Tu sei qui

Grand Tour del Nord d'Europa | I viaggi dei lettori

Un didascalico resoconto, e per questo molto utile, dei paese scandinavi e non solo. I nostri amici lettori in un mese di viaggio hanno attraversato 8 nazioni percorrendo poco meno di 10mila chilometri

camper camperlife rivista camper camperisti viaggi nord europaIo e mia moglie abbiamo sempre immaginato che la vacanza ideale per noi fosse in camper, in linea con lo spirito del movimento e del contatto diretto con la natura. Per questo abbiamo provato a noleggiare un paio di volte un veicolo itinerante rimanendone da subito conquistati seppur provato su brevi tragitti e per pochi giorni. L’estate 2016 abbiamo deciso di passare a qualcosa di più impegnativo noleggiando un camper per avventurarci in un viaggio che, partendo da Roma, ci ha fatto attraversare otto nazioni: Italia, Svizzera, Germania, Danimarca, Norvegia, Svezia, Repubblica Ceca e Austria. Volutamente abbiamo preferito percorsi e paesaggi rurali per poter vivere l’essenza del concetto di vita all’aria aperta e dormendo molto spesso in sosta libera completamente immersi e circondati dalla natura. Risultato di questo viaggio? Abbiamo capito che siamo viaggiatori e non turisti! Il camper e la sua essenza di vacanza ci piacciono moltissimo, è esattamente il nostro tipo di vacanza ideale. In molti ci hanno chiesto come sia possibile conciliare questo tipo di vacanza con figli piccoli, nel nostro caso una bambina di 12 mesi e un bambino di 10 anni. La risposta sta nel come si affronta e interpreta il camper camperlife rivista camper camperisti viaggi nord europaviaggio. Conclusione: al rientro abbiamo comprato un Camper Motorhome Bavaria 7mt, è stato amore a prima vista.

Si parte per la Svizzera
Da Roma direzione Svizzera, passando dal Lago di Lugano. Dopo tanti tornanti ci fermiamo in un piazzale a bordo strada che ci fa da balcone su un panorama sulle Alpi di Wassen, un comune svizzero del Canton Uri. Passiamo così la nostra prima notte in sosta libera. Il giorno dopo riprendiamo il viaggio e i tornanti delle Alpi, attraversando posti in cui è d’obbligo fermarsi e scattare qualche foto, come a Gadmen. Procedendo decidiamo di fermarci presso Grindelwald, un comune del Canton di Berna, in un Camping trovato attraverso le App che avevo precedentemente installato sul mio telefono. Completo di tutti i servizi per il camper e completamente immerso nel tipico scenario alpino, decidiamo di fermarci due notti. Il giorno dopo, andando a piedi al paese di Grindelwald, prendiamo la funivia per salire sui monti di Lauterbrunnen per passare la giornata facendo trekking, respirando un po’ di aria pulita.

In Germania
Lasciamo la Svizzera ed entriamo in Germania passando da Thun. Veniamo subito catapultati nella Foresta Nera.camper camperlife rivista camper camperisti viaggi nord europa Attraversiamo il paesaggio di Furtwangen im Schwarzwald fino a raggiungere uno spiazzale immenso tra un ruscello e la fitta foresta della Baviera, dove decidiamo di fermarci in sosta libera per la notte. La mattina successiva visitiamo il paese Triberg, famoso per avere l’orologio a cucù più grande del mondo, e andiamo alle cascate all’interno di un bellissimo parco. Dopo una bella passeggiata riprendiamo il viaggio in direzione Francoforte dove sosteremo per la notte. La strada scelta è sempre non autostradale per poter ammirare e respirare più possibile l’aria e l’atmosfera rurale e forse più vera dei posti. Infatti veniamo premiati con paesaggi molto scenografici. Giunti a Francoforte parcheggiamo il camper fortunatamente proprio in centro su strisce bianche per auto non a pagamento. Dopo aver visitato il centro della città e dopo aver mangiato e bevuto ottima birra in un tipico pub tedesco, rientriamo in camper rimanendo a dormire nel parcheggio. La mattina decidiamo di continuare a visitare la città di Francoforte approfittando del bel tempo. Riprendiamo il viaggio con comodo e ci fermiamo presso un’area sosta camper lungo la strada in cui passeremo la notte.camper camperlife rivista camper camperisti viaggi nord europa

Arrivati in Danimarca
Si riparte, questa volta direzione Danimarca e dopo aver percorso circa 600 Km arriviamo a Ribe presso il Camping Storkesøen Ribe. Apprezziamo moltissimo il campeggio e lo scenario che lo circonda e decidiamo perciò di rimanere qui la notte. L’indomani ci godiamo un po’ di relax all’interno del camping. Partiamo sul tardi, la struttura è davvero bella e fatichiamo a lasciarla. Anche in Danimarca, per scelta, seguiamo strade secondarie e in questo caso percorriamo la strada che costeggia tutta la costa occidentale che si affaccia sull’Oceano Atlantico del Mare del Nord. Attraversiamo a volte stradine sterrate ma percorribili anche in camper e anche qui scopriamo paesaggi in cui è d’obbligo fermarsi a scattare qualche foto. Proseguendo notiamo i chioschetti molto diffusi in Danimarca per vendere frutta, verdura e ortaggi: in pratica un chiosco in cui non c’è nessuno a controllare e chi è interessato a comprare qualcosa prende e lascia i soldi in una cassettina. Inconcepibile per la nostra cultura e per il nostro senso civico. Il camper camperlife rivista camper camperisti viaggi nord europacamper camperlife rivista camper camperisti viaggi nord europaviaggio continua e notiamo che in Danimarca la cultura del “viaggiare” è molto sentita, infatti ci sono camping e aree sosta camper ovunque, praticamente circa ogni 5 Km! Decidiamo di fermarci presso l’Henneby Camping v/Kent Mortensen. Procediamo con il viaggio continuando ad ammirare un paesaggio che ci lascia senza fiato, magia, bellezza, pace e tranquillità. Altro particolare strano per noi è l’erba ai bordi delle strade provinciali che è tagliata e curata come se fosse l’erba di un giardino privato. È amore a prima vista con questo Paese! Facciamo una sosta presso Hvide Sande, dove ci gustiamo un ottimo salmone in un localino tipico. Seguiamo un sentiero a piedi e ci troviamo affacciati direttamente sull’Oceano, dove Cristian ha avuto il coraggio di fare un bagno nonostante le acque gelide del Mare del Nord. Arriviamo presso il Faro Lemvig, dove decidiamo di fermarci in sosta libera per la notte, parcheggiati proprio sullo strapiombo della scogliera, il faro alle spalle e l’oceano di fronte. Siamo in un film? camper camperlife rivista camper camperisti viaggi nord europaNo… è tutto reale. La mattina ci incamminiamo verso il porto di Hirtshals da cui ci imbarcheremo per la Norvegia. Decidiamo di fermarci per la notte in un camping a 400 metri dal porto. Il Camping affaccia proprio sul mare e da lì ci godiamo un tramonto che anima ancora di più la nostra voglia di viaggiare e di conoscere.

Eccoci in Norvegia
Sbarchiamo in Norvegia a Larvik. Da qui seguiamo l’itinerario previsto ovvero costeggiare la costa Sud, la costa Ovest e la costa Nord, entrando di volta in volta nell’entroterra per conoscere e ammirare i posti che preventivamente avevo segnato come “da non perdere”. Ben presto ci si pone un problema: ci rendiamo conto che qui è tutto da vedere! È un panorama mozzafiato, stiamo tutti con gli occhi sgranati, ci sembra di stare in un film per quanto è meraviglioso il paesaggio! Strada facendo decidiamo di fermarci per la sera con il camper parcheggiato su uno sterrato in un boschetto e in riva a un fiume a Edland. Anche se il nostro viaggio e la nostra conoscenza sono orientati alla natura e ai paesaggi rurali, abbiamo incluso la visita di alcune città, tra cui Bergen. Puntiamo verso la città ma intanto continuiamo ad attraversare ed ammirare scenari da favola, anche se il camper camperlife rivista camper camperisti viaggi nord europaclima è abbastanza grigio e piovoso. Strada facendo passiamo per Norheimsund e ammiriamo le relative cascate che sembra arrivino direttamente sulla strada. Arriviamo a destinazione e parcheggiamo il camper in un parcheggio per auto con strisce bianche proprio nel quartiere di Brygge, il vecchio porto, in cui passeremo anche la notte. Per la cena decidiamo di non cucinare in camper ma di andare a mangiare nel famoso mercato del pesce dove si possono ammirare e soprattutto gustare le specialità freschissime del posto appena pescate. Ordiniamo a vista e gustiamo le varie specie di pesce tra cui anche la balena. Finalmente abbiamo la possibilità di poter ammirare uno dei due più bei fiordi norvegesi, il Fiordo di Gudvangen (l’altro è quello di Geiranger che visiteremo nei giorni successivi). Ci imbarchiamo con il camper, in questo modo oltre e proseguire con il nostro itinerario facciamo anche una mini crociera della durata di circa due ore. Lo spettacolo è a dir poco emozionante. Giunti al termine della crociera sbarchiamo a Kaupangsvegen 43. Da qui ci rimettiamo in marcia alla scoperta di nuovi posti e di nuove emozioni che non tardano ad arrivare. Infatti giungiamo presso il Jostedal Camping che avevo trovato tramite le App del mio smartphone e non appena ci guardiamo intorno decidiamo che non ce ne andremo facilmente da questo posto, infatti ci rimarremo due notti. Il camper è parcheggiato a due metri da un fiume e tutto intorno ci fanno da cornice le catene montuose con la neve sulle loro vette. Dopo aver sistemato il camper, accendiamo un fuoco ai margini del fiume che oltre a riscaldarci dalla bassa temperatura ci permette di cucinare camper camperlife rivista camper camperisti viaggi nord europacamper camperlife rivista camper camperisti viaggi nord europadirettamente sul fuoco vivendo l’emozione del campeggio proprio come piace a noi. Dopo aver vissuto tutte le emozioni offerte dal paesaggio di Jostedal e dopo aver bevuto l’acqua che sgorgava direttamente dalla sorgente, partiamo per andare a visitare il ghiacciaio di Jostedal a pochi km dal campeggio. Anche qui i nostri occhi ammirano qualcosa che non avevano mai visto. Diciamo che in generale lo scenario e i paesaggi della Norvegia sono particolarmente affascinanti anche perché diversi da quelli a cui siamo abituati a vedere e quindi completamente nuovi ai nostri occhi. Ci rimettiamo in cammino, attraversiamo la catena montuosa del Sognefjellet. La strada è in salita, molto stretta e piena di tornanti ma molto affascinante. Incontriamo per strada alcuni impianti sciistici. Ci fermiamo in sosta libera su un terreno in piano a 2.500 mt di altitudine a Bøverdalen. Fa molto freddo ed è l’unica notte in cui abbiamo acceso la stufa nel camper. Al risveglio il nostro viaggio riprende per giungere a Geiranger, il fiordo più famoso della Norvegia, luogo in cui è stato ambientato e girato il film “Waves” basato sul disastro naturale del crollo della montagna in mare. camper camperlife rivista camper camperisti viaggi nord europaDopo aver scattato un paio di foto dall’alto, ripartiamo e arriviamo al Camping Geiranger a 50 metri dall’imbarco delle navi. Qui passeremo la notte. Il giorno dopo ci imbarchiamo con il camper per la crociera. Anche se il cielo è coperto e anche se abbiamo già vissuto l’esperienza della crociera nel fiordo qualche giorno prima, l’emozione è sempre tanta. Sbarchiamo a Hellesylt e ci rimettiamo in moto per raggiungere Ålesund, splendida cittadina del nord-ovest. Decidiamo di sostare in un’area di sosta proprio sul mare e a 100 mt dal centro del paese. Qui Alina e Cristian hanno provato l’emozione e la soddisfazione di pescare il famoso sgombro del Mare del Nord: sei pescioni freschi freschi, che sono finiti subito nella padella pronti per essere gustati a bordo. La mattina, dopo aver visitato il paese a piedi, saliamo, o meglio ci arrampichiamo, con il camper nella parte più alta della città di Ålesund da cui si ammira un paesaggio da cartolina che ci fa subito dimenticare l’ansia della strada stretta e in salita. Si riparte in direzione della Atlanterhavsveien, anche chiamata Strada dell’Atlantico. È un tratto di 8 chilometri compreso tra le città norvegesi di Kristiansund e Molde. È costruito su diversi isolotti e scogli, che sono collegati da varie strade rialzate, viadotti e otto ponti, il più importante dei quali è quello di Storseisundet. camper camperlife rivista camper camperisti viaggi nord europaÈ classificata come la strada più pericolosa del mondo (fonte Wikipedia). Subito capiamo che tutto ciò che abbiamo letto a riguardo è vero, compreso le emozioni che la straordinaria bellezza del posto trasmettono. Tanta è la nostra meraviglia che attraversiamo la strada due volte e soprattutto decidiamo di dormire proprio su questo tratto in sosta libera affacciati con il camper sul mare. Il giorno dopo ripartiamo e andiamo a visitare un villaggio tipico di pescatori: Bud. Quando arriviamo ci sembra di ammirare una cartolina. Procediamo e strada facendo vediamo un’isolotto con un gruppo di case tutte colorate. Ci fermiamo e ci informiamo, è un villaggio di pescatori ora diventato attrazione turistica. Decidiamo di andare a visitarlo. Parcheggiamo il camper e prendiamo una barca per raggiugere l’isola. Oramai è sera. Ci fermiamo in un camping a Tingvoll molto bello, sul lago e abbastanza “selvaggio” proprio come piace a noi. Il giorno seguente rappresenta “il giro di boa”: si punta a Sud verso Oslo.camper camperlife rivista camper camperisti viaggi nord europa Strada facendo ci fermiamo in un boschetto dove ci prendiamo una pausa relax per preparare da mangiare in camper e pranzare. Dopo aver visitato altri posti incontrati strada facendo decidiamo di fermarci per la notte in un camping ad Alvdal. Arrivati ad Oslo ci fermiamo al Ekeberg Camping da cui la sera ammiriamo uno splendido panorama sulla città. L’indomani prendiamo un autobus che ci porta in centro e dedichiamo la giornata alla visita della città e al Norwegian Museum of Cultural History, un museo all’aperto che mostra 155 case antiche ricche di tradizione. Dopo tanto camminare, ci concediamo una pausa relax al Parco di Vigeland.

In Svezia
È arrivato il momento di lasciare la Norvegia, a malincuore ma soddisfatti perché ci ha regalato un’infinità di emozioni che difficilmente dimenticheremo. Ora è la volta della Svezia. Ci dirigiamo presso un’altra grande città, Göteborg. Ci fermeremo per la notte in un grande parcheggio per auto. Dedichiamo poi la mattina alla visita della città. Apprezziamo molto il mercato del pesce in cui abbiamo anche pranzato.camper camperlife rivista camper camperisti viaggi nord europa

In Danimarca
Arriviamo in tarda serata a Copenaghen e, visto che non troviamo posto al camping programmato, decidiamo di fermarci per la notte in un’area attrezzata proprio nel porto. Parcheggiamo il camper quasi sulle banchine dove ormeggiano le barche. Riprendiamo il viaggio per andare a visitare l’Isola di Mon e le sue famose scogliere. Le stradine che percorriamo sull’isola sono tutte rurali e immerse nelle campagne danesi, sono fantastiche e si riconfermano le sensazioni provate attraversandola all’andata, suscitando in noi un senso di pace e di perfetto equilibrio con la natura e con il mondo. Io e Alina siamo convinti di una cosa: la Norvegia ha conquistato i nostri occhi mentre la Danimarca ha conquistato i nostri cuori! Da qui nasce il nostro sogno di poterci trasferire un giorno in Danimarca. Arriviamo al Camping Møns Klint dove veniamo accolti da un tramonto che colora il cielo e le nuvole come fosse la tavolozza di un pittore. La mattina successiva andiamo a visitare le scogliere Møns Klint con le biciclette. Prima di arrivare, attraversiamo paesaggi fantastici. camper camperlife rivista camper camperisti viaggi nord europaQuando rientriamo al camper al termine di una giornata in bici anche Annina è leggermente stanca. Però si sveglierà per cena per poter festeggiare il suo primo compleanno (18 agosto).

Germania e Austria
Ci fermiamo per la sosta notturna in autostrada. La mattina riprendiamo il nostro cammino fermandoci a Berlino per una breve visita della città. Ripartiamo con un piacevole fuoriprogramma: decidiamo di attraversare la Repubblica Ceca anziché andare direttamente in Austria come programmato. È il bello del camper. Nessun vincolo, nessuna prenotazione e libertà assoluta… essere viaggiatori e non turisti! Arriviamo a Praga e ci fermiamo in un camping a pochi chilometri dalla città. La mattina successiva, dopo aver visitato la città e dopo aver gustato prodotti tipici locali, ci rimettiamo in viaggio in direzione Austria. La Repubblica Ceca ci saluta con un coloratissimo arcobaleno. La sera del 21 agosto ci fermiamo a dormire in un’area di sosta in autostrada austriaca. La mattina riprendiamo il viaggio attraversando paesaggi ricchi di verde e laghi. Decidiamo di sostare una giornata presso il Camping Grabner di Seefeld. Il giorno successivo ripartiamo e la costante del paesaggio tipico austriaco ci accompagna.camper camperlife rivista camper camperisti viaggi nord europa

Ancora Germania
Come previsto nel programma preparato prima del viaggio, ci dirigiamo verso Schwangau in Baviera per poter visitare il Castello di Neuschwanstein. Arriviamo in serata e ci fermeremo nel camping due notti per conciliare con la prenotazione fatta per la visita al castello. Per caso ci troviamo nel bel mezzo di una zingarata in spiaggia in riva al lago con tanto di birra, musica dal vivo e falò. È arrivato il momento della visita del Castello di Neuschwanstein che ha ispirato la Disney. Parcheggiamo il camper e procediamo a piedi. Completata la visita ripartiamo e verso sera ci fermiamo al Naturcampingpark Isarhorn completamente immerso nella natura, circondato da montagne, fiume e bosco.

Rientro in Italiacamper camperlife rivista camper camperisti viaggi nord europacamper camperlife rivista camper camperisti viaggi nord europa
Non sembra vero ma dopo circa 10.000 Km siamo ritornati in Italia. La vacanza, anzi il viaggio, non è ancora finito. Siamo abituati a scenari fantastici ma il panorama e il paesaggio offerti dal Trentino non sono da meno. Così ci concediamo ancora qualche giorno di relax anche nel nostro bel Paese. Ci fermiamo a Merano e passeremo il giorno seguente sprofondando nel relax più assoluto delle terme. Non ci basta ancora. Decidiamo di fare una puntatina a Mirabiliandia. Era prevista una sola notte ma ci siamo fatti prendere dal divertimento e rimaniamo due giorni. Chiudiamo in bellezza la nostra fantastica esperienza con un paio di giorni di mare a casa dei miei genitori sul Gargano, presso Marina di Lesina (FG).

SCHEDA DI VIAGGIOcamper camperlife rivista camper camperisti viaggi nord europa

  • Viaggio effettuato: dal 24 luglio al 31 agosto 2016;
  • Gli autori del viaggio in camper: Amedeo e Alina, Cristian (10 anni) e Anna (1 anno);
  • Il veicolo: Elnagh Baron (anno immatric. 2008)
  • Chilometri percorsi: 9100;
  • Consumi: 8 km/lt in media
  • Costo gasolio: 1.174 euro
  • Le tappe in camper: Italia, Svizzera, Germania, Danimarca, Norvegia, Svezia, Repubblica Ceca, Austria

LE SOSTE

  • Wassen (Svizzera): Piazzale sulla Sustenstrasse 11, 6485 Meien, Wassen, GPS: N 46° 44’ 49.2’’ E 8° 28’ 1.2’’. Sosta libera
  • Grindelwald (Svizzera): Camping Gletscherdorf, Locherbodenstrasse 29, 3818 Grindelwald, GPS: N 46° 37’ 15.34’’ E 8° 2’ 40.087’’
  • Triberg (Germania): Alte Str. 2, 78098 Triberg, GPS N: 48° 7’ 55.006’’ E 8° 15’ 10.525’’, piazzale sosta libera
  • Francoforte sul Meno (Germania): parcheggio in strada Braubachstraße 33, 60311 Frankfurt am Main, GPS: N 50° 6’ 39.83’’ E 8° 40’ 57.645’’
  • Baunatal (Germania): Area attrezzata accanto allo stadio, Friedrich-Ebert-Allee 33, 34225 Baunatal, GPS: N 51° 15’ 28.386’’ E 9° 23’ 56.755’’
  • Ribe (Danimarca): Camping Storkesøen Ribe, Haulundvej 164, 6760 Ribe, GPS: N 55° 19’ 2.518’’ E 8° 45’ 34.293’’
  • Henne (Danimarca): Henneby Camping v/Kent Mortensen, Hennebysvej 20, 6854 Henne, GPS: N 55° 44’ 1.457’’ E 8° 13’ 20.99’’
  • Hvide Sande (Danimarca): Holmsland Klitvej 113A, 6960 Hvide Sande, GPS: N 56° 2’ 59.282’’ E 8° 6’ 25.463’’
  • Lemvig (Danimarca): sosta libera nei pressi del faro, Fyrvej 32, 7620 Lemvig, GPS: N 56° 30’ 46.8’’ E 8° 7’ 4.8’’
  • Hirtshals (Danimarca): Hirtshals Camping, Kystvejen 6, 9850 Hirtshals, GPS: N 57° 35’ 11.566’’ E 9° 56’ 44.6’’
  • Edland (Norvegia): sosta libera presso boschetto lungo la E134 330, 3895 Edland, GPS: N 59° 42’ 25.2’’ E 7° 46’ 11.999’’
  • Bergen (Norvegia): sosta libera in parcheggio asfaltato Øvre Dreggsallmenningen 6, 5003 Bergen, GPS: N 60° 23’ 58.117’’ E 5° 19’ 13.699’’
  • Jostedal (Norvegia): Jostedal Camping, Jostedalsvegen 3041 Gjerde, 6871 Jostedal, GPS: N 61° 37’ 51.042’’ E 7° 15’ 59.597’’
  • Bøverdalen (Norvegia): sosta libera in montagna, pianeggiante, Rv55 150, 2687 Bøverdalen, GPS: N 61° 34’ 28.746’’ E 8° 2’ 2.242’’
  • Geiranger (Norvegia): Camping Geiranger, Rv63 40, 6216 Geiranger, GPS: N 62° 6’ 0.821’’ E 7° 12’ 12.481’’
  • Ålesund (Norvegia): area di sosta camper Sorenskriver Bulls gate 29, 6002 Ålesund, GPS: N 62° 28’ 35.484’’ E 6° 9’ 32.693’’
  • Vevang (Norvegia): sosta libera Rv64 120, 6494 Vevang, GPS: N 63° 0’ 48.404’’ E 7° 19’ 51.687’’.
  • Tingvoll (Norvegia): Camping Tingvboll, Rimstadhaugen, 6630 Tingvboll, GPS: N 62° 54’ 10.8’’ E 8° 11’ 16.8’’
  • Alvdal (Norvegia): Langodden Gard Camping, Rv3, 2560 Alvdal, GPS: N 62° 2’ 43.266’’ E 10° 43’ 42.593’’
  • Oslo (Norvegia): Ekeberg Camping, Ekebergveien 65, 1181 Oslo, GPS: N 59° 53’ 54.503’’ E 10° 46’ 26.086’’
  • Göteborg (Svezia): Parcheggio Parkgatan 35, 411 38 Göteborg, GPS: N 57° 42’ 10.8’’ E 11° 58’ 33.6’’
  • Copenaghen (Danimarca): Porto, area attrezzata Svaneknoppen 9, 2100 Copenaghen, GPS: N 55° 43’ 4.8’’ E 12° 35’ 20.4’’
  • Isola di Mon (Danimarca): Camping Møns Klint, Klintevej 544, 4791 Borre, GPS: N 54° 58’ 45.505’’ E 12° 31’ 21.073’’
  • Praga (Repubblica Ceca): Camping SOKOL, Nár. hrdinů 290, 190 12 Praha-Dolní Počernice, GPS: N 50° 5’ 18.384’’ E 14° 35’ 0.783’’
  • Seefeld (Austria): Camping Grabner, Seefeld 47, 4853 Steinbach am Attersee, GPS: N 47° 50’ 14.487’’ E 13° 32’ 44.587’’
  • Schwangau (Germania): Campingplatz Bannwaldsee, Münchner Straße 151, 87645 Schwangau, GPS: N 47° 35’ 30.316’’ E 10° 46’ 18.928’’
  • Mittenwald (Germania): Naturcampingpark Isarhorn, Am Horn 4, 82481 Mittenwald, GPS: N 47° 28’ 22.552’’ E 11° 16’ 34.802’’
  • Merano (Italia): Camping Merano, Via Piave 44, 39012 Merano BZ, GPS: N 46° 39’ 54.014’’ E 11° 9’ 32.594’’
  • Mirabilandia (Italia): Area sosta camper del parco, Via Romea Sud, 566, 48124 Ravenna RA, GPS: N 44° 20’ 9.6’’ E 12° 15’ 57.6’’, convenzionato con il Club CamperLife

 

Autore: 
Amedeo Zullo
Punteggio: 
0

No votes yet

Data Aggiornamento: 
28-09-2018
Data Pubblicazione: 
09-02-2018