Tu sei qui

Area di sosta senza problemi | La posta dei camperisti

Quali sono i criteri per realizzare una nuova area attrezzata per soddisfare le esigenze dei camperisti? Ecco i nostri suggerimenti al nostro lettore che si accinge a crearne una

camper camperlife rivista camperistiGentili amici di CamperLife, forse sono riuscito a ottenere dal mio comune il permesso per realizzare un’area di sosta. Il terreno che ho a disposizione non è molto grande, ma credo che una cinquantina di camper possano starci. Ho visitato alcune aree, ultimamente, riscontrando molte differenze tra le une e le altre. Potreste indicarmi quali sono, a vostro avviso, le caratteristiche che una buona area di sosta dovrebbe possedere?
Marco G.

Tanto per iniziare, l’ideale è che l’area di sosta sia nelle vicinanze di un centro abitato, o al limite collegata a esso da un servizio di autobus. Caso a parte sono le aree di interesse naturalistico o poste in luoghi particolari. Certamente non deve mancare un pozzetto per lo scarico dei serbatoi, dotato di invaso in materiale impermeabile per evitare lo spargimento incontrollato dei liquami. Nei pressi del pozzetto ci deve essere un rubinetto con canna dell’acqua per il risciacquo.
Per motivi igienici, deve essere prevista una seconda presa d’acqua per il carico del serbatoio dell’acqua potabile. Nel caso di area di grosse dimensioni, è bene prevedere almeno 2 pozzetti e 2 prese d’acqua.
Non ci devono essere ostacoli nei dintorni del pozzetto, in modo tale da consentire l’avvicinamento del mezzo e possibili manovre.
È bene che gli stalli di sosta siano ben delimitati, con strisce sul terreno, siepi, alberi o altri oggetti, ma non ci devono essere impedimenti alle manovre o pericolo di collisione. La lunghezza netta delle singole piazzole non deve essere inferiore ai 7,50 mt, mentre per la larghezza riteniamo che non si debba scendere sotto i 4-4,5 mt. Solo così, infatti, si può assicurare una distanza di circa 2 mt tra un mezzo e l’altro, certo non esagerata ma sufficiente ad assicurare un minimo di vivibilità agli equipaggi (privacy, ma anche apertura di porte, finestre e sportelli dei gavoni).
Sono fondamentali spazi di movimentazione ampi, con strade interne larghe e curve ad ampio raggio.
Teniamo presente che un camper può essere lungo il doppio di una vettura.
L’ombreggiatura è auspicabile ma non necessaria, così come un servizio igienico e una doccia.
Utile, ma a discrezione del proprietario, la disponibilità di corrente elettrica a 220 Kw con impianto a norma.
L’area, che deve essere illuminata nelle ore serali e notturne, può essere recintata e sorvegliata.
Nel caso siano previsti sistemi automatizzati per l’ingresso, l’uscita e il pagamento, occorre accertarsi che il sistema sia affidabile e di semplice utilizzo.

 

 

Autore: 
Redazione CamperLife
Punteggio: 
0

No votes yet

Data Aggiornamento: 
17-04-2018
Data Pubblicazione: 
17-04-2018