Basi meccaniche per i camper: Citroën, un secolo tra tradizione e innovazione

gamma citroen furgonati

 

La storia dei veicoli commerciali inizia circa un secolo fa con i primi furgoncini Citroen derivati da auto di serie. Nel 1936 la svolta: nascono modelli specifici per lavoro che a tutt’oggi sono i progenitori dei veicoli commerciali leggeri, basi meccaniche per i camper

Forte di 100 anni di storia e di oltre 90 anni di esperienza nel mercato dei veicoli commerciali leggeri, Citroën ha una innegabile competenza anche come base nelle trasformazioni a camper  

Citroën. Al centro del mercato automobilistico sin dal 1919 e principale protagonista anche della storia dei veicoli commerciali, la Casa da sempre è stata un marchio popolare nel senso nobile del termine: ovvero nei suoi 100 anni di storia ha costantemente tratto ispirazione dalle persone e dai loro stili di vita.

citroen
B2 anno 1924

Questa vocazione sintetizzata nel motto ‘Inspired by You’, è ben visibile nelle auto, come nei veicoli commerciali leggeri, ricchi di innovazioni al servizio del comfort e della libertà di movimento. Una scelta che ha sempre assicurato e continua a garantire ottimi risultati, considerando che nel 2019 Citroën ha venduto un milione di veicoli in oltre 90 Paesi.

Nello specifico, in Europa come costruttore di veicoli commerciali leggeri, si posiziona tra i principali protagonisti con i suoi modelli Berlingo Van, Jumpy e Jumper, degni eredi di veicoli innovativi presentati negli anni passati, come il Type H o la 2CV furgonette.

Soffermandoci al mondo dei veicoli ricrezionali a motore, il brand francese anche per il 2019 ha rinsaldato la seconda posizione tra le marche automobilistiche scelte dagli appassionati di camper grazie in particolare al Citroën Jumper; base meccanica oggi proposta da brand come Adria, Burstner, Giottiline o Mc Louis. A seguire con le proposte più agili e compatte dei van derivati dal furgone Citroën Jumpy e dall’equivalente vettura polivalente Citroën SpaceTourer, fino ad arrivare ai mini camper nati dalla trasformazione del van Citroën Berlingo. Ma torniamo indietro nel tempo.

2CV furgonetta
2CV furgonetta

 

La storia 

Il veicolo commerciale come lo conosciamo oggi, è nato nella seconda metà degli anni Trenta con i precursori dell’iconico Citroën Type H. Tutto ha inizio nel 1919, dopo il lancio della primogenita Citroën Type-A, quando il marchio nascente della doppia cuspide produsse piccoli furgoncini derivati da vetture di serie sfruttando la formula del telaio-piattaforma, che permetteva di modificare facilmente e velocemente la struttura della carrozzeria.

Ma è nel 1936 che la casa francese rivoluzionò la formula del classico furgone commerciale che all’epoca continuava a utilizzare la parte anteriore e il telaio di vetture di serie realizzando il TUB (Traction Utilitaire Basse), ovvero un furgone a trazione anteriore con piano di carico basso, antesignano del Citroën Type H. 

Type H
Type H

Questo innovativo modello disponibile con telaio e cabina o come furgone corto, medio o lungo, normale o rialzato, era proposto persino con sospensione posteriore idro-pneumatica che, per l’eccezionale comfort che offriva, faceva sì che il veicolo fosse usato anche come ambulanza o per il trasporto di carichi molto fragili. In breve, il Type H divenne popolare in tutta Europa.

Prodotto dal 1947 al 1981 in quasi cinquecentomila esemplari, vive oggi una seconda giovinezza come mezzo ricercatissimo nell'allestimento food-truck o come veicolo pubblicitario, grazie al suo fascino inconfondibile che ha come meritevole erede l’attuale gamma Citroën.

ype H Kit Castellani
Type H Kit Castellani

Lo charme esclusivo di questo mitico furgone ha suggerito alla carrozzeria italiana Caselani la realizzazione di un kit di trasformazione, composto da pannelli in fiberglass da applicare alla carrozzeria del corrente furgone Citroën Jumper per renderlo esternamente molto simile al progenitore.

 

Veicoli commerciali leggeri: comfort, innovazione e qualità

Nel 2019 Citroën ha superato il 12% di quota di mercato nel segmento europeo dei camper, con un incremento delle immatricolazioni superiore al 29% nei 4 mercati principali, che sono Germania, Francia, Inghilterra e Italia. il merito è da attribuire in buona parte al Jumper in versione furgone e cabinato coadiuvato dal monovolume-minivan SpaceTourer, entrambi ideali per diverse trasformazioni e caratterizzati dall’ottimo rapporto qualità-prezzo particolarmente apprezzato sia dal pubblico che dagli allestitori.

Doti queste presenti anche nell’ancora più compatto Berlingo. Il più richiesto resta comunque il Jumper che, assieme al Peugeot Boxer e al Fiat Ducato, nasce nello stesso stabilimento italiano della Sevel di Atessa.

L’accordo con Fiat Professional non riguarda però i motori e così nel Citroën Jumper come nel Peugeot Boxer, troviamo i recenti 3 propulsori BlueHDi 2,2 litri con cambio manuale a 6 rapporti da 120, 140 e 165 cavalli, progettati direttamente da PSA e prodotti in Francia, a Tréme. Tutti Euro 6-d Temp e dotati dell’ultima tecnologia SCR-Adblue.

Adria Compact SP Axess su Citroen Jumper
Adria Compact SP Axess su Citroen Jumper

Coerente con la nuova immagine della gamma Citroën il frontale del Jumper, caratterizzato dalla griglia del cofano che riprende le losanghe del marchio e proiettori dotati di DRL a LED disponibili in opzione. Date per acquisite le qualità, il comfort del posto di guida e l’ergonomia della cabina dall’insonorizzazione particolarmente curata, come pure i pratici numerosi vani d’alloggiamento intelligenti o la robustezza della meccanica, da evidenziare sono i dispositivi di assistenza alla guida.

Tra questi, Citroën Jumper propone anche il sistema di sorveglianza dell’angolo morto (che tiene in considerazione anche la presenza di un rimorchio) e l’avviso di traffico posteriore, che rileva i veicoli provenienti da sinistra o destra, entro una distanza di 50 metri, quando si inserisce la retromarcia.

Citroen Berlingo
Citroen Berlingo 

Come il Nuovo Berlingo Van e il Jumpy, la gamma si adatta a tutti gli usi, propone una insonorizzazione particolarmente curata e sospensioni dal grande comfort e ancora, un comportamento su strada dinamico, grande piacere di guida e costi di utilizzo ottimizzati. 

Jumper
Jumper 

 

A fianco del Jumper, Citroën propone come minivan lo SpaceTourer strettamente derivato dal furgone Jumpy disponibile in tre lunghezze (5,30m, 4,96m - la più utilizzata - e 4,60m). Ottima base per camper con tetto a soffietto, lo SpaceTourer è il mezzo ideale nella vita di tutti i giorni e nel tempo libero.

Nella lunghezza centrale, ad esempio, è a tutti gli effetti una vettura polivalente, che non sporgerà da nessuno stallo dei parcheggi e non avrà supplementi di tariffa sui traghetti, mentre l'altezza inferiore ai 2 metri assicura l'accesso a qualunque parcheggio con limitatore d’altezza.

Inoltre, due porte laterali scorrevoli elettriche e il lunotto posteriore apribile consentono grande libertà di movimento, mentre il posto di guida riprende tutte le qualità del modello di serie: comfort derivato dal programma Citroën Advanced Comfort, spaziosità a bordo, le più recenti tecnologie di aiuto alla guida e di connettività, come ad esempio: l’Head up Display a colori, l’Active Safety Brake, o il sistema di navigazione Citroën Connect.

 Pössl Campster su Spacetourer
 Pössl Campster su Spacetourer

Nella trasformazione a camping car, SpaceTourer diventa un vero camper che può trasportare fino a 4 persone. Se dotato di tetto rialzabile che libera spazio in altezza e permette di stare anche in piedi, per la notte si hanno due matrimoniali: il primo integrato nel tetto e il secondo sottostante di solito a fianco del mobile che riunisce blocco cucina e vani di stivaggio. Due i motori disponibili: il Diesel 1.5 della famiglia BlueHDi da 100 o 130 cavalli e il più performante 2.0 BlueHDida 120, 150 (il più richiesto) e 180 cavalli. 

Infine, riservato alla clientela giovane e dinamica troviamo il più compatto Citroën Berlingo che raggiunta la sua terza generazione si presenta con l’attuale e caratteristico frontale Citroën e il cofano più alto e corto. È disponibile in due misure: M e XL, rispettivamente lunghe 4,40 metri e 4,75 metri, ed entrambe in grado di offrire 5 e 7 posti.

Spacetourer

La piena abitabilità è garantita dalla modularità, che prevede sedili ribaltabili e ripiegabili fino a creare un pianale completamente piatto. Il volume di carico del vano bagagli della misura M è di 775 litri mentre nella misura XL si spinge fino a 1.050 litri.

L’accessibilità è garantita anche dalle due ampie porte laterali scorrevoli, dotate di vetri elettrici, oltre al grande portellone posteriore, con lunotto apribile separatamente. Per lo stivaggio, sono ben 28 i porta-oggetti (fino a 186 lt.) distribuiti all’interno della vettura.

citroen spacetourer

A bordo del nuovo Citroën Berlingo non mancano poi i sistemi di assistenza alla guida ampiamente proposti su tutta la gamma. Il motore è il Diesel 1.5 della famiglia BlueHDi proposto in due varianti: 100 oppure 130 cavalli. Molteplici i kit di trasformazione a camper disponibili dai diversi allestitori che di solito prevedono un cucinotto estraibile, due posti letto, contenitori di stivaggio o una pratica tenda da agganciare all’apertura del portellone posteriore. 

I servizi per i Clienti Citroën 

Citroën esprime tutta la sua storia e la sua competenza nel suo programma “Citroën Advanced Comfort” che offre ai clienti un comfort globale a 360° attraverso 4 elementi fondamentali: comfort di guida, comfort a bordo, comfort funzionale e comfort mentale. Citroën mette da sempre il cliente al centro della sua attività

E questo pensiero vale anche per i servizi offerti che comprendono l’Assistenza Camper e l’Estensione di garanzia Citroën. In dettaglio, i servizi di Assistenza Camper, realizzati in particolare per la meccanica Jumper, comprendono: 2 anni di assistenza stradale internazionale disponibile 7gg/7 e 24h/24 in 55 paesi, valida in caso di guasto meccanico o elettrico, soccorso sul posto o traino, veicolo sostitutivo in prestito in caso di fermo superiore a un giorno, costi di trasporto, proseguimento del viaggio o rientro a domicilio, spese di alloggio, recupero del veicolo riparato o rimpatrio del veicolo non riparato, prolungamento dell’assistenza fino alla data della successiva manutenzione, in caso di manutenzione effettuata presso la rete autorizzata Citroën, una rete di assistenza capillare presente in Europa, in Eurasia e in Maghreb con oltre 6.500 riparatori Citroën.

L’Assistenza è valida per tutte le domande riguardanti l’equipaggiamento della cella abitativa. I servizi di “Estensione di garanzia Citroën Jumper” prevedono: l’estensione della garanzia costruttore fino a 7 anni e 140.000 km con estensione dell’assistenza inclusa, un prezzo speciale riservato ai clienti Camper Citroën con eventuale supervalutazione del veicolo in caso di rivendita, la manutenzione semplice, programmabile online secondo gli standard del costruttore con ricambi originali garantiti, manutenzione ogni 2 anni o 50.000 km (in base alle condizioni di utilizzo), cinghia di distribuzione ogni 150.000 km (o 10 anni). 

Iscriviti alla newsletter Camperlife

Camperlife

Camperlife