Tu sei qui

Ciaspolando a Cogne | Weekend in camper

Partiamo in camper per un weekend di neve e passeggiate nel cuore del Parco Nazionale del Gran Paradiso, a Cogne. Un’oasi per rilassarsi tra la natura dove la parola d’ordine è “pace”

Nel regno del silenzio
Partiamo alla volta della Valle d’Aosta, in direzione di un paradiso naturale incontaminato. Nonostante siamo a poca distanza dalle blasonate località di Cervinia e di Courmayeur, qui l’aria che si respira è completamente diversa. Non ci sono piloni degli impianti di risalita, non c’è il vociare degli sciatori e nemmeno la ressa dei vacanzieri invernali. A Cogne regnano la pace e il silenzio. Qui si trova tutto ciò che caratterizza un villaggio alpino valdostano - case antiche di legno e pietra, tradizioni di un tempo, antichi mestieri - e una natura salvaguardata dal Parco Nazionale del Gran Paradiso, il primo parco nazionale d’Italia. Fu Vittorio Emanuele III di Savoia a donare allo stato nel 1922 la sua leggendaria riserva di caccia, da cui poi nacque il parco, che oggi si estende su una superficie di circa 71.000 ettari a cavallo tra Piemonte e Valle d’Aosta. Qui convivono e vengono salvaguardate centinaia di specie di animali, piante e fiori rari nella splendida cornice delle Alpi. Il parco è casa di camosci, stambecchi, marmotte, lepri e pernici bianche, gipeti e aquile reali, alcuni facilmente visibili durante una passeggiata invernale nel parco.

Ciaspolando nel parco
Di prima mattina, quando ancora la neve è immacolata e solo le tracce degli animali sono visibili, ci prepariamo per una passeggiata con le racchette da neve. Ormai molto diffuse tra gli amanti degli sport invernali, le ciaspole danno la possibilità di immergersi completamente nell’incanto del paesaggio innevato, attraversandone pendii, boschi e panettoni di neve alla ricerca di orme di camosci, lepri, volpi e scoiattoli. Sono diversi i sentieri disponibili che si possono percorrere in solitaria oppure accompagnati dalle guide esperte del parco che si possono contattare direttamente attraverso il sito internet dell’ente (info: www.pngp.it). Si potranno così scoprire i segreti della zona protetta, riconoscere le tracce degli animali, ascoltare e distinguere i versi degli uccelli.

Sport a emissioni zero
Ma le ciaspole non sono l’unica attività che si può praticare nella perla della valle. Sempre a emissioni zero e silenziosa è la pratica dello sci nordico, di cui Cogne è la regina incontrastata. È proprio qui che infatti si svolgono grandi competizioni sportive come la Marcia Gran Paradiso, che avrà luogo per la 36ª edizione dal 2 al 5 febbraio. Il paese offre 12 anelli per oltre 80 km di piste complessive, su tracciati che si snodano tra boschi, torrenti e ponticelli, per un’immersione totale in un paesaggio incontaminato, dove la natura è protagonista indisturbata. Un’altra attività inconsueta ma di sicuro appeal è il ruisseling, una passeggiata guidata e in sicurezza lungo le strette valli torrentizie che d’inverno gelano, formando piccole cascatelle e scivoli naturali di grande spettacolarità. Insomma, che si scelga un’attività guidata o meno, qualcosa di nuovo o di abituale, la cosa certa è che qui si ritrova il contatto con la natura e con sè stessi, riscoprendo l’importanza del silenzio e della pace.

Informazioni utili per il camperista

Come arrivare a Cogne in camper
Prendere l’autostrada A5, uscire al casello di Aosta ovest e seguire quindi le indicazioni per Cogne (21 km circa di strada statale).
Cosa vedere e cosa non perdere a Cogne
Prima ancora di cominciare la salita verso Cogne vale la pena fermarsi a visitare il castello di Aymavilles, ritornato agli splendori di un tempo grazie ai recenti lavori di recupero. Costruito in epoca feudale dai nobili Challant di Fenis e trasformato in villa residenziale nel 1713, il castello si riconosce facilmente per la sua architettura caratterizzata da quattro torri cilindriche coronate da caditoie che racchiudono un corpo centrale a base quadrata. Da visitare inoltre a Cogne la Maison de Cogne Gérard Dayné, un’antica casa rurale risalente al XVII secolo e testimonianza dell’architettura tipica della valle, sede del museo etnografico.
Le cascate di ghiaccio che caratterizzano il territorio di Cogne sono motivo di richiamo per cascatisti di tutte le nazionalità. Sono oltre 150 le cascate di ghiaccio, oltre alle più famose cascate di Lillaz a 10 minuti a piedi dal centro abitato, che rappresentano una irresistibile prova per questi intrepidi atleti che sfidano la forza di gravità. Per la gente “comune” è uno spettacolo ammirare l’impresa di questi uomini che affrontano la natura senza paura.
Dove sostare in camper a Cogne
Area di sosta camper “Revettaz”, loc. Revettaz, a Cogne (AO),   a pochi passi dal paese, dispone di 120 posti camper con possibilità di carico/scarico, corrente elettrica, toilette; GPS: Lat: 45.6084 - Long: 7.3583.
Area di sosta nel parcheggio comunale attrezzato in loc. Lillaz, a Cogne (AO),  dispone di 30 posti camper in piano e su fondo asfaltato. Il servizio WC è disponibile nell’area pic-nic adiacente, solo in estate. GPS: Lat: 45.595772 - Long: 7.38891.
Info turistiche
Ufficio del turismo di Cogne, tel.  0165/74040; cogne@turismo.vda.it; www.cogneturismo.it. Aperto tutti i giorni dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 18.

© Archivio Consorzio Operatori Turistici Valle di Cogne

 

Punteggio: 
0

No votes yet

Data Aggiornamento: 
30-12-2016
Data Pubblicazione: 
30-12-2016