Tu sei qui

La Franciacorta e le vigne in festa | Weekend in camper

In provincia di Brescia, in Lombardia, dolci colline regalano prodotti della terra che sono una manna per il palato. Primo tra tutti il vino, da degustare nelle cantine che costellano la Strada del Franciacorta, percorribile anche sulle due ruote

Settembre è il mese in cui tra i vigneti si sparge il profumo delle uve che sono pronte per essere raccolte e il lavoro dei vignaioli diventa incessante ed eccitante. Per tutti gli amanti del buon vino ma anche per chi ama la natura e la vita all’aria aperta questo è il momento ideale per visitare le vigne, per partecipare insieme ai viticoltori alla raccolta dell’uva e alle sue prime fasi di lavorazione. E il festival “Franciacorta in cantina” ci serve su un piatto d’argento l’occasione perfetta per partire in camper per un weekend di gusto davvero speciale e ricco di iniziative da non perdere.

Una Strada in festival
La Franciacorta è quella zona collinare della Lombardia situata tra la città di Brescia e l’estremità meridionale del lago d’Iseo, che dà il nome a un pregiato vino conosciuto in tutto il mondo: il Franciacorta appunto. Prodotto con uve Chardonnay, Pinot Nero e Pinot Bianco (quest’ultimo consentito fino a un massimo del 50%) raccolte a mano in cassette e rifermentato in bottiglia, il Franciacorta conta diverse tipologie a seconda dei dosaggi di liqueur aggiunti dopo la sboccatura, che accompagnano perfettamente le varie specialità culinarie della zona, dai risotti al pesce di lago fino alla carne. Nel mese di settembre, nel fine settimana del 16 e 17, le aziende lungo la Strada del Franciacorta, una fra le prime strade del vino sorte in Italia punteggiata di cantine, eccellenti ristoranti, trattorie e agriturismi, aprono le porte ai visitatori per mostrare con orgoglio il frutto del loro lavoro. Ma tutto il weekend sarà un susseguirsi di iniziative speciali, tra cui degustazioni a tema, cene gourmand, street food e creazioni di chef locali, passeggiate nei vigneti con gli agronomi, itinerari di trekking o in bicicletta, pic-nic nella natura, concerti e vernissage. Ma se per questo weekend avete già un impegno, niente paura, la Franciacorta accoglie il turista a braccia aperte ogni giorno dell’anno. Soste camper in mezzo alla natura presso agriturismi familiari, itinerari in bicicletta e piccoli e grandi tesori d’arte e storia fanno di queste colline e campagne tappezzate di vigneti il posto perfetto per un vagabondaggio tranquillo di fine estate.

Pedalando in bicicletta
Respirare a pieni polmoni l´aria fresca intrisa del profumo di mosto e di campagna, pedalare nella quiete incappando ogni tanto in semplici chiese rurali, torri medievali e tesori meravigliosi testimonianza di una storia antica. La Franciacorta è ideale per essere scoperta lentamente, in sella alla bicicletta, concedendosi il tempo di fermarsi a visitare un’abbazia o un castello, una cantina o un produttore di olio, formaggi o salumi, e facendo una sosta in una trattoria per assaggiare i piatti tipici della cucina bresciana. La Strada del Franciacorta, in collaborazione con Iseo Bike, ha messo a punto cinque itinerari per gli appassionati delle due ruote e alla portata di tutti, che si snodano ad anello in tutta la zona, dal lago d’Iseo a Brescia. Della durata di circa due ore e mezza, sono identificati ciascuno da un colore associato a una tipologia di Franciacorta: l’itinerario giallo Franciacorta Satén parte da Iseo, sul lago, passando a fianco delle Torbiere del Sebino, un’oasi naturalistica fatta di acqua, canne e vegetazione palustre; quello blu Franciacorta Pas Dosé tocca l’Abbazia olivetana di San Nicola, a Rodengo Saiano, uno dei più imponenti complessi monastici d’Italia decorato con opere dei maggiori artisti della Scuola Bresciana del Cinquecento e del Seicento; quello verde Franciacorta Brut parte da Clusane; quello rosso Franciacorta Rosé invece parte da Erbusco, dove si trova la cinquecentesca Villa Lechi decorata con pregevoli affreschi del Quattrocento; infine quello nero Franciacorta Extra Brut inizia in piazza della Loggia a Brescia. Qualunque sia l’itinerario da voi prescelto, di certo sarete deliziati dalla tranquillità del paesaggio che racchiude un patrimonio storico ed enologico eccezionale.

Un salto al lago
Dove il lago d’Iseo incontra il fiume Oglio si trova il confine occidentale della Franciacorta e il paese di Paratico, che conserva i ruderi del castello Lantieri del XIII secolo, che secondo la tradizione locale avrebbe ospitato Dante Alighieri. Proseguendo sulla sponda bresciana del lago, si incontra Clusane d’Iseo, un antico borgo di pescatori conosciuto per la specialità culinaria della tinca al forno con polenta e per la tradizione ancora viva dei naècc, tipiche imbarcazioni risalenti al periodo della dominazione della Serenissima dal fondo piatto e con la voga “alla veneziana”. Domina il paese il castello del Carmagnola che nel 1429 fu donato da Venezia a Francesco Bussone, detto il Conte di Carmagnola, in cambio dei servizi resi alla Repubblica di Venezia. Più avanti troviamo Iseo, bel paese di origine medievale con il castello Oldofredi dell’XI secolo e la pieve di Sant’Andrea. La piazza Garibaldi è il fulcro del borgo e ospita bar, ristoranti, bei negozi e antichi palazzi. Il piccolo porto in piazza Gabriele Rosa è il punto di partenza per raggiungere in battello la bellissima Montisola, un’isola-montagna che raggiunge i 600 metri s.l.m. e che custodisce gelosamente, lungo i suoi undici chilometri di costa, caratteristici borghi di pescatori e, sulla sua vetta, il Santuario della Ceriola, da cui si gode di un panorama che lascia a bocca aperta sul lago e sulla Franciacorta, splendida zona dal fascino sottile che ci ha incantato.

Notizie utili per il camperista

Come arrivare in camper in Franciacorta
Da Milano o Venezia prendere l’autostrada A4 e uscire a Palazzolo, Rovato, Ospitaletto. Provenendo dall’autostrada A35 Bre.Be.Mi. le uscite sono Chiari, Rovato, Travagliato.

Dove sostare in camper in Franciacorta

  • Cantina Al Rocol, via Provinciale 79,  Ome (BS),  GPS: N 45° 36’ 38.952’’ E 10° 7’ 8.004’’. Con 10 piazzole camper attrezzate con elettricità, acqua e CS, offre diverse attività, tra cui percorsi di wine trekking e in bicicletta, corsi didattici sul vino e sull’olio, visite in cantina e tour guidati della zona. È l’unico produttore vitivinicolo della zona con area camper. Convenzionato con il Club di CamperLife.
  • Campeggio Quai, via Antonioli 73, Iseo (BS),  GPS: N 45° 39’ 55.307’’ E 10° 3’ 45.925’’. Aperto da aprile a settembre.
  • Campeggio Pilzone, via Cave 11, Pilzone d’Iseo (BS), aperto da aprile a fine settembre GPS: N 45° 40’ 39.13’’ E 10° 4’ 36.273’’.

Info turistiche
Associazione Strada del Franciacorta: tel. 030/7760870; www.stradadelfranciacorta.it.
Franciacorta in cantina: www.festivalfranciacorta.it.
Noleggio bici: Iseo Bike, via per Rovato 26, Iseo, tel. 340/3962095, www.iseobike.com. Franciacorta Bike Tour, via San Carlo 11, Rovato, tel. 329/3569525, www.franciacortabiketour.com. Molti agriturismi mettono a disposizione dei propri ospiti biciclette e mountain bike.

 

Autore: 
Redazione CamperLife
Punteggio: 
0

No votes yet

Data Aggiornamento: 
07-09-2017
Data Pubblicazione: 
07-09-2017