà la spesa per la navetta bus che collega i due piazzali); da qui, circa 20 minuti di sentiero a piedi, e poi una funivia ripidissima che vi lascia all’imbocco delle grotte. Sarete dotati di una torcia a olio, e seguirete le guide lungo un percorso di circa un chilometro. La temperatura è vicinissima allo zero, quindi entrate ben equipaggiati. Attenzione: le grotte sono aperte solo da maggio a ottobre!
camper austria  Grossglockner-HochalpenstrasseQualche chilometro più a sud, c’è la Liechtensteinenklamm, una profonda gola che si visita con una spettacolare passeggiata in parte realizzata nella roccia, e in parte con pensiline di legno.
Percorrendo la strada verso Innsbruck, altra deviazione imperdibile è quella per il Grossglockner: attraversare tutto il massiccio e il ghiacciaio lungo la Grossglockner-Hochalpenstrasse è una delle esperienze di alta montagna più emozionanti che un camperista possa vivere in Europa.
La strada, chiusa da novembre ad aprile, vi porterà all’Edelweissspitze, punto panoramico battuto da un vento freddissimo, poi alla Gletcherstrasse, deviazione spettacolare che porta al belvedere Kaiser Franz-Joseph Hohe.
camper austria belvedere Kaiser Franz-Joseph HoheTerminata questa deviazione, si riprende la via per Innsbruck, ultima tappa del nostro tour in camper dell’Austria.
La capitale del Tirolo è molto interessante, grazie ad un centro storico costellato di edifici artisticamente e storicamente importanti.
Maria-Theresien-Strasse e Herzog-Friedrich-Strasse (le due arterie principali), ospitano edifici come il Neuer Hof, sulla cui facciata si trova il famosissimo Goldenes Dachl (un tettuccio d’oro stupendo), la Helblinghaus, ed altri ancora.
Ci sono poi la Dom zu St. Jacob, l’Hofburg, la Hofkirche, con interni mirabili che meritano una visita approfondita.
Fuori dal centro, consigliamo lo Schloss Ambras, con alcune splendide sale interne, e l’Alpen Zoo, giardino zoologico alpino adagiato sulle pendici di una montagna, molto ben tenuto e interessante, non solo per i piccoli, grazie alla sua specializzazione nella fauna alpina europea.
Questa visita può essere anche un modo diverso di salutare un paese, l’Austria, che, siamo sicuri, conquisterà il cuore di tutti voi camperisti, grazie alla sua varietà e bellezza dei suoi luoghi, alla gentilezza dei suoi abitanti, e alla rilassatezza che questa terra sa trasmettere a tutti i visitatori, e che è condizione fondamentale quando si viaggia.

Dove sostare in camper in Austria
Klagenfur
t: Camping alla spiaggia pubblica “CAMPING KLAGENFURT WORTHERSEE”, Metnitzstrand 5, Klagenfurt. E-mail: info@campingfreund.it, sito web (anche in versione italiana): www.camping-woerthersee.at.

Graz: “STADT-CAMPING CENTRAL”, Martinhofstrasse 3, Graz-Strassgang. E-mail:office@campingcentral.at, Coordinate GPS: N 47° 1’ 29.99’’ E 15° 23’ 51.82’.
Vienna: ci sono almeno 3 campeggi importanti nella Capitale:
  • “CAMPING WIEN WEST”, Huttelbergstrasse 80, Wien. Coordinate GPS: N 48° 12’ 38.43’’ E 16° 15’ 15.81’’ aperto 11 mesi l’anno (chiusura a febbraio).
  • “CAMPING WIEN NEUE DONAU”, Coordinate GPS: N 48° 12’ 33.25’’ E 16° 26’ 40.08’’ aperto da aprile a metà settembre.
  • “CAMPING WIEN SUD”, il più vicino al centro della città, ma aperto solo da giugno a settembre. Coordinate GPS: N 48° 8’ 56.74’’ E 16° 17’ 56.37’’

Melk: Camping “FAHRHAUS MELK”, Kolomaniau 3, Melk, tel. +43 (0) 2752/53291.
Linz: Camping “PICHLINGER SEE”, Wienerstrasse 937.
Salisburgo: Camping “NORD-SAM”, Samstrasse 22A, tel. +43 (0) 662/660494.
Innsbruck: Camping “INNSBRUCK KRANEBITTEN”, Kranebitter Allee 214, Innsbruck.

 

 

 

 

 

 

 

 

Autore: 
Redazione CamperLife
Punteggio: 
0

Average: 0 (0 votes)

Data Aggiornamento: 
20-03-2017
Data Pubblicazione: 
27-09-2012