Tu sei qui

In camper alla 112esima Festa del Redentore di Nuoro

In camper alla scoperta di una Sardegna diversa

Il tour in camper in Sardegna nel mese di agosto significa nel 99% dei casi un viaggio all’insegna del mare e del sole. D’altronde lo splendore dell’isola e delle sue coste è inevitabilmente l’attrazione principale di questa magnifica terra, soprattutto nei mesi più caldo.
Ma l’interno della Sardegna regala alcune sorprese incredibili, che meritano di essere scoperte, soprattutto per chi, come noi camperisti, ama conoscere ogni sfaccettatura dalla terra che sta visitando.

Nel mese di agosto a Nuoro si svolge una Festa straordinaria, poco conosciuta, anche se storica, che vi porterà con il vostro amato camper lontano dalle coste, nel cuore della Barbagia, a contatto con un’altra Sardegna.
Parliamo della Sagra del Redentore, quest’anno giunta alla sua 112° Edizione, che si svolgerà tra il 18 e il 29 agosto, per celebrare e ricordare l’apposizione sul vicino Monte Ortobene della Statua del Cristo Redentore.
Il consiglio che possiamo darvi è questo: inserite nel vostro itinerario in camper nelle terre sarde una deviazione, arrivate a Nuoro, e non ve ne pentirete!

Breve storia della statua e della sagra
La Sagra ha le sue origini nel Giubileo del 1900, quando Papa Leone XIII decise di innalzare statue del Cristo Redentore su una vetta di ogni regione italiana. I vertici della Chiesa in Sardegna scelsero il Monte Ortobene, vicino a Nuoro, come cima su cui porre la statua. La storia narra poi delle vicissitudini per raccogliere i fondi per la realizzazione della statua: si giunse addirittura alla raccolta porta a porta!
Dell’opera fu incaricato lo scultore Vincenzo Jerace, che mentre fondeva il bronzo e plasmava la statua, fu colpito da due episodi tragici: perse la figlioletta e poi la moglie. Nella statua, a perenne memoria, Jerace lasciò il ricordo di queste due tragedie personali: il viso sorridente ai piedi della Statua raffigura la figlia Maria, mentre nel palmo della mano aperta che sostiene il segnacolo della Pace, è incisa una frase a ricordo della moglie Luisa.
La statua fu posta in cima al Monte Ortobene il 29 agosto del 1901, data della prima Festa del Redentore. Da allora, ogni anno, i nuoresi nell’ultima domenica di agosto si recano in pellegrinaggio in cima al monte, ai piedi della Statua, dove si svolge una messa solenne.
La Festa è diventata, durante il secolo scorso, sempre più importante, tanto che ormai si è consolidata la prassi di unire alla ricorrenza religiosa, anche una festa laica, che vede la partecipazione di gruppi folkloristici di tutta la Sardegna, e si sviluppa nell’arco di varie giornate.

Una festa, tanti appuntamenti
Come dicevamo, la Festa del Redentore oggi è articolata in vari momenti diversi tra loro.

La sfilata delle Maschere
camper sardegna nuoro vacanza sagra del redentore maschere sardesi tiene per le strade di Nuoro, e coinvolge le maschere tradizionali dei vari Carnevali sardi. E’ una sfilata imperdibile, alcune di queste maschere vi rimarranno impresse nella memoria. Su tutte, impossibile non citare i mitici Mamuthones e Issohadores di Mamoiada, con le loro maschere rispettivamente nere e bianche che colpiranno e vi lasceranno stupefatti, anche se siete camperisti di lungo corso e ne avete viste di cose nella vita che solo i camperisti possono immaginare!

La sfilata dei Cavalieri, dei costumi tradizionali e il successivo Festival del Folklore
camper sardegna nuoro vacanza sagra del redentore costumi tradizionaliSi tiene normalmente nell’Anfiteatro di Nuoro, e, come quella delle maschere, richiama gruppi folkloristici e associazioni culturali di tutta la Sardegna, e turisti da tutta Italia (e non solo). Ogni gruppo folk, dopo la sfilata per le strade della città, la sera suona e balla durante il Festival, e non di rado succede che il gruppo vincitore sia proclamato nelle ore “piccole”.

La Festa religiosa
che si svolge rigorosamente il 29 agosto, per celebrare l’affissione della statua sul Monte Ortobene: i fedeli salgono in pellegrinaggio al monte, e tra gli alberi secolari, sotto la statua di Jerace, si svolge la messa solenne. È questa la parte della Festa meno turistica, essendo frequentata quasi esclusivamente dai nuoresi.

L’edizione 2012camper sardegna nuoro vacanza sagra del redentore  maschere sarde
La Festa del Redentore 2012, la 112° Edizione, si svolgerà dal 18 al 29 agosto
Si comincia sabato 18 agosto proprio con la maestosa sfilata delle Maschere tradizionali del Carnevale provenienti da tutta l’isola.
Domenica 26 agosto, invece, si terrà l’altra sfilata, quella dei cavalieri in costume tradizionale. La sera stessa del 26 agosto si camper sardegna nuoro vacanza sagra del redentore costumi tradizionalisvolge anche il Festival Regionale del Folklore, ma per quest’edizione la location non sarà l’Anfiteatro “De Andrè”, bensì il Campo Sortivo “Franco Froveri”.

Mercoledì 29 agosto, come da tradizione, la Festa si chiude con la cerimonia religiosa, molto importante per i nuoresi e i sardi in generale: la processione sale dalla Cattedrale di Santa Maria della Neve al Monte Ortobene, con i nuoresi che la accompagnano con i loro canti.

Per la sosta in camper 
Il Comune di Nuoro da anni allestisce un parcheggio anche per i camper a ridosso dell’Anfiteatro, in Piazza Veneto, a poca distanza anche dal Campo Sportivo. Coordinate GPS: 40° 18‘ 51'' N 9° 19‘ 39'' E
In alternativa, in località Costiolu, lungo l’S.S. 389, potete trovare l’agriturismo Costiolu, che permette la sosta a più mezzi con spazio tende, aperto tutto l'anno. Coordinate GPS: 40° 21‘ 51'' N 9° 17‘ 8"E
Inoltre, sul sito www.comune.nuoro.it troverete aggiornamenti continui sul programma della 112° Festa del Redentore.

Il consiglio per tutti voi camperisti è di assistere ad almeno una delle due sfilate, se non avete il tempo di tornare a Nuoro a distanza di una settimana. Entrambe sono eccezionali, colorate, variopinte, divertenti, emozionanti, e meritano una deviazione dalle abituali rotte estive della Sardegna!

 

Autore: 
Redazione CamperLife
Punteggio: 
0

Average: 0 (0 votes)

Data Aggiornamento: 
15-01-2016
Data Pubblicazione: 
14-07-2012