Tu sei qui

In camper alla scoperta della Puglia

Da qualche anno a questa parte, la costa occidentale pugliese, tra Gallipoli, Porto Cesareo e Taranto, è diventata un must delle vacanze “all’italiana”; ma c’è anche tutto il resto della Puglia da scoprire. 
camper puglia salento gallipoli castello aragonese
Dal selvaggio Promontorio del Gargano ai caratteristici trulli della zona delle Murge, dal suggestivo borgo di Polignano a Mare alle incantevoli cittadine bianche di Ostuni e Otranto, alla sontuosità barocca di Lecce. Partiamo insieme, dunque, alla scoperta della Puglia meno esplorata.

Gargano, sperone d’Italia
Rocce a picco sul mare, boschi scuri, spiagge nascoste, grotte calcaree e mare cristallino: in una parola, il Promontorio del Gargano. La penisola pugliese, che, insieme alle Isole Tremiti, costituisce il Parco Nazionale del Gargano, racchiude in sé un mondo quasi surreale e tutto da scoprire, ovviamente a bordo del nostro camper. camper puglia salento viesteProvenendo da nord, percorrendo la litoranea che da Termoli conduce a Vieste, almeno due sono le brevi soste che si consiglia di fare: Vico del Gargano, soprannominato “il paese dell’amore”, ai margini della Foresta Umbra, è annoverato tra i “Borghi più belli d’Italia”, con il suo centro storico medievale, il labirinto di stretti vicoli, gli agrumeti e gli uliveti, il Vicolo del Bacio (si dice che i baci rubati qui portino fortuna!); Peschici, subito sopra Vieste, rinomata località balneare che tuttavia conserva il intatto il suo fascino di cittadina normanna. Arrivati a Vieste, prima tappa del nostro itinerario, sull’estrema punta orientale della Penisola, e lasciato il camper in una delle aree di sosta segnalate, passeggiate per la città vecchia, tra la sua cattedrale in stile romanico pugliese e i negozi dell’elegante via Carlo Mafrolla; tra il castello a pianta triangolare, fatto erigere da Federico II, che domina sulla cittadina e svetta tra le immacolate case con il suo colore scuro, e la Chianca Amara, forma dialettale per “roccia amara”, luogo in cui, secondo la leggenda, il pirata turco Dragut Rais fece decapitare 5000 abitanti di Vieste. Ripreso il camper, dopo appena 1 km lungo la costa sud si incontra la magnifica Spiaggia del Castello, un’ampia distesa di sabbia bianca raggiungibile comodamente dal lungomare; al centro della spiaggia, il Pizzomunno, lo sperone di roccia bianca che emerge dal mare, avvolto da un’aurea fiabesca e romantica: perché non vi fate raccontare la sua storia da qualcuno del posto? A Vieste, in città vecchia, nella zona di Piazzale Kennedy, un’ampia scelta di ristorantini tipici, per assaporare troccoli allo scoglio, foglie d’olivo con gamberi e rucola, fritto misto, crespelle, il tutto da annaffiare con una buona bottiglia di vino pugliese. Da maggio a settembre, da Vieste si possono raggiungere, a bordo di traghetti veloci, le Isole Tremiti (partenza da Vieste tutti i giorni alle 8:35, ritorno alle 17:10 da S. Nicola - Tremiti; biglietti a/r: ordinario 16 euro, bambini dai 5 ai 12 anni 10 euro). Attenzione però: su questi catamarani e aliscafi non è possibile salire con il camper, che dovrete lasciare in campeggio o in una delle aree di sosta limitrofe al Molo San Lorenzo, da dove si parte per le isole (le aree più vicine sono quelle in Lungomare E. Mattei).

Polignano a (picco sul) Mare
Scendiamo verso sud, costeggiando l’Adriatico e raggiungendo con il camper l’altopiano delle Murge, che separa la costa ionica da quella adriatica, tra grotte, ruscelli, gravine, pajare e masserie.
La nostra destinazione è Polignano, incantevole borgo a strapiombo sul mare, ma prima, lungo la strada, non si può resistere alla tentazione di qualche ora di lento girovagare per le tortuose viuzze di Bari Vecchia, spesso senza uscita, costellate di piccoli cortili fioriti e incantevoli chiese, lasciando il camper nel parcheggio segnalato. Una vista al vecchio mercato del pesce, in Piazza del Ferrarese, e alla Basilica di San Nicola, imponente, silenziosa, solida, con le due torri mozze e i fantastici bassorilievi della Porta dei Leoni, e si riparte.

camper puglia salento polignano a mare panorama
Dopo poco più di 30 km si arriva nell’incredibile cittadina di Polignano a Mare, arroccata su un promontorio roccioso a picco sul mare, indubbiamente la più bella di questo tratto di costa. Case bianchissime, vicoli acciottolati e l’atmosfera della città greca che fu un tempo: questo, e molto altro, è Polignano. Lasciato il camper nel campeggio segnalato, centralissimo, perdetevi in questa magnifica perla del sud Italia. Dal Ponte Lama camper puglia salento polignano a mare panoramaMonachile, una vista in stile cartolina, con la piccola spiaggia ciottolosa e il paese che quasi si tuffa nelle acque verde smeraldo di Cala Porto. Dall’Arco Marchesale si entra, a piedi, nel centro storico, dove bisognerà farsi largo tra la folla, che si accalca intorno ai punti panoramici per scattare foto d’autore. La piccola Chiesa di Santo Stefano, sconsacrata, ore sede di mostre estemporanee di pittura e arte moderna, è risalente al XIII secolo ed è l’unica perfettamente conservata della città. Molto bella anche la rinascimentale Chiesa di Santa Maria Assunta, sorta sulle rovine di un tempio pagano, la cui facciata unisce sapientemente gli stili gotico e barocco e il cui campanile, alto 23 metri, è visibilmente composto di tre ordini aggiunti in epoche diverse, e quindi differenti tra loro.  Se capitate a Polignano di giovedì, curiosate, gustando una rinfrescante e vitalizzante granita al caffè, nel mercato allestito lungo Viale San Francesco d’Assisi, tra vestiti, scarpe, prodotti alimentari e per la casa.

Salento - parte prima: Ostuni e Torre Guaceto
Passiamo dall’Altopiano delle Murge alla Valle d’Itria, tra colline, vigneti, orti, viottoli e, naturalmente, tanti, tantissimi trulli, le tipiche costruzioni rurali a forma di cono. Lasciamo la costa, per camper puglia salento ostunientrare, anche se di pochi chilometri, nell’entroterra pugliese, là dove inizia la Penisola Salentina, in quel piccolo gioiello bianco latte che è Ostuni. Lasciato il camper nel parcheggio libero di Via Tommasi, ci si addentra nel dedalo di viuzze candide, alla scoperta di questo incantato paese. La sua Cattedrale del XVI secolo, attorniata da bastioni medievali, dal colore grigio in contrasto con la miriade di bianche casupole tutt’intorno, è caratterizzata da una facciata gotico-romanica adornata da un grosso rosone. Di fianco alla cattedrale, il Palazzo Vescovile e il Palazzo del Seminario, uniti da una loggia ad arcate che, a destra, conduce verso Vico Castello, da dove si può godere di un camper puglia salento torre guacceto riservapanorama unico di tutta la costa circostante. Se capitate a Ostuni il 25, 26 e 27 agosto, non perdetevi la festa della Cavalcata, con processioni di cavalieri in uniformi bianche e rosse che seguono la statua di sant’Oronzo, patrono di Ostuni; essi simboleggiano i cavalieri che proteggevano i pellegrini cristiani lungo il percorso che li conduceva al santuario. A 16 km a sud do Ostuni, la bella Riserva di Torre Guaceto, un’area costiera protetta, dove si possono organizzare visite guidate alla scoperta di rari uccelli migratori e tartarughe marine (per info e prenotazioni tel. 0831989885). La parte più interna è costituita da una laguna paludosa e alle estremità di questa si stendono dune sabbiose che raggiungono anche 8-10 metri di altezza. Lasciate il camper nel parcheggio dell'Area Servizi di Torre Guaceto e imboccate uno dei tanti sentieri che conducono all’interno del parco, o rilassatevi nella spiaggia antistante il parcheggio. camper puglia salento lecce basilica santa croce 
Salento - parte seconda: Lecce e Otranto

Continuiamo a scendere verso sud con il camper, addentrandoci sempre più nelle zone salentine, raggiungendo Lecce, la città barocca per eccellenza. Barocco ovunque: dalle chiese ai palazzi signorili, dalle strade alle piazze. Proprio qui, è nato un particolare adattamento del tradizionale stile barocco, che prende appunto il nome di barocco leccese, caratterizzato dall’utilizzo della pietra tufacea ricavata dalle cave locali, sontuosi e fantastici motivi decorativi, mensoloni, colonne, cornicioni. Sistemato il camper nel camperpark di Via S. Oronzo, visitate, tra le ben 40 chiese che si contano a Lecce, la piccola Chiesa di San Marco, costruita dalla comunità veneziana di Lecce nel 1543 (ecco ilcamper puglia salento lecce anfiteatro romano colonna perché del leone di San Marco raffigurato sul portale). Vicino, i resti dell’anfiteatro romano del II secolo riportati alla luce a inizio ‘900 e, accanto, la Colonna di Sant’Oronzo, raffigurante il santo patrono di Lecce che, secondo la tradizione, fu regalata alla città come segno di ringraziamento al santo per aver salvato Brindisi dalla peste del 1656. A Lecce, non perdetevi il Castello di Carlo V (ingresso libero, 9-13 e 16-20), imponente fortificazione costituito da due strutture concentriche trapezoidali, la Basilica di Santa Croce, (9-12 e 17-20), monumento simbolo della città, costruita nel XVI secolo per volere dell’ordine dei Celestini, e Piazza del Duomo, alla quale si arriva solo attraverso uno stretto vicolo fiancheggiato da imponenti pilastri che si apre improvvisamente nell’ampia piazza, cuore di Lecce, con la Chiesa di S. Maria dell’Assunta, il duomo. Lasciata Lecce, si riparte alla volta di Otranto, gioiellino affacciato sull’Adriatico che ancora porta i tratti della “Porta d’Oriente” che fu in passato. Parcheggiato il camper nell’area comunale vicino al porto, si arriva al piccolo centro storico, arroccato su una bianca scogliera affacciata sul mare, passando attraverso l’imponente porta d’accesso, la Porta Terra. Passeggiando tra le stradine, si arriva alla Cattedrale romanica, opera dei normanni, che la eressero nel XI secolo, famosa soprattutto camper puglia salento otrantoper il suo ampio mosaico del XII secolo, che ne ricopre tutta la superficie e segue lo schema dell’albero della vita, i cui rami fanno da sostegno per scene tratte dalle sacre scritture. Lasciata la Cattedrale e imboccata via Castello, si giunge di fronte all’imponente castello aragonese, ricostruito e fortificato sotto Alfonso d’Aragona (ingresso intero 2 euro, 10-13 e 15-18 da martedì a domenica).

Salento - parte terza: Santa Maria di Leuca e Gallipoli
Lasciata Otranto, costeggiamo con il camper verso sud, fermandoci, perché no, lungo il cammino: le calette rocciose di Capo d’Otranto e Porto Badisco, la spiaggetta di Tricase Porto, la piccola conca di Acquaviva, a Marina di Marittima, e le grotte di Zinzulusa, Palombara e Azzurra a Castro Marina meritano sicuramente una breve camper puglia salento santa maria di leuca  maresosta. Una volta arrivati a Santa Maria di Leuca, il punto più meridionale dell’Italia, la finis terrae romana, girovagate, facendovi spazio tra la fiumana di turisti, tre le sue ville in stile gotico e liberty, e assaporate un gustoso piatto di cozze in uno dei tanti ristorantini che costellano il lungomare. Ripreso in camper, dopo circa 50 km di costa intervallata da lidi qua rocciosi, là sabbiosi, e decine di torri d’avvistamento, si arriva a Gallipoli, la “città bella”, che, nonostante il turismo sempre più invasivo, conserva il fascino di “perla dello Jonio”. Lasciamo il camper nel parcheggio gratuito alla fine di Corso Roma ed esploriamo la città vecchia, che si trova su un isolotto collegato alla terraferma da Corso Roma, arteria principale della cittadina; in origine, infatti, Gallipoli era un’isola. Da vedere, anche solo dal di fuori, il castello angioino, purtroppo attualmente non visitabile; l’adiacente mecamper puglia salento gallipoli baia verdercato del pesce, che dalle 6 alle 9 del mattino è tutto un fervore di pescatori, gente del posto, turisti incuriositi, gamberoni, scampi e nasse, è, invece, tutto da vivere. Nell’interno, la Chiesa della Purità vanta una bella Madonna in piastrelle sulla facciata e un pavimento con maioliche settecentesche. A Gallipoli ci sono altre 13 chiese, tra le quali la barocca Basilica di Sant’Agata e la Chiesa di San Francesco, la più vecchia, famosa per la scultura in legno di Vespasiano Genuino raffigurante i due ladroni. Le spiagge intorno a Gallipoli sono lunghe e sabbiose; le più belle sono verso sud: la Baia Verde, il Lido Punta della Suina, il Lido Pizzo.

Aree di sosta e campeggi:
Vieste:
Area di sosta a circa 1 km dal centro, Lungomare E. Mattei, con servizi e servito da mezzi di trasporto pubblico (GPS: 41° 52‘ 24'' N 16° 10‘ 31'' E);
Area di sosta Lido la Ghironda Beach, a circa 1,5 km a sud del centro di Vieste, Lungomare E. Mattei, a pagamento da aprile a ottobre, con tutti i servizi e servito da mezzi di trasporto pubblico (GPS: 41° 51‘ 47'' N 16° 10‘ 27'' E, Tel. 0884706348).
Villaggio Camping Molinella Vacanze, convenzionato con CamperLife, a nord di Vieste, distribuito su più livelli con terreno erboso e sabbioso, ben ombreggiato e con tutti i servizi, aria condizionata e wi-fi (GPS:41° 54‘ 26'' N 16° 9‘ 1'' E, Tel. 0884707530);
Camping Village Vieste Marina, convenzionato con CamperLife, sulla litoranea per Peschici, 150 piazzole ombreggiate (GPS: 41° 54‘ 41'' N 16° 7‘ 32'' E, Tel. 3403539274).
Bari:
Parcheggio del Centro vendita Hilton Sud, sosta per 10 mezzi, illuminato, con carico acqua, scarico pozzetto e servito da mezzi di trasporto pubblico che portano in centro (GPS: 41° 5‘ 47'' N 16° 56‘ 24'' E).
Parcheggio in Piazza Colombo, dalla capitaneria di porto, sotto il torrione che delimita il porto, vicino al centro, costo 6 € per 12 ore.
Parcheggio Alberotanza, in via Alberotanza 43/A, zona Casermette. Vicino al centro, sempre aperto, con illuminazione e servizi igienici; sosta 12,50 € per 24 ore, carico 1,50 €, scarico 2,50 €.
Polignano a Mare:
Parcheggio a pagamento c/o Giuseppe Laruccia S.r.l., lungo la s.s. 16, km 838, (GPS: 40° 58‘ 54'' N 17° 14‘ 37'' E, Tel. 0804249362).
Campeggio Ripagnola, in Contrada Ripagnola, 70044 Polignano a Mare, Tel. 0804265756.
Ostuni:
Parcheggio comunale a pagamento, in Via Tommasi, con carico acqua e scarico pozzetto (GPS: 40° 43‘ 58'' N 17° 34‘ 52'' E).
Masseria Il Frantoio, lungo la s.s. 16, km 874, sosta gratuita per 4 mezzi se si consuma un pasto in azienda, noleggio bici, aperto tutto l'anno su prenotazione (GPS: 40° 45‘ 31'' N 17° 31‘ 18'' E, Tel. 0831330276).
Torre Guaceto:
Parcheggio nell'Area Servizi di Torre Guaceto, a due passi dalla spiaggia: camper 5 euro per tutta la giornata.
Camping Villaggio Lamaforca, a Carovigno (16 km da Torre Guaceto), lungo la s.s. 379, km 25, uscita Torre Pozzella Lamaforca; dotato di oltre 200 piazzole alberate con servizi (GPS: 40° 46' 0.87'' N 17° 40' 39.52'' S, Tel. 0831968496).
Camping Welcome to Bahia, a Carovigno, in Loc. Pantanagianni, campeggio con 200 piazzole alberate e servizi , a 650 mt dalla spiaggia e a pochi km da Torre Guaceto (Tel. 0831987874).
Lecce:
Area Polisportiva del Salento, a pagamento in Via Adriatica Km2, apertura annuale. Tel. 0832398694
Otranto:
Parcheggio comunale in zona porto, di fronte al campeggio Idrusa, chiusa il mercoledì e gli giorni di mercato dalle 06.00 alle 14.00 (GPS: 40° 8‘ 34'' N 18° 29‘ 44'' E).
Area attrezzata Hotel Solara convenzionata CamperLife, a pagamento, in loc. Conca Specchiulla, alberata e tranquilla, con piazzole delimitate, servizi e wi-fi (GPS: 40° 14‘ 43'' N 18° 26‘ 31'' E, Tel. 0836806626).
Idrusa Camping, affacciato sul porto turistico di Otranto, in pineta, con bar e servizi, wi-fi, possibilità noleggio bici e scooter e servizio navetta per raggiungere la zona a sud di Otranto (Tel. 0836801892).
Agriturismo La Rondine, in via Azienda Frassanito 39, a due passi dal mare, con ampie piazzole ombreggiate e servizi (GPS 40° 13‘ 34'' N 18° 26‘ 27'' E - Tel. 0836803478).
Santa Maria di Leuca:
Area sulla punta opposta al faro (grotta del diavolo), tranquilla, sterrata, gratuita, 10 minuti a piedi dal lungomare centrale.
Area Attrezzata Le Fontanelle, convenzionata CamperLife, a Marina di Ugento, sulla SP91, su erba, con servizi e navetta per il mare (GPS 39° 52‘ 56'' N 18° 8‘ 26'' E Tel. 3299178230)
Area Attrezzata Pista Salentina, convenzionata CamperLife, a Marina di Ugento, con numerosi servizi, a 500 mt dal mare (GPS 39° 53‘ 21'' N 18° 7‘ 53'' E Tel 0833931311)
Camping Baia di Gallipoli, convenzionato camperlife, sulla litoranea S. Maria di Leuca - Gallipoli, con tutti i servizi (GPS: 40° 0‘ 7'' N 18° 1‘ 21'' E, Tel. 0833273210).

Gallipoli:
Parcheggio gratuito situato alla fine di Corso Roma, all'imbocco della S.S. 16 per Taviano, con carico acqua, scarico pozzetto, illuminato (GPS: 40° 3‘ 16'' N 17° 59‘ 49'' E).
Area Attrezzata Iride Parking, in loc. Padula Bianca, con servizi, cani ammessi, in agosto prenotazione gradita (GPS: 40° 5‘ 57'' N 18° 0‘ 58'' E, Tel. 0833282001).
Area attrezzata La Masseria, a pagamento, con 250 piazzole di sosta per caravan o tende e 50 per camper in pineta, preavviso per luglio e agosto entro aprile, 7 giorni per gli altri mesi, con servizi (GPS: 40° 4‘ 22'' N 18° 0‘ 34'' E, Tel. 0833202295).
Agricamper Torre Sabea, convenzionato CamperLife, sulla litoranea per S. Maria al Bagno, con piazzole per camper, roulotte e tende, e servizi; sono ammessi animali al guinzaglio (GPS: 40° 4‘ 23'' N 18° 0‘ 22'' E, Tel. 3469473565).

Con la nostra guida delle aree di sosta italiane o con le nostre App per dispositivi iOS e Android sarete certamente più facilitati nella ricerca delle soluzioni di sosta anche durante il vostro viaggio.


Autore: 
Redazione CamperLife
Punteggio: 
5

Average: 5 (1 vote)

Data Aggiornamento: 
14-07-2015
Data Pubblicazione: 
14-07-2012