Tu sei qui

Dolce aprile da scoprire, gli eventi per i camperisti

Primavera, i colori degli alberi in fiore si alternano al verde rigoglioso dei prati. Cornice per i tanti eventi del Belpaese: tra famosi castelli, esposizioni insolite, ceramiche, orti in fiore, pic-nic e un’importante rassegna tecnologica per il cinquecentenario della morte di Leonardo Da Vinci. Ecco gli eventi selezionati da CamperLife.it 

Museo delle Scienze di Trento. Le piante carnivore del MUSE 

Dal 6 aprile al 1 maggio 2019, la serra tropicale del Muse ospiterà alcune tra le piante più curiose e insolite del regno vegetale che, da sempre, suscitano interesse e meraviglia: le piante carnivore. Questo variegato gruppo di piante ha trasformato parte o tutte le proprie foglie in vere e proprie trappole, capaci di catturare e digerire lentamente insetti e, in alcuni casi, anche piccoli mammiferi. Al Muse, il visitatore potrà osservare molti generi di piante carnivore - dalle più piccole di pochi cm alle più grandi che possono arrivare anche a 2 m di altezza - e capire come funzionano i diversi tipi di trappole, con un approfondimento particolare sul genere Nepenthes, che comprende tra le 70 e le 100 specie originare dell’Asia Tropicale di cui il museo ospita una delle collezioni europee più ricche. Con una superficie di 600 metri quadrati, la serra tropicale ricrea al MUSE un lembo della foresta pluviale dei Monti Udzungwa, un centro di diversità ed endemismo dell’Africa Tropicale Orientale in Tanzania.

Info: www.muse.it

Sosta: Area sosta camper via Fersina a 3 Km dal museo

GPS: 46.048212, 11.119792

Padernello (Borgo San Giacomo). Orto e Giardino 

Domenica 7 aprile al Castello di Padernello (BS), il ciclo di eventi dedicato alle migliori produzioni biologiche e alle piante autoctone della Bassa Bresciana. Le produzioni biologiche derivanti da un’agricoltura che tutela la biodiversità e la salute del pianeta sono infatti protagoniste della 1° edizione di Padernello Orto e Giardino, un ciclo di eventi che nelle domeniche del 7 aprile e 5 maggio 2019 porterà nel suggestivo cortile del Castello di Padernello i migliori produttori di colture e di piante autoctone del territorio della Bassa Bresciana. Opportunità per scoprire i valori dell’agricoltura di prossimità e del biologico, attraverso cibi e specie vegetali coltivati senza l’uso di pesticidi e riducendo al minimo lo sfruttamento delle risorse naturali. Prodotti della terra che rispecchiano un modello di agricoltura lontana dalle monocolture e dai metodi di coltivazione intensiva, ma vicina alla salvaguardia di un ecosistema che ha bisogno di proteggere la straordinaria varietà dei suoi organismi viventi, la biodiversità che garantisce equilibri naturali e salubrità del territorio. 

Info: www.castellodipadernello.it

Sosta: Punto sosta via Bachelet – Padernello (comune di Borgo San Giacomo) a circa 300 mt dal castello

GPS: 45.358953, 9.997068

Comacchio, Museo del Delta Antico. Donne, profumi ed intrighi 

Le donne dell’antica Roma e i personaggi femminili che si sono distinti nei popoli della storia, la riscoperta dei profumi e le fragranze utilizzate nel passato, gli intrighi e i misteri dell’archeologia, sono questi i temi da cui trae ispirazione il Museo del Delta Antico di Comacchio (FE) per i suoi eventi di primavera. Aprile è il mese dei profumi e il Museo inaugura un nuovo percorso olfattivo: “Il profumo del tempo”. Si inizia il 12 aprile con la mostra “Collezione Magnani, portaprofumi nel tempo” che sarà in esposizione fino al 6 gennaio 2020. A corredo, un ciclo di incontri di approfondimento sul tema delle fragranze nel mondo antico, tra cui, il 16 aprile, l’evento “Alla scoperta dei profumi antichi dai dati archeologici”. Il Museo del Delta Antico svela la storia dei popoli nel territorio sulla foce del fiume, attraverso quasi 2mila reperti. Sorprendente è il carico della nave romana di Comacchio, imbarcazione commerciale della fine del I secolo a. C. che ha conservato intatti gli strumenti usati dall’equipaggio, anfore e lingotti di piombo. Molto interessante è anche la sezione dedicata alla città etrusca di Spina con gli oggetti trovati tra tombe e abitazioni.

Info: www.museodeltaantico.com

Sosta: Camper Comacchio - Cavallari a circa 3 Km dal Museo

GPS: 44.702867, 2.168352

Reggia di Venaria (Torino). Cani in posa 

Inaugurata il 20 ottobre 2018 alla Reggia di Venaria, Torino, sarà prorogata fino al 19 maggio 2019. In esposizione una raccolta di manufatti, sculture, dipinti, incisioni, disegni e fotografie opera di specialisti animalisti e di alcuni fra i massimi artisti di tutti i tempi, dall’età classica ad oggi.

La mostra ha come tema la costante presenza del cane nell’universo figurativo occidentale. 

L’esposizione è articolata in cinque grandi sezioni: Cani nell’antichità, con sculture e manufatti della civiltà greco-romana; Cani in posa, con ritratti di cani, in posa o in azione (XVI-XXI secolo); Cani, uomini e donne in posa, ove uomini, donne e bambini sono ritratti a fianco di uno o più cani (XVI-XXI secolo); Cani in scena, ove il cane è inserito all’interno di episodi storici, di vita reale, religiosa o allegorica (XVI-XXI secolo); Cani immaginari, ove l’immagine del cane è trasfigurata attraverso la fantasia degli artisti, compreso il mondo del fumetto (XVI-XXI secolo).

Info www.lavenaria.it

Sosta: PS parcheggio Venaria Reale GPS N 45.138516 - E 7.621573

Montelupo Fiorentino, “Di tutti i colori”. Palazzo Podestarile e Museo della Ceramica

L’esposizione “Di Tutti i Colori”, presenta oltre 120 opere ceramiche prodotte a Montelupo, dal 1200 a oggi, celebrando la ceramica e i suoi inconfondibili colori, eccellenza del territorio fiorentino conosciuta in tutto il mondo, con una mostra in programma dal 16 marzo al 28 luglio 2019 al Palazzo Podestarile e al Museo della Ceramica. La fama della ceramica montelupina conobbe il suo apice in epoca medicea, fra l'Umanesimo e il Rinascimento, quando i manufatti creati dai maestri della cosiddetta “Fabbrica di Firenze” divennero un vero status symbol per le famiglie nobili toscane. 

In occasione dei matrimoni fra i giovani delle più importanti casate, infatti, venivano ordinati interi servizi costituiti da centinaia di pezzi dipinti con gli stemmi araldici dei committenti. Il percorso espositivo si apre con la sezione che ricostruisce la lunga vicenda della ceramica di Montelupo attraverso il diverso utilizzo dei colori nelle varie epoche.

Info: www.museomontelupo.it

Sosta: PS parcheggio - Montelupo Fiorentino (FI)

GPS: 43.730074, 11.016373

Trevi, Pic & Nic: Arte, musica tra gli ulivi

In Umbria, tra gli ulivi della Fascia Olivata, quelli che circondano il borgo di Trevi, Capitale dell’Olio extravergine di oliva, il 27 e 28 aprile 2019 si terrà “Pic&Nic. Arte, musica e merende tra gli ulivi”. Il famoso “Pic&Nic a Trevi” con lo sportino a quadri bianchi e rossi, compie 12 anni, una ricorrenza che non tramonta. Un evento semplice, che riesce a richiamare l’attenzione dei più giovani, delle famiglie, ma anche dei meno giovani. Un’occasione per festeggiare l’arrivo della primavera, per tornare bambini mangiando e giocando tra gli ulivi.

Info:

 

Sosta: Area sosta comunale a 3 Chilometri dal centro di Trevi

GPS: 42.878935, 12.752345

Roma Auditorium Parco della Musica, National Geographic XIV, Festival delle Scienze. 

Le cause delle cose

Con oltre 200 incontri, 300 attività didattiche, 8 mostre e 7 spettacoli torna il National Geographic Festival delle Scienze, che coinvolge 10 partner scientifici, e due Premi Nobel. Scienziati, filosofi, storici della scienza, giornalisti e artisti racconteranno le prospettive delle più avanzate ricerche nazionali e internazionali. Dalle avveniristiche frontiere della modernità alla celebrazione dei traguardi del passato, la settimana del Festival sarà un’occasione per celebrare alcuni anniversari particolarmente significativi nella storia del genere umano, come i 500 anni dalla morte di Leonardo da Vinci, icona del rinascimento italiano, e il 50° anniversario dell’allunaggio dell’Apollo11. Ai numerosi appuntamenti del programma principale del National Geographic Festival delle Scienze si affiancano inoltre gli appuntamenti riservati ai ragazzi. Tra le tante attività, i piccoli inventori in erba potranno cimentarsi con satelliti e astronavi, mettersi alla prova con razzi e sfide spaziali, costruire città evento, addentrarsi nei segreti della robotica, accendere costellazioni, scoprire cosa si nasconde “nella pancia” di un vulcano e persino sperimentare la realtà virtuale nella fisica delle particelle. 

Info: www.auditorium.com/rassegna/national_geographic_festival_delle_scienze-18253.html

Sosta: Flaminio Village - Roma, a 6 Km dall’Auditorium

GPS:  41.95617, 12.482396

GIARRE, Radicepura Garden Festival 

Il 27 aprile aprirà a Giarre (CT), in Sicilia, la seconda edizione del Radicepura Garden Festival, biennale promossa dalla Fondazione Radicepura.

Il festival rappresenta il primo evento internazionale dedicato al paesaggio del Mediterraneo e coinvolge grandi protagonisti del paesaggismo, dell’arte e dell’architettura, giovani designer, studiosi, istituzioni, imprese. Fino al 27 ottobre, nel parco botanico della Fondazione Radicepura, sarà possibile visitare 16 installazioni, oltre all’Orto della Dieta Mediterranea, realizzate appositamente con le piante più originali coltivate da Piante Faro, che raccoglie 800 specie  e oltre 5000 varietà: tropicali, grasse, aromatiche, alberi mediterranei e agrumi.

Al centro della manifestazione i Giardini Produttivi, tema scelto da Sarah Eberle, madrina dell’evento, e Mario Faro, ideatore della biennale. Saranno indagati ed esplorati i giardini quali artefici di un benessere completo, capaci di produrre non solo frutti, ossigeno, profumi, sensazioni, ma luoghi dinamici in cui coltivare riflessioni artistiche, sociali e culturali, dotando gli spazi di una nuova vivibilità.

Il parco ospiterà giovani paesaggisti selezionati tramite un bando Internazionale con oltre 150 domande provenienti da 15 paesi diversi, oltre alle installazioni dalla passata edizione - realizzate da James Basson, Michel Péna, Giò Forma, Studio Coloco e François Abélanet - insieme alle opere frutto delle residenze d’artista di Emilio Isgrò e Alfio Bonanno nel 2017.

Arte, cultura, cinema, enogastronomia e sostenibilità ambientale saranno i pilastri attorno a cui ruoteranno gli interventi, i workshop e gli eventi che per 6 mesi racconteranno un luogo e un territorio - la Sicilia - storicamente foriero di importanti momenti di riflessione per il pensiero occidentale grazie all’esperienza Mediterranea.

Radicepura è un parco florovivaistico unico, orientato alla ricerca, che racchiude in sé l'autenticità della natura e la tecnologia più innovativa, nel rispetto dell'ambiente. Situato tra l'Etna e la costa Ionica, il parco è in continua crescita grazie anche al giardino botanico, polmone verde del parco. Il festival è organizzato dalla Fondazione Radicepura in collaborazione con Piante Faro.

Info: www.radicepurafestival.com

Sosta: Parco Radicepura via Fogazzaro – Giarre (CT)

GPS: 37.693880 – 15.177891 - punto sosta comunale Piazza 

San Vito Martire – Giarre (CT) GPS: 37.718415 – 15.165557

Autore: 
Redazione CamperLife
Punteggio: 
0
No votes yet
Data Aggiornamento: 
19-04-2019
Data Pubblicazione: 
18-04-2019