Tu sei qui

La notte dei violini

Cultura, gusto e soprattutto arte, in particolare quella musicale. Questo e tanto altro è ciò che i visitatori possono apprezzare di Cremona, conosciuta anche come città dei violini e, in generale, degli strumenti ad arco.

Qui infatti visse il famosissimo liutaio Antonio Stradivari. Proprio all'arte liutaria è dedicata la decima edizione de La notte dei Musei, in programma il 17 maggio. E non poteva essere altrimenti, visto che soltanto pochi mesi fa l'Unesco ha riconosciuto il saper fare liutario come patrimonio immateriale dell'umanità. In occasione camper cremona notte dei museidella manifestazione, sono state organizzate numerose iniziative, tra cui visite guidate e incontri nei musei cittadini. In questa circostanza, gli appuntamenti non si terranno solo tra le mura dei musei, ma in tutti gli splendidi luoghi di Cremona in cui l'arte liutaria ha lasciato traccia. Tra questi, c'è sicuramente la Casa di Stradivari (corso Garibaldi, 57 – Contrada San Luca). Sulla facciata dell'edificio, che oltre che l'abitazione è stato anche la bottega del liutaio, è apposta una targa commemorativa. Per visitarla, è necessario prenotare al numero 0372.30500. L'itinerario stradivariano prosegue in Piazza Stradivari, vicina alla Piazza del Comune, dove si trovano due costruzioni d'epoca fascista: il Palazzo della Riunione Adriatica di Sicurtà e il Palazzo della Camera di Commercio, dove ha sede il consorzio liutai Antonio Stradivari. Tappa fondamentale di questo tour è il Museo Stradivariano (Via Ugolani Dati 4, tel. 0372.407269), dove sono custoditi modelli e attrezzi vari appartenuti a maestri liutai cremonesi, tra i quali, ovviamente, Antonio Stradivari. È invece in una sala del Palazzo Comunale (Piazza del Comune, Dirol che è esposta la collezione Gli archi del Palazzo Comunale, con gli strumenti prodotti dai più famosi liutai della città tra cui, oltre a Stradivari, Francesco Ruggeri, Giuseppe Guarneri e Andrea, Antonio, Gerolamo e Nicolò Amati. L'itinerario stradivariano si conclude in Via Colletta 5, dove sorge Palazzo Pallavicino Ariguzzi, che da qualche anno ospita la Fondazione Antonio Stradivari e la Scuola Internazionale di Liuteria.

Musei per tutti i gusti
Tra gli altri musei di Cremona, merita una visita il civico Ala Ponzone. Ospitato nel cinquecentesco Palazzo Affaitati (Via Ugolani Dati 4, dove si trova anche il Museo Stradivariano), custodisce i lavori di molti artisti locali di epoche diverse, dal Cinquecento al Novecento. Inoltre, ci sono le sezioni dedicate al Medioevo e al Quattrocento, della collezione grafica delle raccolte museali e delle arti applicate (porcellane, maioliche, ceramiche eccetera). Nello stesso edificio ha sede anche il Museo Civico di camper cremona notte dei musei duomoStoria Naturale (tel. 0372.407768): alla sezione storica seguono quelle di mineralogia, paleontologia e zoologia con uno spazio dedicato alla biodiversità. In Via Castelleone 51, all'interno della cascina il Cambonino Vecchio, c'è poi il Museo della Civiltà Contadina (tel. 0372.560025), dove si trovano due stalle, la casa del fattore, la lavanderia (detta la “bugadeera” e diverse macchine agricole.

Il Duomo e non solo
Tra le numerose Chiese che meritano una visita c'è ovviamente la Cattedrale, che sorge in Piazza del Comune, con il caratteristico porticato e il grande rosone al centro della facciata rivestita in marmo. Internamente, sono splendide le opere pittoriche presenti sull'abside e sulla pareti della navata centrale, frutto dell'estro di artisti del Cinquecento, tra cui Boccaccio Boccaccino, Gianfrancesco Bembo, Altobello Melone, Girolamo Romanino, il Pordenone, Bernardino e Antonio Campi e Bernardino Gatti, che ha anche realizzato la pala monumentale dell'Assunta. Il centro nevralgico di Cremona è Piazza del Comune, dove il Duomo non rappresenta certo l'unica attrattiva e dove il tempo sembra essersi fermato al Medioevo: di questo periodo storico è il Torrazzo, cioé la torre campanaria costruita accanto alla cattedrale alta più di cento metri. Nella cella campanaria ci sono 7 campane, ciascuna dedicata a un santo, fuse nel 1744. A fianco al Duomo sorge anche il Battistero rivestito in marmo, al cui interno si trova la grande cisterna, che è stata costruita nel 1531 da Lorenzo Trotti. Risale al Medioevo pure la costruzione del Palazzo Comunale, che deve il suo aspetto camper cremona notte dei musei bottega monumentaleattuale anche all'intervento, nel 1838, dall'architetto locale Luigi Voghera, che ha impreziosito le finestre con decorazioni in cotto.

Botteghe come una volta
Una viaggio in camper a Cremona può anche essere l'occasione per visitare le numerose botteghe storiche della città. Tra queste, ci sono la pasticceria Al Duomo (Largo Boccaccino, 6), dove assaggiare molte varietà del torrone locale, il bar-gelateria Flora (Corso Vittorio Emanuele II, 6), il bar pasticceria Dondeo (Via Dante, 38), con i suoi arredi risalenti ai primi del Novecento, la trattoria osteria Bissone (Via F. Pecorari, 3), attiva fin dal 1600, il bar pasticceria Ebbli (Via Cavallotti, 5), con l'arredo originario del celebre ebanista Guastalli, il negozio Sperlari (Via Solferino, 25), marchio ancora leader di torrone e mostarda. Non legata al gusto è infine la farmacia Leggeri (Corso Matteotti, 20), con i suoi imponenti arredi in legno.

Un festival di musica e letteratura
E' cominciata il 3 maggio e proseguirà sino al 1 giugno la quinta edizione del festival Le corde dell'anima. Letteratura e musica si incontrano a Cremona. Anche quest'anno, alla manifestazione parteciperanno personaggi di primo piano sia del mondo musicale, sia dell'universo letterario in un susseguirsi di incontri, concerti e spettacoli. Il festival si svolgerà in Piazza Duomo e in tanti altri luoghi simbolo della città.

Per la sosta in camper
Il luogo ideale dove lasciare il camper a Cremona è l'ampio parcheggio attrezzato dell'ex Foro Boario, in Via Mantova (Piazzale CRI), nei pressi dello stadio (coordinate GPS: 45° 8‘ 15'' N 10° 2‘ 6'' E). Nelle vicinanze del parcheggio ci sono un supermercato e una stazione di servizio.

Per arrivare a Cremona in camper
Si arriva a Cremona attraverso A1 e A21 per proviene dal nord dell'Italia. Da Sud, invece, si percorre l'A1 e si prosegue per la diramazione Fiorenzuola d'Arda A21dir e infine per l'A21 Piacenza-Brescia. L'uscita comune è quella di Cremona, che immette in Via Mantova.

 

Foto di Roberto Caccialanza

Autore: 
Roberto De Filippis
Punteggio: 
0

No votes yet

Data Aggiornamento: 
21-04-2015
Data Pubblicazione: 
13-05-2014