Tu sei qui

In Camper per una vacanza da favola nel Lazio

Fortezze, rocche e torri dominano incantati paesaggi e suggestivi percorsi tutti da scoprire e da fare in camper, nel Lazio.

Per una pausa di relax incondizionato, senza obblighi di orari, prenotazioni e mete rigidamente predefinite, noi di Camperlife.it proponiamo alcuni spunti per un affascinante ed originale itinerario invernale, in camper, nel cuore del Lazio tra favolosi castelli e magici paesaggi.
Mezzo ideale per spostarsi liberamente alla scoperta del territorio, il camper concilia perfettamente l’esigenza di visitare luoghi diversi a stretto contatto con natura, storia, arte, cultura e tradizioni locali senza dover rinunciare ai comfort di una “casa” al seguito. Che si tratti di un pratico van pensato per i più giovani, di un profilato o di un mansardato, pensato per nuclei familiari da 2 a 7 componenti, o ancora di un motorhome, lussuoso e destinato ad una clientela esigente , ogni veicolo è studiato nei minimi dettagli. 
Dagli spazi per la notte con comodi letti singoli, matrimoniali, fissi o basculanti, alla zona cucina dotata di scomparti, cassettoni, vani portaoggetti e forme ergonomiche per garantire la massima funzionalità, fino ad ambienti bagno con confortevoli cabine doccia per un momento a tutto relax, per finire con lo spazio living adatto a piacevoli momenti conviviali o in intimità. Completano il quadro grandi superfici vetrate e maxioblò che, oltre a conferire un’intensa luminosità, rendono sempre viva la sensazione del plein air
Dedicato proprio a chi ama il plein air è il percorso nel Lazio che vi proponiamo, a partire dall’area di sosta di Castel di Tora, (leggi le info) realizzata con il contributo dell’ANFIA.
Tanti i suggerimenti tra cui scegliere: dalle visite ad antichi e possenti castelli che, arroccati su un’altura o dolcemente adagiati sulle sponde di un lago o del mare, offrono scorci davvero incantevoli, fino ai momenti di relax in natura con escursioni, camminate, percorsi in bici o a cavallo.
Degli oltre 100 tra castelli, rocche e fortezze del Lazio, alcuni dei più caratteristici sono nella zona tra Roma e Rieti che da sola ne conta più di 26. Tra essi, interessante il Castello Sforza Cesarini di Rocca Sinibalda con oltre 100 locali splendidamente decorati da pregevoli affreschi, spettacolari rampe di scale cordonate o elicoidali ed una suggestiva loggia con vista sulle montagne. 
Per un vero e proprio salto indietro nel tempo tra cavalieri e leggende, merita una visita il Castello Massimo di Arsoli dove archi, torrioni merlati, enormi portali ed un giardino pensile si abbinano ad una lunga galleria di armature, alabarde, fucili, drappi, trofei e ad ampie sale con scenografici letti a baldacchino, preziosi tavoli ed un regale mobilio originale.
Spettacolari per struttura e collocazione anche: il Castello Odescalchi di Bracciano, sul lago omonimo e quelli di Sangallo, a Nettuno e di Santo Spirito, a Santa Severa, entrambi sul mare. Il primo offre una prospettiva indimenticabile sul lago dalla passeggiata sul camminamento di ronda, il secondo costituisce uno tra i più perfetti e meglio conservati esempi di fortezza rinascimentale ed il terzo risulta affascinante per la sua ardita posizione, in funzione difensiva contro gli attacchi Saraceni. Veramente spettacolare, impreziosito negli ambenti grandiosi da affreschi, soffitti e travi finemente decorati o dipinti in oro zecchino, è infine il Castello Theodoli di Sambuci che, poeticamente circondato di alberi di sambuco appunto, appare sospeso nel tempo e avvolto da un’aura fiabesca. Tutt’intorno un grande giardino suddiviso in due parti: una “all’italiana”, con terrazze ed aiuole simmetriche ed una “all’inglese”, romantica e caratterizzata dalla crescita spontanea del verde.
Altra splendida interpretazione dell'arte medievale di costruire castelli è data dal Castello Orsini di Soriano nel Cimino, nel viterberse. Struttura che per decenni è stata riconvertita a penitenziario e che dal 1990 è tornata ad essere semplicemente un castello. Il castello è visitabile sabato e domenica mattina dalle 10:00 alle 12:30 e pomeriggio dalle 15:00 alle 18:00.
Possibilità di guide a cura della ProLoco - su prenotazione dal Lunedì al Venerdì - telefonando al numero 0761746001.
Per chi preferisce percorsi naturalistici, mete ideali sono: i laghi di Bracciano e del Turano, oppure il vicino Parco Nazionale d’Abruzzo e del Molise dove proprio la stagione fredda offre un’occasione ideale per osservare scorci emozionanti come paesaggi innevati, punteggiati qua e là da multicolori fioriture invernali.

Altre mete molto interessanti sono la Riserva Naturale del lago di Vico e il lago di Bolsena, entrambi nella tuscia viterbese, facilmente raggiungibili e con molte possibilità di sosta, specie nella stagione invernale.

Interessante anche un percorso sulle “ali della fantasia” che da Rieti, anche detta “Città degli Angeli” per le sue numerose sculture ed opere d’arte a tema, raggiunge il museo dell’aeronautica di Vigna di Valle per concludersi poi al Modern Automata Museum, un mondo poetico e variopinto di aquiloni (acrobatici e monofilo), giochi d’aria (come girandole e mulini a vento) e Automata (piccoli ed evanescenti capolavori di scultura meccanica mobile in carta e metallo).

 

Autore: 
Redazione CamperLife
Punteggio: 
3

Average: 3 (1 vote)

Coordinate: 
Latitudine: 12.209315000000 - Longitudine: 42.313878000000
Data Aggiornamento: 
14-01-2016
Data Pubblicazione: 
30-11-2009