Tu sei qui

Installazione del raffrescatore evaporativo Viesa Holiday | Professionisti al lavoro

In vista della bella stagione, in tanti si stanno attrezzando contro le imminenti ondate di caldo. Abbiamo seguito l’installazione di un raffrescatore evaporativo Viesa Holiday III presso l’officina New Florence Camper.

camper camperlife rivista camperistiCon l’arrivo del caldo, la corsa a dotarsi di condizionatori cresce d’intensità in maniera direttamente proporzionale al salire delle temperature. Se in cabina ormai praticamente tutti i camper sono dotati di climatizzatore che assicura comfort in viaggio, per la sosta il caldo può diventare un vero fastidio. Le strade per trovare un po’ di fresco nella cellula quando è esposta al solleone, come tutti i camperisti ben sanno, sono fondamentalmente due. Il condizionatore di tipo casalingo, che però comporta elevati assorbimenti di corrente a 220 v, non sempre reperibile o con le colonnine di allaccio che non dispongono di sufficienti ampere; oppure i raffrescatori evaporativi, come il conosciutissimo Viesa che vedete qui nelle foto, che sfruttano l’evaporazione dell’acqua per creare un microclima di benessere sulla pelle e si “accontentano” di soli 12 v e pochi ampere, tanto che possono essere tranquillamente lasciati in funzione specie se è presente un pannello solare che li alimenta proprio nelle ore in cui servono di più.

Procedura di montaggio

Foto 1: In questo caso si sfrutta il foro già esistente dell’oblò centrale 40x40 cm del tetto del camper e si comincia rimuovendolo dalla sua sede, usando una leva e un cutter per tagliare il mastice di incollaggio, facendo attenzione a non “massacrare” la vetroresina del tetto.

Foto 2: L’oblò è stato rimosso quasi completamente, si finisce il taglio del mastice per svincolarlo dal tetto.

Foto 3: Si comincia il lavoro di pulizia dei residui di colla, passaggio fondamentale per far poi aderire perfettamente le guarnizioni che verranno poste tra il tetto e il Viesa. Una volta terminato il lavoro di pulizia del tetto, la vetroresina risulta pulita e lucida come nuova, pronta a ricevere il gruppo esterno del condizionatore evaporativo.

Foto 4: Nella foto dall’interno si notano la pulizia delle parti e il filo elettrico di alimentazione che sfrutta in questo caso una canalina di passaggio già esistente (cosa ormai comune a molti camper di quelli più recenti).

Foto 5-6: Dopo aver aperto la scatola del Viesa Holiday, viene collocata sul tetto del camper la guarnizione che resta sotto all’unità esterna del condizionatore evaporativo.

camper camperlife rivista camperisti camper camperlife rivista camperisti camper camperlife rivista camperisti
camper camperlife rivista camperisti camper camperlife rivista camperisti

Foto 7: Nella scatola vediamo la faccia inferiore dell’unità esterna che verrà collocata a contatto del tetto del camper, con la sagoma per l’alloggiamento della guarnizione.

Foto 8: Si procede al posizionamento del condizionatore evaporativo. Si nota il cavo bianco che è quello di collegamento per l’approvvigionamento dell’acqua necessaria al funzionamento del Viesa; in genere, come in questo caso, viene poi collegato direttamente al serbatoio delle acque chiare.

Foto 9: L’unità esterna è collocata, qui la vediamo dall’interno del camper prima degli allacci e del posizionamento dell’unità interna con i diffusori.

Foto 10: In questo scatto il coperchio interno è in attesa di essere montato all’interno della cellula.

Foto 11: In questa immagine vediamo come appare il condizionatore evaporativo una volta montato, visto dall’interno del camper con i diffusori regolabili e l’unità di comando. Il risultato finale è particolarmente pulito e molto elegante.

camper camperlife rivista camperisti camper camperlife rivista camperisti camper camperlife rivista camperisti
camper camperlife rivista camperisti camper camperlife rivista camperisti camper camperlife rivista camperisti

Tempi e costi

Il tempo necessario per l’installazione che vedete documentata in queste foto è compreso in circa 3-4 ore di lavoro; ovviamente molto può cambiare per installazioni personalizzate, che richiedono magari l’apertura di un foro sul tetto apposito e/o altre lavorazioni per l’alimentazione elettrica e il collegamento per il pescaggio dell’acqua che usa questo tipo di condizionatore evaporativo. Il costo standard medio per questo tipo di lavoro è intorno ai 1.600 euro.

New Florence Camper

L’azienda pratese nasce quando, dopo lunga esperienza maturata nel settore camper fin dal 1981, un gruppo di giovani costituisce la Florence Camper. Dopo anni di crescita e dopo svariate partecipazioni a manifestazioni di settore, Florence Camper si specializza su allestimenti diversi e complessi, su meccaniche anche 4x4 e su forniture ad enti statali. Dopo una crisi nel 1994 che costringe l’azienda a ridurre staff e dimensioni, con un conseguente cambio societario, negli anni successivi il lavoro riprende bene fino al 2007, che è l’anno del salto di qualità, con il passaggio alla sede attuale di Comeana (Prato), in un capannone molto grande e luminoso e un piazzale di ben 1.000 mq. Inizia anche l’attività di noleggio cui segue, nel 2009, la nomina a concessionaria e centro assistenza di due marchi prestigiosi: Mobilvetta e CI. 

 

 

Autore: 
Redazione CamperLife
Punteggio: 
0

No votes yet

Data Aggiornamento: 
15-06-2018
Data Pubblicazione: 
15-06-2018