Tu sei qui

Con Sea Vision, Sky in movimento non è più un problema

Grazie a questa antenna e al suo unico decoder, la TV a pagamento intrattiene a bordo del camper grandi e piccini anche in viaggio


Prendete un’antenna satellitare automatica e motorizzata che funziona anche in movimento, aggiungete un’eventuale antenna omindirezionale per il Digitale Terrestre, racchiudetele in un cupolino leggero e protettivo in materiale plastico, mettete poi un decoder che può anche avere una doppia CAM capace di leggere le schede delle TV a pagamento codificate LEN94 (quelle di Sky, per intenderci) e avrete SeaVision SV50T, un’antenna nata per la nautica ma prestata al mondo del plein air con successo.



Dopotutto, non è la prima volta che un’antenna nata per un impiego in mare viene adottata dai camper, anche perché le necessità e le condizioni di utilizzo sono sempre gravose, a partire dalle vibrazioni fino alla continua esposizione agli agenti atmosferici e ai consumi energetici, che sui camper come nelle barche devono essere minimi.


La qualità costruttiva è quindi un requisito fondamentale di una buona antenna satellitare da camper, e questa SeaVision è davvero ben fatta per durare nel tempo: è semplice nella progettazione e solida nei materiali utilizzati.



Tutta l’antenna è racchiusa in un cupolino che presenta ingombri più ridotti, se paragonati agli spazi necessari sul tetto per muovere antenne tradizionali di pari potenza e sensibilità (68 cm di diametro, altezza 36 cm, peso di soli 12 kg). Inoltre, la funzione di protezione assicurata dal cupolino permette l’uso dell’antenna anche in caso di forte vento (la cupola è stata progettata per resistere a venti che soffiano fino a 180 km/h). Non essendovi alcun meccanismo esterno, non vi è poi la possibilità che un ostacolo (un ramo, ma anche neve o ghiaccio) possano creare problemi al movimento dell’antenna e alle sue componenti, a tutto vantaggio dell’affidabilità e della fruibilità.


Sollevata la cupola, si vede oltre all’antenna omnidirezionale del Digitale Terrestre, una parabola da 50 cm con due potenti motorini dedicati ad azimuth ed elevazione per un orientamento veloce e preciso (l’antenna si muove ad una velocità max di 60 gradi al secondo, praticamente fa un giro completo in 6 secondi). Per agganciare il satellite, a quest’antenna è sufficiente il segnale Hotbird con una potenza di 48 decibel watt (dBW) e questo ne permette un utilizzo praticamente in tutta Europa (nessuna antenna della sua categoria fa meglio).


Una volta agganciato il segnale, l’antenna usa dei sensori di movimento (giroscopico e inclinometro) e un avanzato microprocessore per rilevare, in ogni istante, la posizione del camper rispetto al satellite impostato, regolando di continuo l’orientamento della parabola; questo permette la visione dei programmi televisivi sia in sosta che in marcia.
Volendola testare a fondo, siamo andati da Mr. Camper, una officina specializzata nell’assistenza a 360 gradi ai veicoli ricreazionali alle porte di Milano (Via Ampere, 6, Settimo Milanese) per montare un esemplare da usare per un lungo road test sulle strade e autostrade italiane, austriache e tedesche.
L’installazione, curata dal titolare dell’officina Roberto, è molto semplice, anche per merito delle scelta fatte dall’importatore NoloPlanetr (www.noloplanet.it) di fornire questo prodotto in “kit di montaggio”: ciascuna confezione, infatti, in aggiunta all’antenna, contiene già le piastre di fissaggio, i cablaggi e il decoder, oltre ad un manuale di uso e ad un manuale di installazione, disponibile anche online, purtroppo solo in lingua inglese. L’installazione è ulteriormente facilitata dal fatto che l’antenna, potendo essere utilizzata in marcia, non richiede alcun collegamento con il positivo sottochiave della meccanica di base (per prevenire partenze con l’antenna ancora sollevata).



Una volta individuata l’area del tetto più conveniente per il montaggio considerando non solo la presenza di accessori già acquistati o che potranno essere montati in futuro, ma anche la comodità per “far passare” i cavi, bisogna pulire molto accuratamente la superficie.

Quando questa è pronta, si fissano con Sicaflex, le 4 piastre in acciaio inox provviste di bulloncini ai quali avvitare l’antenna vera e propria.

Trascorse un paio di ore, il tempo necessario per far asciugare questo adesivo sigillante, si procede con l’avvitare i bulloni e fissare così l’antenna al tetto.

I cavi per il segnale SAT e l’alimentazione e quello per il segnale del digitale terrestre devono a questo punto essere fatti passare attraverso un foro da praticare nel tetto e deve raggiungere il mobiletto dove posizionare il ricevitore contenuto nel Kit in dotazione.



Ogni decoder, anche quello FTA (Free to Air) offre la possibilità di comandare, a video, tutte le funzioni dell’antenna, compreso il settaggio delle impostazioni, oltre a numerose funzioni: 8000 canali memorizzabili a scelta dall’utente, cambio canale rapido, Mosaic View per tenere sotto controllo fino a 16 emittenti, programmi extra (calendario, calcolatrice), gruppi di canali favoriti, sottotitoli, teletext, parental control delle impostazioni con gestione dei canali visualizzabili. A ciò, le versioni più complete offrono la possibilità di ricevere una o due slot di pay-tv per la visione dei canali criptati. In particolare, la versione più ricca offre la possibilità di utilizzo contemporaneo delle smart-card di due operatori (es. Sky e TvSat) consentendo di passare dall’uno all’altro operatore semplicemente premendo un tasto da telecomando senza necessità di estrarre e sostituire la scheda.



Una volta effettuati i collegamenti con il decoder in dotazione già programmato, si possono fare gli ultimi settaggi direttamente da telecomando, et voilà, il montaggio è completato.
SV50T integra anche un’antenna per il digitale terrestre - che non interferisce con il primo sistema - ed è collegata alla tv con un cavo indipendente attraverso il quale passa il segnale, amplificato con taratura a 20db e con rumore di fondo inferiore a 2 db.

Il funzionamento della doppia antenna è gestito da un microprocessore che, in caso di ricezione del segnale da parte di entrambe le antenne, somma i segnali invece di selezionarli come avviene per la stragrande maggioranza degli impianti riceventi. Con questo accorgimento, la qualità della visione è nettamente superiore in condizioni più difficili. Non solo, l’esemplare in prova è dotato anche di un comodo splitter per inviare il segnale digitale a più televisioni contemporaneamente.

In viaggio, la rapidità dei motorini permette un’ottima ricezione del segnale e un ripristino immediato dello stesso nel caso di interruzione dovuta a ostacoli frappostisi tra antenna e satellite. Il tempo di reazione, infatti, può variare tra un minimo di 3 secondi (per esempio nel caso di passaggio sotto un ponte) e un massimo di 15 (per esempio nel transito in una galleria). Non ci è mai capitato di avere una interruzione di segnale per un tempo superiore, perché a differenza di quanto avviene in altri sistemi, il microprocessore memorizza costantemente la posizione e la ricerca del segnale, quando questo torna, è più rapida.

La ricezione del segnale soddisfa anche in presenza di ostacoli: la qualità di audio e video è sempre di alto livello, senza disturbi significativi nemmeno in corrispondenza di fondi stradali sconnessi. Anche fuori dalle città, ad andatura più sostenuta, il sistema continua a funzionare senza la minima esitazione, anche nel passaggio da una all’altra slot. La lettura della smart-card è immediata, e i canali si rendono subito disponibili.

Abbiamo poi voluto sottoporre l’antenna ad una prova ulteriore, capace di mettere KO altri sistemi più lenti, quella della rotatoria, che costringe il mezzo ad un continuo cambio di direzione e, di conseguenza, obbliga l’antenna a un costante riposizionamento. Anche in questa difficile circostanza, peraltro ripetuta più volte, l’immagine è sempre fluida e di alto livello, così come alta è la qualità della ricezione del Televideo e la funzionalità del Mosaic View.




I costi sono compresi tra i 2160 e i 2760 euro IVA inclusa: sembrano alti, ma sono allineati a quelli dei concorrenti, alcuni dei quali, per queste cifre, offrono meno.


Punteggio: 
0

Average: 0 (0 votes)

Data Aggiornamento: 
02-01-2014
Data Pubblicazione: 
08-01-2012