Tu sei qui

Copenaghen: magico inverno | Viaggiare in camper

Trascorrere il Natale in Danimarca è un'esperienza magica.
Vi portiamo alla scoperta della capitale Copenaghen e dell’isola di Fionia-Odense. Sapete che proprio qui è nato il celebre scrittore Hans Christian Andersen? 

Da anni la Danimarca domina il World Happiness Report, la classifica dei paesi più felici del mondo stilata dall’ONU. Quali sono gli ingredienti segreti della felicità danese? Uno stile di vita semplice, tanta attività all’aria aperta e, soprattutto, molta attenzione alle piccole cose. Se le lunghe e tante ore di camper non vi preoccupano e avete il desiderio di organizzare un viaggio in questo splendido paese del nord Europa, preparatevi a venirne travolti. In questo numero vi portiamo alla scoperta di Copenaghen, l'eclettica e vivace capitale danese, e della fiabesca isola di Fionia-Odense, due luoghi ideali da visitare in attesa del Natale, dove tra mercatini invernali, quartieri pittoreschi e leccornie tipiche della fredda stagione, la magia è assicurata. 

Copenaghen, la città felice

Chi non ha sognato, almeno una volta nella vita, di visitare una delle bellissime capitali del nord Europa? Spesso, purtroppo, queste destinazioni sono accantonate dai viaggiatori, e lasciate per anni in un cassetto, per svariate ragioni: la lontananza geografica e, soprattutto, i costi elevati che un viaggio qui comporta. In pochi, però, sanno che Copenaghen, l’accogliente capitale della Danimarca, a dispetto di quello che si possa pensare, non è una città proibitiva. Certo, i costi, se paragonati a quelli italiani, sono comunque alti, ma con un po’ di attenzione si possono vedere davvero tante cose senza sborsare un centesimo. Per cominciare, grazie al free tour organizzato dalla compagnia Copenhagen Free Walking Tours (www.copenhagenfreewalkingtours.dk), si possono prenotare escursioni guidate di diverse durate a seconda delle proprie esigenze. Così si parte dal giro di 90 minuti da Christianshavn all’ingresso del celebre quartiere hippie di Christiania, fino alla passeggiata di tre ore che dal Municipio conduce al Palazzo Reale Amelienborg. Qualunque sia la vostra scelta, non si può dire di aver visitato Copenaghen senza aver scattato qualche fotografia alla sua più celebre statua, cioè la Sirenetta. Si tratta di una delle attrazioni turistiche più famose d’Europa che, dal lontano 1913, accoglie i viaggiatori al molo di Langelinje. La statua, realizzata dallo scultore Edvard Eriksen, è dedicata alla favola scritta nel 1837 dallo scrittore danese Hans Christian Andersen. Se si viaggia con piccoli visitatori al seguito, una tappa qui è imperdibile ed è l’occasione ideale per raccontare ai bambini la famosa fiaba. Oltre alla Sirenetta, l’altra icona di Copenaghen è Nyhavn, uno dei luoghi più colorati e magici del nord Europa. È la zona dell’antico porto commerciale che è stata trasformata nel quartiere più vivace della città dove i danesi si danno appuntamento per piacevoli aperitivi in uno dei numerosi e caratteristici bar affacciati sul molo. Una curiosità: al numero 9 si trova la casa più vecchia di Nyhavn, risalente al 1681, mentre al numero 20 ha vissuto per diversi anni Andersen.

Tra canali, torri e giardini magici

Da Nyhavn si può salire su un battello (il giro è gratuito se si è in possesso della Copenaghen Card) e andare alla scoperta di Copenaghen da un insolito punto di vista: un tour attraverso i suoi spettacolari canali. Temperature meteo permettendo, un giro tra i canali di Christianshavn, il quartiere più caratteristico della capitale, caratterizzato da pittoresche case risalenti al diciannovesimo secolo e da case chiatte che galleggiano sull’acqua, è un’avventura imperdibile. Quando il freddo si fa sentire, la soluzione migliore è recarsi alla Torre Rotonda (l’ingresso costa solo 3,50 euro), un edificio risalente al XVII secolo, costruito durante gli anni delle scoperte astronomiche. La torre è uno dei migliori punti panoramici di Copenaghen, dalle cui altezze si ammirano splendide viste sulla città. All’interno sono situati un osservatorio astronomico pubblico e un centro culturale, perfetto per passare qualche ora e divertirsi insieme ai più piccoli quando fuori fa troppo freddo. Anche il Tånet di Christiansborg Palace, la torre più alta di Copenaghen (ad ingresso gratuito), dove nelle giornate limpide si riesce a vedere persino la Svezia, è un altro luogo ideale per rifugiarsi al caldo durante le fredde giornate invernali. Dal 17 novembre, e fino al 31 dicembre, il posto da non perdere è però Tivoli (www.tivoligardens.com) il più antico parco divertimenti del mondo, dove in occasione delle feste invernali è allestito il mercatino di Natale più famoso della Danimarca. Non c’è niente di più romantico che passeggiare nel parco ammirando le graziose e colorate casette di legno dove vengono venduti prodotti artigianali e leccornie tipiche della stagione, tra cui vin brûlé, gustosi dolcetti e biscotti a base di cannella. La magia è assicurata. 

Pedalare in città

Le basse temperature invernali non impediscono ai danesi di spostarsi, persino nelle giornate più fredde, quando le temperature scendono sotto lo zero, con il loro mezzo di trasporto preferito, ossia la bicicletta. Se volete vivere un’autentica esperienza locale, preparatevi dunque a pedalare per le vie di Copenaghen perché qui è un vero e proprio must (per info si consiglia di consultare il sito di Cycling Copenaghen, cycling-copenhagen.dk, una compagnia locale che affitta biciclette in città). Non stupitevi alla vista di numerosi cargo bike, cioè tricicli attrezzati per il trasporto di bambini, animali e oggetti, perché i danesi si sono organizzati per ogni genere di spostamento. Sapete che a Copenaghen ci sono più biciclette che abitanti? Tra una pedalata e l’altra, infine, non può mancare una visita a due dei più importanti centri d’arte del paese, il Museo Nazionale e la Galleria Nazionale della Danimarca, luoghi di visita ideali anche per famiglie con bambini, poiché in entrambi sono presenti sale interattive con dispositivi ideati appositamente per intrattenere i piccoli visitatori, e all’Amelienbourg Palace, la residenza dei reali danesi dove tutti i giorni alle 12 si può assistere al cambio della guardia.

Benvenuti nel regno della magia

A neanche due ore di camper da Copenaghen, superata la vivace cittadina di Roksilde, che ogni estate è location del Roksilde Festival, uno degli eventi musicali più famosi di tutta Europa, si raggiunge l’isola di Fionia e, in particolare, Odense, terza città della Danimarca dopo la capitale e Aarhus. Si tratta della destinazione più magica del paese: qui infatti, come anticipato, nacque Hans Christian Andersen, lo scrittore di favole più famoso di tutti i tempi e tutto, neanche a dirlo, è a misura di bambino. La prima cosa da fare, una volta raggiunta Odense, è acquistare il City Pass, per avere accesso gratuito a musei, attrazioni e trasporti. Odense è una città verdissima, ricca di parchi e giardini, con piste ciclabili per 550 chilometri (ben 200 in più di Copenaghen!). Imperdibile, ovviamente, una visita al Museo di Hans Christian Andersen, ospitato nella sua casa di infanzia, nelle cui sale è illustrato l’universo magico dell’autore e alcune delle sue opere più celebri. Odense è disseminata di statue dedicate ad Andersen e ai personaggi delle sue storie: un modo originale per scoprire la città può essere proprio quello di percorrere un itinerario alla scoperta delle stesse. Altre perle da non perdere a Odense sono il Brands, il primo museo danese interamente dedicato alle arti visive, con una intera ala riservata alla storia della stampa, dei giornali e della televisione, e il Funen Village, una riproduzione di un autentico villaggio danese ottocentesco, una sorta di magico museo a cielo aperto collocato appena fuori Odense e raggiungibile, indovinate un po’, in bicicletta. 

Informazioni utili per il camperista

Come arrivare in camper a Copenaghen
Il tragitto per raggiungere la Danimarca e, più precisamente, Copenaghen è lungo e impegnativo. Il percorso, a seconda della città di partenza, prevede l’attraversamento di Svizzera, Lichtenstein, Austria e Germania.

Dove sostare  in camper a Copenaghen
Copenaghen: area di parcheggio vicino al centro commercial Fields, ben servita dai mezzi pubblici e dalla pista ciclabile. Kaj Fiskers Pl, Orestad, Copenaghen, GPS: N 55° 37' 48.36'' E 12° 34' 52.32''.
Odense: area sosta nei pressi del Tarup Campingcenter. Agerhatten 31, Tornbjerg, 5220 Odense, GPS: N 55° 21' 57.564'' E 10° 28' 0.048''.

Info utili
Paese: Danimarca.
Moneta: Corona danese (1 corona = 0,13€)
Lingua: danese, ma l’inglese è parlato in maniera eccellente da tutti.
Segni particolari: Hans Christian Andersen, il più noto scrittore di favole per bambini mai esistito, è nato all’inizio del XIX secoloin Danimarca e, più precisamente, nella magica isola di Fionia-Odense.

 

Autore: 
Francesca Masotti
Punteggio: 
0

No votes yet

Data Aggiornamento: 
06-12-2018
Data Pubblicazione: 
06-12-2018