Tu sei qui

I Carnevali Sloveni | Weekend in camper

Di carnevale in carnevale per scoprire usi, costumi e gastronomia di una regione molto varia. Andiamo a vedere il caleidoscopico universo delle maschere carnevalesche della Slovenia

Anche la Slovenia, così come l’Italia, è una regione ricca di tradizioni che si svelano anche nel periodo di carnevale. Sono infatti tantissime le maschere che caratterizzano questo stato, ognuna con delle proprie peculiarità. Troviamo i “Kurent”, i “laufar” di Cerkno, i “pustovec” di Drežnica, i “pozvačin” del Prekmurje, le “šeme” di Kostanjevica, camper rivista camperisti camperlifegli “škoromat” dei Brkini, le “makare” di Dobrepolje, per citare solo alcune delle maschere carnevalesche locali. Il carnevale sloveno, chiamato “pust” e contrassegnato da baldoria ed eccessi, nasce da una serie di elementi magici pagani con i quali la gente cercava di influire sulla natura. La maschera carnevalesca più famosa è il “kurent” o “korant”, vestito di una pelliccia di pecora bianca o nera, cinta da una catena, dalla quale pendono pesanti campanacci e fazzoletti. Sul capo porta una tremenda maschera, ornata di penne, corna e nastri variopinti di seta, mentre nella mano tiene un terrificante bastone, avvolto nella pelle di riccio.
Ogni anno, dal 1960, a Ptuj si organizza il popolare “kurentovanje”, un evento che dura alcuni giorni basato sulle figure carnevalesche tradizionali e sugli usi e costumi antichissimi slavi, conservati nei dintorni di questa località. Si tratta di una spettacolare sfilata di oltre 3000 maschere, tra cui quelle affascinanti e tenebrose che rappresentano animali. Altro carnevale sloveno che ogni anno attira numerosi spettatori è quello di Cerknica. Qui sono i ridicoli “Butalci” a essere i protagonisti, accompagnati dalle streghe, volate qui appositamente dal vicino monte Slivnica, e da altri tipi di maschere. Oltre a gruppi ospitanti, nella sfilata prendono parte ogni anno anche gruppi di ghiri, pipistrelli, rane, uomini preistorici, diavoli e streghe. Sono molto popolari anche le gigantesche figure della progenitrice delle streghe Uršula e del genio dell’acqua Jezerko. Tra le altre località slovene con interessanti carnevali citiamo Cerkno, dove si organizza la tradizionale “laufarija”, una sfilata con 25 figuranti in cui tutti, tranne uno, portano in testa maschere di legno dette “larfe”. La figura centrale è il “Pust” che personifica l’inverno e che viene condannato a morte secondo uno schema molto preciso.

Informazioni utili per il camperista

Info: www.kurentovanje.net
Dove sostare in camper in Slovenia: le città e le possibilità sono molteplici, vi suggeriamo di consultare il nostro database online, disponibile anche tramite l'app di CamperLife. Tra gli approdi suggeriti, ne troverete molti convenzionati con il nostro Club.

 

Autore: 
Redazione CamperLife
Punteggio: 
0

No votes yet

Data Aggiornamento: 
28-09-2018
Data Pubblicazione: 
11-02-2017