Tu sei qui

Laika Kreos 5009. Semintegrale Ever-Green su Telaio Al-Ko

Presentato nel 2010, rinnovato tre anni fa e ulteriormente perfezionato di recente, il Laika Kreos 5009 continua ad essere un riferimento per i camperisti molto attenti alla qualità, ma anche per la concorrenza, che vede in questo semintegrale alto di gamma su telaio Al-Ko AMC e riscaldamento Alde a convettori un non facile avversario

Per chi scrive di camper, ma di sicuro anche per chi li compra, è una autentica soddisfazione scoprire che nonostante il passare degli anni, c’è tra gli autocaravan un veicolo che riesce a contrastare i turbinosi cambiamenti stagionali; quelli che in occasione delle fiere di settore spazzano via modelli se non intere serie. E questo è il caso del Kreos 5009 presentato da Laika  nel 2010. All’insegna della continuità, è ancora oggi saldamente in vetta al listino della casa del levriero alato a rappresentare meritatamente la punta più alta nella gamma semintegrali. Del primo esemplare introdotto dieci anni fa, l’attuale  su meccanica  Fiat Ducato 35 light Al-Ko conserva  il nome, il collaudato schema abitativo e il riconoscibile imprinting Laika; ovvero l’impronta inconfondibile del marchio. Il resto, come si addice ai prodotti di  qualità  in continua  evoluzione  e al passo con i tempi,  è  totalmente nuovo.

Ed è proprio questo mix tra immagine evergreen e soluzioni raffinate e allo stesso tempo ultramoderne, che garantisce ai prodotti Laika un alto valore residuo. In altre parole, di avere ottime quotazioni nel mercato dell’usato. Chiarito che ben valgono un investimento, vediamo i molti parametri che concorrono alla tenuta di valore, in particolare per questo semintegrale al top. Da evidenziare gli equipaggiamenti di bordo, tra i quali spiccano il riscaldamento Alde a convettori e il doppio pavimento - determinanti per un utilizzo  con climi particolarmente freddi o per chi  fa  sport invernali - per proseguire fino al design e alle finiture che concorrono ad identificare la categoria alla quale il Kreos 5009 stesso appartiene, che è bene chiarire subito è più quella degli autocaravan da patente C o C1 che non quella da patente B. Il Kreos 5009 si presenta in ambedue, ma per quella fino a 3.500 kg di peso si inserisce presentandosi con due soli  posti omologati e con un carico totale limitato a circa 230 kg. Prevedendo che il cliente del Kreos 5009 non partirà per le vacanze stando attento al peso dei bagagli, meglio optare da subito per la versione omologata quattro posti su Fiat Ducato 43 Heavy  Al-Ko con motore 150 cv. Con i suoi 4.500 kg. di peso massimo complessivo e 1.148 kg. di carico totale, è una scelta che risolve egregiamente ogni problema di eventuale sovrappeso e farà apprezzare senza indugi i molti punti di forza di questo Kreos.  Tra i tanti emergono la percepibile robustezza del telaio Al-Ko abbinato al Fiat Ducato Euro 6, il forte carattere del design della carrozzeria, l’impiantistica allo stato dell’arte e l’accoglienza degli spazi interni di ispirazione nautica. Dal confermato successo, la disposizione con camera padronale posteriore con letti gemelli su garage, bagno passante con box doccia e toilette contrapposti, cucina al centro e living con semidinette a “L”, divano due posti lato porta, poltrone girevoli in cabina e tavolo traslabile. In opzione, come consuetudine Laika, il matrimoniale basculante che sovrasta il salotto riservato alla versione omologata 4 posti.  Di dimensioni generose (è lungo sette metri e 69) il Kreos 5009 è stato pensato per la coppia più esigente e proprio per questo, visto che dimensioni, distribuzione interna e dotazione suppliscono ampiamente alle necessità di quattro persone, meglio non rinunciare alla possibilità di ospitare altre due persone orientando la scelta sulla  più eclettica versione su Ducato 43 Heavy.

ESTERNI

Rispetto all’ultimo significativo restyling realizzato nel 2016, la versione 2019 del Kreos 5009 apparentemente all’esterno sembra identica. E’ invece cambiato il cupolino se non nelle forme, nella sostanza, adesso realizzato in durevole vetroresina.  Completo di sky-view panoramico, raccorda la cabina colore silver alla cellula, mantenendo il colore argento metallizzato che si prolunga anche sui cantonali laterali, nella parte bassa e alta delle fiancate, fino ad arrivare alla parete posteriore, ben protetta da ampi cantonali laterali e paraurti con luci a led. Completano e personalizzano la scocca, le grafiche con effetto 3D spazzolato, le finestre Seitz, la  porta cellula con doppia chiusura, finestra fissa, oscurante, zanzariera e pattumiera. E ancora, gli sportelli di accesso al doppio pavimento con apertura assistita da ammortizzatori a gas  e i due portelloni d’accesso al garage passante. 

SCOCCA

Su tutta la produzione Laika la scocca è realizzata utilizzando pannelli sandwich con profili in poliuretano che da vari anni hanno sostituito i tradizionali regoli in legno. Il rivestimento esterno per le pareti è in lastre di alluminio e in vetroresina per la parte esterna del tetto e del pavimento. Sempre in vetroresina anche le due facce interne del doppio pavimento e il già segnalato cupolino ad alta coibentazione sopra la cabina di guida. Sono in ABS le carterature che raccordano le pareti e in alluminio le bandelle laterali del sottoscocca. La coibentazione è in styrofoam ad alta densità, il rivestimento interno della scocca è in fogli di multistrato nobilitato. Lo spessore delle pareti è di 35 mm, quello del tetto di 40 mm e quello cumulato dei due pavimenti è di 52 mm. L’altezza interna del doppio pavimento tecnico varia dai 21 cm ai 36 cm. 

MECCANICA

Il listino che parte da 85.990 euro è riferito all’utilizzo della meccanica del Fiat Ducato 35 Al-Ko light  3.500 kg passo 4.500 mm con motore Euro 6 2.3 130 cv sei marce. In opzione - come nel modello illustrato in queste pagine - con motore 2.3 150 cv (1.769 euro) e telaio Heavy 43 Al-Ko (1.995 euro) che aumenta a 4 (5 opt) i posti omologati. In alternativa, anche il motore da 180 cv e  il peso maggiorato a 3.850 kg  per il telaio Light, col quale occorre ugualmente la patente C o C1.  La ricca dotazione di serie comprende ABS, EBD, ESP Traction+, Hill Holder, Hill Descent, climatizzatore automatico cabina, cruise control, airbag guidatore e passeggero, regolatore assetto fari, specchietti retrovisori elettrici con grandangolo e antenna radio, alternatore maggiorato, poltrone Fiat “Captain Chair” girevoli e regolabili in altezza con rivestimento coordinato, riscaldatore supplementare, volante regolabile in altezza, oscurante verticale plissettato interno per il parabrezza e ancora altri “plus”,  come la già menzionata verniciatura colore argento per cabina e paraurti e le luci diurne a led. Conveniente il pacchetto tecnico specifico che con 1.051 euro comprende comandi autoradio al volante, sensori pioggia e crepuscolare e dispositivo LDWS che segnala  l’involontario cambio di corsia e i sensori parcheggio posteriori.

INTERNI

Prendendo come riferimento il restyling della stagione 2016/2017, gli interni attuali  si presentano con il “look” del mobilio che da “Rovere Trentino” è passato alla più calda  essenza del “Noce Italiano” arricchita da sportelli laccati bianco con particolari in alluminio satinato e lucido. Invariata la tappezzeria di serie “Lucca”, mentre sono state cambiate quelle optional. Immutata la riuscita distribuzione interna con arredi di grande qualità, ampi spazi vivibili, eleganti abbinamenti di colore, scenografici effetti luminosi e accortezze che puntualizzano la grande qualità generale. Alcune facilmente percepibili, altre  occultate come l’aerazione anticondensa posteriore o le giunzioni che garantiscono durata e resistenza nel tempo e silenziosità di marcia. Entrando si apprezza il raffinato design “made in Italy”, subito evidente soffermando lo sguardo al living, luminoso e spazioso anche in presenza del basculante a soffitto che mantiene la sottostante altezza utile di un metro e 94. Bene sfruttato lo spazio sopra la cabina e le due grandi finestre laterali con pensili, mensole e vano tv completo di prese a 12/220V e tv/sat.

CUCINA

Al centro dell’allestimento troviamo sulla sinistra il blocco cucina dalle generose dimensioni  (100x104 cm). Ha il piano di lavoro in Corean col bordo anticaduta che impedisce ai liquidi di debordare, due lavelli, di cui uno con funzione lavello/scolapiatti e doppio piano di appoggio.

A fianco i tre fuochi con coperchio antifiamma e nel grande pensile la cappa aspirante con sfiato esterno. Per lo stivaggio di pentole e provviste non mancano nella base del mobile ampi spazi ben distribuiti in cassettoni, cestelli e cassetto per le posate; tutti con chiusura assistita. Di fronte al mobile cucina, la colonna attrezzata che integra il frigorifero trivalente da 160 lt, il forno a gas di serie e ulteriori vani per lo stivaggio. Ottimo il ricambio dell’aria con ampia finestra dedicata sul blocco cucina e oblò a tetto.

TOILETTE

All’insegna delle comodità senza compromessi, anche i due vani fronteggianti riservati il primo alla doccia (56x69cm) dotato di porta in metacrilato, doppia piletta di scarico, pedana in legno e pratiche tasche portaoggetti. Ha l’altezza interna di 198 cm, che consente quando la doccia non è in uso di alloggiare, oltre ad un appendiabiti, due ripiani amovibili (opt) dove posare vestiario e asciugamani. Esclusiva anche la doppia illuminazione bianca/blu. Il secondo locale (97x73 cm) è riservato al wc con tazza girevole e al  mobile con il lavabo in materiale porcellanato “soft-touch”, pensili con ampie superfici specchiate e finestra di serie, oltre all’oblò come nel vano doccia. Aprendo la porta del bagno di circa 90° si separa completamente la zona notte da quella giorno e facendo scorrere una porta si isola la camera da letto posteriore. S forma così un grande locale toilette passante, comodo anche come spogliatoio e allo stesso tempo viaggiando in quattro, che assicura nell’utilizzo, una adeguata privacy ad ambedue le coppie.

POSTI LETTO

I letti gemelli rialzati sopra al garage (195x85 cm) si restringono leggermente ai piedi (60 cm quello di sx e 70 cm quello di dx). Ambedue hanno la testiera, luci di lettura, rete con molle ortopediche tipo Froli e gli schienali  rialzabili che permettono di scegliere la posizione più idonea. In opzione, 

sono utilizzabili anche come maxi matrimoniale (195x200 cm) usufruendo di un supporto centrale scorrevole, di cuscini supplementari e di una scaletta che nasconde però gli scalini a pavimento con vano interno del corridoio centrale e anche gli sportelli dei due armadi collocati ai piedi dei letti gemelli. I due vani per i capi appesi sono dotati di appendiabiti, luce di cortesia e sono comodamente agibili anche dall’alto sollevando una porzione dotata di molla a gas dei due materassi singoli. Sempre per lo stivaggio, i pensili che incorniciano i due letti, mentre il ricambio dell’aria è garantito da due finestre laterali e da un maxi oblò a tetto. Il matrimoniale trasversale basculante con movimentazione elettrica (opt.1.691euro) è disposto sopra al living e per non invadere il blocco cucina e il passaggio verso la porta d’ingresso,  ha una forma irregolare con una lunghezza che varia da 190 a 168 cm, mentre la larghezza scende dai 136 cm centrali a 123 cm. E’ completo di rete a doghe, luci di lettura, comode tasche portaoggetti a parete, ampio oblò e scaletta. Assente invece sui quattro lati una tenda d’isolamento. Un ulteriore grande singolo (190x110/80 cm), usufruibile anche col basculante abbassato, si ottiene di serie dalla trasformazione del living abbassando il tavolo e aggiungendo opportuni piani e cuscini supplementari.  

GAVONI

Il garage passante ha una portata utile di 250 kg, il piano di carico ribassato ed è agibile da due portelloni laterali (110x95 cm dx e 105x63 cm sx). L’interno, che misura 213x130 cm e ha un’altezza interna utile di 120 cm., ha il piano antigraffio rinforzato al centro da una lastra in alluminio mandorlato. È riscaldato, illuminato ed è dotato di prese elettriche (12 e 220V), tasche a rete portaoggetti, guide e ganci di fissaggio utilizzabili anche come appendiabiti. Uno sportello a ribalta permette l’accesso a parte dell’impianto idrico. Al doppio pavimento passante si accede dalle bandelle laterali delle fiancate del veicolo tramite due portelli con apertura utile di 153x26 cm (sx) e 62x26 cm. (dx). L’interno ha una altezza che varia da 21 ai 36 cm e permette di stivare oggetti anche molto ingombranti, come tavolo e poltrone da pic-nic, attrezzature sportive ed altro ancora. L’accesso al doppio pavimento è possibile anche dall’interno, grazie a due maxi botole con vani che si illuminano automaticamente all’apertura del coperchio. 

IMPIANTISTICA

Sempre all’interno del doppio pavimento, che ha ben tre lati dei due pavimenti rivestiti in vetroresina,  è disposta gran parte dell’impiantistica ben protetta e isolata. Ed è qui che sono disposti i serbatoi antigelo dell’acqua chiara e delle acque di recupero (140 lt cad.) facilmente ispezionali da uno sportello agibile dal garage e riscaldati da una serpentina collegata all’impianto di riscaldamento Alde a termoconvettori con boiler integrato. Superfluo decantare le qualità di questo riscaldamento preferito da chi pratica campeggio invernale, che nel Kreos 5009 ha oltre 17 mt. di radiatori sezionabili per regolare il flusso di calore e collocati anche sotto i sedili di guida e nel garage. Tra i tanti elementi che definiscono l’impiantistica del Kreos 5009, da menzionare anche lo scambiatore di calore utile durante il viaggio, l’impianto dell’acqua potabile con pompa a pressostato, vaso di espansione e sifoni; tutti facilmente ispezionabili e lo sfiato esterno antiodori per il serbatoio delle acque grigie. Non da meno l’impianto elettrico caratterizzato dalla attenta ripartizione  dell’illuminazione a led - diretta, indiretta e di cortesia a pavimento, il quadro di controllo posizionato sopra la porta di ingresso con schermo a colori multifunzione completo di orologio digitale e termometro interno/esterno, le numerose e ben distribuite prese a 12 e 220 V e le prese USB (nel living e in camera). Come usanza per molte aziende, la batteria è un optional. Anzi, nel Kreos 5009 sono due, considerando che per aumentare l’autonomia energetica della parte abitativa c’è la predisposizione anche per una seconda batteria. 

Scheda tecnica

Giorno

Living

Posti a tavola 4/6 

TOILETTE

vano toilette con finestra e oblò  

box doccia fronteggiante con oblò 

CUCINA

Fornello a 3 fuochi

Forno: si

Frigorifero: 160 lt

NOTTE

LETTI GEMELLI

dx: cm 195x85/70 sx: 195x85/60 

finestre: 2+1oblò 

LETTO TRASFORMAZIONE LIVING

cm 190x110/80 

LETTO BASCULANTE (opt)

cm 190/168x136/123

1oblò

MECCANICA: Fiat Ducato 35 Al-Ko (Fiat Ducato 43 Heavy  Al-Ko nel modello in prova)  passo 4500 mm • CILINDRATA: cc 2.3 130 cv (150 cv nel modello in prova) • Trazione: anteriore • SCOCCA: pareti in alluminio, ossatura in poliuretano, isolante Styrofoam. Tetto  con rivestimento esterno in vetroresina, Doppio pavimento con sottopavimento e 3 pareti interne rivestite in vetroresina, cupolino in vetroresina, carterature in abs, bandelle sottoscocca in alluminio. • SPESSORI: pareti:35 mm, tetto: 40 mm - doppio pavimento spessore cumulato: 52 mm, altezza interna doppio pavimento 36- 21 cm . • GAVONI: Bauliera riscaldata e illuminata portata utile 250 kg. (cm: 213x130 h: 120 cm) con  sportello in ambedue le fiancate (dx:110x95 cm sx:104x63) • IMPIANTISTICA: Riscaldamento: termoconvettori e boiler Alde • vano esterno per 2 bombole gas da 11/13 kg • Elettricità: Batteria supplementare opt. • Pannelli di comando digitali con schermo LCD a colori • Illuminazione a led •  prese 12V, 220V, USB, TV/SAT • Acque: Serbatoio acqua potabile: 120+20 lt. • Serbatoio acque grigie: 140 lt. • Serbatoio wc: 18 lt.

L’OPINIONE DI CAMPERLIFE

Nel numero di Camperlife di febbraio 2016, giusto quando il Laika Kreos 5009 e il fratello Kreos 5010 ricevettero il loro primo sostanzioso restyling,  in un approfondito “Test on the road” controllammo non solo la guida su strada, la vivibilità e il comfort, ma anche la temperatura interna, la distribuzione del caldo e le eventuali dispersioni di calore rilevate con l’aiuto di sofisticate riprese termiche, con risultati più che positivi, a conferma  che i Kreos serie 5000 era veramente progettati al meglio per un  utilizzo  con climi particolarmente freddi o per chi  predilige campeggiare sulla neve. Le poche modifiche fatte da Laika in questo arco di tempo sono l’ennesima prova della validità del progetto e allo stesso tempo che l’innovazione per il marchio “made in Toscana” non si ferma; non tanto per la diversa finitura del mobilio, ma più concretamente per il nuovo cupolino in vetroresina: più robusto e coibentato in modo migliore. Quindi un semintegrale sulla strada della perfezione? Tornando indietro nel tempo, Laika ha sbagliato poche volte la via. Di sicuro non con i Kreos serie 5000.  

Autore: 
Bruno Andrea Ciattini
Punteggio: 
0
No votes yet
Data Aggiornamento: 
19-06-2019
Data Pubblicazione: 
13-06-2019