Tu sei qui

I mille volti di Bruxelles | Viaggiare in camper

È la capitale d’Europa, vivace e piena di eventi durante tutto il corso dell’anno: benvenuti in questa perla del Belgio, una città che non dorme mai

Sono ormai passati oltre due anni e mezzo da quel pauroso 22 marzo 2016 quando Bruxelles ha subìto i due terribili attentati terroristici, avvenuti all’aeroporto di Zaventem, che sono costati la vita a numerose persone. La città, nonostante la tragedia e la successiva paura, si è però ripresa. Bruxelles, infatti, non ha mai abbassato la testa e, soprattutto, non si è fermata un attimo.

camper camperlife rivista camperisti Bruxelles Belgiowww.milo-profi.be)" />

La capitale belga è un vortice in continuo movimento: qualsiasi periodo dell’anno è ideale per visitarla, perché qui ogni stagione è ricca di eventi, festival e mostre sempre nuovi che coinvolgono tutti. A settembre, però, la città dà il meglio di sé con due grandi eventi: il Belgian Beer Weekend, un fine settimana all’insegna della bevanda più amata del paese, e il Brussels Comic Strip Festival, imperdibile per gli appassionati di fumetto. Un mese intenso con due camper camperlife rivista camperisti Bruxelles Belgiowww.atomium.be, sabam 2011, axel addington)" />grandi eventi che invadono le vie della città con un fitto calendario di incontri per appassionati e intenditori di birra e fumetto, ma anche per chi semplicemente ha voglia di un viaggio all’insegna del divertimento e del bon vivre. Preparatevi, Bruxelles vi aspetta!

Bruxelles l’elegante
Se c’è un luogo che seduce a prima vista in questa splendida città è sicuramente la Grand Place. La piazza centrale, il cuore pulsante di Bruxelles, è di una bellezza indescrivibile: un trionfo di gotico, barocco ed eleganza difficilmente riscontrabile altrove. Non a caso, dal 1998 è stata inserita nella lista dei Patrimoni dell’Umanità dall’Unesco. Lo spettacolo che la Grand Place offre al visitatore lascia senza fiato: prendetevi perciò un po’ di tempo per ammirare con calma la sua magnificenza. Sul quadrilatero affacciano gli edifici più importanti della capitale belga: l’Hotel de Ville, ossia il municipio con la grande torre al cui vertice si trova la statua di San Michele Arcangelo, il patrono di Bruxelles, la Maison du Roi, in passato un edificio dove si vendeva il pane, trasformato poi in palazzo dei servizi amministrativi del duca del Brabante, e le Case delle Corporazioni, testimonianza dell’importante passato economico e commerciale della città. La Grand Place è anche sede di due delle manifestazioni più importanti di Bruxelles. Qui, infatti, ogni anno a luglio si svolge l’Ommegang, una rievocazione storica con oltre 1400 figuranti vestiti con costumi d’epoca in rappresentanza delle antiche corporazioni, cui, ad agosto, succede l’Infiorata, la festa dell’Assunzione di Maria, in occasione della quale la piazza viene ricoperta con un immenso tappeto di fiori. Non lontano dalla piazza si trovano, seppur in direzioni opposte, due dei simboli della città: da un lato la Concattedrale di San Michele e Santa Gudula (Place Saint-Gudule), una spettacolare chiesa gotica che ricorda vagamente Notre Dame di Parigi, dall’altro il Manneken Pis (all’angolo tra Rue de l’Etuve e Rue du Chene), una bizzarra statua di un bambino che fa pipì che simboleggia lo spirito di indipendenza degli abitanti di Bruxelles.

camper camperlife rivista camperisti Bruxelles Belgiowww.milo-profi.be)" />

Bruxelles la cosmopolita
Dal centro spostatevi verso il Quartier Européen, il Quartiere Europeo. È qui che si decide il destino dell’Europa, all’interno dei tre futuristici edifici che ospitano il Parlamento Europeo, la Commissione Europea e il Consiglio Europeo. Qui è possibile ammirare tutto quello che vediamo quasi tutti i giorni in televisione: uomini e donne vestiti di tutto punto, bandiere di tutti i paesi europei e un gran via vai di giornalisti. Chi pensa che il Quartiere Europeo sia un luogo grigio frequentato solamente da uomini d’affari, però, dovrà ricredersi. Qui, infatti, come per contrasto con il ritmo serrato dettato dall’agenda europea, si trovano i due parchi più importanti della città, il Parc Léopold e il Parc du Cinquantenaire. Il primo è un tipico parco all’inglese, con piccoli sentieri tortuosi e continui saliscendi, al cui interno si trova la medievale Torre Eggevoort. Il Parc du Cinquantenaire, invece, è una vera e propria oasi di pace ideale per chi ha bisogno di staccare la spina e rilassarsi. Ospita luoghi d’interesse tra cui il Museo del Cinquantenario, i musei di Arte e di Storia Militare e la Grande Moschea di Bruxelles.

camper camperlife rivista camperisti Bruxelles Belgiowww.milo-profi.be)" />

camper camperlife rivista camperisti Bruxelles Belgio

Bruxelles la colta
Come ogni grande città che si rispetti, anche Bruxelles è piena di importanti musei che meritano una visita. Il più emblematico di tutti (e il più interessante da visitare se avete poco tempo e dovete proprio sceglierne uno) è il Museo Magritte (Rue de la Régence 3), interamente dedicato al grande esponente del surrealismo. Il museo è strutturato in modo da seguire l’evoluzione artistica di René Magritte attraverso un viaggio tra più di 200 opere tra cui oli su tela, sculture, oggetti, manifesti pubblicitari, foto e corti realizzati dallo stesso Magritte. Tra nuvole, lune, pipe, natura e paesaggi notturni preparatevi a fare un viaggio all’insegna della magia che sarà in grado di coinvolgere tutti, anche i più piccoli. In pochi lo sanno ma Bruxelles è la capitale mondiale dell’Art Nouveau. È qui, infatti, che è nato il primo edificio art nouveau al mondo, l’Hotel Tassel, opera di Victor Horta. Sono di Horta anche numerosi edifici realizzati con lo stesso stile architettonico concentrati nei quartieri di Saint-Gilles e Ixelles, oltre alla sua casa, trasformata successivamente nel Museo Horta (Rue Américaine 25). Nel corso della Biennale Art Nouveau et Art Déco (voireetdirebruxelles.be), che da quest’anno si tiene in primavera, molte dimore private aprono eccezionalmente al grande pubblico per permettere a tutti di ammirare questa particolare arte, un’occasione unica per scoprire una Bruxelles diversa da quella conosciuta da tutti.

camper camperlife rivista camperisti Bruxelles Belgiowww.milo-profi.be)" />

Bruxelles la divertente
Bruxelles è una città che non smette mai di sorprendere. Come se essere una delle città più eleganti del mondo, capitale d’Europa e patria dell’art nouveau non fosse abbastanza, si aggiudica un altro importante primato: è la capitale del fumetto. È qui infatti che sono nati tanti personaggi ed eroi quali Tintin, Spirou e Lucky Luke ma anche i mitici Puffi! Chi l’avrebbe mai detto? Se viaggiate con bambini non perdete l’occasione di percorrere il Tour del Fumetto, un percorso che parte dal murales di Tintin in Rue de l’Etuve, un originale modo di scoprire la città rincorrendo i personaggi disegnati sulle mura. Questa interessante iniziativa è nata nel 1991 e, ogni anno, è possibile ammirare lungo il tour 2-3 murales nuovi realizzati appositamente per ampliare l’offerta visiva. Gli amanti della cosiddetta nona arte non possono mancare di visitare i due musei dedicati al comic: il Moof Museum (Rue Marché aux Herbes 116), che presenta un’interessante raccolta di modellini, statuette e oggetti relativi al fumetto ospitati in una scenografia creata da giovani artisti e studenti belgi, e il Museo del Fumetto CBBD (Rue des Sacamper camperlife rivista camperisti Bruxelles Belgiobles 20), ospitato in un grandioso edificio art nouveau disegnato da Victor Horta. Chi si trova a Bruxelles a settembre si appunti queste date: dal 1° al 3 la città ospita il Comic Book Festival (www.comicsfestival.be) un evento dedicato al fantastico mondo dei fumetti. Il volto divertente di Bruxelles, però, non si ferma qui. La città ospita il Mini-Europe (Brupark, www.minieurope.com/it/), un parco divertimenti che contiene la riproduzione dei più bei monumenti dell’Unione Europea in scala 1:25. Passeggiate insieme ai vostri piccoli nelle riproduzioni delle città più affascinanti del Vecchio Continente, partendo dal Big Ben di Londra e dalla Torre Eiffel di Parigi, passando attraverso le gondole di Venezia, fino alla corrida di Siviglia e ai resti del muro di Berlino. Non mancate di visitare l’esposizione “Spirit of Europe” per introdurre i vostri bambini al concetto di Unione Europea.
Il parco tematico è situato ai piedi dell’Atomium (Avenue de l’Atomium), uno dei simboli della capitale belga, una grande costruzione in acciaio visitabile che rappresenta i nove atomi di una cella unitaria di un cristallo di ferro costruito in occasione dell’Expo di Bruxelles del 1958.

camper camperlife rivista camperisti Bruxelles Belgiowww.milo-profi.be)" />

Bruxelles la golosa
Non si può lasciare Bruxelles senza aver assaggiato la sua ricca gastronomia. Chi pensa che in Belgio non si mangi bene dovrà ricredersi. Numerosi sono i piatti per cui la cucina belga è rinomata, prime fra tutti le cozze con patatine fritte, la specialità del paese. Ma è con i dolci che il Belgio dà il meglio di sé: Bruxelles è un susseguirsi di camper camperlife rivista camperisti Bruxelles Belgiowww.milo-profi.be)" />cioccolaterie, una più accattivante dell’altra. Vetrine che sembrano opere d’arte, cioccolatini di tutte le dimensioni e gusti, waffels profumati all’interno di veri e propri musei del gusto. Grazie a queste specialità Bruxelles si è aggiudicata l’appellativo di capitale mondiale del cioccolato. Come potrebbe essere altrimenti? Difficile dire quale sia la chocolaterie migliore, indubbiamente meritano una visita Marcolini (Galerie de la Reine 9), Wittamer (Place du Grand Sablon 6-12-13) e Darcis (Rue au Beurre 40). Ricordatevi che Bruxelles dedica ogni anno due eventi al cioccolato, perciò se avete in mente di recarvi in città per fare tour dedicati interamente alla degustazione dell’“oro nero” appuntatevi questi eventi: a novembre si tiene Brussels Chocolate Week, mentre a febbraio il Salon du Chocolat, due occasioni imperdibili per assaggiare qualche prelibatezza. Anche in quanto a bevande famose Bruxelles non scherza: la birra qui, come in tutto il paese, è una vera e propria istituzione alla quale ogni anno nel primo weekend di settembre è dedicata la Belgian Beer Weekend. Da quando poi l’UNESCO, l’anno scorso, ha dichiarato la birra belga Patrimonio dell’Umanità c’è un motivo in più per festeggiare.

Informazioni utili per il camperista

Come arrivare in camper a Bruxelles
Dall’Italia le distanze sono considerevoli, ma non proibitive. Bisogna attraversare tre nazioni prima di arrivare a destinazione: Svizzera, Francia e Lussemburgo. Si lascia l’Italia a Como, entrando in territorio svizzero, e si seguono le indicazioni per la Francia, quindi per il Lussemburgo e infine per il Belgio, verso Bruxelles.

Dove sostare in camper a Bruxelles

  • Jeugdherberg Generation Europe: area sosta accanto all’ostello della gioventù, Rue de l'Éléphant 4,  GPS: N 50° 51' 11.11'' E 4° 20' 5.028''.
  • 3CB Brussels: campeggio tra il centro e l’aeroporto di Zaventem, a 5 minuti a piedi dalla fermata dei mezzi per Bruxelles. Apertura da aprile a ottobre, Warandeberg 53, Wezembeek-Oppem,  GPS: N 50° 51' 25.358'' E 4° 28' 55.311''.

Info turistiche
www.visitflanders.com, visit.brussels/it.

Per le foto si ringrazia: Visit Flanders

 

Autore: 
Francesca Masotti
Punteggio: 
0

No votes yet

Data Aggiornamento: 
16-10-2018
Data Pubblicazione: 
16-10-2018