Parabola motorizzata Selfsat HH-90

Scegli una categoria

Ciao a tutti, a circa un anno dalla pubblicazione dell’articolo sulla motorizzazione dell’antenna SELFSAT , torno per illustrarvi le ultime modifiche introdotte. Dico subito che nonostante tutti gli accorgimenti presi contro le infiltrazioni e l’umidità,  non è semplice stoppare l’acqua ma prima o poi ci riuscirò (qui sotto,  la foto del disastro). Per ora ho ripulito tutto, revisionato e verniciato i due motoriduttori..

Le modifiche importanti della meccanica, come si vede dalle foto sotto a destra, consistono nella sostituzione della puleggia della rotazione con una per cinghia dentata, e nell’aggiunta di un potenziometro di precisione ,  5 giri 10 Khom, per rilevare la posizione della meccanica. Il tendicinghia, ricavato da un rullo pressore di un vecchio videoregistratore fa perno sulla vite di fissaggio della meccanica, sostituita con  una più lunga e viene tenuta in tensione da una molla ancorata all’altra vite, anche questa cambiata con una più lunga. Per permettere la libera rotazione del comando finecorsa e per avere un miglior sviluppo della cinghia, il motore va poi ruotato di 180°, previo asportazione di una piccola parte del basamento .

Qui sotto, si puo vedere la sistemazione del potenziometro abbinato alla rotazione della meccanica, del quale vengono sfruttati 4 dei 5 giri disponibili, ottenendo valori in uscita compresi tra 102/924, rimappati a 0/359, nella foto di destra invece, il particolare del tendicinghia. Sotto ancora, i due micro del finecorsa tra i quali ho fissato una lamina in acciaio in modo da avere una rotazione di qualche grado superiore ai 360°.  Con l’aggiunta del potenziometro, si ha la possibilità di chiudere l’antenna al centro(180°) invece che a fine corsa, ottenendo un posizionamento più veloce e un minore attorcigliamento dei fili interni. I due motori, sono stati incapsulati al meglio per ridurne il deterioramento. Nell’ ultima foto, si vede il nuovo driver per i motori già citato nel precedente articolo, dal quale è possibile prelevare anche i 5 volt per l’alimentazione della nuova bussola/inclinometro CMPS10. La CMPS03 la pensavo defunta, invece si era semplicemente scalibrata, segnava sempre “238” ed è  ritornata in vita dopo una nuova calibrazione.  Devo dire che sia come bussola che come inclinometro è molto più precisa, stabile e insensibile ai disturbi della precedente ed ha tutto integrato. Comunicazione dati, via bus I2C con oltre 2 mt. di cavo, senza problemi (direi…perfetta!).

 

Particolare dei micro finecorsa                                                    Nuova interfaccia arduino/motore303     

Antenna sistemata sul tetto del camper. Come si può vedere, la nuova bussola che funziona anche come inclinometro, è stata sistemata nello scatolotto dove prima c’era l’accelerometro, mentre dall’ altra parte ho fissato un appoggio a fine corsa in modo da avere un riferimento preciso per la messa in bolla del camper e tenere l’antenna ferma in viaggio.

Per la parte meccanica è tutto, in questo modo, sono stati eliminati  i giochi dei due ingranaggi esterni al motoriduttore ma non quelli interni. Il software invece, totalmente riscritto, svolge le seguenti funzioni:

  • All’ accensione visualizza per 3 secondi le posizioni memorizzate (direzione/elevazione).
  • Effettua il rallentamento dei motori con controllo PWM in prossimità delle posizioni prefissate e ai 180° in chiusura, sia in modo automatico che manuale.
  • Alla chiusura completa dell’antenna, superati gli 85° , sfruttando i valori di pinch e roll forniti dall’ accelerometro a 3 assi interno alla bussola,  vengono visualizzati i valori di livello del camper con l’avviso “CAMPER IN PIANO” quando questo è perfettamente in bolla.
  • Visualizzazione della direzione, elevazione, livello segnale e posizione meccanica del rotore tramite il potenziometro. Se il segnale supera il 30% viene visualizzata la barra di livello.
  • L’accensione del motore, provoca l’immediata chiusura dell’antenna anche a controllo spento.       

In allegato ci sono tutti i disegni di modifica della meccanica, lo schema del cablaggio e il software da caricare su Arduino. Inoltre il  catalogo del fornitore pulegge/cinghia. Il costo delle 3 pulegge + cinghia e tornitore,  una settantina di euro. Per la bussola e l' interfaccia, dipende dal fornitore. Nella prima parte del video, pubblicato su Youtube, si vede il funzionamento della meccanica, il puntamento automatico e la chiusura a motore acceso.

Nella seconda parte un nuovo sistema di controllo che ho già sviluppato, provato e va molto bene, con ArduinoUNO, modulo Bluetooth HC-05 e Android (Galaxy S3).  

Nella realizzazione finale comunque, verranno usati componenti mini in quanto dovranno stare tutti nella scatola stagna da 8x12 cm sul tetto del camper, dalla quale scenderanno il cavo dell’antenna e un altro cavo per l’alimentazione ( positivo 12v, massa e positivo sotto chiave). Nella foto, si può vedere il Satfinder (stampato), il driver per 2 motori TB6612FNG, il  modulo Bluetooth HC-05 (programmabile AT) e Arduino Nano.

A destra, lo screenshot dell’interfaccia del programma realizzato per Android, dove vengono visualizzati i dati di puntamento, calcolati in base a latitudine/longitudine del luogo in cui ci si trova. I dati di posizione vengono ricavati sfruttando la triangolazione delle cellule telefoniche oppure dal GPS del cellulare stesso quando le cellule raggiungibili sono meno di 3. A destra i due pulsanti per collegarsi al Bluetooth e lo slider per indicare graficamente il livello segnale. A sinistra i dati rilevati dalla bussola, dall’ accelerometro  e dal Satfinder. Sotto i 4 pulsanti per i comandi manuali con al centro la freccia che ruota con i gradi bussola.

Infine, sotto,  il pulsante di commutazione Auto/Manuale con sopra l’indicazione dello stato, il pulsante di Reset e quello per salvare i valori di puntamento in memoria con sopra l’indicazione della posizione di rotazione del brandeggio. Durante la ricerca automatica i comandi manuali vengono disattivati ed assumono un colore grigio scuro, si colorano invece di rosso quando vengono premuti per la ricerca manuale.

I vantaggi di questo sistema, sono evidenti.

Minor costo del materiale per il sistema di controllo e cablaggio più semplice. Possibilità di utilizzare il localizzatore del cellulare per calcolare il puntamento. Nessun paragone con il display  16x2 del sistema precedente e possibilità di vedere dal posto di guida, quando si arriva a destinazione, il livello del camper utilizzando 2 assi dell’accelerometro della bussola ad antenna chiusa.

Unico svantaggio, vietato perdere o farsi rubare il cellulare.

Buon lavoro e alla prossima, il tempo di collaudare per bene il nuovo sistema di controllo via Bluetooth.

 

Autore: 
Domenico Rabbione
futurored
Posts : 2

Offline
Ultima volta online: 4 anni 3 mesi fa
Inviato il: 23-08-2014 10:21:20

un saluto complimenti ottimo lavoro, pensavo di realizzare anche io il tuo progetto aspetto il materiale per realizzarlo.


per quanto riguarda il programma per android dove si puo reperire e se va bene per tab2.


scusa ma non mi è chiaro lo schema. nella 2° versione il display e il satfinder si devono eliminare??


eventualmente si possono avere le modifiche.


un grazie nuovamente.


Gabriele


windom46

Torino

Posts : 75
Ritratto di windom46

Offline
Ultima volta online: 4 mesi 4 giorni fa
Inviato il: 19-09-2014 23:19:27

Ciao Gabriele, se per seconda versione intendi quella via BT, per ora il programma l'ho scritto e provato solo su Galaxy S3 e sul Nexus 7 ma essendo fatto per la risoluzione del Galaxy, sul Nexus occorre far scorrere la visualizzazione verticale. Ovviamente prima di mettere a disposizione il software questo ed altri piccoli problemi, dovranno essere risolti. Il SatFinder c'è sempre e verrà sistemato nella scatola sul tetto del camper con Arduino Nano, il modulo BT e il MotorDriver, mentre il controllo e la visualizzazione dei dati, verrà fatta con lo smatrphone via Bluetooth. Le prove fatte nel video, sono state relizzate caricando il software per BT su Arduino UNO del controllo esistente e collegando provvisoriamente il modulo BT.


Per ora, in attesa di trovare il tempo per assemblare il nuovo controllo, continuo ad usare il sistema descritto nella pubblicazione, con controllo via bus I2C e 2,5 mt. di cavo, senza problemi.  


enrico61

aprilia

Posts : 1

Offline
Ultima volta online: 1 anno 8 mesi fa
Inviato il: 02-10-2014 22:24:26

Salve, sto cercando di realizzare il suo progetto ma quando tento di verificare e compilare il codice su arduino uno mi da i seguenti errori:


SatWindom_I2C_rev2:19: error: 'LiquidCrystal_I2C' does not name a type
SatWindom_I2C_rev2.ino: In function 'void setup()':
SatWindom_I2C_rev2:41: error: 'lcd' was not declared in this scope
SatWindom_I2C_rev2.ino: In function 'void loop()':
SatWindom_I2C_rev2:114: error: 'lcd' was not declared in this scope
SatWindom_I2C_rev2:129: error: 'lcd' was not declared in this scope


grazie


windom46

Torino

Posts : 75
Ritratto di windom46

Offline
Ultima volta online: 4 mesi 4 giorni fa
Inviato il: 10-10-2014 23:19:00

Ciao enrico61, scusa il ritardo ma sono in giro per la Sardegna e non sempre ho la connessione Internet.


Allora... penso che come versione della IDE di Aruino userai la 1.0.5 ma dall'errore che ti da in fase di compilazione penso che non devi avere aggiunto nella cartella "libraries" la "LiquidCristal_I2C".


La cartella zippata completa la puoi scaricare da qui:


 


Clicca qui


 


 


Rafpat
Posts : 2

Offline
Ultima volta online: 2 anni 1 settimana fa
Inviato il: 30-01-2015 17:41:12

Ciao ,Domenico ti faccio i miei complimenti per la conoscenza sul microcontrollore Arduino e la parabola che hai costruito.

Ho anche io una parabola motorizzata in costruzione quasi terminata, ma avendo visto la tua gestione elettronica avrei intenzione di automatizzarla con Arduino e relativi sensori.

Avrei bisogno di qualche consiglio sulla scelta dei componenti.

Non riesco a trovare online il CMPS10,

per quanto riguarda il display ho trovato su futurashop il FT1030K 24,00€ hai da consigliarmi uno più economico e compatibile?

Grazie.

Rafpat


windom46

Torino

Posts : 75
Ritratto di windom46

Offline
Ultima volta online: 4 mesi 4 giorni fa
Inviato il: 13-02-2015 17:07:00

Ciao e grazie per i complimenti, scusa ma io guardo poco la pubblicazione dell'articolo, forse sarebbe meglio spostare le discussioni sul forum e precisamente qui:


www.camperlife.it/forum/fai-da-te-fai-da-te/meccanismo-parabola-con-telecomando-31494?page=12


Comunque, per la bussola, io l'avevo presa qui:


http://www.robotics-3d.com/component/virtuemart/robotica-domotica/sensori/sensori-di-posizione/bussole-magnetiche/cmps10-magnetic-compass/robot-electronics


a 28€ coprese IVA e spedizione. Vedo però che ora non la tengono più, penso comunque che la cmps11 possa svolgere le stesse funzioni se non meglio. La cmps10, l'avevo vista sul sito di un altro fornitore ma non era disponibile sino a metà marzo.


I display invece, normalmente li acquisto da fornitori Cinesi, basta digitare "display 1602 i2c ebay" e ne trovi fin che vuoi, a prezzi veramente delle patate, esempio:


  http://www.ebay.it/itm/Arduino-IIC-I2C-TWI-162-1602-16X2-Serial-Blue-LCD-Module-Display-Screen-/190573003243


non devi solo avere fretta in quanto i tempi di consegna sono di circa 40 giorni.


Ciao, alla prossima.


cpgios1
Posts : 2

Offline
Ultima volta online: 2 anni 3 settimane fa
Inviato il: 21-12-2016 21:01:00

Salve

un bel lavoro, ma guardando lo schema elettico ho notato il collegamento ad un Finder Meter per il controllo del segnale, ma non sono riuscire a capire come è collegato, forse sull'uscita audio? oppure lo si deve aprire per effettuare un collegamento interno ?

un saluto e se mi da una risposta ne sono grato

windom46

Torino

Posts : 75
Ritratto di windom46

Offline
Ultima volta online: 4 mesi 4 giorni fa
Inviato il: 28-02-2017 00:45:03

Ciao cpgios1, scusa ma è da un po che non visito il sito.
Il satfinder va aperto in quanto bisogna collegarsi in parallelo allo strumentino che misura l'intensità del segnale, rispettando le polarità.
Ciao, Domenico.
 

cpgios1
Posts : 2

Offline
Ultima volta online: 2 anni 3 settimane fa
Inviato il: 27-04-2017 21:34:31

Salve

con l'occasione ringrazio per la risposta che mi ha fornito per la precedente mia richiesta,

però ora ho un'altro problema che descrivo: premetto che "LiquidCristal_I2C" fornito nel rar mi dava errore nella compilazione ed ho dovuto sostituirlo con uno trovato su internet (è scritto uguale). HO caricato il programma in Arduino uno e tutto è andato a buon fine ma quando ho collegato il tutto sul display non compare alcuna scritta "neanche offensiva" soltanto tutti quadratini neri delle celle sulla prima riga, anche correggendo la luminosità nulla cambia.A questo punto ho provato a sostituire il codice x20 con x27 ma niente. Schiacciando il pulsante di manuale/auto il led si accende ma non ho la possibilità di vedere se la bussola funziona, non ho collegato i motori.

Detto ciò chiederei se può aiutarmi a superare questo nostacolo per poter proseguire con il lavoro.

Mi sembra di non aver tralasciato nulla , per il momento.

La ringrazio se gentilmente mi da un aiutino.

Un saluto cpgios

windom46

Torino

Posts : 75
Ritratto di windom46

Offline
Ultima volta online: 4 mesi 4 giorni fa
Inviato il: 22-06-2017 00:42:21

Ciao gpgios, mi scudo ma sono tornato a casa ieri dalla Sardegna dopo quasi 2 mesi e li mi collegavo pochissimo.

Veniamo al tuo problema, bisogna innanzitutto verificare che il sistema I2C veda la bussola e il display caricando il software che trovi qui,

https://www.camperlife.it/forum/fai-da-te-fai-da-te/meccanismo-parabola-con-telecomando-31494?page=17

al post del 16/02/16.

Dovresti vedere gli indirizzi della bussola e del display sul serial monitor, che dovrebbero essere 0x60 e 0x20/0x27.

Se questo non avviene controlla che ci sia la giusta alimentazione e che SDA e SCL non siano invertiti.

Attenzione che io il software lo avevo caricato su Arduino Uno, con la IDE 1.0.6 e tuttora funziona ancora perfettamente, probabilmente se tu hai usato una IDE più recente, tipo 1.6 o 1.8 ci saranno da aggiornare anche le librerie, compresa la LiquidCristal_I2C.

Appena trovo un attimo provo ad usare la IDE 1.8 e poi ti faccio sapere.

Accedi o registrati per inserire commenti.